Battistero di Parma

Sei qui: Cosa vedere a Parma >

Battistero di Parma

Il Battistero di Parma è uno dei monumenti più significativi della città, il più grande esempio di transizione architettonica dallo stile romano allo stile gotico, per armonica fusione di elementi architettonici e scultorei, tra quelli edificati in Italia. La costruzione, dovuta a Benedetto Antelami, che vi incise firma e data, ebbe inizio nel 1196 e solo nel 1260 venne consacrata, sebbene già dal 1216 vi venisse amministrato il Battesimo.

L’edificio, rivestito di marmo rosa di Verona, ha pianta ottagonale, con lati di diversa larghezza; in alzato la sua superficie si esprime invece in un gioco di equilibri tra vuoti e pieni, creato da quattro ordini di loggette architravate, più una terminale ad archetti ciechi.

Battistero di ParmaL’alto basamento su cui si snoda lo zooforo, un curioso repertorio di 75 formelle scolpite raffiguranti animali simbolici e fantastici, è interrotto dai tre portali che si aprono al centro di profonde strombature. Su ogni porta l'Antelami e la sua bottega hanno scolpito, sia all’esterno che all'Interno, delle figurazioni bibliche: a nord la Visita dei Re Magi con la Vergine e il Bambino al centro, e l’angelo che invita Giuseppe alla fuga; nell’architrave la Storia del Battista; in quella a ovest, Cristo giudice con gli strumenti della passione e, sotto la fascia, i Morti chiamati a giudizio. Nella porta a sud venne raffigurata la leggenda indiana cristianizzata di Barlaam, con l'Albero della vita e le figure della Luna e del Sole.

Battistero di ParmaNell'interno la struttura muta, moltiplicando a sedici i lati che, profilati da sottili costoloni, salgono dando forma all’altissima cupola; in essa si aprono due ordini di loggette e in basso sedici nicchie separate da colonne. Le decorazioni pittoriche, che rivestono totalmente la cupola su fasce concentriche, sono l'unica testimonianza rimasta in Parma della cultura bizantina; risalgono al XII-XIII secolo e illustrano personaggi biblici, oltre a Cristo Pantocratore ed Episodi della Vita del Battista e di Abramo. Gli affreschi della zona inferiore, invece, costituiscono un repertorio di raffigurazioni di Santi e di racconti delle loro vite, rari episodi della tradizione pittorica emiliana dei secoli XIV e XV.

Al centro del Battistero fu collocata nel 1299 la vasca ottagonale per l’immersione; un'altra più piccola, posta a lato, viene attribuita all’Antelami, per motivi fitomorfi e zoomorfi. Disposte lungo i lati si possono ammirare le sculture in pietra dell'Inverno, della Primavera e dei Dodici Mesi, rappresentati da figure intente a svolgere i lavori dei campi, con i loro simboli zodiacali. Sono opere dell'Antelami e ritenute parti di un protiro smembrato del Duomo. Impressionanti sono la loro semplicità e purezza purezza di forme, urto a un forte realismo espressivo.

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa pagina ti è piaciuta e ti è stata utile a trovare qualche informazione interessante e a farti risparmiare un po' di tempo, offrici un caffè (ma non ci offendiamo se ci offri una pizza :) ), così ci aiuterai ad andare avanti per quanto possiamo e a scrivere e offrire la prossima guida gratuitamente.:  Paypal

Dove si trova?

Torna su

 

Ostelli Parma   Ostelli Italia  Auberges de Jeunesse Italie   Hotel Parma

Carte Parme Karte von Parma Mapa Parma Map of Parma

Carte Emilie Romagne    Karte von Emilia Romagna   Mapa Emilia Romaña   Map of Emilia Romagna

Carte d'Italie Karte von Italien Mapa Italia      Map of Italy

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal