LILLE

VISITARE LILLE: INFORMAZIONI E PICCOLA GUIDA

Lille è stata capitale europea della cultura del 2004. Una bella città ricca di storia e di fascino che ha cercato in questi anni di levarsi di dosso una vecchia immagine che la dipingeva come una bella addormentata, un po' grigia, uscita a fatica da una storia post industriale non facile. Ma non è così, chi visita Lille per la prima volta resta sempre piacevolmente colpito dalla bellezza del luogo, che non si aspettava, e dall'ospitalità dei suoi abitanti. Siamo nelle Fiandre francesi, e ci sono molto similitudini tra Lille e le altre città nelle Fiandre in Belgio e Olanda.

 

Grand PlaceLa città medievale, conosciuta come "Vieux Lille", è un labirinto di strette stradine, dove vagare leggeri e errabondi, su cui si affacciano, antichi palazzi delle corporazioni, edifici rinascimentali e chiese gotiche, tutti sapientemente restaurati. Non mancano anche esempi di edifici in stile Art Nouveau di pregevole fattura. La città che ha dato i natali a Charles de Gaulle, l'eroe della Francia libera dal nazismo, ha moltissimi luoghi da visitare, come il Museo di Arte Moderna (Musée d’Art Moderne) che possiede una collezione di tutto rispetto, con opere di Braque, Picasso, Calder, Modigliani e Mirò, e il Grande Braderie, quello che è considerato il più grande mercatino delle pulci in Europa, dove trovare di tutto. Per mangiare e bere, tra vinerie, birrerie artigianali, gli innumerevoli bistrot e ristoranti dove gustare la cucina locale che rivaleggia con quella di Parigi, non avrete che l'imbarazzo della scelta. I francesi del nord hanno fama di essere estroversi e amichevoli. Sarà anche per questo che la vita notturna da queste parti è altrettanto sorprendente quanto il primo positivo impatto con la città.  Da quando il treno Eurostar che attraversa il canale della Manica da Londra, arriva a Lille i turisti inglesi sono diventati una moltitudine, quindi se il vostro francese non è granché, sappiate che qui quasi tutti, sopratutto giovani, commercianti e tassisti, masticano un buon inglese.

Vieux Lille

Se si vuole capire la vera anima di Lilla è nel centro storico che si deve andare, nella Vieux Lille. Uno sguardo al passato per capire il percorso verso il futuro. Si avrà così modo di incontrare il cammino lento di una città per molti versi ancora sconosciuta, apprezzata più dagli studenti che dai turisti e per questo ricca di una cultura tutta da scoprire. Siamo in un pittoresco quartiere storico, ricco di taverne, birrerie e negozi specializzati nella vendita di prodotti locali (le cioccolaterie sono di casa, così come anche le mercerie e i negozi di pizzi e merletti). Strade acciottolate e antichi palazzi fiamminghi (ora sede di negozi esclusivi) rendono il centro storico di Lilla inalterato nel tempo e particolarmente vivace la domenica, durante lo svolgimento del mercato. Il centro storico di Lille ha conosciuto un vero e proprio rifiorimento da quando, nel 1965, alcune persone hanno intuito che dietro i malridotti intonaci si celavano meravigliosi edifici seicenteschi e settecenteschi. Lo stile di Lille, che ha conservato magnifici monumenti del periodo spagnolo, deve la sua originalità all'unione tra mattoni e pietre scolpite.

Dal centro della piazza principale, la Grand Place, è possibile ammirare molti elementi architettonici di stile: il lato est è dominato dalla Ancienne Bourse, l'antica Borsa cittadina, un edificio perfetto per testimonianza storica ed artistica. Di pianta quadrangolare e con corte porticata all'interno, il palazzo è anche il simbolo più importante della città, soprattutto da quando nel 1921 è entrato a far parte della lista del Patrimonio storico francese. Ricordiamolo, Lilla nel XVII secolo era uno dei massimi centri mercantili d'Europa, nodo nevralgico dei commerci con le terre fiamminghe, oggi poco lontane ma ai quei tempi tutte parte di una stessa contea, quella della Fiandra. L'atmosfera di un tempo sembra essere ancora presente, soprattutto quando nel cortile interno del palazzo della Borsa si alzano i banchi del mercatino delle pulci; un angolo della città dove fa piacere ritrovarsi, anche solo per qualche ora, a sbirciare tra i libri e gli oggetti usati ed antichi.

La gente del posto ama prendersi qualche minuto di tranquillità intorno alla fontana del centro della piazza, all'ombra della 'dea', la Grand Déesse, una statua che commemora la resistenza della città per l'assedio austriaco del 1792. Sono quattro le statue femminili che dominano la piazza: una, la dea, ha le sembianza della moglie dell'allora sindaco della città; le altre tre rappresentano le tre province della regione (Artois, Fiandra e Hainaut) e sono collocate nel tetto del palazzo del 'Voix du Nord', sede delle locali edizioni giornalistiche.

Poco oltre la grande piazza e in direzione rue de la Monnaie, incontriamo una delle attrazioni principali della città: l'Hospice Comtesse. Lo si riconosce per quella sua splendida facciata rossa del XII secolo, benché ricostruita qualche secolo dopo. Venne fondato nel 1237 da Giovanna delle Fiandre (in Francia nota come Jeanne de Costantinopoli), che fu contessa delle Fiandre e figlia di Baldovino I, imperatore di Costantinopoli (l'attuale Istanbul). L'edificio è così chiamato in quanto servì da ospedale, prima di diventare un orfanotrofio subito dopo la Prima guerra mondiale, ed è anch'esso parte del Patrimonio storico francese sin dal 1923. Al suo interno sono presenti ricche collezioni di argenti, oggetti in oro, in porcellana e in terracotta, arazzi e dipinti di elaborata eleganza fiamminga, compresi gli arazzi di Guillaume Weniers (costui era un artigiano originario di Bruxelles, vissuto a Lilla nel '700. Il suo lavoro fu così tanto apprezzato che molti dei suoi arazzi vennero commissionati dalle persone più ricche di tutta la Francia). Non si manchi di visitare il delizioso giardino interno dell'edificio, con numerose piante medicinali.

Place du Théâtre è adiacente e attorniata da diversi edifici storici. Offre una bella panoramica architettonica di stili, dal fiammingo rinascimentale alla stravaganza barocca. Il Municipio - hôtel de ville de Lille presenta aspetti architettonici di tipo Art Nouveau e Art déco e venne inaugurato nel 1932, dopo la distruzione del precedente. Possiede la torre civica più alta della regione (quella di Nord-Pas-de-Calais), parte delle 23 torri 'beffrois' del patrimonio UNESCO. Al lato centrale della piazza troviamo anche il palazzo dell'Opéra di Lilla, che venne costruita nel primo Novecento da Louis-Marie Cordonnier, dopo che il precedente edificio venne distrutto da un incendio. Si ammiri l'elaborata facciata principale, di Hyppolyte Lefebvre, e ai lati quella rispettivamente di Amédée Cordonnier (a sinistra) e quella di Hector Lemaire (a destra). All'interno si ammirano arredi in stile Luigi XVI, compresa una scala monumentale.

Sempre in Place du Théâtre, e all'inizio di Boulevard Carnot, troviamo anche il palazzo della Camera di Commercio di Lilla (CCI Grand Lille, Chambre de Commerce et d’Industrie Grand Lille), un istituzione fondata nel 1701 da Luigi XIV (il famoso Re Sole di Versailles). L'attuale venne edificata nel 1909 su progetto di Alfred Mongy (ingegnere) e Louis-Marie Cordonnier (architetto).

Agli amanti dello shopping Lilla riserva ottime occasioni, soprattutto lungo le vie rue Esquermoise e rue Lepelletier, nel cuore di Vieux Lille. Carattere e vivacità sono di casa, così come una chiara atmosfera multiculturale. Non si manchi la visita alle vicine rue d'Angleterre, rue du Pont-Neuf e Porte de Gand. Da qui, è facile arrivare alla Place Gilleson e quindi alla Cattedrale di Notre-Dame de la Treille. Se invece siete incuriositi da piccolo negozietto all'angolo, che assomiglia ad una di quelle antiche librerie di un tempo, allora fatevi trasportare: è una delle più importanti mercerie della città, fondata negli anni '40 del secolo scorso. Tra rubans, perles, galons, paillettes et boutons, anche questa è Lilla. Da non perdere.

Un po' di Storia

La caduta del castello di Gaillard nel 1204 segnò la fine della campagna del re Filippo per riconquistare il regno dai plantegianeti (casata francese, casa regnante inglese, conosciuta da in in Italia come angioini).  Come contromisura, Giovanni Senza Terra di alleò con l'imperatore del sacro romano impero Ottone IV. La loro strategia consisteva nel in una tecnica a tenaglia che sconfiggesse Filippo. Giovanni sbarcò a La Rochelle, ma il 2 Luglio 1214 fu sconfitto da filippo a Roche-aux-Moines, nei pressi di Angers, 25 giorni dopo, ottone e i suoi mercenari, partiti da Aquisgrana , cercarono di realizzare l'invasione attraverso le Fiandre, ma furono duramente sconfitti da Filippo a Bouvines (12 km da Lille). La prima grande vittoria dei Capetingi rafforzò la monarchia, che ottenne così il sostegno popolare, e segnò la fine dei 60 anni di lotta tra i re inglesi della casa d'Angio e i re di Francia. La guerra dei cent'anni era ancora lontana.

Nel XIV secolo la Fiandria apparteneva alla Borgogna e Filippo il Buono fece costruire a Lille il bellissimo Palazzo Rihour in mattoni. Ma il matrimonio di Maria di Borgogna portò prima alla dominazione austriaca, poi a quella spagnola con l'incoronazione di Carlo V, suo marito.

Il 27 agosto del 1667, dopo soli nove giorni di assedio, Lille cadde nelle mani dell'esercito di Luigi XIV. Divenuta la capitale delle province settentrionali della Francia, la città conobbe un notevole sviluppo. Lo sviluppò della città avvenne con la produzione dei tessuti nel XIV secolo, produzione per la quale Lille era famosa in tutta Europa. Nel XVI secolo si aggiunse la produzione della lana. Questo elevato sviluppo fece della città una icona della rivoluzione industriale francese, sovrappopolata e inquinata oltre che prospera.

Lille è  anche famosa per la sua cittadella, monumento europeo all'arte difensiva. Quattro mesi dopo l'entrata a Lille delle truppe di Luigi XIV, Vauban il genio militare francese intraprese la costruzione della cittadella per proteggere la città. Questo grande complesso era situato in una zona paludosa che all'occorrenza poteva essere inondata. L'abile combinazione dei mattoni e dell'arenaria, la pianta logica e la capacità di soddisfare le esigenze dell'artiglieria, ne hanno fatto il capolavoro del grande ingegnere. La sua forza difensiva era tale che il generale inglese Marlborough (John Churchill antenato di Wnston Churchill) e i suoi alleati olandesi impiegarono 62 giorni a penetrare nella città e altri 48 a sottomettere la cittadella stessa. L'elevata qualità della costruzione è evidente nei frontoni, con sculture allegoriche, della Porte Royale, nel timpano, ricco di immagine, dell'arsenale e nella volta della postieria Santa Barbara. Molti francesi conobbero la morte sul Bastione della Turenna, che funse da luogo di esecuzione durante le guerre mondiali.

Lille è il centro di una vasta area metropolitana che comprende le città di Roubaix  e Tourcoing con una popolazione che supera il milione di abitanti.  Può essere anche una base eccellente per visitare i dintorni.

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

 

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

 

Dove si trova?

 

Torna su

 

Ostelli Lille   Ostelli Francia   Hotel Lille

Carte de France  Karte von Frankreich      Mapa Francia     Map of France

Carte de Lille   Karte von Lille    Mapa Lille    Map of Lille