Dintorni di Bordeaux

Advertisement

Dintorni di Bordeaux

 

Terminata momentaneamente la vostra visita a Bordeaux potete farvi un giro nei dintorni della città, dove ci sono diverse cose che si possono visitare. Bordeaux, è in una posizione ideale per vedere molti luoghi interessanti come  la mitica città di Bergerac nella celebre e bellissima regione di Dordogne. Questa regione è spesso chiamato Entre-Deux Mers, "tra due mari" che si riferisce alla sua posizione tra i due grandi fiumi, la Dordogna e la Garonna ed è considerata la più bella delle regioni del vino di Bordeaux, con le sue dolci colline e gli sparsi borghi medievali .

Advertisement

 

Vigneti Bordeaux

 

Vigneti BordeauxSe siete in auto o se ne potete noleggiare una potete, per esempio, di dirigetevi a nord della città, nel Médoc, dove si trovano le sedi di importatissime etichette vinicole, per cui la città e zona sono famose in tutto il mondo: Châteaux Latour Martillac, Châteaux Margaux, Lafitte-Rothschild e Mouton Rothschild, solo per citare le etichette più famose. È possibile visitare tutti questi famosi vigneti, ma solo un appuntamento preso almeno con quindici giorni di anticipo e, con le eccezioni occasionali, solo a metà settimana.


Un vitigno può sembrare molto simile a un altro, ma non esattamente così. E i castelli che si incontrano in questo percorso enologico sono magnifici: lo Châteaux Margaux con il suo grande portico ionico; il Pichon Longueville con le sue torrette a candela; il Palmer con il suo tetto in ferro di fantasia, dove in cima svolazzano bandiere francesi, olandesi e dell'Unione per riflettere le nazionalità dei suoi proprietari; il Cos d'Estournel, un palazzo fantastico finto indiano con torrette in stile pagoda da cui pendono campane. Naturalmente i nomi come questi non hanno bisogno di flirtare con i turisti, ma non c'è nulla che impedisca di fare una bella visita e se sono chiusi i cancelli, almeno di ammirarli da fuori.


Con 120.000 ettari di vigneto, 60 Denominazioni di Origine Controllata (DOC) e 8.000 viticoltori, la regione vinicola Gironda è il più antico vigneto di vini al mondo e la più grande in termini di DOC in Francia. Per 2.000 anni, la storia della Gironda è stata indissolubilmente legata a quella dei suoi vigneti. I primi vitigni sono stati piantati in I secolo d.C. Il clima ideale e terreni coltivati ​​a vigneti hanno quindi trasformato la Gironda in una destinazione da sogno per vino amanti.

Margaux , Saint-Estèphe, Pomerol, Saint-Emilion, Loupiac e Sauternes, sono solo alcuni delle famose denominazioni più prestigiose della regione, insieme ai nomi Ausone , Cheval-Blanc , Haut-Brion , Latour , Pape-Clément , Petrus , e Yquem .

Torna su

 

 

La Réole


La RéoleA pochi chilometri da Bordeaux, questa piccola cittadina vanta una discreta ricchezza di architettura medievale lungo una passeggiata ben segnalata attraverso le sue strette strade collinari. Qui si trovano per esempio il più antico municipio della Francia, costruito per Riccardo Cuor di Leone nel XII secolo e la ben conservata Abbaye des Bénédictins, l'Abbazia Benedettina. Enbrambi questi monumenti possono godere di una fantastica vista sul fiume Garonna e la campagna della Gironda.

Torna su



Monségur

 

MonségurMonségur sorge su uno sperone roccioso e offre una magnifica vista panoramica sulla valle della Dordogna. Questa città, con la sua chiesa XIII secolo e la grande piazza del mercato, è famoso per la sue mura difensive intatte originali. I visitatori possono camminare per la città sui bastioni godendo della vista sul fiume Garonna. Monsegur fu, come casa di campagna, nel 1265 dalla regina consorte d'Inghilterra, Eleonora di Provenza. La tradizione locale vuole che Monsegur e i suoi dintorni furono parzialmente ripopolati dopo la grande peste del 1356 si è verificato durante la Guerra dei Cent'anni, un massiccio trasferimento di coloni dalla Saintonge , i Angoumois , il Poitou , di Aunis. Da qui il fatto che la zona sia una enclave linguistica in cui si parli un dialetto occitano tipico della Guascogna. Durante le guerre di religione francesi, nel 1562, la città fu assediata e presa da Blaise de Montluc , capo dell'esercito reale e cattolico; tutti i difensori protestanti furono massacrati.

 

Torna su



Duras


DurasL'imponente Chateau de Duras, originariamente costruito nel XII secolo e sostanzialmente ristrutturato nel XX secolo è aperto ai visitatori. Duras è anche famosa per la sua selezione di vini, quindi perché non iniziare la visita presso la Maison des Vins e assaggiare la loro gamma di qualità. La scrittrice Marguerite Donnadieu (1914-1996) prese il pseudonimo di "Marguerite Duras" nel 1943, dove si trovava la casa di suo padre. Tra le altre cose da vedere in città ci sono; la Torre dell'Orologio, del XIII secolo con aggiunte del XV secolo; la Chiesa di Santa Maria Maddalena, costruita nei primi anni del XIX secolo sul sito di una chiesa protestante che era stato assegnata alla fede cattolica nel 1685, senza campanile. La decorazione interna è dovuta al pittore italiano Giovanni Masutti (1934), che ha lavorato in diverse chiese nella zona in quel periodo.

 

Torna su



Saint Emilion


Saint EmilionFu in questa zona, al centro di questa parte della Gironda, che nel Medioevo fu scelto un monaco, Émilion appunto,  per stabilire l'eremo che sarebbe diventata la città di Saint-Emilion. Insieme con gli 8 comuni della sua giurisdizione, nel 1999, la città è stata elencato come patrimonio mondiale dell'UNESCO, sotto il titolo "Paesaggi Culturali" - una prima assoluta per una regione vinicola. La cittadina e la zona vengono visitati ogni anno da più di 1 milione di persona. I Romani piantarono una vigna nella zona già nel II secolo. Nel IV secolo, il poeta latino Ausonio lodò il frutto della vite abbondante. Émilion era un monaco confessore viaggiante, che si stabilì in un eremo scavato nella roccia nel VIII secolo. Furono i monaci che lo seguire, che iniziarono la produzione di vino a fini commerciali nella zona.

 

Saint-Emilion è una delle principali aree di vino rosso di Bordeaux insieme al Médoc, Graves e Pomerol . La regione è molto più piccola del Médoc e confina Pomerol. Come nel Pomerol e le altre denominazioni sulla riva destra della Gironda, i vitigni principali utilizzati sono il Merlot e Cabernet Franc, con relativamente piccole quantità di Cabernet Sauvignon.

 

Torna su


Sauveterre-De-Guyenne


Sauveterre-De-GuyenneCostruita nel 1281 dal re Edoardo I d'Inghilterra, questa graziosa cittadina passò di mano dieci volte nel corso degli Guerra dei cent'anni, fino a diventare francese nel 1451. L'abitato presenta ancora alcune case a graticcio risalenti al XVI secolo (in legno e intonaco di calce). La sua piazza centrale porticata esiste ancora, insieme a quattro porte di cui, attraverso le sue mura. Ogni martedì mattina, la piccola piazza ospita il mercato. Ricco il patrimonio di chiese come: la église Notre-Dame XVI secolo, notevole per la sua abside, la chiesa di Saint-Christophe Puch , situato a nord della città, in un luogo chiamato Le Puch , dell'XI secolo, la chiesa di Saint-Léger-de-Vignague che si trova ad est della città, in un luogo chiamato Saint-Léger-de-Vignague, che isale al XII secolo e che fu bruciata nel XVI secolo da protestanti. Questa chiesa è troncata perché rimane solo la cupola a volta coro bizantino - unico nella Gironda.

 

Torna su

 

 

Arcachon, Pyla e le spiagge atlantiche


Arcachon, Pyla e le spiagge atlanticheLa Gironda ha 126 km di spiagge dedicate al surf, al kite surf e a tanti altri sport. La Gironda vanta anche grandi laghi e una via del mare - il bacino di Arcachon - ideale per escursioni a vela per tutta la famiglia. Ci sono oltre 400 km di vie navigabili da esplorare.

"Uno dei capolavori della natura", "gioiello del bacino", "maestoso" non vi è certamente la mancanza di superlativi per quanto riguarda la grande duna del Pilat all'ingresso del bacino di Arcachon. L'aumento di 107 metri sul livello del mare, è la duna più alta in Europa. Può essere "scalato" mediante una scala di legno o più energico può testare la loro resistenza direttamente sulla sabbia.

 

 

 

 

Torna su

 

Ostelli Boudeaux   Ostelli Francia   Hotel Bordeaux

Carte de  Bordeaux      Karte Von Bordeaux     Mapa Burdeos    Map of Bordeaux

Carte de France  Karte von Frankreich      Mapa Francia     Map of France

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal