Au Pair a Dublino - Lavorare alla pari a Dublino

Advertisement

Au Pair a Dublino - Lavorare alla pari a Dublino

 

I vantaggi di fare una esperienza come au pair a Dublino sono molti. Primo fra tutti la possibilità di imparare l’inglese in maniera diretta, da persone madrelingua, ma anche la possibilità di entrare a far parte per un certo periodo della vera vita di una famiglia straniera, con le sue abitudini e le convenzioni. Stare con i bambini accelera molto l'apprendimento e ovviamente si risparmia su vitto e alloggio.

Advertisement

E' previsto anche un piccolo rimborso ogni mese (o settimanale dipende dagli accordi) e ci sono doveri e diritti reciproci da rispettare. IMPORTANTE: il tempo di permanenza richiesto è solitamente 6 mesi, talvolta 3 mesi in estate. L'età richiesta è dai 20 ai 35 anni.

 

Argomenti trattati in questo articolo:

 

1) Condizioni richieste per fare la au pair

2) L'au pair nella famiglia, quale ruolo?

3) Come trovare un lavoro come au pair in Irlanda?

4) Da dove iniziare?

5) Domande che ti potresti porre

(tipo: che età dei bambini dovrei scegliere, quale sarà il mio rapporto con i genitori, quali faccende farò, quanto tempo libero avrò ecc.).

 

La ragazza alla pari è di solito una giovane che ha dai 20 ai 30/35 anni. Si deve avere una conoscenza intermedia dell'inglese (diciamo sufficiente a gestire una possibile situazione di emergenza con i bambini), avere la capacità di relazionarsi bene con i bambini e essere adattabile e motivata. Di solito le au pair frequentano un corso di lingua inglese un paio di volte alla settimana. Questo velocizza l'apprendimento della lingua inglese e permette di fare facilmente amicizia con altre ragazzi e ragazze. Un esperienza di lavoro alla pari fa maturare a livello umano, insegna un maggior senso di responsabilità poiché ci si trova ad accudire i bambini, aiutarli, accompagnarli e dare una mano nella gestione della casa. In alcuni casi si deve avere obbligatoriamente esperienza pregressa con i bambini e si deve presentare una lettera di referenza della famiglia presso cui si è state.

Condizioni richieste per lavorare alla pari

Per lavorare alla pari in Irlanda non hai bisogno di alcun requisito speciale, l'età richiesta è dai 20 ai 30/35 anni, non fumatrice solitamente. Si deve possibilmente avere un livello di conoscenza dell'inglese intermedio (nei test che si fanno per verificare equivale al livello B1, chiedeteci). Condizione primaria per fare un'esperienza alla pari è che si ami sinceramente stare con i bambini. Si deve ovviamente essere persone serie e responsabili e avere pazienza all'inizio quando tutto è nuovo e c'è un po' di imbarazzo.

 

Inserirsi all'interno di una famiglia irlandese ti permetterà di apprendere la lingua in un ambiente protetto e impararla con i bambini è ancora meglio, anche perché con loro non ci si vergogna a sbagliare ed è più facile buttarsi. Leggi anche Corsi inglese a Dublino. Detto questo essere una/un au pair è gratificante ma ovviamente può essere anche duro dal punto di vista emotivo.

 

Non si deve essere delle nanny professioniste, e non si devono possedere attestati o aver frequentato corsi specifici, ad esempio sulla sicurezza dei bambini. ?importante avere, e dimostrare di avere, esperienza con i bambini, nelle relazionarsi con loro in particolare. Il tempo minimo di soggiorno sono 3 mesi in estate ma solitamente se ne richiedono di più, proprio perché ci vuole un certo tempo per integrarsi bene nella famiglia. Generalmente viene richiesta disponibilità tra i 6 mesi e un anno. La patente di guida è inoltre molto richiesta da famiglie che vivono fuori città ma non è sempre indispensabile.

 

L'au pair deve essere trattata come parte integrante della famiglia

 

La famiglia ospitante deve garantire vitto e alloggio gratuiti (l'au pair ha diritto a una stanza propria). I costi del viaggio sono a carico della ragazza alla pari, anche se può accadere che qualche famiglia offra il viaggio. Le ore di lavoro richieste sono 30/35 e la famiglia può chiedere 1/2 sere di babysitting alla settimana. L'au pair ha diritto a usare internet presso la famiglia ospitante. Le mansioni che svolge sono principalmente accudire i bambini e svolgere piccole faccende domestiche (pulire la stanza dei bimbi, fargli la lavatrice, stendere i panni dei bimbi, fare la spesa e cucinare per i bambini, svuotare la lavastoviglie, passare l'aspirapolvere ecc.). La paghetta settimanale in Irlanda è sempre riconosciuta e viene stabilita in accordo con la famiglia, prima della partenza (così come le mansioni che devono essere stabilite prima e regolate in un contrattino con la famiglia ospitante).

 

Le ragazze italiane sono molto richieste in quanto ci sono bambini che imparano l’italiano a scuola ed avere una ragazza italiana in casa è per loro un vantaggio. Vediamo insieme come trovare una famiglia ospitante e fare la ragazza alla pari a Dublino.

Torna su

Come si fa a trovare un lavoro come au pair in Irlanda?

Il lavoro come au pair si trova attraverso il passaparola, perché qualcuno ha già fatto un lavoro alla pari a Dublino e decide di aiutare un altro o più spesso grazie al web. Per una esperienza così importante, vale la pena impiegare un po' di tempo (e un po' di soldi) per partire tranquille e sicure. Essere assistiti durante la ricerca e nella firma di un contratto dove si stabiliscono diritti, doveri reciproci  e regole della convivenza è molto importante. In Irlanda non esiste una legislazione sulla gestione del soggiorno come au pair ed è molto importante per questo motivo avere delle garanzie da parte di un soggetto terzo, che fa da intermediario tra famiglia e au pair. Vi chiederanno di pagare per l'assistenza in Italia, ma ne vale la pena, fare da sole/i rischia di mettervi nei guai, per un'esperienza così importante un piccolo investimento si può certo fare.

Da dove iniziare?

Scrivici e ti invieremo tante schede informative. Potremo poi sentirci telefonicamente per decidere come procedere. Per trovare una famiglia ospitante tieni conto che ci vogliono almeno 2 settimane. Chiedi a noi. Preparati una sorta di tua scheda descrittiva, ti sarà utile quando compilerai la domanda per la famiglia. Descriviti con onestà. ?importante inserire il livello di conoscenza della lingua inglese e specificare se hai esperienza pregressa nel settore childcare (cura del bambino). Le famiglie preferiscono ovviamente ragazze non fumatrici e con esperienza precedente, buona conoscenza della lingua e meglio se si ha anche un attestato di intervento di primo soccorso (ma non è necessario). Una famiglia ti giudicherà in base alla qualità e completezza delle informazioni che potrà leggere su di te, quindi prenditi un po' di tempo per scrivere. Inutile inventarsi esperienze o dimostrare gusti che non si hanno, è meglio essere onesti; certo condire con un po' di sapore le proprie esperienze va bene...ma resta sempre te stessa, è importante, solo così troverai una famiglia dove stare bene! Se hai fratelli piccoli o cuginetti/e di cui ti sei occupata, scrivilo, sarà un grosso punto a tuo favore!

 

Considera che c'è un certo timore da parte delle famiglia, come del resto da parte delle au pair, non potendosi conoscere di persona, ciò che si apprende prima di incontrasi è molto importante. Talvolta la famiglia paga un biglietto aereo alla au pair per conoscerla prima ed avere maggiori sicurezze nella scelta. Questo accade soprattutto se il tempo di permanenza della au pair è lungo, tipo un anno.

 

Richiedi informazioni per diventare Au Pair a Dublino. L'articolo prosegue sotto.

Modulo Richiesta informazioni Au Pair a Dublino

 - Non impegnativo -

Numero di Persone (1,2,3...):

Nome e Cognome*:

Numero di Cellulare dove essere ricontattati:*

Giorno indicativo per la partenza:

Desiderate fare un corso di inglese? (Si/No)

Indirizzo Email*:

(se errato non seguirà nessuna comunicazione)

Eventuali note:

* campi obbligatori, se non inseriti comparirà un messaggio di errore "error blank fields"

 

Privacy dei tuoi dati personali: utilizziamo i tuoi dati personali solo per rispondere ed evadere le richieste inviate. Comunichiamo i tuoi dati alla guida che ti contatterà direttamente per proporti la visita che hai richiesto. Titolare del trattamento è informagiovani-italia.com a cui puoi rivolgerti via mail per ogni richiesta inerente i tuoi dati (art. 15 e seguenti del Regolamento europeo per la tutela dei dati personali RE 2013/679).

Torna su

Domande che ti potresti porre

Quanto tempo libero dovrei avere?

Il numero di ore massimo è 30/35 ma possono essere anche solo 25 ore alla settimana. La maggior parte delle famiglie non richiede un impegno assiduo ma desidera che tu sia flessibile in caso di una situazione di emergenza con i bambini (in caso di malattia, incontri di lavoro imprevisti, ecc.). E ' una regola avere 1 giorno libero a settimana, ma la maggior parte delle famiglie offrono 2 giorni; alcune famiglie si organizzano diversamente prevedendo le mattine/pomeriggi liberi separatamente.

 

Quali faccende domestiche dovrò fare?

Solitamente si svolgono le faccende domestiche "leggere", come mantenere le camere da letto dei bambini (personalmente, vi consiglio di supervisionare / aiutare i bambini, fanno da soli!), passare l'aspirapolvere, caricare / scaricare la lavastoviglie, pulire la cucina, ecc. Questo non dovrebbe includere tutto ciò che riguarda i genitori come lavare i loro vestiti o la pulizia della loro stanza e dei bagni (a meno che sia il vostro privato). Siete lì per aiutare con i loro figli, dovete supportare la famiglia ma non sostituirvi a una persona che cura la casa.

 

Mi sentirò in imbarazzo?

Dopo aver scelto una famiglia, prenotato un treno / volo e essere arrivati a destinazione, la situazione resterà imbarazzante per un paio di settimane, non temete è fisiologico. Sarete una nuova persona nella casa della famiglia, che vive con loro, controlla i loro figli e partecipa alla vita quotidiana. Osservate bene le dinamiche familiari, siate gentili e premurose, non scherzate troppo con i bambini all'inizio, non abbiate ansia di entrare nelle loro grazie.

 

Che età dei bambini devo scegliere?

Io non consiglio a nessuno nuovo di essere una ragazza alla pari con bambini molto piccoli, richiedono molta più attenzione e cura di bambini più grandi. Se avete esperienza e sapete farlo, potrete chiedere un salario migliore poiché è molto più impegnativo. Se vi dimostrate serie/i e professionali, non ci sarà nessun problema a far capire alla famiglia che avete bisogno di una maggiorazione della paga.

 

Io bambini più grandi possono fare più da soli, si può insegnare loro a fare molte cose insieme e sono collaborativi. Per esempio, a volte chiedo ai ragazzi di aiutarmi a scaricare le lavastoviglie, togliere i loro piatti dal tavolo e mettere insieme in ordine la loro camera. Chiedete alla mamma come intende gestire questo aspetto, spiegatele che se i bambini sono grandicelli, saranno contenti di collaborare e voi e la mamma potrete stabilire insieme le modalità.

 

Quale sarà il mio rapporto con i genitori?

Il vostro rapporto deve essere sereno, ma non ci si può aspettare che ciò accada immediatamente. Di solito ci vogliono 2 o 3 mesi per sentirsi a proprio agio in famiglia e stessa cosa vale per la famiglia con la au pair. I rapporti con i genitori devono essere curati, osservate e fatevi vedere disponibili ma discrete, impegnatevi per conoscerli e non sparite non appena si è finito con il bambini. La conoscenza reciproca porterà buoni frutti.

 

Come faccio a fare amicizia lontano da casa?

Se si arriva in settembre o gennaio è piuttosto facile conoscere altre ragazze/i au pair perché è questo il periodo delle partenze per le esperienza alla pari all'estero. Cercate su Facebook nella vostra zona un gruppo per ragazze alla pari e chiacchierate per conoscervi. Un'altra opzione è quella di controllare i forum locali degli expat, capirete quali sono i luoghi d'incontro in città per gli espatriati.

 

Leggi anche:

Elenco delle scuole inglese a Dublino

Corsi inglese a Dublino

Au pair a Dublino

Au pair a Londra

 

 

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

 

Se questa pagina ti è piaciuta e ti è stata utile a trovare qualche informazioni interessante e a farti risparmiare un po' di tempo, offrici un caffè (ma non ci offendiamo se ce ne offri due), così ci aiuterai a scrivere la prossima guida:  Paypal

 

 

Torna su

Ostelli Dublino  Ostelli Irlanda   Hotel Dublino  Hotel Irlanda

Carte de Dublin Karte von Dublin Mapa Dublin Map of Dublin

Carte d'Irlande Karte von Irland Mapa Irlanda Map of Ireland

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal