Prestiti Bei - Banca Europea Investimenti

Advertisement

Sei qui :  Come mettersi in Proprio > Prestiti Bei - Banca Europea Investimenti

Si tratta di un prestito da parte della Banca Europa degli Investimenti o BEI.

Possono beneficiare dei prestiti BEI le Piccole e Medie Imprese (PMI) industriali, artigianali, cooperative, servizi, turistiche, commerciali, agricole, in tutto il territorio nazionale. Rientrano in tale definizione le imprese che occupano meno di 250 dipendenti e che possiedano il requisito dell’indipendenza (cioè non possono essere possedute per più del 25% da un’impresa di maggiori dimensioni). Quando il prestito BEI è associato all’utilizzo di altri fondi comunitari o ad una misura di aiuto nazionale, si dovrà anche considerare il criterio del fatturato annuo (non superiore a 50 milioni di Euro) o in alternativa del totale di bilancio annuo (non superiore a 43 milioni di Euro), così come previsto dalla definizione comunitaria di PMI.

Nelle regioni italiane del centro-nord le grandi imprese possono essere ammesse al finanziamento solo per investimenti che contribuiscano la raggiungimento di specifici obiettivi delle poltiche europee, in particlari nei settori dell'energia, ambiente tecnologie avanzate, capitale umano.

I prestiti BEI possono inoltre trovare applicazione in aree geografiche extra-UE, anche per finanziare investimenti nel settore privato come supporto alle poltiche comunitarie di sviluppo e cooperazione (per ulteriori informazioni sulle aree ammissibili:http://www.eib.org/projects/regions/index.htm).

La BEI è l’istituzione finanziaria dell’Unione Europea e può intervenire per cofinanziare progetti specifici attuati sia nel settore pubblico che privato, purché tali progetti siano sostenibili sotto il profilo economico, finanziario, tecnico e ambientale.

Spese ammissibili

Sono finanziabili nuovi investimenti produttivi, destinati quindi ad aumentare la capacità produttiva, modernizzare impianti o attrezzature, miglioramenti delle prestazioni ambientali, progetti di ricerca e sviluppo. Sono quindi per esempio esclusi gli investimenti puramente finanziari, per cui non sarà possibile ottenere un prestito BEI per acquistare un’altra impresa.

Le spese ammissibili sono quelle necessarie per la realizzazione degli investimenti, quindi acquisto del terreno, di macchinari, impianti, attrezzature, opere murarie, attività immateriali quali brevetti, licenze, know-how spese di ricerca e sviluppo.

Sono finanziabili investimenti in tutti i settori, con alcune limitate esclusioni o restrizioni per alcuni settori industriali o agro-industriali c.d. “sensibili?.

Agevolazione

Prestito a medio-lungo termine, di durata variabile e negoziabile, generalmente da 4 a 12 anni. Il finanziamento copre al massimo il 50% dell'investimento.

Il prestito è erogato in Euro o nelle valute che saranno concordate; pur non trattandosi di un finanziamento agevolato, il tasso di interesse (fisso o variabile)è comunque interessante, dal momento che la BEI, godendo di un rating elevato, raccoglie denaro alla migliori condizioni di mercato e lo presta di conseguenza agli intermediari finanziari (che applicheranno comunque un loro spread all’operazione) ad un tasso favorevole.

Le condizioni di prestito (durata, garanzie, preammortamento, eccetera) sono determinate, per i c.d. “prestiti globali? (v. "Procedure"), dall’intermediario finanziario.

Non ci sono dei bandi per accedere ai prestiti BEI, in quanto occorre, a seconda dei casi, contattare uno degli istituti intermediari per i "Prestiti Globali" o direttamente la BEI (v. "Procedure").

Procedure

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito della BEI www.eib.org

Informazioni possono essere richieste all’Information Desk della BEI via email:

info@eib.org  oppure telefonicamente   (+352) 4379.22000  .

La BEI ha anche una sede in Italia, i cui riferimenti sono i seguenti: Via Sardegna, 38 - 00187 Roma- Tel. 06/47191- Fax 06 42873438.

Per investimenti fino a 25.000.000 EUR, la BEI finanzia le imprese attraverso i c.d. “Prestiti globali?: si tratta in pratica di linee di credito che la Bei attiva presso istituti finanziari selezionati, i quali a loro volta finanzieranno progetti di investimento conformi ai criteri dettati dalla stessa BEI. Pertanto l’impresa interessata dovrà contattare una delle banche italiane intermediarie BEI (elenco disponibile sul sito BEI, alla pagina http://www.eib.org/attachments/lending/inter_it.pdf ).

Per progetti di importo superiore ai 25.000.000 EUR si dovrà invece contattare direttamente la Banca Europea degli Investimenti.

Per progetti da realizzare in uno dei paesi terzi che possono beneficiare dei prestiti BEI occorrerà invece contattare uno dgli intermediari finanziari locali:

http://www.eib.org/projects/topics/sme/outside-eu/index.htm 

Soggetto gestore

Per investimenti fino a 25.000.000 EUR:  una delle banche italiane intermediarie BEI (elenco disponibile sul sito BEI, alla pagina www.eib.org/attachments/lending/inter_it.pdf 
Per progetti superiori a 25.000.000 EUR (“Prestiti individuali?): la Banca Europea degli Investimenti.

 

Torna su

 

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal