Casino Petitot

Sei qui: Parma: cosa vedere  >

Casino Petitot a Parma

Il Casino Petitot può essere considerato uno dei primi cafè d'Italia. Porta il nome dell'architetto che lo ideò e nacque contemporaneamente alla risistemazione del Vialone Farnesiano di Parma (oggi Viale Martiri della Libertà). Oggi si trova appena fuori dal centro storico di della città, di fronte allo Stadio Tardini che ospita la squadra di calcio cittadina, al termine del lungo e alberato Vialone Farnesiano, soprannominato dai parmigiani "lo Stradone". 

Ennemond-Alexandre Petitot fu un architetto francese attivo a Parma nel XVIII secolo, da tutti ricordato semplicemente come il Petitot. Il Casino Petitot venne pensato, fuori dai tradizionali salotti, di riflesso ad altri luoghi del genere in Europa, come luogo pubblico, laico, esclusivamente deputato alla socializzazione, allo svago, al consumo di caffè e altre bevante e all’incontro e allo scambio di opinioni.

Casino PetitotIl ministro ducale del governo borbone Du Tillot affidò i progetti Petitot, che lui stesso nominò primo architetto di corte e che sebbene fosse di Lione era un esperto nelle mode parigine (aveva studiato alla Académie d'Architecture della capitale francese). Il progetto grandioso si prefigurava di far diventare il grande viale di Parma ai boulevard parigini. Anche quest'ultimo fu un primato per l'Italia. Venne diviso in tre corsie, quella centrale più ampia destinata alle carrozze (oggi alla circolazione delle auto), e quelle laterali al passeggio a piedi. Quattro fila di alberi ombreggiavano il viale che prevedeva anche panchine.

Casino PetitotAll'estremità orientale del viale, su un angolo delle mura allora esistenti, il Vialone sarebbe dovuto terminare con un raffinato caffè, scenograficamente collocato in posizione rialzata rispetto al viale. Il primo ministro ducale Guillaume du Tillot dalle idee spiccatamente laiche e illuministe propugnava, un luogo di incontro pubblico sul modello delle grandi capitali europee. L'edificio doveva costituire un luogo di ritrovo non solo per i nobili e gli alti borghesi, ma anche per gli intellettuali dell'epoca, proprio nel momento in cui in Europa iniziavano a diffondersi i primi ideali illuministici. Per via della sua posizione elevata, doveva anche servire da belvedere dal terrazza sul tetto piano, che offriva una bella vista sulla città e sulla campagna circostante.

Casino PetitotIl Casino Petitot dalle forme spiccatamente neoclassiche fu inaugurato il 24 giugno 1766 dal Duca Filippo di Borbone. La sua costruzione andava incontro alle richieste della popolazione nobile dell'epoca, che aveva bisogno di avere a disposizione un luogo dove incontrarsi, affrontare ogni tipo di conversazione ascoltare buona musica e gustare il caffè, che ha fatto la storia dell'epoca. Per la prima volta a Parma era possibile fare tutto ciò al di fuori dei salotti privati.

Casino Petitot

Piazzale Risorgimento, 43100 Parma

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa pagina ti è piaciuta e ti è stata utile a trovare qualche informazione interessante e a farti risparmiare un po' di tempo, offrici un caffè (ma non ci offendiamo se ci offri una pizza :) ), così ci aiuterai ad andare avanti per quanto possiamo e a scrivere e offrire la prossima guida gratuitamente.:  Paypal

Dove si trova?

Torna su

 

Ostelli Parma   Ostelli Italia  Auberges de Jeunesse Italie   Hotel Parma

Carte Parme Karte von Parma Mapa Parma Map of Parma

Carte Emilie Romagne    Karte von Emilia Romagna   Mapa Emilia Romaña   Map of Emilia Romagna

Carte d'Italie Karte von Italien Mapa Italia      Map of Italy

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal