website
statistics
 

Vita notturna a Lille

Vita notturna a Lille 

Lille è una frizzante città universitaria, che offre buone opportunità per trascorrere in modo vario le proprie serate. Attorno a rue de Solferino si concentra gran parte della vita notturna della città, ma numerosi bar e locali sono disseminati lungo il centro.  Per scoprire cosa succede a Lille a livello di vita notturna e intrattenimento, se vi trovate in città prendetevi una copia di Sortir, una pubblicazione gratuita che esce ogni Mercoledì, disponibile presso l'ufficio turistico.

  • Tra i bar, da non mancare Le Windsor (5, rue Jean Roisin), molto elegante e sofisticato, con piccoli tavoli di stili differenti e luci soffuse, oltre a un piccolo e suggestivo giardino, dove vengono serviti grossi e gustosi cocktail con un buon sottofondo musicale;

  • La Pirogue (16, rue Jean Jacques Rousseau), un caloroso locale dallo stampo caraibico, arredato in modo semplice, con liane e piante tropicali a fare da contorno, ma soprattutto ottimi cocktails (uno su tutti lo zazou) e l’imperdibile rhum; 

  • La Plage (122, rue Solferino), un locale in cui si cammina sulla sabbia e che riporta subito alle calde latitudini delle stazioni balneari, dove assaporare cocktails esotici, al ritmo delle hit del momento. Durante l’arco della settimana sono organizzati concerti;

  • Le 41 (41, rue Basse), un bar dove gustare le ottime tapas e trovare un ambiente caloroso e conviviale, oppure dove bere uno degli splendidi cocktails serviti sulla terrazza del locale, affacciata sul centro storico;

  • il Kremlin (51, Jean Jacques Rousseau) ripropone un ambientazione di ispirazione sovietica con una dominazione del colore rosso, le sedie che riproducono la falce e il martello e il busto di Lenin che campeggia sulla parete. Esso offre comunque una certa eleganza e un’ampia varietà di bevande provenienti principalmente dall’est Europa;

  • l’Imaginaire (5, place Louise de Bettignies), un bar affacciato sulla piazza principale della città, un ambiente allegro e colorato con una terrazza panoramica dove poter gustare ottimi caffè e una buona scelta di birre;

  • il Magnum Café (55-57, rue Masséna), un bar per studenti molto frequentato durante l’anno, dove incontrarsi e trascorrere piacevoli serate a ritmo di musica rock; è possibile seguire gli eventi sportivi trasmessi sui maxischermi;

  • l’Aéronef (168, avenue Willy Brandt), una piccola sala concerti, luogo prediletto per chi ama ascoltare dal vivo i gruppi che propongono musica elettronica, rock, rap di qualità, per trascorrere una serata diversa a stretto contatto con ottimi artisti;

  • Tcha Tcha (136, rue de Solférino), un lounge bar con decorazione di ispirazione africana che offre serate rilassanti, buona musica e ambiente caloroso e distensivo;

  • l’Atomic (138, rue de Solférino), un piccolo bar uguale a tanti altri esternamente, ma che all’interno è un esplosione di divertimento. L’ambiente sobrio, le luci al neon colorate e la musica rock lo rendono un ideale punto di ritrovo serale per gli amici;

  • Le Carré des Halles (3, rue des Primeurs), il luogo ideale per gli amanti della musica pop, rock e metal, in un ambiente ispirato ai pub irlandesi e ei locali fiamminghi, ideale per gustare una buona birra;

  • Le Sherwood (40, rue Massena), un bar dall’ambiente accogliente e conviviale, molto luminoso e con mobili in legno. E’ l’ideale per passare una tranquilla serata in compagnia, ma dopo una certa ora l’atmosfera si surriscalda e ci si trasferisce e scatena nella pista da ballo;

  • Le Barbitur’Hic (26, rue Nicolas Leblanc), un originale bar dagli interni rosa, luogo ideale per i festaioli che amano ascoltare musica elettronica mentre gustano i cocktails prodotti dalla casa o una buona birra;

  • Le Father (17, rue Masséna), un locale con due sale, dove in una è possibile gustare le proprie consumazioni e chiacchierare in tranquillità, mentre nell’altra c’è una pista per chi vuole ballare; è un ambiente giovane e festaiolo, imperdibile per chi vuole divertirsi;

  • il Salsero (19, rue Henri Kolb) non è un semplice bar, bensì un caffè letterario che ogni venerdì organizza concerti e dibaditti riguardo la comunità nera, oltre a lasciare a disposizione numerosi volumi in consultazione;

  • Le Queen (119, rue Solférino), un locale caratterizzato da due sale: quella principale dove bere e chiacchierare e quella interrata, più intima, che propone musica anni ’80 e dove prima della mezzanotte è possibile cimentarsi nel karaoke.

  • Buona anche la presenza di discoteche, frequentate soprattutto da giovani studenti in cerca di divertimento. Tra queste da non perdere la Golden Wave (7, bis rue des Arts), un locale dall’ambientazione gotica, buio a livello d’illuminazione, con musica rock, punk ed heavy metal; ogni sera vengono organizzati happy hour, e poi via a  ballare fino al mattino;

  • le Network Café (15, rue de Faisan), un bar molto chic e confortevole con la presenza al suo interno di una sala principale, ornata da due alte statue, che fa ballare a ritmo di musica commerciale mixata dal dj, e una in stile veneziano. Il giovedì sera domina la musica rock, la domenica la salsa, le altre sere la musica house;

  • lo Smile Club (3, rue Ernest Deconynck), uno dei locali più belli della città, costituito da tre bar collocati in tre sale differenti. Al piano terra c’è un tavolo da biliardo e musica house, mentre al primo piano spettacoli musicali con riproduzioni dagli anni ’70 in poi;

  • il Private (79, rue d’Angleterre), un ristorante che dopo una certa ora si trasforma in un club, dove ogni mercoledì e giovedì viene suonata musica jazz, mentre le altre sere c’è piano bar o musica internazionale;

  • il Seven Heaven (8, rue Ratisbonne), una piccola discoteca dove scatenarsi a ritmo di musica commerciale e ascoltare alcuni dei migliori dj. Durante la settimana vengono organizzate serate per studenti, mentre durante il weekend l’ingresso è selezionato;

  • il B-floor (13, rue Geoffroy Saint Hilaire), una discoteca votata alla musica house, che accoglie una clientela di età compresa tra I 20 e i 30 anni. E’ possibile prenotare l’intero locale ed organizzare serate quali aperitivi, feste private, meeting;

  • il Duke’s Club (6, rue Gosselet), un locale collocato in una grotta e riservato agli over 25, decorato con statue, maschere e caraffe di colore rosso; ha la fama di essere frequentato da singles alla ricerca dell’anima gemella;

  • Le Tchouka Club (80, bis rue Barthélémy), una piccola discoteca gay-friendly, frequentata comunque da numerosi eterosessuali, che propone musica dance e techno;

  • L’Ubu Pub (38, rue de la Halle), uno dei pub più suggestivi del centro storico, ideale per chi ama la musica e la birra e, anche se non presenta una pista da ballo, è possibile ascoltare ottima musica house seduti al bancone del bar;

  • il Kiosk Club (28, rue de Wazemmes), un club stile hangar votato alla musica elettronica sperimentale, poco adatta al ballo, e dall’ambientazione eccentrica, che costituisce un valido indirizzo nelle notti della città.

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

 

Se questa pagina ti è piaciuta e ti è stata utile a trovare qualche informazione interessante e a farti risparmiare un po' di tempo, offrici un caffè (ma non ci offendiamo se ci offri una pizza :) ), così ci aiuterai ad andare avanti per quanto possiamo e a scrivere e offrire la prossima guida gratuitamente.:  Paypal


 

 

Torna su

 


Ostelli Lille   Ostelli Francia

Carte de France  Karte von Frankreich      Mapa Francia     Map of France

Carte de Lille   Karte von Lille    Mapa Lille    Map of Lille

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal