Cosa vedere ad Assisi

Advertisement

Cosa vedere ad Assisi - 25 luoghi interessanti nei dintorni 

Come tutti sanno, Assisi è una piccola cittadina dell'Umbria, in provincia di Perugia, il cui centro urbano è isolato in cima ad una collina, in mezzo a prati verdi in una scenografia così suggestiva che ha pochi pari. È conosciuta in tutto il mondo perché vi è nato San Francesco, ma e anche il luogo di nascita della sua consorella Santa Chiara.

 

Advertisement

Entrambi i santi vissero e morirono qui: ecco perché gli eventi eccezionali della loro vita, sopratutto di Francesco, come è ovvio, e la diffusione del pensiero francescano, costituiscono il tratto più significativo della città, che è diventata un centro di spiritualità e di pace. Questo ruolo di "Città della Pace" prende forma ogni anno in una marcia per la pace nel mondo. L'ideologia francescana spicca anche in molta dell'architettura cittadina, dove perché nel borgo medievale le costruzioni francescane divennero centri di aggregazione.

Assisi è conosciuta come meta turistica ma soprattutto meta di pellegrinaggio; i pellegrini arrivano qui da diversi secoli, da quando furono costruite le tre grandi basiliche: le Basiliche di San Francesco, Santa Ciara (entrambe del XIII secolo) e Santa Maria degli Angeli, sul confine del centro della città (costruita nel XVI secolo). Gli antichi borghi di Santa Maria degli Angeli e Petrignano si trovano in pianura e, a differenza del centro di Assisi, si sono ampliati negli anni fino a diventare anche centri industriali.

 

Basilica di San Francesco

Basilica di San Francesco ad AssisiLa Basilica di San Francesco, è un capolavoro assoluto di arte medievale iscritto dal 2000 nella lista dei Patrimoni dell'Umanità tutelati dall'UNESCO. Fu costruita appena fuori dalle mura cittadine a partire dal 17 luglio 1228 quando fu posta la prima pietra, 2 anni dopo la morte del santo.  La consacrazione avvenne nel 1253. È di una tale ricchezza artistica e visiva che diventa qualcuno in passato, nonostante la sua bellezza, lo ha considerato indecente in rapporto allo spirito di povertà predicato da San Francesco. Una delle sue particolarità è che consiste di due chiese, una sopra l'altra, in cima ad una roccia: un grande monumento concepito come esaltazione della figura del santo e dei messaggi della sua filosofia....Continua a leggere sulla Basilica di San Francesco.

Torna su

 

Sacro Convento di Assisi


Sacro Convento di AssisiIl monastero del Sacro Convento ad Assisi è il principale monastero dell'Ordine francescano nel mondo, proclamata da da papa Gregorio IX, fin dalla sua consacrazione nel 1200 "Caput et Mater", la "testa e la madre" di tutto l'Ordine Minoritico...Continua a leggere sul Sacro Convento.

 

Torna su

 

Museo del Tesoro della Basilica

 

Museo del Tesoro della BasilicaLa visita del Museo del Tesoro della Basilica, è un ottimo complemento alla visita alla Basilica del Santo, che ospita già molte opere d'arte. Il museo si trova attiguo all'abside della basilica in quello che era il Palazzo Papale (o Patriarchio), costruito da papa Gregorio IX (1227-1241). Nei secoli il Tesoro della Basilica subì varie depredazioni e dispersioni. Durante il periodo napoleonico le truppe francesi portarono via ben 1144 libbre di ori e argenti...Continua a leggere sul Museo del Tesoro della Basilica di San Francesco.

 

Torna su


Basilica di Santa Chiara


Basilica di San Francesco ad AssisiIn stile gotico, la Basilica di Santa Chiara è dedicata (1193-1253), alla prima donna discepola di San Francesco e fondatrice dell'ordine femminile di ispirazione francescana delle Clarisse. Chiara fu canonizzata solo 2 anni dopo la sua morte, proprio come San Francesco. La basilica fu costruita da Filippo di Campello tra il 1257 e il 1265 sulle fondamenta della preesistente chiesa di San Giorgio, di cui sono conservate una cappella e una cripta. Semplice ma bella facciata in calcare bianco e rosa, colori caratteristici della pietra del Monte Subasio è decorata con un superbo rosone. ...Continua a leggere sulla Basilica di Santa Chiara.

Torna su

 

 


Piazza del Comune

Piazza del ComunePiazza del Comune è cuore di Assisi, il luogo in cui per secoli si è svolta la vita culturale, sociale e politica della città. Su Piazza del Comune si affacciano i palazzi più importanti della città: il Palazzo del Capitano del Popolo, Palazzo dei Priori, la Torre del Popolo, ed il Tempio di Minerva. La piazza si trova su un’area originariamente occupata da un santuario di tipo ellenistico, posto a un livello di circa quattro metri sotto l’attuale piano stradale, dominato dal Tempio di Minerva...Continua a leggere sulla Piazza del Comune.

Torna su

 

 

Tempio di Minerva

 

Piazza del ComuneQuella che oggi è conosciuta come la Chiesa di Santa Maria sopra Minerva, è in realtà un tempio romano di origine repubblicana del I secolo a.C, dedicato all'antica divinità italica (il culto di Minerva è di origine etrusca), in seguito fu identificata con la dea greca Atena. Il tempio venne fondato intorno alla metà del I secolo a.C. dai quattuorviri (collegio di quattro magistrati elettivi romani, che amministravano la giustizia) Gneo Cesio Tirane e Tito Cesio Prisco, in posizione dominante su una grande platea-santuario accessibile dalla cripta della Chiesa dì San Niccolò...Continua a leggere sul Tempio di Minerva.

 

Torna su

 

 

Torre del Popolo

Torre del PopoloSubito a fianco del Tempio di Minerva sorge la Torre del Popolo, che con i suoi 47 metri non solo è l'edificio più alto della città, ma è un punto di riferimento imprescindibile. Il riferimento più antico alla Torre del Popolo è indiretto: la sua campana più antica è datata con l'iscrizione del 1274 e porta il nome del Capitano Rustichello del Poggio.

 

Nel 1275, all'epoca del Capitano Guglielmo dei Molari e del Podestà Cipriano de Tornaquinci, il Comune decise di completare la costruzione della torre e il vescovo Illuminato diede il suo formale consenso...Continua a leggere sulla Torre del Popolo.

Torna su

 

 

Palazzo dei Priori

Palazzo dei PrioriIl Palazzo dei Priori, come accennato si trova nella Piazza del Comune ed oggi è sede del municipio di Assisi. L'edificio venne alla luce nel 1275 con l'idea di accorpare tre costruzioni preesistenti, tra cui il Palazzo del Capitano del Popolo e il Palazzo dei Governatori. Nel 1442 l'edificio venne danneggiato durante una rivolta popolare e quasi distrutto dalle milizie papali provenienti da Perugia comandate da Niccolò Piccinino, che riconquistò la città agli assisiani in seguito al tradimento di un frate che fece passare il nemico da un vecchio acquedotto romano...Continua a leggere sul Palazzo dei Priori.

 

 

Torna su

 

 

Oratorio dei Pellegrini

 

Oratorio dei Pellegrini L'Oratorio dei Pellegrini spesso passa inosservato per chi percorre Via San Francesco dirigendosi verso la più celebre Basilica: eppure ospita splendide opere del XV secolo. Si tratta di una cappella, attigua a un ospizio per pellegrini, che si trova circa a metà della via San Francesco, il lungo rettilineo che collega la basilica superiore al centro di Assisi. Purtroppo non è facile trovarla aperta, ma se lo fosse entrate senza indugio per scoprire una piccola perla completamente affrescata...Continua a leggere sull'Oratorio dei Pellegrini.

 

 

Torna su

 

Basilica di Santa Maria degli Angeli

 

Basilica di Santa Maria degli AngeliCulla dell'Ordine francescano, la Porziuncola, antica "gancia" benedettina, fu frequentata da San Francesco sin dal 1205-1206; qui il santo morì il 3 ottobre 1226. Intorno al nucleo originario sorsero un coacervo di cappelle e un minuscolo convento, radicalmente trasformati nel 1569 quando, per volontà di Pio V, venne dato inizio all'attuale basilica su progetto di Galeazzo Alessi, terminata soltanto nel 1679. Gravemente danneggiata, dal terremoto del 1832, venne restaurata dal Poletti in forme neoclassiche; la facciata fu aggiunta nel 1928 dal Bazzani...Continua a leggere sulla Basilica di Santa Maria degli Angeli.


Torna su


Cattedrale di San Rufino

Cattedrale di San RufinoLa Cattedrale di Assisi è dedicata a San Rufino. Si raggiunge prendendo l'omonima via San Rufino dalla Piazza del Comune. Appena si arriva davanti alla sua facciata si resta subito colpiti dalle sue forme e dal colore della pietra proveniente, come quasi tutti gli edifici cittadini, dal Monte Subasio. La facciata ha tre portali d’ingresso, uno grande centrale e due minori laterali, che corrispondono alle tre navate dell'interno. Le sculture ed i rilievi che si vedono ai lati delle entrate offrono un esempio significativo dell’evoluzione dell’arte umbra del tempo, tra medioevo e Rinascimento...Continua a leggere sulla Cattedrale di San Rufino.

 

Torna su

 

Chiesa di Santa Maria Maggiore

 

Chiesa di Santa Maria MaggioreLa Chiesa di Santa Maria Maggiore è l'antica Cattedrale di Assisi, risalente ai primi secoli del Cristianesimo, costruita a ridosso delle mura romane, secondo la tradizione dal vescovo Savinio nel IV, conserva una cripta ad aula del IX secolo. Il suo passato è testimoniato dal fatto che sorge sopra i resti di un edificio romano che, sempre secondo la tradizione, sarebbe stata la casa del poeta Properzio, l'autore delle Elegie, amico dei poeti Cornelio Gallo e Virgilio che, con loro, aveva come patrono Mecenate, il promotore degli artisti originario di Arezzo e, attraverso Mecenate, l'imperatore Augusto...Continua a leggere sulla Chiesa di Santa Maria Maggiore.

Torna su



Rocca Maggiore

Rocca MaggioreLa Rocca Maggiore è una fortezza medievale che si trova in posizione elevata a 500 metri di altitudine e domina l'intera valle sottostante. Fu costruita nel Medioevo come centro del potere politico sulla città e più volte ristrutturata. Come in molte volte in passato ha dominato la vita del popolo, e si ritiene che Francesco stesso, allora sedicenne, abbia fatto parte della forza della città che nel 1198 che attaccò e demolì la rocca. Sin dall'antichità la sommità del colle svolse un notevole ruolo difensivo, dominando dall’alto la città e l'opposta Valle del Tescio...Continua a leggere sulla Rocca Maggiore di Assisi.

Torna su

 

Rocca Minore

Rocca MinoreLa Rocca Minore o Rocchicchiola sorge sull’altura a destra della Rocca Maggiore alla quale, un tempo, era collegata da mura percorribili. Rispetto alla Rocca Maggiore, è però di epoca più recente. È conosciuta anche col nome di Cassero di Sant’Antonio, dal nome alla confraternita di Sant’Antonio e San Giacomo che si trova presso la porta dei Cappuccini sotto la rocca stessa. All'interno degli edifici sono visibili i cortili e i camminamenti e tutta una serie di ambienti adibiti alle diverse funzioni dalla cucina ai magazzini ai dormitori. La Rocca Maggiore e Minore dominano la città e dopo la Basilica del Santo si pongono subito in evidenza all'occhio del visitatore. Dalla sommità di queste fortezze, si può godere uno dei migliori panorami di tutta la vallata nonché una suggestiva vista della città di Assisi e della Basilica di San Francesco, luogo prediletto dagli amanti della fotografia per qualche scatto indimenticabile. Le due rocche sono collegate da una lunga muraglia, sotto il quale esisterebbe un per passaggio segreto.

 

Torna su

 


Abbazia di San Pietro

Abbazia di San PietroRestaurata dopo il terremoto del 1997 che ne ha gravemente danneggiato le fondamenta, l'Abbazia di San Pietro, conosciuta per la caratteristica dei suoi tre rosoni, è una tappa fondamentale di un itinerario culturale della città. Un esempio unico di edificio gotico-romanico del 1029, ricostruito nel XII secolo, il cui interno, con le sue forme pure e gli affreschi che decorano la navata sinistra, è sempre particolarmente apprezzato dal visitatore. Anche questa chiesa è stata inserita nella lista dei Patrimoni dell'Umanità dell'Unesco nel 2000 assieme agli altri siti francescani...Continua a leggere sulla Abbazia di San Pietro.

 

Torna su

 

Palazzo Vallemani e Pinacoteca Comunale di Assisi

Palazzo Vallemani e Galleria Comunale d'Arte di AssisiLa Pinacoteca comunale di Assisi è ospitata nel seicentesco Palazzo Vallemani, uno dei palazzi più belli della città, che si trova nella centralissima Piazza del Comune e degli itinerari classici della visita alla città. L’edificio fu residenza della nobile famiglia Giacobetti, prima, e dei Vallemani poi, che gli diedero il nome che porta ancora oggi. Il piano nobile è interamente dipinto da pittori umbri e toscani del XVII secolo. Il palazzo ha anche ospitato in precedenza la Biblioteca Comunale, Istituti Superiori e l’Accademia Properziana del Subasio...Continua a leggere sulla Pinacoteca Comunale di Assisi.

 

Torna su

 

 

Museo della Memoria

 

Museo della MemoriaNelle sale del Palazzo Vescovile si trova una nuova e interessante esperienza museale di Assisi, il "Museo della Memoria, Assisi 1943-1944", una mostra sui 300 ebrei salvati dallo sterminio nazista grazie all'ospitalità di Assisi. Una raccolta formato da numerosi documenti inediti, foto e testi relativi al periodo della Shoah, con al centro il ruolo svolto da cittadini e personalità di Assisi durante l’occupazione tedesca....Continua a leggere sul Museo della Memoria.

 

Torna su

 

 

Chiesa di San Damiano

Chiesa di San DamianoLa Chiesa di San Damiano, dove morì Santa Chiara e dove San Francesco trovò la conversione, si trova percorrendo una passeggiata di 1,5 km a sud-est del centro di Assisi. È uno dei più importanti luoghi francescani, dove tutto ebbe inizio. Fu qui, immerso nella preghiera, che san Francesco avrebbe sentito il discorso del crocifisso rivolto a lui: "Ricostruire la mia chiesa!". Qui, qualche anno dopo, Santa Chiara fondò con l'Ordine delle Clarisse. E infine, fu qui che il santo scrisse il Cantico del Fratello Sole (o Cantico delle Creature) nel 1225, il testo poetico in 14 versi più antico della letteratura italiana di cui si conosca l'autore...Continua a leggere sul Convento di San Damiamo.

 

Torna su

 

Chiesa Nuova di Assisi (Casa Natale di Francesco)

Chiesa Nuova di Assisi (Casa Natale di Francesco)La Chiesa Nuova venne costruita agli inizi del '600 sopra un più antico edificio medievale, a sua volta eretto sui resti della presunta casa natale di San Francesco nato nel 1182 e che qui trascorse i primi 24 anni della sua vita. Qui per secoli la tradizione ha indicato la casa natale del santo, finché nel 1615 i Frati Minori, con il contributo finanziario di Filippo III, Re di Spagna, la trasformarono in chiesa...Continua a leggere sulla Chiesa Nuova di Assisi.


Torna su


Eremo delle Carceri

 

Eremo delle CarceriL'Eremo delle Carceri era uno dei luoghi di ritiro di San Francesco e dei suoi discepoli, desiderosi di vivere una vita monastica primitiva. Non si equivochi sulla parola "carceri", che come tante altre della nostra lingua è di derivazione latina (da career) e che trae il significato corrente di "prigione" dal concetto di "chiuso recinto" giungendo anche a quelli figurativi di luogo della penitenza o, meglio ancora semplicemente, luogo isolato. In quest’ultimo significato va inteso il sostantivo, accostato a quello di Eremo, parola dal greco "eremos", che vuol dire "solitario"...Continua a leggere sull'Eremo delle Carceri.

 

 

 

Torna su


Oratorio di San Francesco Piccolino

 

Oratorio di San Francesco PiccolinoIn un punto un po' nascosto rispetto alla viabilità principale turistica, ma non troppo distante dalla piazza principale della città, Piazza del Comune, si trova l'Oratorio di San Francesco Piccolino, un luogo molto importante nel novero dei luoghi francescani, perché indicato, da una parte della tradizione in una leggenda postuma, come il luogo dove vide la luce Francesco, nel 1181 o 1182...Continua a leggere sull'Oratorio di San Francesco Piccolino.

 

Torna su

 

 

Chiesa di Santo Stefano

 

Chiesa di Santo StefanoPer chi è attratto dalla bellezza austera degli edifici sacri del medioevo, consigliamo una sosta alla piccola Chiesa di Stefano, una delle chiese più antiche di Assisi, costruita tra la seconda metà del XII secolo e quello successivo, che non ha avuto da allora sostanziali modifiche...Continua a leggere sulla Chiesa di Santo Stefano ad Assisi.

 

 

Torna su

 

 

Santuario Madonna di Rivotorto

 

Santuario Madonna di RivotortoA tre chilometri da Assisi sorge un’altra chiesa francescana, quella di Santa Maria di Rivotorto (il nome del luogo deriva dalla vicinanza di un piccolo e "serpeggiante" ruscello, lat. rivus). In origine qui si trovava soltanto il cosiddetto "Sacro Tugurio", consistente in due casupole (dove Francesco e pochi altri compagni si ricoverarono per qualche tempo, quando non avevano ancora ottenuto la sede della Porziuncola) e una piccola cappella. Per questo motivo la chiesa è anche chiamata Santuario del Sacro Tugurio, un luogo che rappresenta pienamente la voluta povertà ed umiltà dei frati...Continua a leggere sul Santuario della Madonna di Rivotorto.

Torna su

 

 

Cimitero militare inglese

 

Cimitero militare ingleseA pochissimi metri di distanza dal Santuario di Rivotorno si trova il Cimitero Militare Inglese. Durante la cosiddetta "Campagna d'Italia", nella Seconda Guerra Mondiale, le forze britanniche e del suo impero coloniale (canadesi, indiani, sudafricani, australiani, neozelandesi, ecc.), dal luglio 1943 al maggio 1945 persero 45.469 militari.  Questi ultimi caduti riposano in parte in 41 cimiteri di guerra, tra cui quello di Assisi, che ospita 945 sepolture di soldati che hanno combattuto nei campi di battaglia circostanti. Si tratta di un luogo, com'è da tradizione in questi casi, molto curato e ordinato, che emana una sensazione di pace a serenità, a dispetto dei tragici eventi che hanno portato alla sua costruzione e che forse, un po' stride, con il fatto di trovarsi nella città della Pace e nella città del Santo più ecumenico nella storia del cristianesimo. La collina su cui sorge Assisi, offre un bel panorama da una parte e dall'altra la vista del dal Santuario di Rivotorto.

 

Torna su

 

Monte Subasio e il suo parco

 

Monte Subasio e il suo parcoSe vi è rimasto ancora un po' di tempo durante la vostra visita ad Assisi, potreste farvi un giro nel bellissimo Parco del Monte Subasio da cui si arriva direttamente dalla città che tra l'altro, oltre alla sua bellezza e piacevolezza è inserito negli itinerari francescani. Il Subasio ha la particolarità di essere una altura isolata rispetto alla catena appenninica. La sua forma arrotondata e il monumentale complesso della Basilica di San Francesco che si erge lungo le sue pendici...Continia a leggere sul Monte Subasio e il suo parco.

 

Torna su

 

 

Mangiatoia di Santa Chiara

Raniero De Marzo,  maestro artigiano che lavora il legno nella sua cantina artigianale, è l'autore del Presepe di Santa Chiara, uno dei più grandi al mondo con i suoi angeli alti 2-3 metri, fatto di abete, pino e quercia. Si dice che Assisi sia stato il luogo di nascita del primo presepe, e nientemeno fatto da San Francesco d'Assisi. Andare ad Assisi nel periodo natalizio è qualcosa di veramente suggestivo che consigliamo a tutti, almeno una volta.


Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa pagina ti è piaciuta e ti è stata utile a trovare qualche informazioni interessante e a farti risparmiare un po' di tempo, offrici un caffè (ma non ci offendiamo se ce ne offri due), così ci aiuterai a scrivere la prossima guida:  Paypal

 

Torna su

Ostelli Acquisgrana   Ostelli Germania   Hotel Aquisgrana   Hotel Germania

Carte d'Allemagne    Karte von Deutschland   Mapa  Alemania  Map of Germany

Carte Aachen     Karte von Aachen   Mapa Aachen   Map of Aachen

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal