Dintorni di Tallinn

Advertisement

Dintorni di Tallinn

 

Paide
Turi
Parnu
Viljandi
Rakvere

Haapsalu
Kardla
Kunda
Kuressaare
Helsinki

 

Dopo aver dedicato le attenzioni a Tallinn ora potete dedicare, se avete tempo, la vostra attenzione ai suoi meravigliosi dintorni. Andare alla scoperta dei dintorni della città di Tallinn significa visitare località uniche e interessanti che consentono anche di scoprire e capire ancor di più questa antica terra che è l'Estonia. Tutti i luoghi sono raggiungibili facilmente da Tallinn in auto, se ne noleggiate uno, o utilizzando i treni o gli autobus che collegano la capitale estono al resto del paese.

Paide

Advertisement

PaideA poco più di novanta chilometri da Tallinn si trova Paide una località che utilizzando una autovettura è raggiungibile in poco più di cinquanta minuti. Si trova proprio nel centro della Estonia, ragione per la quale si è guadagnata il soprannome di Cuore di Estonia. Il nome Paide appare per la prima su un documento risalente al 1564, e in lingua estone il suo nome vuol dire calcare, e la città di Paide ha forte rapporto con questo tipo di materiale. Ogni due anni si svolge il tradizionale festival al quale partecipano numerosi scultori e artisti. Nella città si possono ammirare varie sculture che sono state create con la pietra calcarea, le più note sono Haaletaja, l’autostoppista, che si trova all’ingresso di Paide, Paesümfoonia, la Sinfonia, che si trova in via Kitsas ed è un omaggio alla casa natale del compositore Arvo Part, Neli kuningat, i Quattro Re, che indica il luogo nel quale i quattro re estoni si sono incontrati prima della storica rivolta Jurjoo, nota anche con il nome la Notte di San Giorgio, episodio avvenuto nel XIV secolo che fallì. Fu un tentativo di liberarsi dai governanti tedeschi e danesi che durante la crociata livoniana avevano occupato il territorio imponendo la religione cristiana. Al termine della rivolta soffocata nel sangue il re danese vendette il ducato all’ordine teutonico, che eresse una fortezza per ordine di Konrad von Mandern, il comandante dell’ordine di Livonia. Durante il XIV e XV secolo il castello venne ancor più rafforzato con una nuova e più possente cinta muraria e vennero anche aggiunte ulteriori torri, mentre nel corso del XVI furono si sommarono i bastioni esterni. La fortezza venne più volta assediata e le truppe di Ivan il Terribile la occuparono nel 1573. Fu anche al centro della guerra polacco ? svedese del XVII secolo. Nel XIX secolo venne restaurata, ma nel 1941 le truppe dell’esercito russo fecero saltare in aria la torre centrale. Quando nel 1993 l’Estonia riacquisì finalmente la libertà, la fortezza di Paide venne restaurata. Al suo interno oggi si trova anche un interessante Museo.

Torna su

Turi

TuriA poco più di novanta chilometri da Tallinn si trova Turi una località che utilizzando una autovettura è raggiungibile in poco più di cinquanta minuti. È una cittadina tranquilla e ospitale e si distingue per la bellezza della natura e il cui nome appare per la prima volta nel 1347. La Chiesa di San Martino risale al XIII secolo e venne terminata ai primi del XIV secolo. Al suo interno sono conservate varie interessanti opere come il pulpito e una pala d’altare realizzata nel XIX secolo.

Torna su

Parnu

ParnuA poco più di cento chilometri da Tallinn si trova Parnu una località che utilizzando una autovettura è raggiungibile in poco più di sessanta minuti. Situata nel golfo della Riga, è una città storica, una bellissima località balneare con un piccolo porto nella parte sud-occidentale dell’Estonia, famosa per le sue spiagge di sabbia bianca, le acque poco profonde, ed è dal 1996 conosciuta come capitale estiva. A tal proposito un detto popolare estone recita che se non si sono visti gli amici durante l’anno sicuramente li si potranno incontrare in estate a Parnu. Nel 1838 venne inaugurato il primo stabilimento termale e balneare e oggi la città è una stazione climatica di statura internazionale. Il rapporto con il mare è molto forte e sentito e non a caso la prima grande gara di barche internazionale fu organizzata da Parnu nel 1883 e nel 1906 fu fondato il Parnu Yacht Club. Amore che lo si può anche osservare nelle linee ariose ed eleganti della sua architettura come ad esempio la bellissima Villa in stile liberty Ammende, o nelle interessanti costruzioni in legno. La città venne fondata 1251 dai Cavalieri della Spada e divenne una delle più ricche e attive città anseatiche durante il periodo medievale. Tradizioni medievali che nella città sono celebrate dall’annuale festival. A Parnu si svolge anche il Festival del Cinema, un evento a livello internazionale che vede la presenza di famosi e noti registri e attori. Il centro storico della città offre un meraviglioso scorcio di edifici risalenti al medioevo. Fra le numerose attrattive la Chiesa di Santa Elisabetta costruita 1747 sede anche di numerosi concerti; la Chiesa di Jekaterina rappresenta l’esempio più interessante di tutta l’Estonia di architettura barocca, e venne completata nel 1768. La costruzione della chiesa fu voluta dalla zarina Caterina II. Kuningavarav è una antica porta che faceva parte delle fortificazioni medievali. Un tempo questo splendido esempio Barocco si apriva sulla strada postale, ora invece si affaccia nella zona delle spiagge di Parnu. La Punane Torn, la Torre Rossa, era la torre d’angolo del muro di difesa medievale oggi il suo cortile è un luogo popolare per numerose fiere d’arte. Il Museo della città espone reperti storici e oggetti d’artigianato, mentre il Parco Ranna, che si trova nei pressi della spiaggia, è il più grande parco pubblico della città.

Torna su

Viljandi

ViljandiA poco più di cento chilometri da Tallinn si trova Viljandi una località che utilizzando una autovettura è raggiungibile in poco più di sessanta minuti. È una antica città collinare nel sud della Estonia, ed è anche considerata la capitale della musica popolare. Durante l’ultima settimana del mese di luglio si svolge ogni anno il Folk Festival di Viljandi, che rappresenta il più grande festival annuale di musica in Estonia. La città è sede anche di altri numerosi festival internazionali durante tutto l’anno, come per esempio il Festival delle danze popolari, il Festival del teatro delle marionette, le Giornate anseatiche e dal 1928 il primo giorno di maggio di ogni anno si svolge una corsa intorno al lago di Viljandi. Proprio il suo bellissimo lago, le querce secolari e le sue strade acciottolate evocano una atmosfera molto speciale, che ricorda la sua antica storia. La città venne fondata attorno al VI secolo a.C. ma le prime testimonianze scritte riguardanti Viljandi risalgono al XII secolo. Nel XIV secolo fece parte della potente lega Anseatica. Di particolare pregio sono le rovine del suo Castello. La fortezza venne eretta dai cavalieri Teutoni verso la prima metà del XIII secolo, sulle rovine di una precedente costruzione. Fu uno dei principali castelli della regione e venne distrutto verso i primi anni del XVII secolo nelle varie guerre fra polacchi e svedesi. La struttura originaria rispondeva alla tipica architettura dei cavalieri teutonici e nei vari secoli successivi venne sempre più fortificata. I primi scavi della fortezza furono svolti tra il 1878 e il 1879. Oggi presso le rovine dell’antica fortezza si svolgono numerose manifestazioni culturali.

Torna su

Rakvere

RakvereA poco più di cento chilometri da Tallinn si trova Rakvere una località che utilizzando una autovettura è raggiungibile in poco più di sessanta minuti. Situata nel nord del Paese, a circa una ventina di chilometri a sud del Golfo di Finlandia, è la quinta città più grande della Estonia. Rakvere è una città attraente e in rapido sviluppo ed è la sede di un festival teatrale internazionale chiamato Baltoscandal, che si svolge ogni due anni. Uno dei simboli della città è la una gigantesca statua realizzata in bronzo dallo scultore estone Tauno Kangro e raffigurante un Uro, un grande bovino molto simile ad un toro, un animale ormai estinto e un tempo molto diffuso in Europa. L’imponente statua posizionata su un blocco di granito, è lunga sette metri, alta quattro metri e pesa quasi sette tonnellate, si trova sul bordo della collina Vallimagi. La Chiesa luterana della Trinità venne edificata verso il XV secolo e fu realizzata come fosse una roccaforte. Fu danneggiata durante la guerra di Livonia e venne ristrutturata nel XVII secolo. Successivamente venne nuovamente distrutta durante la Grande Guerra del Nord e da vari incendi e venne ampiamente rimaneggiata nel XVIII e alla metà del XIX secolo, assumendo quindi l’attuale aspetto architettonico nel quale è evidente lo stile neo gotico soprattutto nella guglia della chiesa. Particolarmente interessante il suo interno dove è anche conservato un pulpito realizzato da Christian Ackermann nel XVII secolo. La Chiesa ortodossa dedicata alla Beata Vergine Maria contiene i sacri resti del sacerdote martire Sergei Florinski. Il Castello di Rakvere è una di quelle meraviglie da visitare. La fortezza risale al XIV secolo e nel tempo appartenne alla corna danese, ai cavalieri ? monaci dell’ordine dei Teutoni, alla corona svedese a quella polacca. Fu tetro di eventi molto importanti e alcuni con risvolti alquanto originali, come quello occorso nel 1570, quando la guerra di Livonia era al suo apice. Il re svedese Giovanni III aveva arruolato dalla Scozia 4000 mercenari. All’inizio del 1574 l’esercito svedese che era formato oltre da soldati svedesi anche da mercenari tedeschi e scozzesi si trasferì ad assediare il Castello di Rakvere. L’assedio si trasformò in un fallimento, soprattutto a causa dei litigi che scoppiano nel campo degli assedianti. Già prima di venire a Livonia, gli scozzesi, infatti, avevano preteso il pagamento dei loro stipendi, ma il re non aveva soldi per loro ragione per la quale fu costretto a pagarli con il denaro che era destinato ai soldati tedeschi. Durante l’assedio di Rakvere, gli scozzesi si rifiutarono di andare in battaglia a meno che non gli fossero pagati gli stipendi di almeno un mese. Pontus de la Gardie, il comandante in capo dell’esercito svedese vendette per pagarli i suoi anelli e bracciali. L’assedio al castello terminò con un clamoroso fallimento il 15 marzo. Il 17 marzo si svolse, in una taverna una feroce battaglia tra i mercenari tedeschi e scozzesi, durante il quale un gran numero di essi furono uccisi dai tedeschi. Alla fine, su tremila mercenari scozzesi che avevano preso parte all’assedio del castello di Rakvere sopravvissero solo cinquecento uomini. Circa 1400-1500 degli scozzesi furono uccisi nel conflitto con i tedeschi nella taverna nei pressi del Castello di Rakvere.

Torna su

Haapsalu

HaapsaluA poco più di novanta chilometri da Tallinn si trova Haapsalu una località che utilizzando una autovettura è raggiungibile in poco più di sessanta minuti. Posta di fronte alle maggiori isole del paese. Haapsalu è una rinomata località balneare, con una tradizione turistica che risale al XIX secolo. È qui che compositore russo Tchaikovsky, i poeti e romanzieri estoni Anna Haava, Friedebert Tuglas e Ernst Enno hanno trovato la loro ispirazione. Haapsalu è uno splendido villaggio risalente al XIII secolo, con strade strette, un municipio in miniatura e romantiche case in legno. Sul suo lungomare si trova il Kuursaal realizzato alla fine dell’ottocento ed è considerato come uno dei più interessanti edifici in legno in tutta l’Estonia. Il primo stabilimento curativo fu inaugurato nel 1825 e da allora Haapsalu ha attirato gli amanti delle terme provenienti da tutto il mondo. La Chiesa del Duomo è la più grande chiesa a navata unica che si possa visitare negli stati baltici ed è il più importante monumento storico e culturale della città. Una piccola casa gialla segnala la presenza della casa d’infanzia di Ilon Wikland, dove è cresciuto e dove ha realizzato le illustrazioni dei libri per bambini della scrittrice svedese di fama mondiale Astrid Lindgren. Meritano una visita anche le rovine dell’antico Castello episcopale del XIII secolo, la Chiesa del Castello di Haapsalu e la caratteristica stazione della città realizzata in legno. Nella città aleggia la leggenda della Dama Bianca e in suo onore ogni anno viene a svolgersi un sentito festival. Nella finestra circolare del battistero costruito nella parete sud della chiesa del castello durante le notti di luna piena nel mese di agosto appare una figura femminile. La leggenda narra che un canonico si innamorò perdutamente di una ragazza. Per lungo tempo la loro relazione rimase segreta, ma un giorno l’inganno venne scoperto. Il duro verdetto emesso dal vescovo vide il canonico gettato nelle prigioni del castello a morire di fame, mentre la ragazza venne murata viva nella parete del battistero. La sua anima senza pace si affaccerebbe sulla finestra del Battistero per mostrare l’immortalità dell’amore.

Torna su

Kardla

KardlaA poco più di novanta chilometri da Tallinn si trova Kardla una località che utilizzando una autovettura è raggiungibile in poco più di sessanta minuti. E’ una romantica località che si trova nella costa nord-orientale dell’isola di Hiiumaa, conosciuta per la sua atmosfera accogliente. Esiste un collegamento regolare di traghetti tra la terraferma e l’isola di Hiiumaa che funziona più volte al giorno e che parte dalla vicina città di Haapsalu. Il villaggio, che si estende per circa 5 chilometri quadrati, venne fondato nel 1564 dagli svedesi. Non vi sono rumorosi centri commerciali o caotici locali notturni. Si potranno invece incontrare bellissimi giardini bohémien e piccoli caffè. Da visitare l’interessante Museo di Kardla che racconta la storia di questa incantevole località.

Torna su

Kunda

KundaA poco più di novanta chilometri da Tallinn si trova Kunda una località che utilizzando una autovettura è raggiungibile in poco più di sessanta minuti. La località, che si affaccia sul golfo di Finlandia, è nota per aver dato il proprio nome alla comunità mesolitica, società di cacciatori e pescatori, che nei suoi pressi avevano realizzato il loro primo insediamento, di cui sono stati ritrovati i resti. La prima menzione documentaria di Kunda è risalente al 1241. Nel 1870 era già un importante porto. Poco fuori di Kunda si trovano le rovine del Castello di Toolse un castello appartenente all’ordine Teutonico e che rappresentò l’avamposto più settentrionale del Sacro Romano Impero. Il castello dell’Ordine di Toolse fu probabilmente eretto dall'ordine nel XIV secolo con lo scopo di proteggere il porto e le vie commerciali. Durante la guerra di Livonia il castello passò attraverso molte mani e, infine, finì in possesso delle truppe svedesi. Fu interamente distrutta nella guerra Grande Guerra del Nord all’inizio del XVIII secolo. Tra le altre attrazioni, Kunda ha un Museo dedicato al cemento, che si trova nei locali della vecchia fabbrica dal 1967. Il museo illustra la storia della fabbrica, la produzione di cemento e calcestruzzo e si può vedere la produzione attuale del cemento attraverso una istruttiva animazione. Di particolare interesse la collezione che conserva il calco della mano di vari personaggi e celebrità estoni.

Torna su

Kuressaare

KuressaareA poco più di duecento chilometri da Tallinn si trova Kuressaare una località che utilizzando una autovettura è raggiungibile in poco più di centoventi minuti. È la città più grande dell’isola di Saaremaa, ed è una località molto accogliente ricca di cultura dove si possono trovare numerosi centri benessere. Ha aperto il suo primo centro termale nel 1840 e da allora è diventato un rinomato resort e centro benessere in Estonia. Nel 1227 venne conquistata dai cavalieri teutonici e attorno al castello, fatto erigere dai vescovi, iniziò il suo sviluppo. Nel 1559 il vescovo vendette le sue tenute a Federico II, re di Danimarca. Nel 1645 la città era sotto il controllo della casa regnante svedese, mentre all’inizio del XVIII secolo venne occupata dai Russi. In epoca sovietica, la città fu chiamata Kingissepa, uno dei fondatori del partito comunista estone. Il 23 giugno del 1988, la città riassunse il nome storico di Kuressaare. I suoi interessanti palazzi risentono dell’influenza architettonica scandinava, così come il ritmo della città. Uno dei principali punti focali architettonici è di sicuro, il Castello situato nel centro del bellissimo parco Kuressaare. Costruita nel XIII secolo, è l’unica fortezza medievale baltica conservata nella sua interezza. Una volta era una struttura difensiva massiccia oggi è anche un interessante Museo. A pochi passi di distanza dalla fortezza si possono ammirare gli altri tesori architettonici di Kuressaare. Il Municipio, è costruito in stile Barocco nordico e può sembrare semplice e austero all’esterno, ma è titolare di uno dei più immensi tesori: il più grande dipinto dell’Estonia. La Kuressaare, la casa della pesatura, venne costruita su 1666, durante il periodo d’oro svedese ed è l’unica del suo genere che si possa trovare nel paese. Il mulino di pietra fu costruito nel 1899 e oggi ospita un famoso ristorante in stile pub.

Torna su

Helsinki

HelsinkiA poco più di ottanta chilometri da Tallinn si trova Helsinki. Le capitali dello stato estone e la capitale della Finlandia sono collegate con traghetti che partono in entrambi i sensi ogni ora. La traversata dura poco meno di due ore. Conosciuta anche come la figlia del Baltico dispone di università, accademie e scuole superiori, oltre che di musei interessanti e bei monumenti. Una delle principali attrattive è Suomenlinna che si trova su un gruppo di isole al largo di Helsinki. L’insediamento difensivo venne eretto alla metà del XVIII secolo dagli svedesi. Oggi è stata dichiarata dall’UNESCO patrimonio mondiale. Da visitare anche la Chiesa gotica Johannes realizzata in mattoni rossi, la Cattedrale di Helsinki, la Cattedrale ortodossa Uspenski. Continua a leggere la guida di Helsinki.

 

 

 

 

Torna su

Ostelli Tallinn     Ostelli Estonia    Hotel Tallinn     Hotel Estonia

Carte de Tallinn      Karte von Tallinn     Mapa Tallinn      Map of Tallinn

Carte Estonie     Karte von Estland  Mapa Estonia   Map of Estonia

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal