Terme gratis in Italia - Terme gratis in Toscana e Lazio

Terme gratis in Italia

 

Cosa c’è di più rilassante, che trascorrere qualche giorno, immersi nelle acque delle terme? Sicuramente niente!!!! Gli stabilimenti termali sono un vero e proprio toccasana per chi ha voglia di evadere, di scappare dal caos del mondo, per chi vuole curarsi, per chi ama il proprio corpo, per chi ama la propria anima e vuole prendersene cura. Molti di voi diranno che questo piacerebbe a tutti, ma che non sempre è facile trovare i soldi necessari per una vacanza alle terme. Ma noi, abbiamo la soluzione, proprio per tutti, ovvero le terme gratuite!

  

Esatto, ci sono numerose terme, in Italia, che sono completamente gratuite e che vi faranno gustare giornate uniche, senza spendere nulla. Scopriamo insieme quali sono questi posti magici.

 

Le Cascate del Mulino di Saturnia

 

Non potete fare a mano di visitare le Cascate del Mulino di Saturnia, che si sono sviluppate naturalmente in una roccia di travertino. Ciò che maggiormente colpisce di questo luogo è la particolarità di queste terme, nelle quali vi sono alcune piscine naturali, che vengono riempite di continuo, grazie all’acqua che arriva dalla cascata, creando uno stupendo spettacolo. Le acque sulfuree di questo luogo sono benefiche, hanno una temperatura costante di 37,5 gradi e al loro interno è presente il Plancton Termale, che aiuta la pelle, l’apparato circolatorio, quello motorio e quello digestivo. Un luogo unico, amato da italiani e stranieri, che riescono qui, a trovare pace, immersi nelle acque e con uno splendido panorama da ammirare. Il parcheggio all’arrivo alle terme, è sempre aperto, al loro interno è presente un punto di ristorazione.  

 

Torna su

Bagni San Filippo

 

Sempre in Toscana, ritroviamo una località termale unica, quella dei Bagni San Filippo, suddivisa in diverse zone. La zona denominata Fosso bianco  è indicata appositamente per il relax, al suo interno è presente un centro benessere con piscina, che consente di usufruire delle acque sulfuree per diversi trattamenti di bellezza. Questo stabilimento è completamente immerso nel verde di un bosco magico, nel quale si susseguono diverse vasche o pozze, che sono delle sorgenti di acqua calda dove è possibile immergersi e fare il bagno. Qui è possibile pernottare nell’albergo e mangiare nel ristorante presente. Le cure termali che si svolgono sono fanghi, bagni e inalazioni. C’è anche una piscina, con cascata ad idromassaggio, nelle acque sulfuree, ricche di calcio e magnesio, che ha una temperatura di 40 gradi. Da visitare anche la zona dell’Acqua Passante che è una fonte, che si trova in fondo al paese, famosa per la composizione chimica e minerale delle sue acque, che gli abitanti del luogo ed i turisti bevono sia a pranzo che a cena, perché ha proprietà digestive e benefiche. Queste terme erano già conosciute durante l’epoca romana e divennero famose grazie a Cosimo I de’ Medici nel 1566 che ordinò un restauro. Al suo interno soggiornarono Lorenzo il Magnifico nel 1485 e il Granduca Ferdinando II nel 1635, che qui riuscì a curare un terribile mal di testa.

Torna su

 

Le Terme di Fordongianus

 

Oristano è una città conosciuta per le sue bellezze naturali, che sono comuni a tutta la Sardegna, ma non tutti sanno che ad Oristano c’è una fonte termale, tra le più belle d’Italia. Le Terme di Fordongianus erano già conosciute in epoca romana e la loro particolarità risiede nel fatto che al loro interno vi sono una sorgente di acqua calda e una di acqua fredda. Intorno alle terme sorge un’area archeologica, ma c’è una sorgente termale che riversa le sue acque sul fiume Tirso, in questo canale è impossibile fare il bagno, perché l’acqua è troppo calda, il luogo ideale, infatti per godere in pieno di queste acque è il fiume. L’impianto è gestito da una cooperativa, ed in effetti, l’entrata in questo posto non  è del tutto gratuita, bisogna pagare un biglietto, davvero molto economico, che ricordiamo oscilla da 2 a 5 euro, a seconda del periodo. Insomma, proprio nulla, in confronto alla bellezza ed ai benefici di questo luogo, dove le acque termo attive, continuano ad avere, durante tutto l’anno una temperatura di 54 o 56 gradi. Queste acque sono, inoltre, indicate per tutti coloro che volessero svolgere qualche cura per il proprio apparato immunologico.

Torna su

 

Le Terme di Bormio

 

Nelle terme di Bormio vi sono sia delle piscine gratis, che dei luoghi a pagamento. Queste terme sono antichissime ed ancora oggi vengono suddivise in Bagni Vecchi e Bagni Nuovi. I Bagni Vecchi hanno importanza, soprattutto dal punto di vista storico, questo infatti è il luogo dove le terme sono nate. Questo posto era conosciuto dall’antichità, così come dimostrano alcuni resti archeologici, ritrovati nella zona, risalenti al V secolo a.C. Già Plinio parla di alcune sorgenti che sorgono vicino alle Alpi, che gli storici hanno identificato, proprio con le Terme del Bormio. L’attività di queste terme non si è spenta con il periodo romano, ma è continuata anche durante il Medioevo, quando vicino alla chiesa sorgeva " l’Hospitium Balneorum". Durante il 1500 abbiamo alcune testimonianze scritte che ci dicono che in quella zona vi erano due Bagni uno sopra e uno sotto. I Bagni superiori, diciamo così, erano quelli Medievali, che sono stati costruiti in un secondo tempo ed erano riservati solo alle donne, mentre quelli inferiori, erano quelli romani e qui potevano andare solo gli uomini. Sempre in quel periodo le Terme divennero famose, grazie ai commercianti che qui soggiornavano, per proseguire poi i propri viaggi. Durante il 1590 qui arrivarono anche l’Arciduca Ferdinando e sua moglie. La fama di queste terme continuò anche nel secoli successivi, in particolare durante l’impero Austro – Ungarico dell’Ottocento, quando la stazione termale venne ampliata e durante il 1913, quando venne realizzato l’albergo Belvedere, una splendida struttura in stile Liberty.

 

I Bagni Nuovi, come ben comprensibile, sorsero in un secondo momento, per l’esattezza quando i Bagni Vecchi raggiunsero il successo turistico. Durante il 1836 venne realizzato il Grand Hotel Bagni Nuovi, che decretò le Terme di Bormio uno dei luoghi turistici più apprezzati della nostra nazione. Da quel momento personaggi illustri iniziarono a prediligere questo luogo per le proprie vacanze. Il Grand Hotel, durante il 1977 venne chiuso, per fortuna, grazie ad un grande lavoro di restauro, venne nuovamente aperto durante il 2003 e le terme riaprirono l’anno dopo.

 

Le Terme di Sorgeto

 

Nella Baia di Sorgeto, nei pressi di Ischia, sorge uno dei luoghi incantati più belli d'Italia. La baia di Sorgeto è un posto che riesce sempre a stupire, a qualsiasi ora del giorno, qui si può arrivare in barca, oppure percorrendo una scalinata. L'acqua marina del Mar Tirreno si mescola con l’acqua termale, creando sensazioni di benessere davvero inebrianti.

 

Le Terme di Viterbo

 

A Viterbo sono presenti diverse stazioni termali, scopriamole insieme

Le Piscine Carletti si trovano a quasi due chilometri da Viterbo, questa zona è completamente gratuita ed è formata da due sorgenti, nelle quali l’acqua arriva a una temperatura di 58 gradi. Una volta arrivati qui è possibile lasciare la macchina nel parcheggio, che però non è custodito. In alternativa, è possibile arrivare in autobus, tramite una linea che giunge alle terme, direttamente dal centro di Viterbo. Sono numerosi i residenti ed i turisti che vengono qui, a fare il bagno, anche in inverno, grazie alla temperatura delle acque. Chi volesse trascorrere qui un’intera giornata, può tranquillamente munirsi di asciugamano e sdraio, visto che non vi sono servizi del genere, ma bisogna portarsi l’occorrente da casa. Mica male, se si pensa che tutto ciò è completamente gratuito.

 

La Sorgente del Bullicame è anch’essa a due chilometri dal centro di Viterbo. Anche le vasche di questa sorgente sono completamente accessibili per immergersi e fare il  bagno in maniera del tutto gratuita. C’è un piccolo lago con un cratere naturale ed è da qui che esce l’acqua bollente di questa sorgente, alla sinistra della fonte leggete alcuni versi di Dante, che nella Divina Commedia cita questo luogo. Al parco si può accedere in maniera gratuita, è presente un parcheggio dove è possibile lasciare la propria auto, ma non è custodito. In alternativa, c’è l’autobus che ferma a 200 metri dalla sorgente termale e che parte dal centro della città di Viterbo.

Torna su

 

Le Terme di Bagnaccio

 

Le sorgenti termali del Bagnaccio, si trovano a quasi 8 chilometri da Viterbo in una proprietà privati, in aperta campagna. Le terme sono gestite da un’associazione, che richiede la tessera per alcuni servizi, l’ingresso è gratuito, in ogni caso, sulla pagina facebook di bagnaccio avrete maggiori informazioni a riguardo. In questo luogo ci sono sia sorgenti ipertermali, dove l’acqua raggiunge una temperatura di 66 gradi, che sorgenti ipotermali, dove la temperatura è sui 23 gradi. In tutto ci sono cinque vasche dove ci si può immergere e godere delle proprietà anche dei gas. In questa zona non ci sono servizi di ristorazione e strutture ricettive, consigliamo a chi volesse venire qui di pernottare a Viterbo, e di spostarsi con la macchina, perché la zona non è servita neppure con gli autobus. Le terme sono aperte tutto l’anno, ogni giorno, dalle ore 07.00 alle ore 24.00 e durante il periodo estivo dalle ore 07.00 alle ore 01.00. In questo luogo, infatti, potrete godere delle meraviglie termali anche durante la sera o la notte!

Torna su

 

Le Terme delle Grotte della Ninfea a Cerchiara

 

Cerchiara, in Calabria è una splendida località turistica, che non poteva certo farsi mancare anche le terme, che sono caratterizzate da una fessura, in una roccia, dove c’è un piccolo canale di acqua termale, da molti definito un piccolo Canyon. Nelle acque di questo piccolo ruscello è possibile immergersi in maniera totalmente gratuita. Per accedere alla piscina termale, che raccoglie le acque che vengono dalla grotta,invece, bisogna pagare un biglietto di circa 6 euro. Con questi soldi, però è possibile anche usufruire di uno scrub con il fango delle terme. Le acque delle terme hanno una temperatura di circa 30 gradi e qui si può sempre entrare, in maniera completamente gratuita tutti i giorni dell’anno.  Queste terme sono antichissime ed intorno ad essa si è sviluppata una bellissima leggenda, secondo la mitologia greco – romana, qui, infatti si nascondeva il talamo di Calipso, la Nereide che nell’Odissea sedusse Ulisse per non farlo arrivare ad Itaca. Un’altra leggenda, invece, narra che il nome di questo luogo derivi dalle Ninfe Lusiadi, che facevano parte della corte di Calipso.

Torna su

 

Le Terme di Segesta in Sicilia

 

Le terme di Segesta sono da tutti conosciute come le "Polle del Crimiso" e sono di origine vulcanica. E’ possibile immergersi nelle anse del fiume Crimiso, dove arriva la corrente di acqua calda, che riesce a raggiungere i 47 gradi. Una delle cose più belle di questo luogo è il panorama che è possibile ammirare immersi nelle acque, fornito dalle rocce di travertino bianco con sfumature di rosa, che con i riflessi del sole, creano sensazioni uniche. Chi visita le terme, in genere visita anche il meraviglioso sito archeologico di Segesta dove sono presenti diversi templi dorici.

Torna su

 

Le Terme di Vulcano

 

Visitando l’isola di Vulcano, non potete fare a meno di visitare le sue terme, formate dai fanghi e dalle zone sulfuree. Qui turisti e residenti si immergono, ogni giorno dell’anno per usufruire dei benefici sulla pelle, sul proprio apparato respiratorio e su quello scheletrico. Nella zona dei fanghi è possibile distinguere tre zone : la "Pozza", il "Mare caldo" e le " Fumarole".  La " Pozza" e una zona ricca di bolle, dalle quali vengono emanati vapori, acqua e fanghi con zolfo. Le acque di questa zona vengono utilizzate per le affezioni alla pelle, alle vie aeree e  alle articolazioni, in particolare per i reumatismi, le distorsioni, le artrosi, le fratture e la gotta. La zona delle " Acque calde" o " Mare Caldo" è caratterizzata da un tratto di mare dove ci si può immergere alla fine di qualche trattamento o per godere di un idromassaggio naturale, perché qui ci sono diverse fumarole sottomarine che emettono vapore a pressione, creando così, un vero e proprio idromassaggio naturale. Nella zona delle " Fumarole" è possibile svolgere delle vere e proprie inalazioni, grazie ai vapori che sorgono da queste vasche, che fanno bene all’apparato respiratorio. Oggi, accanto alle terme gratuite, ve ne sono altre a pagamento.

 

Torna su

 

 

Ostelli Firenze  Ostelli Italia  Auberges de Jeunesse Italie   Hotel Firenze

Carte de Florance     Karte von Florenz    Mapa Florencia Map of Florence

 Carte de la Toscane     Karte von Toskana     Mapa Toscana     Map of Tuscany

Carte d'Italie   Karte von Italien        Mapa Italia        Map of Italy