Università di Dresda

Informagiovani Italia

🌎 Viaggiare in Europa

🛵 Viaggiare in Italia

Articoli  Informagiovani

💁 Visite guidate in Italiano

🏠  Ostelli a Dresda  

🏠  Ostelli in Germania  

🏠 Hotel a Dresda 

🏠 Hotel in Germania  

Forum Informagiovani

Informazioni sulla Germania

Mappa di Dresda

Mappa della Germania

Hostels Dresden

Hostales Dresden

Auberges de Jeunesse Dresden

Jugendherberge Dresden

Hostels Germany

 Auberge de Jeunesse Allemagne

Jugendherberge Deutschland

Hostales en  Alemania

 

Università di Dresda

 

Dresda è il maggior centro della Sassonia, oltre che una delle più importanti mete turistiche di tutta la Germania. In questa città ha sede uno degli atenei più all’avanguardia d’Europa: il politecnico di Dresda. Questa università è la più grande della Sassonia e tra le prime dieci in Germania. Può vantare un corpo studenti formato da più di 36.000 unità e una storia lunga quasi 200 anni.

La " Scuola Tecnica della Sassonia" venne, infatti, fondata nel 1828. La sua funzione era quella di educare lavoratori specializzati circa materie quali la meccanica, l’ingegneria e l’edilizia navale. Nel 1871, con la fondazione dell’Impero tedesco, il nome dell’istituto venne modificato in Politecnico Reale della Sassonia ( Königlich-Sächsisches Polytechnikum), e l’insegnamento si allargò alla storia e le lingue straniere. Fino a coprire in pochi anni un ampio ventaglio di discipline tecniche, scientifiche e umanistiche.

Bisognerà però aspettare fino al 1961 perché l’ateneo acquisti il nome attuale: Technische Universität Dresden (TUD). E gli anni successivi all’unificazione perché integri diversi istituti superiori e post liceali situati nelle vicinanze. Tra i laureati di questo politecnico il più famoso di tutti è sicuramente Kofi Annan, ex segretario generale delle Nazioni Unite. Egli ha ricevuto il dottorato onorario il 27 aprile del 1999, in virtù

delle sue conoscenze in campo economico, della sua riorganizzazione dell’ONU e, soprattutto, della creazione di strutture atte a rispondere prontamente alle necessità di profughi e popolazioni in difficoltà.

La TUD è organizzata in 14 facoltà, tutte situate nel campus a sud del centro, tranne medicina che si trova vicino all’ Elba nella parte orientale della città.

La facoltà d’ingegneria meccanica, con i suoi 5731 studenti, è la più grande dell’ateneo. A questa seguono matematica e scienze naturali, lingue letteratura e cultura, filosofia, economia, scienze dell’educazione, medicina, scienze dello sviluppo, scienze informatiche, ingegneria elettronica, scienza del trasporto e del traffico (unica nel suo genere in Germania), architettura, giurisprudenza, ingegneria civile.

La reputazione migliore in campo nazionale e internazionale la possono vantare gli studi di ingegneria elettronica, scienze informatiche, foto ottica e scienza del traffico.

Il politecnico di Dresda ha stretto numerosi patti di collaborazione con società e industrie. Ciò gli permette di usufruire di generosi finanziamenti nella ricerca, sviluppatasi soprattutto nei campi della microelettronica, scienze dei trasporti e biotecnologia.

Tra le varie società, meritano di essere ricordate la Max Planck, specializzata in bioingegneria molecolare, e il network della Silicon Saxony, la più grande concentrazione europea d’industrie specializzate in microelettronica.

Il politecnico di Dresda è una delle prime università in Germania ad aver aperto una succursale ad Hanoi in Vietnam, dov’è possibile conseguire un Master in meccatronica, la scienza che si occupa di far interagire la meccanica, l'elettronica, e l'informatica, al fine di automatizzare i sistemi di produzione semplificando il lavoro umano.

L’ateneo centrale mantiene stretti legami con diverse università sparse in giro per il mondo, come la Boston University, la Georgetown University, l’Harvard Medical School, e la Tongji University.

Il cuore degli edifici che costituisce il politecnico di Dresda ha più di un secolo, e la sua architettura è fortemente influenzata dall’Art Nouveau. Negli ultimi anni sono stati aggiunti anche molte strutture di moderna concezione, dove è stata allocata, tra le altre cose, la biblioteca centrale.

L’insieme delle costruzioni più antiche e di quelle più recenti può essere suddiviso in tre parti: il Campus principale, la parte dedicata alla facoltà di medicina, e quella alle scienze informatiche.

Tra questi palazzi si muovono studenti provenienti da tutta la Germania, di cui il 59% dalla Sassonia, ma anche dall’estero (il 9,8% del totale corpo studentesco). Sono, infatti, iscritti all’ateneo quasi 3500 stranieri, provenienti dall’Europa, dall’Asia e, in piccolo numero anche dalle Americhe.

Il gruppo più numeroso è rappresentato dai cinesi.

Le informazioni finora riportate vi hanno convinto? Volete trascorrere un semestre, o più, presso il politecnico di Dresda? Bene! Ecco cosa vi consigliamo di fare.

Dopo aver contattato l’ateneo vi sarà utile visitare il sito web degli studentati cittadini ( http://www.studentenwerk-dresden.de/english/wohnen/wohnheimkatalog/), dove si trova l’elenco dettagliato di tutte le residenze studentesche con indirizzi, disponibilità di alloggi e costi. Inoltre è possibile compilare un modulo online di richiesta per una stanza.

Nel caso non amiate l’idea di abitare in uno studentato, potete cercare un monolocale o una camera in un appartamento condiviso. Questo tipo di ricerca è, però, molto più facile da fare in loco. Per questo motivo vi consigliamo di chiedere alloggio alla Internationales Gästehaus (www.studentenwerk-dresden.de/wohnen/gaestehaus.html), che fornisce ospitalità agli studenti per brevi intervalli di tempo, che possono andare da 1 notte a 4 mesi. Potendo godere di un tetto per un lasso di tempo ragionevole, sarete in grado di cercare una sistemazione più stabile con calma e tranquillità.

Risolto il problema della casa, per facilitare il vostro inserimento nel tessuto cittadino e studentesco, vi consigliamo di dare un’occhiata al sito dell’ufficio internazionale (http://tu-dresden.de/internationales), dove sono indicate tutte le iniziative culturali o meno, dedicate agli studenti stranieri.

Questo ateneo è molto aperto e disponibile nei confronti degli studenti che arrivano da oltreconfine. Non è un caso, infatti, che l’istituto organizzi molte attività, anche extracurriculari, atte a facilitare l’inserimento e la socializzazione degli stranieri. Un esempio tra tutti è il Link Partner Program, grazie al quale viene abbinato uno studente tedesco con uno straniero. Ciò permette a quest’ultimo di avere un vero e proprio punto di riferimento, per dirimere le prime difficoltà di carattere burocratico e accelerare l’inserimento.

Il Campus offre, comunque, grandi opportunità per tutti gli studenti, stranieri o meno che siano.

Caffetterie, ristoranti, e la possibilità di praticare vari sport a ottimi livelli. Inoltre, esistono 4 club ufficiali che danno vita a quattro attività diverse: teatro, tradizione e folclore locale, coro e orchestra.

Gli studenti sono privilegiati anche per quanto riguarda gli spostamenti. Infatti, tutti gli iscritti al Politecnico viaggiano gratuitamente sui trasporti pubblici della Sassonia, che comprendono: tram, autobus, metro, funicolare, e treni regionali (Attenzione! Sono rigorosamente esclusi Eurostar e Intercity). La città è ben collegata, ed è possibile muoversi sia di giorno sia di notte.

Per quanto riguarda il divertimento a disposizione dei giovani, Dresda è molto vivace, sia nella zona vecchia che in quella nuova. Soprattutto nella Neustadt sono presenti i locali più interessanti per trascorrere una bella serata tra amici, come i noti " Shisha bar", dove è possibile fumare i narghilè, e i numerosi club con i più diversi tipi di musica. Ma anche la Altstadt offre luoghi piacevoli, l’importante è scegliere il giorno giusto: il martedì allo Studentenclub " Countdown" si organizzano feste etniche, il giovedì si può andare a ballare al Musik Park, e il venerdì al Kraftwerk.

Inoltre, se si vuole passare un week end diverso, la città gode di un’ottima posizione che facilita gli spostamenti verso mete interessanti come Berlino, Praga e la Polonia.

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

 

Se questa pagina ti è piaciuta e ti è stata utile a trovare qualche informazione interessante e a farti risparmiare un po' di tempo, offrici un caffè (ma non ci offendiamo se ci offri una pizza :) ), così ci aiuterai ad andare avanti per quanto possiamo e a scrivere e offrire la prossima guida gratuitamente.:  Paypal

 

Torna su

Ostelli a Dresda    OSTELLI Germania

Carte d'Allemagne   Karte von Deutschland   Mapa  Alemania   Map of Germany

Carte Dresden Karte von Dresden Mapa Dresden Map of Dresden