Università di Aquisgrana

Advertisement

Sei qui: Università in Germania >

Università di Aquisgrana

 

La città di Aquisgrana (Aachen in tedesco),  si trova nella regione centro-occidentale della Germania, in prossimità del confine con Belgio ed Olanda. Una localizzazione strategica, caratterizzata da grandi scambi commerciali e culturali.  In una situazione tanto stimolante non poteva che nascere una grande università, , infatti l'Università di Aquisgrana è uno dei politecnici più importanti in Germania e in tutta Europa: il "Rheinisch-Westfälische Technische Hochschule", comunemente abbreviato in "RWTH" o "RWTH Aachen University".

Advertisement

Università di AquisgranaLa cerimonia per la posa della prima pietra si tenne il 15 maggio del 1865. E l’apertura ufficiale del politecnico data 10 ottobre 1870. Quel giorno segnò l’inizio di un’avventura didattica, scientifica e culturale di rara ricchezza, anche nell’ambito del variegato e complesso patrimonio universitario europeo.

Un’avventura che, inevitabilmente, è stata fortemente influenzata dai grandi eventi della storia, dallo sviluppo e il declino del regno di Prussia, e dal controverso e doloroso periodo nazionalsocialista, con le sue ristrettezze culturali e il dramma della guerra.

Una seconda nascita di questa università la si può far risalire agli anni ’60. In questo periodo la superficie occupata dagli edifici del politecnico si allargò fino a coprire 88.000 mq, quasi il triplo di quelli coperti prima della seconda guerra mondiale. E, grazie alle proteste del ’68 e del ’77, crebbe l’influenza degli studenti e dei loro rappresentanti all’interno delle istituzioni universitarie.

Dal dopoguerra fino ai giorni nostri l’RWTH ha, inoltre, avuto un’evoluzione dal punto di vista didattico, affiancando alle facoltà tipicamente tecniche altre scientifiche fondamentali come la medicina e l’economia, o umanistiche come la filosofia. Questo ha contribuito ad aumentare gli iscritti e a cambiare la fisionomia dello studente tipo, con la crescita esponenziale della presenza femminile. Attualmente le studentesse iscritte al politecnico di Aquisgrana rappresentano un terzo della popolazione studentesca. Una percentuale impensabile anche solo quindici anni fa. E l’attenzione dell’università perché le donne non vengano discriminate rispetto ai colleghi di sesso opposto è tale da aver portato all’istituzione di uffici appositamente dedicati alla questione, come l’Equal Opportunities Office.

Attualmente sono presenti nove facoltà all’interno dell’RWTH:

  • Matematica, informatica e scienze naturali

  • Architettura

  • Ingegneria civile

  • Ingegneria meccanica

  • Georisorse ed ingegneria dei materiali

  • Ingegneria elettronica

  • Lettere e filosofia

  • Economia e commercio

  • Medicina

Tra queste quella che presenta il maggior numero di iscritti è l’ingegneria meccanica, con il 23,6% degli studenti. Questa facoltà è riconosciuta e apprezzata a livello mondiale sia dal punto di vista didattico sia da quello della ricerca. Basti pensare che quest’anno (2013) si è classificata diciassettesima nel World University Rankings.

Inoltre, l’RWTH nella sua interezza occupa sempre uno dei primi posti nelle classifiche di qualità tra le università tedesche.

Forte della propria reputazione e dell’abilità nelle pubbliche relazioni il politecnico di Aachen mantiene uno stretto rapporto con molte industrie, il che facilita la collocazione degli studenti dopo la laurea e i finanziamenti per la ricerca. Basti pensare che è l’università tedesca che riceve più sovvenzioni da privati.

L’ RWTH si trova nella regione tedesca della Renania-settentrionale-Westfalia. Regione dove, a partire dal semestre estivo del 2004, le università hanno come tetto massimo di tasse da richiedere ad ogni studente l’esigua somma di 500 euro.

Studiare in un istituto di questo tipo è un’esperienza in grado di arricchire qualsiasi curriculum. Inoltre, poter godere di una didattica ad alto livello ma a basso costo rappresenta un’opportunità da non lasciarsi scappare.

Ma, una volta deciso di lanciarsi in questa avventura e trascorrere un periodo di studi ad Aachen, dopo aver contattato l’università ed essersi informati sulle questioni prettamente burocratiche, come bisogna muoversi per trovare alloggio?

Il politecnico non possiede un vero e proprio Campus, ma diverse strutture sono presenti in varie zone della città. Esistono comunque due aeree dove si concentra il maggior numero di edifici universitari e dove è previsto un ulteriore sviluppo: il centro e il quartiere Melaten.

Di conseguenza, sarebbe consigliabile cercare e trovare alloggio proprio in quelle zone.

Sarebbe perché in realtà ci sono due fattori importanti di cui tenere conto. Prima di tutto Aquisgrana è una cittadina relativamente piccola quindi, in qualunque zona si abiti, non risulta difficile raggiungerne un’altra anche non così prossima. In secondo luogo trovare alloggio in un centro urbano di tali ridotte dimensioni non è cosa facile, quindi sarebbe meglio prepararsi ad applicare una certa elasticità. In definitiva: gli alloggi non sono molti e una certa parte di questi non è neanche molto economica, quindi la zona in cui cercarli diventa una questione secondaria.

Per trovare alloggio esistono due alternative. Si può ricorrere allo Studentenwerk, ente deputato a fornire servizi agli studenti universitari. Questo garantisce per una serie di studentati pubblici, tutti elencati nell’apposito sito ( http://www.studentenwerk-aachen.de/wohnen/ ). In questi studentenwohnheim (case dello studente) è possibile affittare stanze e appartamenti in condivisione a partire da soli 160 euro mensili. Ma è necessario pensarci con largo anticipo: sono disponibili 4.352 posti letto a fronte di una richiesta di 36000 studenti.

In alternativa si può cercare un appartamento in condivisione, comunemente detto WG (Wohngemeinschaft). Questa soluzione ha indubbi vantaggi, sia dal punto di vista economico sia sociale. Infatti, dividendo un appartamento con altre persone si abbattono i costi, e se anche non si arriva alle cifre esigue richieste dagli studentati, comunque l’affitto mensile e le spese risultano essere più abbordabili. Inoltre, vivere con altre persone, magari di nazionalità diversa o del luogo, stimola maggiormente la vita sociale, l’apertura mentale, e dà un’idea più veritiera della vita reale ad Aachen, fuori dal luogo protetto ma limitante e limitato di uno studentato. Insomma: volete conoscere quali sono i veri usi e costumi tedeschi? Scegliete un appartamento condiviso!

E come si fa a trovarlo? Ecco il lato negativo della faccenda: è praticamente impossibile trovare posto in una WG se non ci si trova già ad Aachen. Gli annunci più economici ed appetibili sono esposti nelle bacheche universitarie e sui giornali locali, inoltre i coinquilini o il proprietario dell’appartamento pretendono di vedere l’interessato, di fare un colloquio con quest’ultimo, di incontrarlo prima della stipula di qualsiasi contratto in modo da evidenziare affinità o, al contrario, incompatibilità. Comunque, se ci si vuole organizzare ancora prima della partenza, è consigliabile dare un’occhiata ai siti specializzati come: http://www.wg-gesucht.de/ ,http://www.studenten-wg.de/ , http://www.campuslife.de/ .

La soluzione più pratica che vi possiamo consigliare consiste nel far richiesta di una stanza allo Studentenwerk, e poi cercare un appartamento condiviso una volta giunti in loco.

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

 

Torna su

Ostelli Acquisgrana   Ostelli Germania   Hotel Aquisgrana   Hotel Germania

Carte d'Allemagne    Karte von Deutschland   Mapa  Alemania  Map of Germany

Carte Aachen     Karte von Aachen   Mapa Aachen   Map of Aachen

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal