BORDEAUX

Advertisement

VISITARE BORDEAUX : INFORMAZIONI E PICCOLA GUIDA

 

La città di Bordeaux, oltre a essere bellissima, è la capitale della regione dove viene prodotto l'omonimo vino, tra i più  famosi al mondo. L'essere città tra le più importanti nel sud-ovest della Francia, avere un clima abbastanza mite e una storia ricca di avvenimenti, la rendono un luogo molto interessante da esplorare. A lungo considerata (dai parigini un po' snob) un luogo provinciale, ora rivaleggia con la capitale transalpina come centro economico, culturale e scientifico, anche se secondo alcuni, dal punto di vista della qualità della vita e della gastronomia, la città girondina prevarrebbe nettamente.

 

Advertisement

Dal 2007 il centro storico di Bordeaux è stato dichiarato dall'Unesco Patrimonio dell'Umanità.

Bordeaux ha circa 246.000 abitanti ed è capoluogo del dipartimento francese della Gironde (regione Nuova Aquitania). Storicamente è una delle città più antiche della Francia, conosciuta ancor prima che gli antichi Romani si espandessero nel territorio; a quando il suo porto sul fiume Garonna, all'inizio dell'estuario della Gironda costituiva un nodo economico cruciale per l'intera nazione. I segni del suo passato, e delle guerre, sono in parte stati cancellati dal tempo, ma il suo centro storico urbano resta ancora oggi uno dei più belli di tutta Europa, dichiarato Patrimonio dell'Umanità dall'Unesco.

Incuriosisce il fatto che questa città riversa sul fiume presenti una serie ininterrotta di facciate in stile classico, un tempo costruite proprio per mascherare le retrostanti catapecchie medievali, e quel che oggi ammirano gli occhi sono tante e ben altre architetture, come quello dell'Esplanade des Quinconces, dal Grand Théatre e della Place du Bourse, tra le altre.

Bordeaux è il più antico porto commerciale di Francia dopo Marsiglia. In epoca romana il commercio del vino cominciava a fiorire, ma è sotto la dominazione inglese che si ebbe il grande salto, con i commercianti che accumularono ingenti fortune grazie al monopolio della vendita di vino in Inghilterra. Dopo la scoperta dell'America lo sviluppo della città si accentuò ulteriormente grazie alla sua posizione geografica, riversa sull'Atlantico tra Inghilterra e Spagna.

Ancora oggi la Bordeaux è considerata una delle capitali mondiali del vino.

Buona parte del centro urbano di Bordeaux è costituito da grandi strade, parchi ben curati e da eleganti palazzi del XVIII secolo ornati da graziosi balconi in ferro, molti dei quali sono stati riportati al loro originale splendore color miele. Il triangolo formato da Cours de l'Intendance, Cours Clemenceau e Allées des Tourny vanta le più belle ed eleganti boutique e caffetterie della città. Il centro è facilmente percorribile a piedi e le sue attrazioni sono tutte comodamente raggiungibili, tra cui negozi e ristoranti che servono piatti tipici della zona accompagnati dai famosi vini di Bordeaux. La città conta inoltre eccellenti musei, una vita notturna che non sfigura di certo con Parigi e anche delle belle spiagge nelle vicinanze, immancabilmente prese d'assalto durante l'estate.

Amministrativamente Bordeaux è suddivisa in circoscrizioni, come Parigi, ma la gente tende a parlare della città in termini di quartieri (quartiers). Ogni quartiere ha un nome e comprende una zona precisa.

Tra le cose da vedere da Bordeaux sono principalmente da non perdere:

Quartiere di Saint Pierre. Situato proprio nel cuore di Bordeaux, quello di St. Pierre corrisponde grosso modo alla parte più antica del centro storico della città. É pieno di belle stradine ed è conosciuto come capitale culinaria di Bordeaux, con un gran numero di ristoranti per soddisfare ogni gusto, tasca e la mole di buongustai e golosi. Il quartiere ospita Place du Parlement, sede di alcune meraviglie architettoniche ed una fontana ornamentale. Inoltre, nella zona si trova anche l'Eglise Saint-Pierre, costruita intorno ai secoli XIV e XVI sul sito dell'antico porto gallo-romano.

Quartiere Chartrons. Zona molto attraente, situata sulle sponde della Garonna e luogo dove per secoli, mercanti e uomini d'affari - spalla a spalla con i marinai e operai - commerciavano il vino Bordeaux. Il suo nome deriva da un convento Certosino, costruito qui nel XV secolo. Con il declino degli scambi sul fiume il quartiere si svuotò, diventando una tranquilla zona residenziale con negozi di antiquariato. Una parte del quartiere è oggi conosciuto infatti come il "villaggio degli antiquari". L'attrazione principale del quartiere è senza dubbio il Musée des Chartrons, meglio conosciuto come Museo del Vino e del Commercio (in francese Musée du Vin et du Négoce - "Cellier des Chartrons"), ospitato in uno splendido palazzo Settecento che fu di proprietà di un mercante irlandese (certo Francis Burke) e che ripercorre la storia del commercio del vino di Bordeaux (allestito per cercare di capire questo affascinante mondo, e quindi lo stoccaggio, l'imbottigliamento, l'imballaggio e la logistica della distribuzione dei vini). In questa zona, troviamo anche il Musée de l'Histoire Maritime de Bordeaux, e andando verso la riva della Garonna, i famosi quais, la possibilità di usare uno dei servizi di noleggio bici. Nello stesso quartiere, poco più a sud percorrendo il Quai de Chartrons, si trova anche il Centro di Arte Contemporanea (CAPC), in circa 10 minuti a piedi o 3 minuti in bici.

Il Grand Thèatre progettato dall'architetto Victor Louis nel XVIII secolo, una delle costruzioni classiche più belle, un imponente edificio lungo 88 metri, in stile neoclassico Si trova poco più giù della grande Place des Quinconces e del Monumento ai Girondini, ed è famoso per la straordinaria acustica del suo Auditorium. Lo spettacolare scalone fu più tardi imitato dal Garnier per l'Operà di Parigi. Il Grand Thèatre, nel 1871, divenne il luogo di riunione dell'Assemblea Nazionale in esilio. Fu qui che Victor Hugo lanciò l'idea di creare gli Stati Uniti d'Europa.

Nelle vicinanze troviamo anche la Basilica di Saint Michel, costruita in 200 anni ed incominciata nel 1350. L'edificio è a tre navate e vanta la bella statua di Sant'Orsola con penitenti, in una delle cappelle laterali. Il campanile, costruito tra il 1472 e il 1492, è il più alto del sud della Francia (114 metri).

Museo delle belle arti, ospitato accanto dell'Hotel de Ville (Sede del comune) e diviso in due sezioni: le Musée des beaux-arts, in cours d'Albret 20 per la collezione permanente, e la Galerie des Beaux-Arts, in place du Colonel-Raynal, pochi isolati oltre, per le mostre temporanee. Nel complesso si vanta una superba collezione rinascimentale comprese opere di Tiziano, Veronese, Rubens, Delacroix, Corot, Renoir, Matisse e Boudin.

Cattedrale di St-André. È una delle più belle e importanti chiese francesi. La sua navata è gigantesca, fu iniziata nell'XI secolo e modificata 200 anni più tardi. Il coro gotico e i transetti furono aggiunti nel XIV e XV e secolo. É parte del patrimonio monumentale UNESCO del Cammino di Santiago de Compostela, in quanto parte della Via Turonensis (una delle vie del cammino). Le belle sculture medievali della Porte Royale (il portale gotico aggiunto nel XIII secolo) includono scene dell'antico testamento. Nel Quattrocento venne aggiunta la bella torre Pey-Beland, alta 66 metri, che rimane isolata dal resto dell'edificio.

Quartiere di Saint Eloi. Punto focale di questo quartiere è la Grosse Cloche, torre campanaria del XV secolo posta proprio accanto al Eglise Saint-Eloi. La Grosse Cloche è ancora adesso il simbolo della città, riportata anche nel suo stemma. L'orologio della torre del 1759, sostituì quello precedente del 1567. La torre campanaria è una sorta di crocevia per tutti i quartieri medievali della città, infatti collega Saint Michel, Saint Victoire e il quartiere di Saint Pierre.

Quartiere di Saint Michel. Separata dal quartiere St. Pierre dal Cours Victor Hugo, quella di St. Michel è di gran lunga l'area più vivace e colorata di Bordeaux. Spagnoli, portoghesi, magrebini e francese vivono felicemente fianco a fianco e i visitatori possono gustare cibi e bevande da una varietà di culture, spesso a prezzi molto ragionevoli. Il quartiere si sviluppa attorno alla Basilica di Saint Michel, una chiesa gotica eretta alla fine del XV secolo e chiamata la Freccia di Saint Michel, poiché è alta 114 metri ed è il monumento più alto di Bordeaux. La zona è anche conosciuta per i suoi mercati rionali, quello dei vestiti sulla piazza, e quelli dei Cappuccini, in Rue Elie Gintrac e il mercato delle pulci di Saint Michel. Domenica mattina l'area è riservata al mercato dei collezionisti e dell'antiquariato.

Quartiere di Sainte Croix. In precedenza questo quartiere era un sobborgo portuale, entrato a far parte della città solo nel XIV secolo. La chiesa romanica di Sainte Croix, costruita tra la fine del XI e il XII secolo, è uno dei luoghi da visitare di questo interessante quartiere che ha zone e case antiche un po' ovunque.

Quartiere della stazione. All'arrivo nella stazione ferroviaria di Bordeaux, il visitatore può ammirare immediatamente l'edificio stesso, la Gare. Questo è il luogo ideale, una volta arrivati, per acquistare cibo, bevande e sigarette, di giorno o di notte. Si tratta di una zona popolare, con numerosi bar, ristoranti e alberghi.

Quartiere Victoire. Cuore delle notte studentesche, la Place de la Victoire di Bordeaux è anche una delle più grandi della città. Proprio come una bussola, il punto focale guarda al Nord, Sud, Est ed Ovest e, come tale è un buon punto da cui partire per orientarsi. La rue Sainte Catherine comincia con il passaggio sotto la Porte d'Aquitaine ed ha una caratteristica particolare: per i suoi 1.200 metri e i più di 250 punti vendita, è considerata la strada pedonale più lunga d'Europa

Quartiere Grands Hommes (Quartiere dei Grandi Uomini). Quartiere chic ed elegante, sede dell'antica chiesa domenicana di Notre Dame, costruita nel 1684. Si tratta di una delle passeggiate più piacevoli della città, insieme a edifici di pregio di fine XVIII secolo. I grandi uomini sono Montesquieu, Rousseau, Voltaire e Diderot e hanno dato i loro nomi alle strade di questo quartiere; il luogo dove le strade convergono è stato chiamato logicamente Place des Grands Hommes. Place des Grands Hommes è anche importante zona commerciale dove si può scoprire il già citato Grand Théâtre de Bordeaux, che ricordiamolo fu precursore del modello dei teatri d'opera di mezza Europa (non solo di quello di Parigi). Non lontano dal Grand Théâtre sorge la chiesa di Notre Dame (Église Notre-Dame), costruita nel tardo Seicento, e con un recente importante programma di restauro a ripristinarne l'antico splendore.

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

 

Dove si trova?

 

Torna su

Ostelli Boudeaux   Ostelli Francia   Hotel Bordeaux

Carte de  Bordeaux      Karte Von Bordeaux     Mapa Burdeos    Map of Bordeaux

Carte de France  Karte von Frankreich      Mapa Francia     Map of France

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal