Festival e manifestazioni a Parmaa

Ann.

Festival e manifestazioni a Parma

Parma è una piccola, grande, città. Uno scrigno modesto che pur racchiude a se tanti tesori d'arte. Non solo. Cultura e tradizione gastronomica accompagnano la vita quotidiana di cittadini e visitatori, e questo lo si percepisce anche solo da una breve passeggiata tra le vie del centro storico, tra la strada Farini e la strada Repubblica, incontrando man mano laboratori e botteghe di antiquariato e di prodotti tipici, pronti ad attrarre curiosi e appassionati.

Più di ogni altra, Parma è legata alla musica. Lo è in particolare in autunno, quando i colori del suo bel parco cittadino si tingono delle calde tonalità della stagione e nell'aria si sentono intonate le note dell'evento più importante della città (il Festival Verdi). Parma è anche l'orgoglio delle proprie radici storiche, che il tempo lontano, medievale e rinascimentale, la ergeva a rispettata Signoria. Parma è anche una fiera di prodotti tipici, dai più conosciuti a quelli meno rappresentativi ma non per questo meno prelibati.

In città si svolgono regolarmente numerose manifestazioni culturali, e qui vediamo insieme un breve excursus su eventi, manifestazioni, sagre e non solo, a Parma.

Fiera di San Giuseppe in Oltretorrente Parma

Quando: marzo

Fiera di San Giuseppe in Oltretorrente ParmaLa Fiera di San Giuseppe, in programma verso la metà di marzo, è una piacevole scoperta. Mercatini, musica, allegria e gustosi assaggi gastronomici, organizzati dai commercianti e dalle associazioni di categoria, nelle zone di Piazzale Corridoni e Piazzale Picelli, e in più giostre e lunapark e tanta animazione per il divertimenti dei più piccoli e non solo. Si uniscono all'atmosfera festiva anche una serie di mostre ed incontri culturali, tra esposizioni fotografiche, cortometraggi, laboratori musicali e letture animate. Orchestre, artisti di strada, musicisti lungo le arterie del quartiere storico della città.

Torna su

Festival Verdi

Quando: ottobre

Festival VerdiParma è la città di Giuseppe Verdi e il luogo in cui si svolge il più importante evento musicale a lui dedicato. Lo splendido Teatro Reggio si veste a festa per questo grande evento creato negli anni '80 dello scorso secolo ed organizzato ogni anno ad ottobre, mese di nascita di Verdi. Siamo nei luoghi più significativi legati al grande compositore italiano: le terre verdiane come vengono chiamate, e cioè Bussetto, suo paese natale, e la stessa Parma, più vari gemellaggi in altre località dell'Emilia (tra cui anche Reggio Emilia).

Concerti, incontri, giornate di studi, nei luoghi amati dal maestro e tra i gioielli architettonici più esemplari di questo territorio: Teatro Regio di Parma e il Teatro Giuseppe Verdi di Busseto, ai quali si affianca il Teatro Farnese. L'obiettivo principale del Festival è la ricerca di nuovi talenti e a questo si presta in particolare il Teatro di Busseto; detto questo, in generale la grande produzione e l'organizzazione dell'evento, vede la partecipazione di grandi specialisti del settore lirico e non solo: il programma si sviluppa attraverso un calendario di concerti, esperienze didattiche, proiezioni, seminari e allestimenti ed sperimentazioni alternative.

Insieme alla presentazione delle opere più famose, non solo verdiane, troviamo anche incontri e convegni tra specialisti di settore, mostre, giornate di studi, appuntamenti culturali, laboratori scenotecnici e sartorie per i costumi di scena, tutti con un entusiasmo unico per questo festival che rimane un evento da non perdere (25 giorni di cartellone e 100 appuntamenti) per appassionati e curiosi, grazie anche all'indotto che genera la manifestazione e che porta alla città anche una grande partecipazione estera.

Torna su

Parma Street Art Contest

Quando: settembre

Parma Street Art ContestConvention Nazionale di Street Art e Cultura Urbana a Parma, con varie associazioni di promozione culturale e sociale a sostegno della creatività urbana. Per l'occasione Parma diventa un richiamo per numerosi writers di alto livello da ogni parte di Italia. un progetto di riqualificazione estetica degli spazi urbani con il linguaggio della Street art e anche con accostamenti musicali di hip hop, bboy, ed eventi dedicati alla cultura urbana e alle sperimentazioni artistiche ad essa connesse. Tra gli artisti partecipanti: Bayno, Benny, Bibbitò, Clone, Egone, Gaab, Gabriele R, Hot in public, Lo Sbieco, Rame e Sir Skape. Coordinamento e direzione artistica a cura di McLuc Culture, associazione culturale.

Torna su


MArteLive Parma

Quando: maggio-giugno

MArteLive ParmaConcorso nazionale per artisti emergenti, in area multidisciplinare e che quindi include differenti discipline artistiche (musica, pittura, moda, writing, danza, teatro, fumetto, letteratura, cinema, fotografia, ma anche arte circense e artigianato e molto altro). Un evento da non perdere per i giovani emergenti e appassionati artisti. Concorso di selezione gemellato con altre provincie emiliane e non solo. Organizzato dalla McLuc Culture, ha l'obiettivo di selezionare chi dovrà accedere al MArteLive Festival di Roma a Settembre.

Torna su

Palio di Parma

Quando: settembre

Palio di ParmaIl Palio di Parma rievoca l'antica 'Corsa dello Scarlatto', una tradizione medievale di cui si ha notizia durante i festeggiamenti dei figlio dei signore di Parma con la figlia dei Signori di Padova (i giovani fidanzati erano Gilberto III da Correggio ed Engelenda Rossi detta Maddalena. Storicamente la festa veniva celebrata a metà agosto, in occasione dei festeggiamenti dell'Assunta e dopo quasi un secolo di abbandono venne ripresa poi solo nel 1978 nel mese di settembre. Anno dopo anno, la festa cittadina diventa sempre più gradita ai turisti che si ritrovano in città con sorpresa, senza aspettarsi di trovare tanto colore e allegria nel finire della calda stagione estiva.

L'organizzazione della festa è d'altra parte molto sentita dai residenti, che ogni anno si accingono a rispettare i precisi regolamenti che essa comporta. L'orgoglio è sempre alto, considerato che in un tempo passato la festa era considerata una delle più rinomate del centro-nord Italia (vi parteciparono le più grandi famiglie dell'Italia di allora, dagli Sforza di Milano ai Gonzaga di Mantova).

Le celebrazioni si concentrano in gare di velocità, tornei, sbandieratori, cortei in costume, danze e rappresentazioni storiche del tipico quotidiano di un tempo. I cortei si concentrano nelle zone del Palazzo della Pilotta (dove troviamo per esempio una tipica taverna medievale) o Piazza Duomo (a seconda degli anni) per poi spostarsi in Piazza Garibaldi e via Mazzini, luogo delle corse. Per maggiori informazioni...Continua a leggere sul Palio di Parma.

Torna su

Premio Sant Ilario

Quando: gennaio

Premio Sant IlarioCome recita il regolamento cittadino, il Premio Sant'Ilario è " un'onorificenza conferita dal comune di Parma a coloro (persone, enti o organizzazioni) che con la propria attività, hanno in qualsiasi modo contribuito a rendere migliore la vita dei singoli e della comunità o ad elevare il prestigio della città, distinguendosi nel campo delle arti, delle scienze, dello sport, dell'industria o della solidarietà". É un premio molto sentito dalla cittadinanza, che celebra in questo modo il proprio patrono, Sant'Ilario di Poittiers (già protettore dell'esercito di Carlo d'Angiò, che sconfisse i ghibellini pronti ad impadronirsi della città), con la consegna delle medaglie d'oro e degli attestati di civica benemerenza (e in casi eccezionali il sigillo della città di Parma). La cerimonia è organizzata nella sala dell'Auditorium Paganini.

Torna su

ParmaPoesiaFestival

Quando: giugno

ParmaPoesiaFestivalDal 2005 a Parma si tiene un interessante festival di livello internazionale dedicato alla Poesia, con autori e pubblico provenienti da tutto il mondo. I nomi degli autori sono noti e meno noti, sicuramente è da segnalare la partecipazione di tanti giovani emergenti. La location è quella dei luoghi più caratteristici di Parma, tra il Teatro Regio, Parco Ducale, Biblioteca Palatina, Casa della Musica, Galleria San Ludovico, Chiostro Sant’Uldarico, Piazza Garibaldi e tanti altri. Collaborano le più importanti istituzioni culturali della città, tra cui la Fondazione Teatro Regio e l'Istituzione Casa della Musica. Ingresso gratuito.

Torna su

Goliardia - Festa delle Matricole e Liberatio Scolarum

Quando: marzo – aprile

Goliardia - Festa delle Matricole e Liberatio ScolarumDue settimane prima della Pasqua, Parma festeggia il suo tradizionale Liberatio Scolarum, con la più classica Festa delle Matricole, la Goliardia. Ogni anno Piazza Garibaldi, la piazza del comune della città, richiama gli studenti universitari per la più frizzante delle Goliardia italiane. Il termine 'goliardia' definisce un certo tipo di spirito ed organizzazione studentesca, già noto sin dai tempi più antichi e non circoscrito solo alla nostra penisola (la tradizione goliardica non è certo limitata all'Italia, ma è diffusa in molti altri Paesi del mondo, pure sotto varie forme diverse). L'origine storica può rintracciarsi indietro, intorno al XII secolo, ai cosiddetti clerici vagantes (o clerici vagiche), studenti girovaghi che usava spostarsi nel continente europeo per poter seguire le lezioni che ritenevano più opportune e che in Italia verranno successivamente associati ai ghibellini, e più recentemente agli universitari dediti ad uno stile di vita che aveva il suo centro nei caffè letterari. Giosue Carducci li aveva inizialmente identificati con gli studenti della famosa Università di Heidelberg, in Germania, perché proprio là nel 1886 aveva avuto esperienza di questi festeggiamenti, in occasione dei 600 anni dalla nascita dell'ateneo. Certo è che non si tratta di semplici atteggiamenti festivi, ma di una vera organizzazione, fatta di Ordini, aggregazioni gerarchiche e tradizioni varie: iniziamo con ritrovarci al Municipio per la consegna simbolica delle chiavi della città, l'immancabile brindisi, l'Inno alla gioia (manifesto musicale della goliardia), e poi di nuovo via! per le strade di Parma. Chi è armato di feluca può presentarsi per festeggiare in qualsiasi momento della giornata, brindare e far festa!

Torna su

Gola Gola

Quando: giugno

Gola GolaFestival carico di gastronomia, cultura e tradizione parmense, tra street food, ristoranti open air, mercato di prodotti tipici, laboratori, musica, arte, cultura e tanto di più. Un appuntamento da non perdere per questo che è un festival costruito intorno al tema del cibo. un tre giorni di eventi a cielo aperto per questo giovane evento nato nel 2015. Piazza Garibaldi, Piazza Ghiaia, Galleria San Tiburzo in particolare, si riconfermano il centro nevralgico delle attività culturali del festival, con buon cibo, nuove culture, nuove tradizioni, nuove manualità nei laboratori del gusto.

Torna su

Parmajazz Frontiere

Quando: novembre

Parmajazz FrontiereFestival internazionale che dal 1996 offre alla città il jazz e la musica contemporanea, con progetti che guardano allo spazio e al futuro della musica senza confini. Il festival ideato dall'arte visionaria di Roberto Bonati comprende un vasto repertorio musicale, ad includere non solo jazz, ma anche per esempio musica etnica e in generale quel mondo sperimentale che lo caratterizza. Artisti di fama internazionale e giovani proposte sempre aperti ai linguaggi della contemporaneità e della contaminazione culturale e musicale.

Torna su

Le Feste di Apollo

Quando: aprile

Le Feste di ApolloFestival primaverile di musica barocca. Dallo spettacolo operistico di Christoph Willibald Gluck, in in occasione delle celebrazioni per le nozze del duca Ferdinando I di Borbone e arciduchessa Maria Amalia d'Asburgo-Lorena nel 1769, nasce questo festival dal duplice incontro, momento concertistico e momento di studio. La rassegna si inserisce nel contesto più ampio del Festival Verdi grazie al contributo di diversi soggetti, pubblici e privati, che danno vita a questa rassegna culturale di sicuro interesse, riunendo cultura musicale e presentazioni concertistiche di musica barocca. La rassegna è organizzata dal Comune di Parma – Casa della Musica con la Fondazione Teatro Regio e la Galleria Nazionale di Parma e con il sostegno della Fondazione Cariparma e della Fondazione Monte di Parma. Presso la Casa della Musica (Palazzo Cusani) e all'interno della Chiesa di San Vitale.

Torna su

Festival del Prosciutto

Quando: settembre

Festival del ProsciuttoSiamo alla festa più grande che ci fa meglio conoscere (e degustare) il rinomato prodotto del territorio, il Prosciutto di Parma. Il festival si svolge ogni anno nel mese di settembre e coinvolge, oltre al capoluogo, anche altri comuni appartenenti alla zona tipica di produzione del prosciutto, ed è proprio così che si apprezzano anche le bellezze turistiche e culturali di un territorio così caratteristico.

Degustazioni gratuite, concerti, spettacoli, convegni e visite guidate dedicate appositamente al Mr Prosciutto di Parma. Tre giorni intensi, da vivere in particolare presso la Cittadella del Prosciutto di Parma, a Langhirano, località di circa 10.000 abitanti, a circa 24 km a sud di Parma.

Langhirano è la storica capitale del Prosciutto di Parma. Qui è tutto legato alla cultura del prosciutto, dalla sua produzione al consumo. L'atmosfera è davvero speciale, quasi surreale, con i tipici fabbricati adetti alla stagionatura delle cosce di maiale, il ‘Museo del Prosciutto’ e i rivenditori di prosciutto, salumifici, ristoranti e anche diverse aziende vitivinicole. Nella località troviamo anche il Museo del Risorgimento ‘Faustino Tanara’ e lo splendido e grande Castello di Torrechiara, di epoca medievale e con una grande storia alle spalle (del castello sono famose in particolare alcune sale tutte preziosamente affrescate, come la Camera d'Oro e il Salone dei Giocolieri, arrivate a noi molto ben conservate).

Il Festival nel 2017 celebra i 20 anni dalla fondazione e la cittadella offre ai visitatori l'occasione di una accoglienza specialmente dedicata, tra una attenta selezione di grandi Prosciuttifici, sale stampa e i nomi più grandi del panorama gastronomico italiano ed internazionale.

Il programma prevede diverse occasioni culinarie anche nella stessa città di Parma, con degustazioni di prodotti tipici e incontri stampa a Piazza Garibaldi per esempio (presso il Bistrò del Prosciutto di Parma). L'inaugurazione del Festival avviene la sera della prima giornata a Langhirano e con la partecipazioni di grandi chef. Nel 2016, la prima giornata è proseguita anche con l'inaugurazione della Prosciutteria del Comune, presso Piazza Garibaldi, con assaggio gratuito del prosciutto tagliato a mano. Spettacoli e intrattenimento vario, tra mostre fotografiche e cinema, caratterizzano le vie principali del territorio. Partecipano ai festeggiamenti anche i prosciuttifici della località di Lesignano, famosa per le terme e per diversi edifici storici, tra cui l'antica Abbazia di San Basilide del XI secolo, la chiesa della Trasfigurazione di Nostro Signore (del XII secolo e più volte rimaneggiata ad iniziare dal periodo barocco), e gli antichi Castello di Lesignano, Castello di Rivalta e Castello di Mulazzano.

Torna su

 

Ostelli Parma   Ostelli Italia  Auberges de Jeunesse Italie   Hotel Parma

Carte Parme Karte von Parma Mapa Parma Map of Parma

Carte Emilie Romagne    Karte von Emilia Romagna   Mapa Emilia Romaña   Map of Emilia Romagna

Carte d'Italie Karte von Italien Mapa Italia      Map of Italy

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal