I BUDDENBROOK DI THOMAS MANN

Adv.

I BUDDENBROOK DI THOMAS MANN

 

Il primo grande romanzo di Thomas Mann (scritto quando aveva solo 25 anni) racconta la storia di una famiglia di Lubecca nella metà dell'Ottocento che dopo anni di prosperità è esposta a una tragica decadenza: le basi di un patrimonio e di una potenza che sembravano incrollabili sono sgretolate da una forza ostinata e segreta. Opera di ispirazione autobiografica, questo romanzo, un capolavoro della letteratura europea, esprime compiutamente la concezione estetica e politica dello scrittore tedesco, il suo rimpianto per una mitica e solida borghesia, la coscienza della crisi di un mondo e di valori destinati inesorabilmente a scomparire.

Forse è anche la storia della decadenza di una città, un tempo ricca e prospera e ora spostata dal centro della storia e della gloria. Quando un romanzo è costruito attorno a una famiglia e a una casa, chi lo legge e chi lo studia è naturalmente stimolato a dare consistenza alle mura entro cui le vicende della fiction si svolgono. il caso de "I Buddenbrook" di Thomas Mann e della loro abitazione a Lubecca. All'ipotetica dimora in Mengstraße è stato dedicato un web. La più antica fotografia della casa risale al 1870. Trasformata in un centro culturale e in un museo letterario, casa Buddenbrook si pone come centro di diffusione delle tematiche dell'universo manniano (inteso principalmente come universo letterario di Thomas Mann e del fratello Heinrich).

 

Per Buddenbrook  Mann vinse il premio nobel nel 1929.

Gli amanti della letteratura gradiranno una visita alla casa dei Buddenbrook. L'edificio dalla facciata rococò nel 1758, ospita un museo dedicato alla famiglia Mann, i grandi scrittori che qui vissero tra il 1841 e il 1891.

Mengstrasse 4. Aperto tutti i giorni dalle 10 alle 17.

La città non apprezzò affatto la storia di una famiglia borghese, i Buddenbrook appunto, che nella sua decadenza imprenditoriale, parlava chiaramente della decadenza del luogo stesso, dei suoi usi e costumi, antichi di secoli, granitici e impermeabili al cambiamento e per questo in declino. Al riguardo lo scrittore disse:  "Quando cominciai a scrivere I Buddenbrook abitavo a Roma, in via di Torre Argentina 34, al terso piano. Potete credermi se vi dico che la mia città natale non aveva per me, in quei giorni, molta consistenza reale: dubitavo addirittura che esistesse. Lubecca, in sostanza, con tutti i suoi abitanti non era per me molto di più che un sogno, dignitoso e ridicolo insieme, sognato tempo addietro, ma sognato da me e perciò mio, nel più peculiare e personale dei modi. Per tre anni lavorai, con laboriosa fedeltà, intorno a quel libro. E rimasi poi profondamente sorpreso quando venni a sapere ch'esso provocava, a Lubecca, scalpore e arrabbiature." Il romanzo fece poi vincere a Mann in Premio Nobel per la letterature e la città non poté mai ringraziare abbastanza lo scrittore per tutte le persone che da quel momento visitarono la città anche per rivivere in qualche modo le gesta dei personaggi del libro.

 

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

 

Torna su

 

a su

Ostelli Lubecca   Ostelli Germania

Carte d'Allemagne    Karte von Deutschland   Mapa  Alemania  Map of Germany

Carte Lubeck    Karte von Lübeck   Mapa Lubeck     Map of Lubeck  Mapa Lubeka

Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal