SOCRATE

Sei qui: Grandi filosofi >

Socrate (Atene, 470 a.C./469 a.C. – Atene, 399 a.C.)

 

 

Socrate è stato un filosofo greco vissuto nella città di Atene tra il 470 a.C. e il 399 a.C. È stato uno dei fondatori della filosofia occidentale e uno dei più grandi pensatori della storia. Questo nonostante il fatto che non abbia scritto alcun libro, quindi tutto ciò che sappiamo di lui proviene dalle opere degli scrittori antichi che lo hanno descritto, come Platone, Aristotele e Senofonte. Questi scrittori hanno descritto Socrate come un uomo di mezza età, di aspetto ordinario e con uno stile di vita semplice. Socrate era conosciuto per la sua abilità di condurre conversazioni stimolanti con le persone su argomenti filosofici. È il filosofo che concentrò il suo interesse non tanto sulla costituzione materiale dell'universo quanto piuttosto su quel qualcosa di immateriale che costituisce l'essenza del mondo. Distaccandosi dal gruppo filosofico più in voga del periodo, quello dei sofisti, che si limitavano ad insegnare a parlare in pubblico, Socrate si concentrò ben più in alto, sui concetti di bene e moralità.

 

Il suo impatto è così profondo che tutti i pensatori che l'hanno preceduto sono semplicemente noti come pre-socratici: Socrate di persona era deliberatamente irritante, era divertente e maleducato e non amava molto la democrazia. Affermava di essere in missione di Dio per educare i suoi compagni ateniesi, ma non ci ha lasciato nulla in mano perché si è rifiutato di scrivere qualcosa. Il filosofo era celebre nella sua città dove, vestito da straccione e sempre scalzo, discuteva su ogni argomento con ogni tipo di persona. Famosa è la sua frase l'ignoranza è l'unico male.



Socrate è stato un maestro di retorica, ma ha sviluppato un metodo di indagine filosofica unico, noto come l' "elenchos" o "metodo socratico". Questo metodo consisteva nell'interrogare le persone sui loro concetti, mostrando loro l'inconsistenza o la mancanza di fondamento delle loro affermazioni. Socrate credeva che attraverso questo metodo le persone avrebbero potuto scoprire la verità su se stesse e sul mondo.

Socrate era anche noto per la sua fede nella "daimonion", o "voce interiore", che gli diceva ciò che era giusto o sbagliato. Socrate credeva che questa voce fosse un dono divino e che gli permettesse di compiere azioni virtuose.

Nel 399 a.C., Socrate fu accusato di empietà e corruzione dei giovani. Durante il suo processo passato alla storia, il filoso si difese da solo, parlando con eloquenza e ironia. Nonostante la sua brillante autodifesa, fu condannato a morte. Scelse di bere la cicuta, una pozione mortale, piuttosto che fuggire o accettare l'esilio.La sua morte ha ispirato molti scrittori e pensatori successivi, tra cui Platone, che ha scritto molte opere su Socrate e la sua filosofia. L'idea dei suoi accusatori era quella di piegare la testa dello scomodo personaggio non tanto quella di ucciderlo realmente.  In base alla legge del tempo difatti Socrate avrebbe potuto chiedere che gli fosse comminata una pena diversa, possibilità che il filosofo rifiutò, proponendo con sarcasmo che Atene gli offrisse un pasto quotidiano e gli venisse dedicata una statua nella piazza del mercato. I giudici non furono affatto divertiti e ordinarono che la sentenza di morte fosse eseguita. Come tutti sanno Socrate morì bevendo un liquido a base di cicuta, una pianta velenosa comune in tutta Europa, utilizzata in Grecia per l'esecuzione della pena capitale.

 

Socrate pensava che si potesse essere felici solo se ci si comportava in modo giusto e che ci si formava il concetto di giusto e sbagliato solo apprendendo e facendo domande. Proprio questa abitudine di fare domande e esprimere le proprie opinioni gli provocò parecchi guai, anche con personaggi politici ateniesi influenti. Per questo venne arrestato e accusato di adorare falsi dei e fuorviare i giovani.


La filosofia di Socrate è stata influenzata dalla cultura e dalle tradizioni della Grecia antica, ma ha anche lasciato un'impronta duratura sulla cultura occidentale. Socrate era interessato all'etica e alla morale, e credeva che l'obiettivo ultimo della vita fosse la conoscenza di se stessi e del mondo.

Ha sviluppato l'idea che la vera saggezza consiste nella consapevolezza della propria ignoranza. Credeva che le persone spesso credono di sapere ciò che non sanno e che l'unico modo per acquisire vera conoscenza è attraverso l'auto-riflessione e l'indagine.

Socrate ha anche sviluppato l'idea che l'anima sia immortale e che l'individuo è responsabile delle proprie azioni nella vita. Credeva che le azioni virtuose conducano alla felicità eterna mentre quelle viziose alla sofferenza eterna.

Socrate ha avuto un'influenza significativa sui suoi contemporanei e sui filosofi successivi. Platone, uno dei suoi allievi più famosi, ha scritto molte opere che descrivono la filosofia e la metodologia di Socrate. Anche Aristotele, un altro allievo di Socrate, ha scritto molto sulla filosofia socratica e la sua influenza è stata sentita in molte aree della filosofia.

In generale, la filosofia di Socrate ha influenzato molte aree della cultura occidentale, tra cui la filosofia, la retorica, la psicologia e la teologia. La sua enfasi sull'autocoscienza e la verità continua ad essere una parte importante della cultura occidentale e la sua metodologia di indagine filosofica è ancora utilizzata oggi.

Oltre alla sua metodologia di indagine filosofica, Socrate è stato anche noto per la sua fede nell'idea che la virtù è conoscenza. Credeva che le azioni virtuose non sono il risultato di una forza di volontà o di una decisione consapevole, ma piuttosto il risultato di una comprensione profonda della verità. Socrate sosteneva che la vera virtù consiste nella conoscenza di ciò che è giusto e sbagliato, e che una volta che una persona comprende questo, non può fare scelte che vanno contro la virtù.

Socrate è stato anche noto per la sua fede nell'idea che la verità è scoperta attraverso la conversazione e il dialogo. Credeva che attraverso il confronto delle idee e la discussione, la verità sarebbe emersa. Sosteneva che la filosofia è un dialogo tra gli uomini e gli dei, un dialogo che permette di scoprire la verità sull'uomo e sull'universo.

Socrate è stato un pensatore importante nella storia della filosofia occidentale e la sua influenza è ancora sentita oggi. La sua fede nell'importanza dell'autocoscienza, della verità, della virtù come conoscenza e del dialogo come mezzo per scoprire la verità, sono stati fondamentali per lo sviluppo della filosofia occidentale. La sua figura è stata celebrata in numerose opere letterarie e artistiche, e la sua metodologia di indagine filosofica, il metodo socratico, continua ad essere utilizzata nell'educazione e nella ricerca accademica.  Il metodo socratico è un metodo di indagine filosofica che consiste nel porre domande all'interlocutore per scoprire l'inconsistenza o la mancanza di fondamento delle loro affermazioni. Socrate ha sostenuto che attraverso questo metodo, le persone possono scoprire la verità su se stesse e sul mondo.

 

Socrate riteneva che i sofisti non fossero dei veri filosofi in quanto interessati non alla moralità o alla verità quanto piuttosto ai metodi per vincere le discussioni. Intendeva elaborare delle definizioni universali per concetti quali il bene, la giustizia, la sapienza che dovevano avere, secondo lui, un’essenza che li accomunava; in pratica per descrivere un'azione coraggiosa le persone avrebbero dovuto individuare l'essenza del coraggio senza concentrarsi sull'azione effettiva.

 

In generale, Socrate è stato un pensatore importante nella storia della filosofia occidentale e la sua influenza è ancora sentita oggi. La sua fede nell'importanza dell'autocoscienza, della verità, della virtù come conoscenza e del dialogo come mezzo per scoprire la verità, sono stati fondamentali per lo sviluppo della filosofia occidentale. La sua figura continua ad essere celebrata come un esempio di coraggio, virtù e saggezza.

 

Leggi anche:


Vuoi essere migliore? Pensa

Migliorare se stessi significa aumentare/raggiungere la felicità? Come imparare ad essere migliore?  Felicità e conoscenza sono intimamente legate?

 

I Libri Che Salvano La Vita...

Rubrica sul mondo del libro, della scrittura, della favola rivolta ai giovani di ogni età!

 

 

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa pagina ti è piaciuta e ti è stata utile, per favore prenota con noi un hotel o un ostello ai link che trovi in questa pagina, è un servizio di Booking, non spenderai un euro in più, ma ci aiuterai ad andare avanti, per quanto possiamo e a scrivere e offrire la prossima guida gratuitamente. Oppure se vuoi puoi offrirci un caffè (ma non ci offendiamo se ci offri una pizza :) ) con una piccola donazione:.:  Paypal

 

Torna su

FacebookTwitterYoutubeScrivi a Informagiovani Italia