Itinerari per Assisi da fare in uno, due o tre giorni

Adv.

Itinerari per Assisi da fare in uno, due o tre giorni

Una piacevole passeggiata per Assisi e le sue antiche e strette strade è un buon inizio per un itinerario della città. Cogliete l'occasione per assorbire l'atmosfera, i colori e le luci della città prima di arrivare alla Basilica di San Francesco con un po' di ritardo, quando la maggior parte delle folle se ne sono andate ma la chiesa è ancora aperta. Ma non limitate la vostra visita alla sera, poiché tutti i monumenti sono chiusi al tramonto e vi mancherà una delle più importanti collezioni d'arte medievale in Italia.

 

Advertisement

Dal parcheggio di Porta Nuova si sale con la scala mobile fino alla porta della città. Via Borgo Aretino e Piazza Santa Chiara offrono ampie vedute sugli oliveti e sulla Valle Umbra. A questo punto tutti si immaginano San Francesco camminare per queste campagne. Anche se ci sono turisti, questa piazza è sempre animata dalla vita locale. Le madri vengono con i loro figli che corrono dietro i piccioni.Le persone un po' più anziane siedono sulle panche in pietra per godersi il sole migliore delle giornate. La Basilica di Santa Chiara domina la piazza con la semplicità geometrica della sua facciata. E' costruito con pietre intensamente rosa.

Risalite Corso Mazzini fino a Piazza del Comune per ammirare i palazzi medievali e il Tempio di Minerva, incredibilmente ben conservato quando venne costruito più di 2000 anni prima. E' un posto ideale per sedersi sui gradini di pietra e assistere alla vista cittadina mentre si mangia un gelato. Le fondazioni romane sono una caratteristica comune di molti edifici qui. Sotto la piazza si trova il Foro Romano scavato, visitabile da Via Portica. Non sarà allo stesso modo impressionante se si giunge ad Assisi da Pompei o da Roma ma ha il suo fascino aggiunto al fatto di essere completamente sotterraneo. Il Medioevo è sopra, e la piazza romana un tempo vivace, è sotto.

Proseguite quindi verso la Basilica di San Francesco per via San Paolo, a destra dell'Ufficio del Turismo. Fate una deviazione alla romanica Chiesa di San Stefano. Questa piccola chiesa è meravigliosamente tranquilla e semplice, in netto contrasto con la stravaganza dei colori, l'architettura sgargiante e gli ampi spazi, spesso pieni di gente, che vi aspetta nella Basilica lungo la collina.

Basilica di San Francesco ad AssisiOra finalmente arrivate alla Basilica di San Francesco. Dall'alto di Via Cardinale Merry del Val, la vista di Piazza Superiore è improvvisa e sorprendente. an Francesco si erge solo e sereno alla fine di un prato verde. E' tutto molto bello. Non entreremo nei dettagli della visita alla basilica di cui abbiamo parlato in questo ampio articolo (Basilica di San Francesco). Ricordate però solo, che c'è sia una chiesa superiore che una inferiore.
 

Dopo aver visitato la Basilica la maggior parte dei turisti ritorna in Piazza del Comune attraverso Via San Francesco. Non lasciatevi tentare troppo dai negozi a buon mercato pieni di monaci in miniatura e rosari di plastica. Ci saranno alcune interessanti botteghe artigiane più in alto. Ci possiamo soffermare volenteri nell'Oratorio dei Pellegrini al numero 13. La piccola cappella quadrata fu finemente affrescata da Matteo da Gualdo e da altri artisti nel XV secolo. (vedere paragrafo dedicato nella pagina Cosa vedere ad Assisi)

Tornati in Piazza del Comune, imboccate la Via di San Rufino, una ripida passeggiata in salita che conduce alla omonima e  bella Cattedrale di San Rufino. Se avete ancora il tempo e l'energia, proseguite fino alla Rocca Maggiore. Mentre mostra i segni del tempo, le torri e un lungo camminamento sono stati recentemente restaurati. La vista dalla torre ottagonale è stupenda, in particolare al tramonto.

Tornare quindi al parcheggio e proseguire più in alto in città fino al parcheggio di Piazza Matteotti, poi svoltare a destra seguendo le indicazioni per l'Eremo delle Carceri (4 km). La strada esce dalle mura cittadine di Porta Cappuccini e sale fino al Monte Subasio, una riserva naturale con vista mozzafiato. Parcheggiare nello spazio apposito di fronte all'ingresso del monastero. Vi verrà chiesto di pagare 1,50 euro per l'ingresso, ma ne vale estremamente la pena. L'Eremo delle Carceri, fu un primo ritiro di san Francesco e dei suoi seguaci. Il nome deriva dal fatto che i frati qui  erano "imprigionati", lontani dalle tentazioni mondane, per pregare. Circondato da fitti boschi di lecci, l' l'eremo è un' oasi di pace dove si può assaporare la vera atmosfera francescana.

Un' altra tappa prima di arrivare ad Assisi, o quando si lascia, è  Santa Maria degli Angeli, situata sulla pianura sottostante al centro storico di Assisi. Culla dell'Ordine francescano, con la Chiesa di Santa Maria degli Angeli,  la Porziuncola, antica «gancia» benedettina, che fu frequentata da San Francesco sin dal 1205-1206; qui il santo morì il 3 ottobre 1226.

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa pagina ti è piaciuta e ti è stata utile a trovare qualche informazioni interessante e a farti risparmiare un po' di tempo, offrici un caffè (ma non ci offendiamo se ce ne offri due), così ci aiuterai a scrivere la prossima guida:  Paypal

 

Torna su

Ostelli Assisi   Ostelli Italia   Auberges de Jeunesse Italie   Hotel Assisi

Carte de Assise     Karte von Assisi    Mapa Assisi Map of Assisi

 Carte de la Ombrie     Karte von Umbrien    Mapa Umbria     Map of Umbria

Carte d'Italie  Karte von Italien  Mapa Italia   Map of Italy

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal