website
statistics

Calleja de las Flores

Sei qui: Cosa vedere a Cordova >

Calleja de las Flores a Cordova

A pochi metri dalla Moschea-Cattedrale della Mezquita, nella strada dedicata all'illustre architetto e archeologo di Cordova Ricardo Velásquez Bosco, (colui che tra le altre cose eseguì i lavori di restauro della Cattedrale-Moschea di Cordova e che diresse importanti scavi archeologici nei pressi della città), troviamo un piccolo e usurato capitello incastonato in un angolo, che segna l'inizio di Calleja de las Flores. Quest'ultima è diventata negli anni un'icona di Cordova, una tipica cartolina che i turisti cercano di fotografare. Senza dubbio questo è uno degli scorci più pittoreschi, tra molti altri, che la nostra città ha da offrire.

Calleja de las FloresIl campanile della cattedrale appare intrappolato tra i tetti delle case bianche del centro storico, una prospettiva accattivante, arricchita da un numero infinito di vasi che impregnano di freschezza e colore il luogo. Le case che un tempo erano abitate la Calleja de las Flores hanno gradualmente lasciato il posto a negozi di souvenir e ad altre attività che si nutrono di turismo, che in un certo senso ha distorto l'immagine primitiva del luogo. Ma anche così, mantiene il fascino sufficiente per cercare di carpire, in qualche modo, lo spirito del luogo.

Al termine del vicolo si trova una piazzetta che, infatti, è un cortile di vicinato, in cui spicca la famosa casa numero 2, perfettamente decorata da decine di vasi e attraverso la quale gli anni non passano. La piazza è ornata da una fontana che, a quanto pare, è stata realizzata da Rafael Bernier, un vecchio vicino della piazza. Ha una pianta ottagonale ed è l'ideale per chi cerca un posto tranquillo per riposarsi e godere di una buona vista allo stesso tempo. Al centro, su un piccolo piedistallo, anch'esso ottagonale, si trova una colonna di granito liscio che sostiene un'antico e deteriorato capitello corinzio di epoca romana, del periodo dell'imperatore Adriano.

La via e la piazza esistono da tempo immemorabile, ma il suo stato attuale è dovuto ad una riforma effettuata dall' architetto comunale Víctor Escribano Ucelay a metà del secolo scorso e dal sindaco di allora Alfonso Cruz Conde. Escribano Ucelay sostituì la pavimentazione esistente con la tipica pavimentazione cordovana fatta di ciottoli. Inoltre, disegnò un paio di archi con i quali arricchì la prospettiva e sbiancò anche le pareti delle case, in modo che ci fosse un maggiore contrasto con il verde dei vasi.

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

Dove si trova?

 

 

Torna su

Osteli Cordova   Ostelli Spagna   Hotel Cordova    Hotel Spagna

Carte Cordoba  Karte von Cordoba Mapa Cordoba     Map of Cordoba

Carte d'Espagne  Karte von Spanien     Mapa de España     Map of Spain

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal