Basilica di Santa Chiara

Adv.

Sei qui: Assisi: cosa vedere >

Basilica di Santa Chiara ad Assisi

 

In stile gotico, la Basilica di Santa Chiara è dedicata (1193-1253), alla prima donna discepola di San Francesco e fondatrice dell'ordine femminile di ispirazione francescana delle Clarisse. Chiara fu canonizzata solo 2 anni dopo la sua morte, proprio come San Francesco. La basilica fu costruita da Filippo di Campello tra il 1257 e il 1265 sulle fondamenta della preesistente chiesa di San Giorgio, di cui sono conservate una cappella e una cripta.

Advertisement

Semplice ma bella la facciata in calcare bianco e rosa, colori caratteristici della pietra del Monte Subasio è decorata con un superbo rosone. La basilica, che fu costruita nella sede dell'antica Chiesa di San Giorgio, aveva diversi legami con San Francesco:

- ha frequentato la scuola qui da bambino;

- le sue reliquie furono conservate qui nel 1226-30;

- fu canonizzato qui nel 1228. 

Il corpo di Santa Chiara fu portato qui dalla Chiesa di San Damiano nel 1253, e le suore di San Damiano vi stabilirono un nuovo convento di suore poco dopo.  Le reliquie di Santa Chiara furono ritrovate sotto l'altare maggiore nel 1850. 

Basilica di Santa Chiara ad AssisiAll'interno, la navata con quattro alte campate è spoglia e modesta. Ospita affreschi di artisti di scuola giottesca (XII secolo), il crocifisso, nella Cappella del Santissimo Sacramento, che si dice abbia parlato a San Francesco e, nella cripta, il corpo della santa e le sue reliquie (tuniche, scarpe e ciocche di capelli).

 

Santa Chiara ebbe un rapporto particolare con San Francesco: a 18 anni fuggi dalla casa della sua ricca famiglia per unirsi a Francesco nella chiesa di Santa Maria degli Angeli, già detta Porziuncula. Raggiunta dalle sorelle Agnese e Beatrice e da sua madre nella chiesa di San Damiano, fondò l'Ordine delle Clarisse, dove morì nel 1253. La salma venne provvisoriamente tumulata nella vicina Chiesa di San Giorgio, annessa a un ospedale suburbano. Nel 1257 le Clarisse ottennero con qualche difficoltà dal capitolo della Cattedrale la proprietà del luogo, in cambio di San Damiano, e dettero inizio alla costruzione di una chiesa in onore della Santa canonizzata nel 1255. Già il 3 ottobre 1260 Chiara veniva sepolta sotto l'altare maggiore, e i lavori vennero ultimati nel 1265, quando Clemente IV consacrava solennemente la chiesa e gli altari.

Basilica di Santa Chiara ad Assisi - Croceficco conversione di FrancescoAnche nella Basilica di Santa Chiara, nella semplice ed elegante facciata in pietra bianca e rosa, spicca il rosone centrale. Nella cripta si trova la tomba di Santa Chiara. Ispirata alla Basilica Superiore di San Francesco, l’edificio presenta una navata unica articolata in quattro campate con volte a crociera, transetto esposto e abside poligonale. L'interno conserva solo in parte la ricca decorazione originaria, che sull’esempio di San Francesco doveva presentare ai fedeli una particolareggiata leggenda della Santa, della quale restano due episodi nel transetto destro, posti a confronto con Scene dell'infanzia di Cristo.

Gli affreschi sono dovuti a un maestro locate attivo nel primo decennio del Trecento, dotato di una forte carica realistica, di origine gotica. Allo stesso artista, identificato in Palmerino di Guido, si devono gli affreschi della crociera e un trittico su tavola nella Cappella di San Giorgio. Sopra l'altare maggiore si trova un Crocifisso sagomato (1260 ca.) del Maestro della San Chiara; e dello stesso pittore, nel transetto, una Madonna col Bambino (1265) e una Santa Chiara con Storie della sua vita (1283).

 

Cripta Basilica di Santa ChiarLa Cappella di San Giorgio conserva affreschi di Puccio Capanna e Pace di Bartolo. Nel contiguo oratorio sono un Crocifisso sagomato del XII secolo, protagonista di un noto episodio della vita di S. Francesco, proveniente da S. Damiano, e un tabernacolo a sportelli dello spoletino Rinaldo di Ranuccio. Dietro una griglia si trovano alcune importanti reliquie di Santa Chiara e di San Francesco. Dalla scala si accede alla cripta con il corpo della santa. I suoi resti mortali sono conservati in un sarcofago di pietra.

 

Orari:

dalle 6.30  alle 12.00 e dalle 14.00 alle 19.00 (in inverno chiude alle 18).


Il lunedì e il venerdì la cripta si apre alle 9.00
Al mattino la Cappella del Crocifisso di San Damiano chiude alle ore 11.00
Ingresso libero

 

 

 

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa pagina ti è piaciuta e ti è stata utile a trovare qualche informazioni interessante e a farti risparmiare un po' di tempo, offrici un caffè (ma non ci offendiamo se ce ne offri due), così ci aiuterai a scrivere la prossima guida:  Paypal

 

Dove si trova?

 

Torna su

 

Ostelli Acquisgrana   Ostelli Germania   Hotel Aquisgrana   Hotel Germania

Carte d'Allemagne    Karte von Deutschland   Mapa  Alemania  Map of Germany

Carte Aachen     Karte von Aachen   Mapa Aachen   Map of Aachen

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal