Cosa vedere a Mentone

Advertisement

Cosa vedere a Mentone - Cosa visitare a Mentone

 

Mentone è una interessante località francese posta sulla Costa Azzurra a pochi chilometri dal confine italiano. La combinazione del mare e del porto, la città vecchia, i magnifici giardini e le ville fanno di Mentone una delle destinazioni più celebri e vivaci della riviera. Prima di tutto a Mentone si deve passeggiare lungamente, per conoscere l'atmosfera cittadina, per godere del clima soleggiato e dei meravigliosi panorami che la incorniciano.

Advertisement

Suggestiva la vista delle case dipinte in colori pastello, con alle spalle le montagne, e poi il mare e la costa.  Passeggiare è particolarmente piacevole poi nel centro storico medievale, nella fitta rete di stradine che portano fino alla Basilica di San Michele, magnifico esempio di architettura barocca. Un'altra bella passeggiata è quella lungo la spiaggia e il Porto Antico. Nei pressi del porto antico si trova anche il Museo Jean-Cocteau, dedicato all’artista che visse a Mentone fra il 1956 e il 1958. Un'altra bellissima passeggiata è quella che conduce fino al Musée des Beaux-Arts, il Museo delle Belle Arti che si trova ospitato all’interno di un palazzo risalente al XVII secolo.

Da fare assolutamente anche le rilassanti passeggiate nei numerosi e incantevoli giardini, luoghi che meritano di essere esplorati, nei quali si possono ammirare numerose piante semi tropicali. Dietro il lungomare si trova la città vecchia che venne fondata nel XIII secolo dai genovesi. La proprietà passò a principi regnanti su Monaco nel 1346 e rimase sotto tale dominio per 500 anni. Nel 1860, insieme a gran parte della regione, passò sotto il controllo della Francia. Ciò coincise con l’inizio del turismo in città, facendo diventare ben presto Mentone una celebre destinazione.

Salendo su per la collina si avranno modo di raggiungere i principali monumenti storici di Mentone, come, per esempio, la Basilica di San Michele e l’adiacente Cappella dei Penitenti Bianchi, un incredibile complesso Barocco. La realizzazione della Basilica ebbe inizio nel 1619 e venne costruita sul sito di una precedente chiesa ritenuta più modesta. La stupenda ed elegante facciata risale invece al 1819. L’interno è particolarmente ricco di drappi con colori caldi e accoglienti. Ci sono tre navate, con sei cappelle ai lati che, insieme con il coro, contengono numerose opere d’arte. Fu solamente nel 1999 che la chiesa fu ridisegnata come basilica. Ha due campanili, il primo, la torre dell’orologio, risale al XV secolo, mentre quello più alto che domina l’orizzonte della città vecchia, venne aggiunto tra il 1701e il 1703. Le statue incastonate nella facciata della basilica rappresentano i santi Michele, Maurizio e Rocco. Ammirando l’opera si possono anche comprendere gli sforzi economici affrontanti per la sua realizzazione, considerando che Mentone era una piccola località dedita alla agricoltura e alla pesca. L’adiacente Cappella della Immacolata Concezione, conosciuta anche come la Cappella dei Penitenti Bianchi, venne edificata nel 1687. Nel 1887 fu praticamente ricostruita dopo un devastante terremoto. In quella occasione venne impreziosita con nuovi e vari affreschi realizzati da artisti locali. Emozionante la collocazione del cimitero. Infatti, si trova sul punto più alto della collina, con una incredibile vista lungo la costa a perdita d’occhio. Originariamente lo Chateau de Menton, si trovava in cima alla collina. Le rovine del castello furono convertite in cimitero dopo che, nel 1804, Napoleone aveva decretato che le persone non potessero essere più essere sepolte nelle chiese. Un altro interessante monumento religioso è la Chiesa russa, realizzata nel tradizionale stile ortodosso.

I mercati di Mentone

Altra bellezza di Mentone è il suo Mercato, che si svolge ogni mattina nella città vecchia (mercato di Les Halles, in Quai de Monléon), in uno spazio chiuso risalente al XIX secolo. Vi si può trovare una enorme gamma di deliziosi prodotti locali come formaggi, carne, frutta e verdura, un incredibile miscellanea di profumi e colori. Altri mercati interessanti, il Marché du Careï, tutti i martedì mattina e il Marché du Vieux Port, tutti i sabati mattina.

Anche la parte più nuova della città è piacevole da esplorare, con molte ville della Belle Époque e vari edifici governativi risalenti al XIX secolo e piccole cappelle, diversi parchi e una ampia selezione di negozi e caffè. Molte delle strade sono fiancheggiate da alberi di arancio e di limone che aumentano ulteriormente il fascino di Mentone. Lungo il Boulevard de Garavan ci sono numerose grandi ville circondate da giardini ben curati, con il turchese Mar Mediterraneo come sfondo scenico.

I Musei di Mentone

Sulla costa di Mentone si trova la vecchia fortezza risalente al XVII secolo che oggi ospita ora il Museo Jean Cocteau, che venne istituito dallo stesso artista. Al suo interno sono conservate numerose collezioni delle opere d’arte realizzate da Cocteau ma anche ceramiche e mosaici. Da non perdere la visita alla Sala dei Matrimoni che si trova all’interno del Municipio di Mentone che venne decorata nel 1950 dall’artista stesso.

Altri importanti musei sono Museo delle Belle Arti, che si trova all’interno settecentesco Palazzo des Carnolès, un tempo residenza estiva della famiglia Grimaldi e la Galleria di arte contemporanea che invece si trova ospitata all’interno dell’imponente edificio del Palais de l’Europe. Il Museo della Preistoria conserva numerosi reperti e ricostruzioni della vita nella regione dalla preistoria fino ai giorni nostri.

Il casinò di Mentone

Il nome ufficiale è Casinò Barrière de Menton e rappresenta una tappa fissa per gli amanti del gioco. Al suo interno vi sono oltre duecento slot machine, oltre ad esserci vari tavoli da gioco. Qui ci si può divertire ai classici giochi come ad esempio, la Roulette, il Blackjack. Tre tavoli invece sono riservati agli amanti del Poker. Inoltre si svolgono vari tornei di poker. Il casinò è aperto dalle 20.00 fino alle 03.00, e si trova lungo la Promenade du Soleil.

I giardini di Mentone

La combinazione di clima mite e terreno particolarmente fertile ha fatto di Mentone una meta d'eccezione per molti famosi botanici e un'eccellente zona per impiantare vivai.  I giardini di Mentone che sono particolarmente curati sono circa una mezza dozzina. Il giardino Fontana Rosa fa parte della tenuta che un tempo apparteneva allo scrittore spagnolo Blasco Ibanez, morto a Mentone nel 1928. Nello stile di giardino spagnolo lo spazio è decorato con splendide ceramiche dai colori vivaci ed è stato dedicato alla memoria di famosi scrittori come Shakespeare, Cervantes e Dickens. Oggi rappresenta un bellissimo spazio contemplativo aperto ai visitatori il venerdì come parte di un tour guidato.

Altra meraviglia da visitare è la Serre de la Madone, un giardino museo creato nel 1924 da Lawrence Johnston, un ricco americano nato a Parigi che ha servito nell'esercito britannico e che fu un noto collezionista di piante. Altri giardini intriganti sono Les Colombières, che in precedenza apparteneva al pittore e romanziere Ferdinand Bac e Les Clos du Peyronnet, un giardino di proprietà privata che è rimasto nella stessa famiglia dal 1915 ed è attualmente sotto la cura di William Waterfield, figlio del fondatore del giardino. Il giardino Maria Serena, creato da Charles Garnier architetto di Parigi e i giardini esotici di villa Val Rahmeh, creati da Lord Radcliffe nel 1905 e ora sede del Museo Nazionale di Storia, rappresentano altre incantevoli perle. Oltre a questi famoso è il Parc du Pian con i suoi numerosi ulivi (alcune piante che hanno oltre 1000 anni di età) e molto carini, di fronte al Palais de l’Europe, i Jardins Biovès.

Infine gli agrumi, migliaia di piante di limone ed arancio, dai fiori profumati. Alla fine dell'inverno, i vanta, fra la metà del mese di febbraio e gli inizi del mese di marzo, si svolge la celeberrima Festa del Limone, un evento molto sentito nella regione che catalizza l’attenzione di tanti turisti e visitatori. Una manifestazione che oltre a celebrare il limone ha anche risvolti musicali, offre balli e varie processioni religiose.

Le Spiagge di Mentone

La località francese è anche nota per le sue spiagge lunghe e larghe oltre 30 metri. Da Garavan, vicino alla frontiera italiana, fino al comune di Roquebrune-Cap-Martin, troverete tutti i tipi di spiagge, dalla sabbia ai ciottoli, dalle spiagge pubbliche a quelle private.  Oltre alla spiaggia principale che scorre tra Mentone e Cap Martin vi sono diverse altre spiagge che si trovano lungo la costa come per esempio la piacevole Promenade de Soleil, che si trova a sud del Vecchio Porto ed è una spiaggia rocciosa, mentre a nord si trova la spiaggia di Les Sablettes che è sabbiosa ed ideale per le famiglie con i bambini. Entrambe le spiagge durante la stagione estiva sono vigilate da bagnini.

 

Torna su


Ostelli Mentone   Ostelli Francia   Hotel Mentone

Carte Menton  Karte von Menton     Mapa Menton    Map of Menton

Carte de France  Karte von Frankreich      Mapa Francia     Map of France

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal