COSA FARE:OTTENERE RICONOSCIMENTO TITOLI

 

Informagiovani Italia

Mestieri e Professioni

  Idee imprenditoriali

Mettersi in Proprio

Imprenditoria femminile

Il primo lavoro

Un buon colloquio di lavoro

  Il lavoro a progetto

Forfettone

Regimi contabili

Contratti atipici

  Redigere un curriculum

Europass Curriculum Vitae

Curriculum in Inglese

Curriculum in Francese

Curriculum in Spagnolo

Curriculum in Tedesco

🛵 Viaggiare in Italia

🌎 Viaggiare in Europa

Forum Informagiovani

 

COSA OCCORRE FARE PER OTTENERE IL RICONOSCIMENTO DELLE QUALIFICHE E DELL'ESPERIENZA IN UN ALTRO PAESE DELL'UNIONE EUROPEA

Il diritto comunitario mira a garantire che le qualifiche e l'esperienza pratica acquisite in un Paese siano ugualmente valide in tutta l'Unione Europea.

Per le professioni "non regolamentate" (per le quali non è necessaria una qualifica specifica) è possibile l'esercizio della professione in qualsiasi Paese dell'UE senza ulteriori requisiti.
Per le professioni "regolamentate" (per le quali è necessaria una qualifica) occorre distinguere tra professioni in cui la domanda di riconoscimento del diploma è obbligatoria (insegnanti, avvocati o ingegneri, ad esempio), e professioni in cui, generalmente, i diplomi sono riconosciuti automaticamente (medici, infermieri, odontoiatri, ecc.).
Nel caso delle professioni in cui la domanda per il riconoscimento delle qualifiche è obbligatoria, le autorità devono rispondere entro e non oltre quattro mesi.

Per ridurre al minimo possibili ritardi, la domanda di riconoscimento può essere inoltrata prima di fare domanda per uno specifico lavoro.

Non dimenticate di accludere tutta la documentazione necessaria, richiesta dalle autorità nazionali.

La domanda va generalmente presentata a un'amministrazione pubblica, ad esempio, il ministero competente (l'ufficio esatto dipende dalla professione che si intende esercitare). Si può ottenere l'elenco delle amministrazioni pubbliche competenti presso uno dei punti di contatto nazionale.

Nel caso delle professioni riconosciute automaticamente, occorre tener presente la possibilità di dover espletare formalità puramente amministrative (come la registrazione presso un ente o un'associazione professionale).
Alcuni Paesi dell'UE possono richiedere qualifiche particolari per le attività di parrucchiere, muratore, agente e intermediario assicurativo o commerciante. In tal caso, va solo provato l'esercizio della professione come lavoratore indipendente per un periodo la cui durata è stata precisata dall'UE (di solito, cinque o sei anni, a seconda della professione).