Cosa vedere a Bordeaux

Advertisement

Da vedere a Bordeaux - Cosa vedere e visitare a Bordeaux

Bordeaux è una città da visitare con curiosità, eleganza e una certa consapevolezza culturale. La città ha di tutto, dai vini pregiati ai negozi alla moda, una cucina incredibile e angoli eccentrici per il divertimento, e poi musei, tanti e importanti. Propone un vasto numero interessante di cose da vedere e da fare, sia in città che nei dintorni, tanto da tenere il visitatore impegnato per diversi e più giorni.

Advertisement

In fin dei conti, è una città dell'Atlantico, non troppo lontana dal mare, con il quale si collega con il vitale e storico flusso del fiume che l'attraversa, e che si rivolge al territorio interno con fare deciso e consapevole, grazie ad un'identità tutta da scoprire e che per qualche verso si differenzia da molte altre città francesi che si è abituati a conoscere.

Bordeaux è così, mai uguale a se stessa, e allo stesso tempo certa del suo divenire storico, delle ricchezze della sua terra e della ricca cultura, tanto che non ci vorrà molto a scoprire che tutto il centro - e metà dell'intera città - è infatti sito del patrimonio UNESCO. Il cuore monumentaledella città è delimitato da tre viali (Cours Clemenceau, Cours de l'Intendance, Allées de Tourny). Camminando tra la sobrietà architettonica e gli alberi che fiancheggiano gli eleganti viali, s'incontrano negozi eleganti, bar, ristoranti e il ritmo paccato della vita cittadina. Il punto d'incontro rimane Place de la Comédie, e il suo Grand Theatre con la magnifica facciata neoclassica e le  colonne corinzie. Nei pressi, la Esplanade des Quinconces, la piazza più vuota di Francia, mentre i vecchi magazzini sul Quai de Bacalan sono diventati negozi, bar eleganti e caffetterie ben frequentate.

Il lungofiume, e tutta la zona dei cosiddetti 'quais', si presenta con un'atmosfera interessante. I grandi depositi di stoccaggio di un tempo sono oggi riemersi a nuova, e tutt'altra, vita: è il caso per esempio del Museo d'Arte Contemporanea, il CAPC o della stessa Place de la Bourse, che a ridosso del fiume si ritrova comunque circondata da palazzi settecenteschi. E piace ed entusiasma questo connubio di architettura e sviluppo urbano, tanto che i “bordelais? (gli abitanti di Bordeaux) sono evidentemente, e giustamente, felici di vivere in una città così.

Non manca la nuova La Cité du Vin, che ha aperto a giugno 2016 sulle rive della Garonna. È certamente il miglior centro del vino e... beh, non resta che andare a scoprirla.

Di seguito una lista di alcune delle cose da non perdere a Bordeaux:

Château de la Brède

Château de la BrèdeClassico castello feudale della Valle di Bordeaux, situato nel comune di La Brède (dipartimento della Gironda, in Francia), e a circa 25 km dal centro della città di Bordeaux. Venne inizialmente costruito nel XII secolo e poi ricostruito in stile gotico nel XIV secolo sul sito del precedente castello. Il castello è conosciuto per essere appartenuto alla famiglia Montesquieu per un diverso periodo di tempo e al suo interno si possono infatti ammirare le stanze e gli arredi appartenuti al grande filosofo (nato il 18 gennaio 1689), barone de La Brède et de Montesquieu e i cui discendenti hanno vissuto fino a poco tempo fa nel castello. Nonostante le modifiche nel corso dei secoli, l'edificio ha mantenuto il carattere di fortezza, tipicamente inserito nella regione vitivinicola di Bordeaux, circondato da un fossato pieno d'acqua e con incluso tra l'altro un bel giardino all'inglese, che lo stesso Montesquieu fece costruire nel 1731, a seguito di un suo soggiorno in Inghilterra... continua a leggere Château de la Brède.

Avenue du Château 

Località La Brède, 33650

Bordeaux, Francia

Tel +33 (0)5 56 78 47 72

Torna su

 

Cattedrale di Sant'Andrea

Cattedrale di Sant'AndreaLa Cattedrale di Bordeaux risplende di una storia antica, originatasi molto prima della sua consacrazione, avvenuta nel 1096. È il più grande edificio religioso di Bordeaux e conserva testimonianze di Visigoti, Franchi, Saraceni e Normanni. Le sue guglie si possono vedore da ogni parte della città, non solo le due proprie dell'edificio, ma anche una terza che si affianca isolata in una maestà inusuale. Nella grande navata della chiesa vennero celebrate nel 1152 le nozze fra Eleonora di Aquitania ed Enrico II d'Inghilterra. La chiesa primitiva ha radici antiche, considerando che la prima menzione scritta di un edificio sul sito della cattedrale risale all'anno 814. Venne costruita sul sito di un castrum romano come parte di un episcopato composto da due chiese, quella di Saint-Sauveur e Notre-Dame de la Place. Il primo luogo di culto sarebbe stato quindi distrutto durante le invasioni dei Visigoti. Il tentativo di ricostruzione … continua a leggere Cattedrale di Sant'Andrea di Bordeaux.

Place Pey Berland

33000 Bordeaux, Francia

Torna su

Torre Pey-Berland

Torre Pey-BerlandLa Tour Pey-Berland è un campanile del XV secolo, costruito separatamente dalla cattedrale per non minacciare la struttura di per se insicura dato il terreno paludoso sul quale venne costruita. Elencata come monumento storico dal governo francese nel 1862, può essere visitata raggiungendo la terrazza in cima (a circa 50 metri di altezza) tramite una scala a chiocciola di 231 gradini (nel complesso la torre è alta 66 metri e dispone di quattro livelli accessibili). All'estremità spicca la statua  d'oro della madonna Notre-Dame d'Aquitaine. La torre è in stile gotico, di forma rettangolare con contrafforti, una galleria esterna e sormontato da una piccola guglia ottagonale con una statua dorata in cima, ed è situata nel centro di Bordeaux, a pochi metri dalla cattedrale di Saint André. Prende il nome dall'arcivescovo Pey Berland, vissuto tra il XIV e il XV secolo, e tra l'altro fondatore della prima università di Bordeaux. Al tempo della sua costruzione, nel 1440, la torre risultava essere uno degli edifici più alti della città... continua a leggere Torre Pey-Berland.

Place Pey Berland

33000 Bordeaux, Francia

Torna su

Cité Frugès - Le Corbusier (Quartiers Modernes Frugès)

Cité Frugès - Le CorbusierLa Cité Frugès è un quartiere della cittadina Pessac, località dell'area metropolitana di Bordeaux, Francia, da cui dista circa una ventina di minuti a sud-ovest. É conosciuto per essere stato edificato secondo lo stile di Le Corbusier, sotto la commissione dell’industriale Henri Frugès, da cui prende il nome. Costruito nel 1926 e abitato nel 1929, il quartiere consta di 50 case edificate secondo i canoni urbanistici tipici dello stile architettonico dato. Dagli anni ’70 il quartiere fa parte del 'Protection du Patrimoine Architectural Urbain et Paysager’, diventando patrimonio nazionale e dal 2016 è iscritto, con 16 altre opere architettoniche di Le Corbusier, nella lista del patrimonio mondiale dell'UNESCO. Il villaggio venne costruito tra il 1924 e il 1926 secondo il progetto di Le Corbusier, in collaborazione con suo cugino Pierre Janneret, che usava termini rivoluzionari di edilizia sociale... continua a leggere Cité Frugès - Le Corbusier

Maison Frugès - Le Corbusier

4, rue Le Corbusier

Località Pessac

33000 Bordeaux, Francia

Tel + 33 (5) 56 36 56 46

Torna su

Le Grand Théâtre

Le Grand ThéâtreIl Grand Théâtre è considerato uno degli edifici più belli d’Europa, uno dei più antichi teatri lirici in legno d'Europa,  situato in Place de la Comédie, nel centro di Bordeaux. Venne costruito durante il periodo economico più florido della città, secondo il progetto dell'architetto francese Victor Louis ed inaugurato nel 1780.  Di tutti gli edifici pubblici, il teatro è senza dubbio il più conosciuto e il più apprezzato e questo non solo per lo stile archittonico che racchiude ma anche per l'eccezionale acustica della struttura. Oggi è sede dell'Opéra national de Bordeaux, ospita la stagione lirica e le esibizioni dell'Opéra Ballet; ha anche ospitato i concerti sinfonici della Bordeaux Aquitaine National Orchestra. L'edificio sorge sul sito di un tempio antico del periodo gallo-romano e venne costruito in seguito alla distruzione di un precedente teatro comunale, posto vicino alla Grosse Cloche. L'architetto parigino Victor Louis ricevete l'incarico da … continua a leggere Le Grand Théâtre di Bordeaux.

2, place de la Comédie

(Cours de l'Intendance)

Bordeaux, 33000

Tel: +33 5 56 00 66 00

Torna su

Grosse Cloche

Grosse ClocheAnnidata tra gli edifici del centro storico, la Grosse Cloche è uno dei monumenti più famosi di Bordeaux, classificato come monumento storico con decreto del 12 luglio 1886. E' il campanile del vecchio municipio, o meglio, un residuo della cinta muraria che prende il nome dalla campana al suo interno (la Grosse Cloche per l'appunto) e che è anche raffigurata nello stemma della città. Si tratta in effetti di uno dei due ingressi medievali di Bordeaux, costruito nel Quattrocento sui resti della più antica Porte Saint-Éloy (detta anche Porta Saint James, perché permetteva il passaggio costante dei pellegrini diretti verso Santiago di Compostela, in Spagna), e che un tempo affiancava la chiesa di Saint-Éloi... continua a leggere la Grosse Cloche.

45 Rue Saint-James

33000 Bordeaux, Francia

Tel: +33 5 56 48 04 24

Torna su

Le Palais Rohan -  Hôtel de Ville

Grosse ClocheIl Palais Rohan è il Palazzo del Municipio di Bordeaux, l'Hôtel de Ville, costruito tra il 1771 e il 1784, in un bel stile neoclassico. É uno dei palazzi monumentali più importanti della città, per decorazioni e grandezza di struttura e per la collezione di opere d'arte conservata al suo interno, essendo infatti in parte adibito a Museo delle Belle Arti di Bordeaux. Prende il nome dall'arcivescovo Ferdinand Maximilien Mériadec de Rohan, che ne ordinò la costruzione nel 1772, all'architetto Joseph Etienne, e fu poi completato da  Richard-François Bonfin. Gli interni sono riccamente decorati: a farla da padrona è la  Grand Escalier d'Honneur, una scalinata in pietra, decantata come una delle più belle di tutta la Francia. Le camere sono invece decorate in stili differenti e si apprezzano in particolare per i dipinti in trompe-l'œil di Giovanni Antonio Berinzago... continua a leggere Le Palais Rohan -  Hôtel de Ville di Bordeaux.

Place Pey-Berland

Bordeaux, 33000

Tel: +33 5 56 00 66 00

Fax: +33 5 56 00 66 01

Torna su

Rue Sainte-Catherine

Rue Sainte-CatherineLunga un chilometro, questa bella e antica strada pedonale è la via dello shopping a Bordeaux. Prende il nome dalla cappella Sainte-Catherine, una delle più antiche di Bordeaux (costruita nel 1048 dai cavalieri dell'ordine di Malta) e si trova infatti lungo il corridoio del cammino di Santiago de Compostela (come si nota dall. La via si trova tra il Grand Théâtre e la Place de la Victoire, nel centro della città. Nello specifica, questa è una delle due strade che attraversano la città, tagliando il centro in un asse nord-sud. L'intera zona al completo ha origini fortemente commerciali, che ancora conserva tutt'oggi. Dal 1984 è diventata una strada completamente pedonale, e per questo viene spesso indicata come la via pedonale più lunga d'Europa (approssimativamente 1200 metri di lunghezza per 10 metri di larghezza)... continua a leggere Rue Sainte-Catherine.

(vicinanze Place de la Victoire o Place de la Comédie)

Bordeaux, 33000

Torna su

Place de la Bourse

Place de la BoursePlace de la Bourse è una delle più belle piazze di Francia e oggi parte del Patrimonio UNESCO, situata a ridosso della banchina affacciata sul fiume e circondata da palazzi settecenteschi in pietra dorata, progettati da Jacques Gabriel, architetto di corte di Luigi XV. Definita come una delle opere più esemplari dell'architettura neoclassica francese del XVIII secolo, è senza dubbio una delle piazze più fotografate della città. Una volta arrivati lungo il fiume Garonna, tra la banchina il Quai du Maréchal Lyautey e il Quai de la Douane, poco dopo Rue Saint Rémi o Rue Fernand Philippart, si noterà il lungo spazio aperto, un tempo appartenente alle mura medioevali, che circondavano Bordeaux, poi distrutte per far posto alla piazza odierna. Più volte ha cambiato nome, a seconda del periodo storico considerato: inizialmente Place Royale durante la monarchia assoluta, quindi Place de la Liberté a seguito della Rivoluzione francese, seguita da Place Impériale sotto l'iIpero napoleonico, nuovamente Place Royale durante la Restaurazione, e infine, dal 1848 Place de la Bourse... continua a leggere Place de la Bourse.

Place de la Bourse

(St-Rémi)

Bordeaux, 33000

Tel: +33 5 56 00 66 00

Fax: +33 5 56 00 66 01

Torna su

CAPC musée d'art contemporain

Le Grand ThéâtreQuello di Bordeaux è stato uno dei primi centri d'arte contemporanea della Francia. Situato in un antico deposito del XIX secolo, un edificio preindustriale di particolare interesse estetico, nel cuore del porto della città, ospita le maggiori correnti artistiche dell’arte mondiale dagli anni ’60 ad oggi, con oltre un migliaio di opere esposte, più una biblioteca e una caffetteria (Café du Musée) tra le più alla moda della città. L'edificio era un tempo un magazzino della Entrepôt Lainé, che si occupava di prodotti e spezie provenienti dalla colonie, e quindi ristrutturato dagli architetti Denis Valode, Jean Pistre e Andrée Putmann. Jean-Louis Froment nel 1974 aprì il centro con il nome di Centre d’Arts Plastiques Contemporains (CAPC). Tra le prime si contano quella di Claude Viallat  chiamata "Regarder Ailleurs" (1973) e quindi opere di Andy Warhol, Jim Dine e Christian Boltanski. Il writer americano Keith Haring ebbe occasione di esibire le sue opere nel 1985... continua a leggere CAPC musée d'art contemporain.

7, rue Ferrère

Bordeaux, 33000

Tel: +33 5 56 00 81 50

Fax: +33 5 56 44 12 07

Torna su

MUSBA - Musée des Beaux Arts

MUSBA - Musée des Beaux ArtsFondato nel 1801 dal pittore Pierre Lacour, il Museo delle Belle Arti di Bordeaux (MUSBA) è una delle più grandi gallerie d'arte della Francia fuori Parigi. Al suo interno sono presenti opere appartenenti a diversi periodi storici dell'arte occidentale, dal Rinascimento alla metà del XX secolo, tra cui dipinti fiamminghi, olandesi e italiani del XVII secolo. É inclusa l'ultima opera dipinta da  Rosa Bonheur (1822-99), artista locale a quel tempo nota per indossare i pantaloni durante i suoi lavori. Le collezioni sono ospitate in tre luoghi distinti: le Galleria Nord e Galleria Sud, che circondano i maestosi giardini del municipio di Bordeaux, uno dei più belli e conosciuti della città, e cioè le due ali del Palais Rohan (anche conosciuto come l'Hôtel de Ville) (vedi le informazioni nella pagina apposita), ai lati dell'elegante  Jardin de la Mairie, e poco più avanti in Place du Colonel Raynal, la  Galerie des Beaux-arts... continua a leggere MUSBA-Musée des Beaux Arts.

Jardin de la Mairie

20, cours d'Albret

Bordeaux, 33000

Tel: +33 5 56 10 20 56

Fax: +33 5 56 10 25 13

Torna su

Duna di Pilat

Duna di PilatLa duna di Pilat è la più alta duna di sabbia in Europa, nonchè famosa destinazione turistica della Francia, con quasi due milioni di visitatori all'anno (uno dei siti naturali più visitati della nazione, insieme a Mont-Saint-Michel). Si trova a circa 65 km dalla città di Bordeaux ed è circondata da un paesaggio naturale molto bello, tra foreste di pini e l'Oceano Atlantico. Lo scenario è a dir poco mozzafiato: un immenso muro di sabbia, imponente, alto un centinaio di metri, che lascia poco spazio all'immaginazione del vasto oceano che si presenta davanti una volta in cima. Circa 60.000.000 m³ di volume di sabbia, circa 500 metri di larghezza e quasi 3 km di lunghezza. L'altezza è attualmente di 110 metri sopra il livello del mare (questa varia nel tempo, tra i 100 e i 120 metri)... continua a leggere Duna di Pilat.

Route de Biscarrosse (RD 218)

33115 Pyla-sur-Mer

Bordeaux Francia

Torna su

 

Cité du Vin Bordeuax

Cité du Vin BordeuaxSi dice Bordeaux e si pensa subito al vino. E da queste parti è straordinariamente famoso, non solo per i suoi 110mila ettari di vigneti e 65 denominazioni. Prima ancora di addentrarsi lungo la Dordogna e la Gironda, tra vigneti e castelli, tra la campagna baciata dal sole e atmosfere d'altri tempi, consigliamo di soffermarsi proprio in città, lungo il Quai de Bacalan, e scoprire cosa ospita al suo interno l'edificio avveniristico in vetro ed alluminio che da qualche anno caratterizza questo tratto di fiume urbano: la Cité du Vin. Il fiume Garonna gioca un ruolo fondamentale nella storia del vino di Bordeaux. Il facile accesso alle rotte commerciali dell'Oceano Atlantico ha promosso la produzione all'estero e il lungo fiume non poteva non essere oggi nuovamente al centro della cultura del vino boudelaise... continua a leggere Cité du vin Bordeaux.

134 Quai de Bacalan

+33 5 56 16 20 20

33300 Bordeaux, France

Torna su

Aquarium musée d'Arcachon

Aquarium musée d'ArcachonSpettacolare museo acquatico dove si ammira da una parte l’aspetto paleontologico, zoologico e archeologico della vita e del territorio marino, dall’altra un vero e proprio acquario di creature marine. L'acquario è gestito dal Laboratorio di Oceanografia Biologia del Centro di Oceanografia e Biologia Marina dell'Università di Bordeaux I, tradizionalmente è chiamato 'stazione di biologia marina di Arcachon' ed è uno dei più antichi acquari al mondo essendo stato inaugurato nel 1867. Si trova situato fuori dal centro urbano di Bordeaux, a circa 60 km di distanza, nella località che le dà il nome (Arcachon), nell'omonimo bacino di Arcachon, che si caratterizza per una tipica piana di marea (cioè con sommersione ed esposizione ciclica di parte del territorio), per la duna più alta d'Europa e per la bella Isola degli Uccelli... continua a leggere Aquarium musée d'Arcachon.

2, rue du Professeur-Jolyet

Arcachon, 33120

Tel: +33 5 56 83 33 32

Fax: +33 5 56 83 51 04

Torna su

Croiseur Colbert

Croiseur ColbertNave da guerra un tempo ormeggiata lungo la riva del fiume di Bordeaux, in servizio alla Marina militare francese dal 1953, anno di costruzione, e fino al 1991. L'incrociatore antiaereo, successivamente trasformato in un incrociatore missilistico della Marina francese era intitolata a Jean-Baptiste Colbert (la precedente con lo stesso nome venne affondata a Tolone durante la Seconda guerra mondiale). La nave ha prestato servizio dal 1956 al 1991, per poi venire trasformata in nave museo nel 1993. Venne progettata come una nave molto potente, serie Grasse (C611). Come museo ha intrattenuto folle di visitatori fino al 2007 quando venne poi dismessa. Sfortunatamente, nonostante diverse azioni volte al suo mantenimento, lo Stato francese (che possedeva la nave) si rifiutò di pagare le spese del suo mantenimento, condannando la nave alla demolizione (nonostante nel 2004 è stata la nave museo più visitata della Francia e l'attrazione storica più visitata della città).

Quai des Chartrons

Bordeaux, 33000

Torna su

 

Museo del vino e del commercio di Bordeaux

Museo del vino e del commercio di BordeauxL'antica sede del Museo dedicato al vino di Bordeaux (Musée du Vin et du Négoce Bordeaux) è ospitata in un palazzo del XVIII secolo nel quartiere di Chatrons. Inaugurato nel 2009, nel cuore del centro storico cittadino, presenta al suo interno cantine antiche del Settecento, semi-sotterranee e con in esposizione una collezione permanente di pezzi unici provenienti dal passato ma anche dalla più recente storia del vino. L'interesse si concentra in particolare alla storia del commercio del vino di Bordeaux, dal medioevo ai giorni nostri, tra il lavoro delle produzioni passate e fino alla nuova esposizione multimediale della vicina Cité du vin di Bordeaux (vedi sezione a parte). Vengono inoltre spiegate le fasi che portano alla produzione e commercializzazione del vino, dalla proprietà dei vigneti, alla intermediazione e alla realizzazione delle stesse vendita, con le testimonianze documentate delle dinastie di mercanti che un tempo abitavano la regione (la loro storia sin dal Seicento e fino al Novecento). Vengono inoltre spiegate le varie classificazioni usate nella produzione e nella commercializzazione dei vini, i metodi usati nell'invecchiamento e il ruolo giocato dal porto di Bordeaux nella esportazione del vino. Per chi si appresta ad una carriera nel campo dell'enologia (e non solo), questo è di sicuro un luogo da non perdere. Varie le mostre temporanee allestite durante l'anno.

41, rue Borie

Bordeaux, 33000

Tel: +33 5 56 90 1913

Torna su

Musée d'Aquitaine

Musée d'AquitaineIl museo di Aquitania racconta la storia, l'archeologia e l'etnografia della regione d'Aquitania, ripercorrendo nel frattempo il cammino di Bordeaux dalla preistoria ai giorni nostri. É situato nel centro della città, vicino alla Torre Pey-Berland e alla Cattedrale di Sant'Andrea, e raggruppa amministrativamente il Centro Jean Moulin di Bordeaux e il Museo Goupil, di cui conserva la collezione. Al suo interno il visitatore si appresta alla conoscenza di personaggi come Eleonora di Aquitania e il filosofo Montaigne,o Edoardo di Woodstock, Principe di Galles e meglio noto come Principe Nero. Come museo nasce nel 1960 da un museo che cambierà funzione raggruppando le collezioni di altri musei, tra cui quello etnografico e quello della preistoria. Nel 1987 l'edificio dove è attualmente ospitato era sede della facoltà d'arte e umanistica dell'Università di Bordeaux, mentre nello stesso periodo il museo era invece situato nelle sale dell'ala nord del Museo delle belle arti. La collezione comprende più di 70.000 pezzi, di cui 5.000 opere d'arte provenienti dall'Africa e dall'Oceania, tra cui anche quelle legate al commercio e alla storia del porto di Bordeaux.

20, cours Pasteur

Bordeaux, 33000

Tel: +33 5 56 01 51 00

Fax: +33 5 56 44 24 36

Torna su

Musée des arts et métiers de la vigne et du vin

Musée des arts et métiers de la vigne et du vinMuseo tra i più interessanti della regione, situato a circa 37 km a nord di Bordeaux. Moulis-en-Médoc è un comune francese della zona vinicola del Médoc. Il comune produce vino pregiato che beneficia dell'appellativo di Moulis, una delle sei denominazioni dei vigneti di Haut-Médoc. Al suo interno si possono conoscere documenti relativi allo sviluppo economico della regione di Bordeaux, sin dalle sue origini. Lo spazio espositivo è ospitato nelle vecchie cantine di Moulis, costruite nel 1871. Visite guidate aiutano a scoprire l’arte della produzione del vino e la sua conservazione, con la possibilità di assaggiare i freschi aromi del vino nuovo o di quello invecchiato. Non solo dà un'idea di cosa signfica lavorare in una vigna, tempo addietro o ai giorni nostri, ma spiega anche la relazione tra la vite e il vino che ne nasce. Viene inoltre offerta la possibilità di apprendere l’arte del lavoro nelle vigne e gli elementi principali di studio del vino.

Grand Poujeaux

Moulis en Médoc, 33480

Tel: +33 5 56 58 01 23

Fax: +33 5 56 58 00 88

Torna su

La Maison de l'Eau

Musée des arts et métiers de la vigne et du vinEdificio unico nel suo genere in Francia, è infatti dedicato semplicemente all'acqua. E questo è il tema principale delle opere d’arte in mostra nelle gallerie del museo, con dipinti, rappresentazioni meccaniche sulla formazione delle acque urbane, e del suo ciclo d’impiego naturale. Sicuramente un importante museo educativo del bene più importante del nostro pianeta. Il centro si pone l'obiettivo di sviluppare comportamenti ecologici e pro-ambiente nei cittadini attraverso la sensibilizzazione al grande pubblico. Troviamo per questo un gruppo di animatori pronti ad offrire un piano informativo di supporto non solo al semplice visitatore curioso ma anche per esempio al servizio pubblico, agli insegnanti e in generale all'utenza che voglia cogliere le sfide odierne per lo sviluppo di un ambiente sostenibile. A beneficiarne ogni anno un numero crescente di persone, con i  numeri che parlano di più di 25mila di partecipanti. Il tour al museo si articola attorno a tematiche conosciute, come il ciclo domestico dell'uso dell'acqua, quello del controllo dei consumi e della biodiversità, tramite un percorso interattivo, che vanno ad includere ad ogni visita per esempio anche attività di laboratorio sperimentale. 

35, cours Georges-Clémenceau

Bordeaux, 33000

Tel: +33 5 56 48 38 40

Torna su

Museo di storia naturale di Bordeaux - Musée d'Histoire Naturelle

Musée des arts et métiers de la vigne et du vinAperto nel 1879, il museo di storia naturale di Bordeaux è rinomato per essere uno dei più antichi di tutta la Francia. Con oltre un milione di esemplari in mostra, viene indicato anche come uno dei più importanti della nazione. Al momento è chiuso per lavori di ristrutturazione e la sua riapertura è prevista alla fine del 2018, nonostante la sua attività continui tra le scuole e le partecipazioni di tipo educativo. attività. Il programma "Le Muséum chez vous" per esempio offre alle scuole, ai centri ricreativi e alle biblioteche l'opportunità di visitare una selezione di campioni provenienti dalle collezioni, questo anche per permettere al museo stesso di continuare l'attività di ricerca nell'ambito del nuovo percorso museale del futuro, non ultimi e data la storica architettura originaria dell'edificio, anche in termini di accessibilità e sicurezza interna.

Hôtel de Lisleferme

5, place Bardineau

Bordeaux, 33000

Tel: +33 5 56 48 29 86

Fax: +33 5 56 01 28 59

Torna su

 

Cimetière de la Chartreuse di Bordeaux

Musée des arts et métiers de la vigne et du vinIl cimitero della Certosa (Chartreuse in francese) è il cimitero monumentale più antico e più grande di Bordeaux e parte del patrimonio UNESCO della città. Fondato nel 1791, si trova nel centro storico della città, sul sito di un ex convento certosino del XII secolo e di cui oggi rimane solo il portale d'ingresso. Stendhal lo definì un "cimitero magnifico" ed è spesso indicato come risposta al cimitero parigino di Père Lachaise. Ospita le salme di celebri personaggi storici come Charles Delacroix (padre dell'artista Eugene Delacroix), Lacour, Flora Tristan (scrittrice socialista e femminista francese del XIX secolo), e la nonna di Gauguin; il pittore Francisco Goya, non è sepolto in questo cimitero – le sue spoglia, che come noto sono avvolte nel mistero (lo scheletro fu ritrovato privo del cranio), furono traslate da Bordeaux alla Spagna nel 1900 e oggi sono  conservate nella chiesa di San Antonio de la Florida di Madrid mentre nel cimitero francese è presente solo un memoriale.

180, rue Georges-Bonnac

Bordeaux, 33000

Torna su

Musée du Cheval - Museo del cavallo castello Lanessan

Musée du Cheval - Museo del cavallo castello LanessanPer gli amanti della vita equestre questo è sicuramente un museo da non perdere. Ospitato in un contesto paesaggistico ed architettonico molto bello, tipico della regione. L'edificio (il Château Lanessan) fu costruito nel 1878 da André Delbos in stile Neotudoriano e le sue cantine costruite nel tradizionale stile Médoc; si affaccia su un parco di 8 ettari dove si ha la possibilità di effettuare lunghe passeggiate. Il castello è abitato dalla famiglia Bouteiller, che si occupa dei vigneti di quello che viene definito come uno tra i paesaggi francesi più belli. Durante la visita alle scuderie, tra carrozze Belle-Époque perfettamente conservate e la bella collezione di selle, si avrà anche modo di assaggiare un bicchiere di Cabernet Sauvignon di Lanessan, per poi rilassarsi con piacere nell'incantevole giardino in stile inglese dell'Ottocento.

Cussac-Fort-Médoc, 33460

Bordeuax, Francia

Tel: +33 5 56 58 93 10

Fuori città: a 30 km da Bordeaux

 

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa pagina ti è piaciuta e ti è stata utile a trovare qualche informazioni interessante e a farti risparmiare un po' di tempo, offrici un caffè (ma non ci offendiamo se ce ne offri due), così ci aiuterai a scrivere la prossima guida:  Paypal

 

Torna su

Ostelli Boudeaux   Ostelli Francia   Hotel Bordeaux

Carte de  Bordeaux      Karte Von Bordeaux     Mapa Burdeos    Map of Bordeaux

Carte de France  Karte von Frankreich      Mapa Francia     Map of France

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal