website
statistics
 

Palazzo Pilotta

Sei qui: Parma: cosa vedere  >

Palazzo Pilotta a Parma

Il Palazzo Pilotta a Parma è un immenso e incompiuto complesso, ed occupa con la sua grande mole una vasta area adiacente al torrente nel centro della città; vi fu inglobata l’antica Rocchetta Viscontea, unita precedentemente agli edifici che costituivano la residenza ducale tramite un "corridore" o passaggio coperto porticato (1583) su progetto di Francesco Paciotto, attorno al quale circa venti anni dopo verrà innalzato l'austero palazzo.

Venne costruito sia per ospitare gli appartamenti ducali, sia per per ospitare molte delle istituzioni cittadine. Oggi al suo interno si trovano istituzione quali, il Teatro Farnese, la Galleria Nazionale, la Biblioteca Palatina e il Museo Archeologico.

Il nome Pilotta deriva dal gioco della pelota praticato in uno dei cortili dell'edificio (Cortile del Guazzatoio).  Il palazzo, non fu realizzato con funzione di residenza, ma come contenitore di servizi della corte e dello stato (scuderie, fienili, sale d'arme, teatro, caserma). Il committente e forse ideatore del palazzo fu Ranuccio I Farnese che, rispettando una tradizione familiare di esigenti intenditori Palazzo Pilottadi architettura, desiderava realizzare una serie di fabbricati per ospitare i servizi della corte e una enorme sala d'armi, trasformata più tardi nel Teatro Farnese.

Palazzo PilottaL'area scelta dal duca era occupata in parte dalla gotica Chiesa di San Pietro Martire con attiguo convento (demoliti nel 1810); non riuscendo ad allontanare i Domenicani e abbattere il complesso, si dovette inglobarlo nel nuovo edificio. Il progetto è attribuibile all'architetto di corte Simone Moschino; a lui si deve il disegno della facciata, mai realizzata, che doveva essere rivolta verso piazza Ghiaia, e dello scalone d’accesso, piuttosto originale nella biforcazione della seconda rampa di gradini "di tipo imperiale", soluzione precoce in Italia e derivante, come l'aspetto totale del Palazzo dall'Escorial.

Palazzo PilottaNell'ultimo periodo dei Farnese alcuni ambienti del vasto palazzo accolsero la biblioteca e la quadreria ducale. Con Guillaume du Tillot, ministro di Filippo di Borbone, si riprese e si valorizzò la funzione di contenitore culturale del palazzo, sistemandovi la quadreria dell'Accademia di Belle Arti (1752), i reperti provenienti dagli scavi di Veleia (1760) e le ricche collezioni librarie, come la Biblioteca Palatina (1761). E proprio queste importanti raccolte d'arte costituiranno il nucleo originario delle grandi istituzioni sorte nella prima metà del XVIII secolo e ancor oggi ospitate nell'edificio: la Galleria nazionale (1822), il Museo d'Antichità e la Biblioteca Palatina (1834). Oggi l'edificio ospita la Galleria Nazionale, il Museo Archeologico, la Biblioteca Palatina, l'Istituto di Storia dell'Arte e, verso il torrente, l'Istituto P. Toschi.

Palazzo Pilotta

Piazza della Pilotta, 5, 43121 Parma


Orari: aperto tutti i giorni dalle 08:30–18:30
Giorno di chiusura: lunedì
Telefono: 0521 233617

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa pagina ti è piaciuta e ti è stata utile a trovare qualche informazione interessante e a farti risparmiare un po' di tempo, offrici un caffè (ma non ci offendiamo se ci offri una pizza :) ), così ci aiuterai ad andare avanti per quanto possiamo e a scrivere e offrire la prossima guida gratuitamente.:  Paypal

Dove si trova?

Torna su

 

Ostelli Parma   Ostelli Italia  Auberges de Jeunesse Italie   Hotel Parma

Carte Parme Karte von Parma Mapa Parma Map of Parma

Carte Emilie Romagne    Karte von Emilia Romagna   Mapa Emilia Romaña   Map of Emilia Romagna

Carte d'Italie Karte von Italien Mapa Italia      Map of Italy

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal