Cosa vedere a Dublino

Adv.

Cosa vedere a Dublino - Le 20 cose da non perdere

Trinity College

Castello di Dublino

Grafton Street

St. Stephens Green

Chester Beatty Library

Cattedrale di Christ Church

Guinness Storehouse

Four Court

Temple Bar

Edificio Postale Generale di Dublino

Bank of Ireland / Parliament House

Phoenix Park

Merrion Square

Cattedrale di San Patrick

Abbey Theatre

Waterways Ireland Visitors Centre

The Duke Pub

 

Vibrante, vivace nel suo essere giovanile e alla moda, Dublino è diventata una delle capitali turistiche più visitate in Europa, ideale per un soggiorno 'low cost' o per un fine settimana alternativo a poche ore di volo da casa. Dublino è una città che tutti prima o poi vorrebbero visitare, con quel suo dinamismo che si muove sicuro tra sacro e profano, tra divertimenti e tradizioni secolari, tra antiche visioni celtiche, stradine acciottolate e pinte di birra Guinness pronte a rinfrescarti l'animo.

Risparmiare a DublinoDublino è una città vera, che non si lascia indietro una storia difficile e coraggiosa, e che nonostante le numerose attrazioni non potrà mai diventare uno di quei parchi tematici dove tutto diventa utopia: lo si comprende dal via vai della gente, che ogni giorno si reca a lavoro per investire non solo nel proprio futuro ma anche in quello di una città e di un'isola dall'antica cultura. Ed è proprio la cultura a Dublino a farla da padrona, s'incontra per strada, soprattutto quelle laterali, un po' nascoste alla massa, nei parchi e nei giardini, che qui possono anche essere quelli della più antica università della nazione, nei pub o in una partita di Hurling, o semplicemente seduti in una panchina del lungo fiume ad osservare il lento scorrere dell'acqua e della gente. Della Gente di Dublino raccontavano James Joyce e George Bernard Shaw, andiamo a conoscerla, per ora, attraverso i monumenti ed i luoghi più rappresentativi della città:

 

Castello di Dublino

Dame Street

Area: Cork Hill/Temple Bar

Tel informazioni: +353 1 677 7129

Dublino 2

Accesso: a pagamento

L'imponente edificio storico di Dublino, uno dei suoi simboli più importanti, si trova nella sponda meridionale del fiume Liffey. Dal 1171 al 1541 è stato dimora della Signoria d'Irlanda dei Normanni, dal 1541 al 1800 del Regno d'Irlanda e dal 1801 al 1922 del Parlamento irlandese per il Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda. In verità, siamo abituati a conoscere un castello medievale un po' diverso ? nessun fossato (quello originario venne coperto nei secoli successivi), alcun ponte levatoio, nessuna torrette da dove poter versare olio bollente sulle teste dei nemici invasori ? a colpire però è lo splendido torrione circolare, noto come Record Tower, l'unica parte rimasta dall'antica fortezza normanna del XIII secolo, i vari edifici e le sale interne ospitate, come gli appartamenti reali, la cappella reale del XIX secolo ed i resti della fortezza dei Vichinghi. La visita al castello è accessibile solo attraverso dei percorsi guidati tutti i giorni della settimana dalle 10.00 alle 16.45 (fine settimana dalle 14.00 alle 16.45) con accesso a pagamento (circa 5 euro).

Torna su 

Grafton Street

 

Grafton StreetA pochi passi dal Trinity College, Grafton Street è una delle maggior vie dello shopping di Dublino. Una statua di Molly Malone (vedere la pagina principale della guida di Dublino) si trova in fondo alla strada, quindi è impossibile da perdere. Questo tratto eclettico della città è molto vivace fin dalle prime luci della mattina, a mezzogiorno e la sera è una calamita per artisti di strada, dai quartetti classici a violinisti tradizionali, fino a band vere e poprio e  cantautori. Molte band famose e musicisti conosciuti anche fuori dai confini irlandesi hanno dato spettacoli improvvisati qui, tra cui Bono degli U2. A parte gli artisti di strada, troverete una vasta gamma di boutique, gioiellerie e grandi magazzini, tra cui l'esclusivo Brown Thomas. Molti direbbero che il gioiello della corona di questa strada è il Bewley Oriental Café, una istituzione di Dublino aperto nel 1927. Durante la vostra visita vale la pena fare una leggera deviazione per vedere la Powerscourt Townhouse Centre, con i suoi negozi di design e locali di tendenza, cove bere e mangiare qualcosa.

Café di Bewley - Aperto 08:00-10:00 Lunedi-Mercoledì, 08:00-23:00 Giovedi-Sabato, Domenica 09:00-10:00

Indirizzo: 78/79 Grafton Street, Dublin 2

Torna su 

 

St. Stephens Green

St. Stephen Green DublinoDopo aver mangiato a sazietà al Bewley Oriental Café, una facile passeggiata da Grafton Street porta all'Arco dei Fucilieri (Fusilier's Arch), l'ingresso principale al St. Stephens Green. Edifici georgiani circondano il 'Green' (come è noto a livello locale), un bel parco che per lunghi anni era stato praticamente dimenticato e quindi riqualificato durante a partire dagli anni '60 del Novecento. Il parco di quasi 9 ettari è un gioiello di Dublino e un'oasi di tranquillità lontano dal caos e dalla frenesia della vita del centro della capitale irlandese. Quando il tempo lo permette, si dovrebbe fare come fa la gente del posto e stendersi sul prato per un po' di riposo e relax, o prendere un pranzo al sacco. Nel parco si trovano anche una fontana ornamentale al suo centro, un ponte su un laghetto con anatre, e un parco giochi per bambini. Per inciso, il parco è stato teatro di combattimenti durante la tragica rivolta anti inglese del 1916.

Orario: Aperto tutto l'anno lun-sab 07:30, domenica e festivi 09:30, giardini chiudere secondo le ore diurne
Ingresso: libero
Indirizzo: St. Stephen Green, Dublino 2

Torna su 

 

Chester Beatty Library

C/O Clock Tower Dublin Castle

Dame Street

Tel informazioni: +353 1 407 0750

Dublino 2

Accesso: gratuito

Questo è uno dei luoghi che abbiamo preferito di Dublino, cultura, storia e tradizione artistica sono tutte riverse in questa bella biblioteca-museo situata in un edificio del Castello di Dublino. Al suo interno sono contenute molte delle più belle opere della inestimabile collezione d'arte di Sir Alfred Chester Beatty, un magnate minerario emigrato in America ma appassionato orientalista. Come gesto d'amore per la sua patria natia egli lasciò in eredità tutta la sua collezione al popolo irlandese nel 1969. In un totale complessivo di circa 20.000 manoscritti rari, libri rari, decorazioni e dipinti in miniatura, copie antiche di testi religiosi come la Bibbia, il Corano, numerosi testi islamici e oggetti di religioni diverse, come il Giudaismo, l'Induismo, il Buddismo e altre. Si apprezzino anche i poemi d'amore dell'antico Egitto trascritti nel XII secolo a.C. Noi abbiamo preferito anche il piccolo ristorante della biblioteca e soprattutto la terrazza orientale ai piani alti dell'edificio.

Torna su 

  

Cattedrale di Christ Church

Christ Church Place

Area: Temple Bar

Dublino 2

Trasporti: Bus 49, 50, 54A, 56A, 65, 77, 78A

Accesso: a pagamento

Dirigetevi verso la riva del fiume Liffey per osservare al meglio l'architettura di questa bella chiesa del XI secolo. Era il 1038 l'anno in cui il re danese di Dublino pose la prima pietra di quella che nei secoli a venire sarebbe diventata una delle cattedrali della città. La chiesa originale venne sostituita da un'altra costruzione nel 1172 voluta da Riccardo di Clare, conte di Pembroke e noto con il sopranome di Strongbow, uno dei primi mercenari inglesi ad essersi stanziato in Irlanda. L'attuale struttura è originaria del XIX secolo, periodo nel quale la chiesa venne ristrutturata secondo i canoni architettonici dell'epoca. All'interno si ammirano una statua dello stesso conte di Pembroke, uno scrigno contenente le reliquie di San Lorenzo di O'Toole e la grande cripta sotterranea, originaria del 1170, l'unica testimone del periodo medievale della struttura.

Torna su 

Guinness Storehouse

St James's Gate

Area: Liberties

Tel informazioni: +353 1 408 4800

Trasporti: Bus 51B, 78A, 123/Luas James's Street

Accesso: 9.30-17.00

Un vero e proprio museo della birra, e che birra! Ovviamente la famosa birra scura irlandese, la Guinness. Dal 2000 (anno della sua apertura) ha ospitato ben oltre 3 milioni di visitatori, in una struttura imponente e dallo stile avveniristico: sette piani che si sviluppano intorno a un atrio centrale, in vetro, a forma ? neanche a dirlo ? di  pinta di Guinness. L'edificio ha origine nel 1904  e all'ultimo piano si trova il Gravity Bar, il locale più sensazionale della città, con vista a 360 gradi. Il birrificio della Guinness venne fondato da Arthur Guinness nel 1759 ed è oggi una delle birrerie più famose al mondo. Egli firmò un contratto di locazione per questa fabbrica di birra ad un costo di 45 sterline all'anno. Il processo di fermentazione ha continuato ad essere lavorato in questa fabbrica fino al 1988.

Torna su 

 

Four Court

Inns Quay

Dublino

Dimora della Corte irlandese sin dal 1796, l'architettura di questo edificio si distingue per le  colonne corinzie, l'imponente cupola e le statue esterne scolpite da Edward Smyth. L'edificio fu al centro dei combattimenti durante la guerra civile del 1922 e fu seriamente danneggiato, ma più tardi abilmente restaurato. Si noti che il pubblico è ammesso all'interno solo quando la Corte è in sessione.

Torna su 

 

Edificio Postale Generale di Dublino (General Post Office)

O'Connell Street

Area: O'Connell Street

Dublino 1

Uno degli edifici più belli d'Irlanda, edificato nel 1818 e per quasi due secoli sede delle Poste irlandesi. Venne progettato da Francis Johnston in stile neoclassico e nel 1916 venne preso d'assalto dagli indipendentisti irlandesi di PH Pearse. L'edificio sopravvive ancora oggi grazie alle ristrutturazioni degli anni '20 dello scorso secolo.  All'interno hanno sede gli uffici postali del GPO ed il Museo di An Post.

Torna su 

 

Bank of Ireland / Parliament House

2 College Green

Dublin 2

L'edificio venne originariamente costruito nel 1729 per ospitare il Parlamento irlandese, ma dopo poco meno di un secolo con l'Atto di Unione del 1801 gli uffici rappresentativi vennero trasferiti in quel di Westminster a Londra, mettendo fine al più importante organo istituzionale della nazione. Oggi ospita la Banca d'Irlanda ed offre ancora molti elementi architettonici del suo periodo di massimo splendore: in particolare è da ammirare la Camera dei Lords, costruita in legno di quercia e gli arazzi del XVIII secolo, così come il bel lampadario in cristallo. All'interno è anche ospitata la Bank of Ireland Arts Centre che offre interessanti mostre d'arte, concerti ed incontri letterari.

Torna su 

 

Phoenix Park

Phoenix Park,

Tel informazioni: +353 1 677 0095

Dublin 8

Il grande parco di Dublino è talmente vasto da essere il doppio del Central Park di New York. Al suo interno sono ospitati uno zoo, un castello (Ashtown Castle del XVII secolo), campi sportivi, laghi e giardini e un bellissimo obelisco alto 63 metri eretto

Torna su 

 

 

Merrion Square

Area: sud del Trinity College

Dublino

Una delle più grandi aree verdi di Dublino, circondata da edifici in stile georgiano. Probabilmente rimane uno dei posti della città a noi preferiti. La piazza è conosciuta anche per essere stata la favorita dalla 'intelligenzia' di Dublino, accomunando scrittori come Oscar Wilde (qui ricordato con una statua e due colonne di marmo) e WB Yeats, che visse al numero 52 di Merrion Square, George AE Russel, che visse al numero 84, Daniel O'Connel e diversi altri. Al suo lato, non si manchi di visitare la Lower Fitzwilliam Street e ammirare la lunga serie di edifici georgiani (pare la più lunga in Europa).

Torna su 

 

Abbey Theatre

26 Lower Abbey Street

Area: centro

Dublino

Pittoresco teatro fondato nel 1904

Torna su 

 

 

Waterways Ireland Visitors Centre

Grand Canal Quay

 

Interessante attrazione situata presso il Grand Canal Dock (vicino alla Pearse Street). In un edificio dall'insolita architettura si ha modo di visitare la darsena del Canal Grande in un percorso storico-informativo sui corsi d'acqua dal periodo pre-cristiano al suo uso moderno.

Torna su 

 

The Duke Pub

9 Duke Street

Dublino

Tra le cose da fare a Dublino consigliamo di non perdere la Dublin Literary Pub Crawl,

Dove? '(appena fuori Grafton Street). Un corso intensivo della vita culturale irlandese, per conoscere i più geniali personaggi della letteratura irlandese, della storia irlandese e dell'architettura irlandese, e come volevasi dimostrare si tiene proprio in un pub! Se proprio l'inglese non non lo conoscete, potete almeno iscrivervi per non perdere l'occasione di fermarsi in ogni locale per una pinta di birra.

 

Shopping a Dublino: infine, non mancate di visitare le vie dello shopping più in voga e attrezzate di Dublino, tra tutte si citano in particolare le varie Nassau Street, Grafton Street (ambedue poco lontane dal Trinity College e a due passi dal parco di St Stephen's Green) e soprattutto la la Henry Street, una traversa della principale O'Connell Street. Non si manchi anche l'area di Temple Bar per i negozi ed i mercatini di tendenza.

 

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa pagina ti è piaciuta e ti è stata utile a trovare qualche informazioni interessante e a farti risparmiare un po' di tempo, offrici un caffè (ma non ci offendiamo se ce ne offri due), così ci aiuterai a scrivere la prossima guida:  Paypal

 

 

Torna su 

Ostelli Dublino  Ostelli Irlanda   Hotel Dublino  Hotel Irlanda

Carte de Dublin     Karte von Dublin    Mapa Dublin   Map of Dublin

Carte d'Irlande     Karte von Irland Mapa Irlanda     Map of Ireland

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal