ESPERIENZE INTER RAIL

Informagiovani Italia

L'educazione in Italia

L'educazione in Europa

Lavorare in Italia

Lavorare in Europa

Comuni Italiani

Buona amministrazione comuni

Articoli  Informagiovani

Mestieri e Professioni

Mettersi in Proprio

Idee imprenditoriali

Mettere su casa

Energia pulita Energia Pulita

Giovani arte e cultura

Stili di vita

Informa Bambini

Pronto soccorso bambini

Giovani e Salute

Viaggiare in Europa

Viaggi Italia  Viaggiare in Italia

Hotel in Italia  

Ostelli in Italia

Ostelli in Europa

No al bullismo

 

 
Sei qui: Articoli informagiovani > Esperienze inter rail

 

viaggio in treno, Inter rail

Inter rail

Ostelli in Europa e nel Mondo

Viaggiare con i bambini

 

Indovinello: non si è (stati) veramente giovani se non lo si è provato ...
Soluzione: Interrail!

 

 

 

 

Formula che promuove il viaggio su binari attraverso uno o più Paesi dell'Unione Europea per i suoi cittadini in un età compresa tra i 18 e 26 anni (e anche per gli adulti ma a prezzi più alti).

 

Cronaca di una delle tante esperienze inter rail. Quando ho spento la 18esima candelina, ho iniziato a scalpitare perché volevo provare questa esperienza, o meglio volevo evitare di perdermela! L'occasione si è presentata qualche anno dopo, a 21 anni compiuti. Estate del 2008, dopo aver finalmente trovato un'amica amante dell'avventura e pazza quanto basta, come lo sono io, si parte! Perché bisogna prepararsi mentalmente, più che fisicamente: non si tratta affatto di una vacanza che serve a ricaricare le energie. Le energie si perdono proporzionalmente all'aumentare dei km macinati su rotaia! Casomai si ricarica il proprio bagaglio culturale!

Cosa vuol dire fare l'Interrail?

Interrail vuol dire avventura e adattamento. Adattarsi a dormire in ostelli, in camerate con gente sconosciuta e su letti a castello. All'inizio potrebbe sembrare scomodo, ma si impara a considerarlo un lusso, soprattutto dopo aver speso almeno una notte in cuccette del treno, rumorose e con controllori che con nonchalance e ti svegliano ripetutamente per il controllo del biglietto (esperienza comunque da provare)!
Per quanto riguarda gli ostelli, esiste una tessera internazionale che da diritto a sconti per gli quelli che fan parte del circuito IYHF - International Youth Hostel Federation.
Interrail significa anche contare ogni giorno i soldi rimasti e fare calcoli su calcoli, continuamente. Significa accontentarsi di un panino, magari mentre si cammina per una città o si corre a prendere un treno in partenza! Significa tentare di fare amicizia (quasi) ogni giorno con una cartina diversa. Significa camminare a lungo con il peso dello zaino sulle spalle, che più che uno zaino, a volte, sembra un armadio mobile! L'interrail ti mette alla prova, ma ogni volta che ce la fai è una gran soddisfazione.

Con chi si parte?

Si è da soli? Sarà un interrail estremamente avventuroso, magari con tutto lasciato al caso, una vera e propria esplorazione geografica e di se stessi.
Con un gruppo di amici? Probabile interrail di puro divertimento, forse un po' troppo divertimento (notturno) e poco spirito da interrailer (diurno)!
In coppia? Dipende! Coppia di fidanzati: una sorta di luna di miele alternativa, non proprio, ci vuole davvero forza d'animo e affiatamento per superare insieme le difficoltà fisiche e mentali di un viaggio tanto avventuroso!
Due amici/amiche: incognita! Quest'ultimo è stato il mio caso e non so se è una cosa diffusa o un caso personale, ma un sostantivo che gli attribuirei è: LITIGI! Stupidi litigi causati dalla stanchezza, dalla fame, dagli imprevisti.
Oggi lo ricordo con un sorriso, credo che faccia parte del pacchetto! E comunque rifarei mille volte lo stesso viaggio con la stessa amica. Fare le collette per la spesa, cucinare a turno, tenere premuto il rubinetto di una fontana mentre l'altra si bagna la testa per sopportare meglio il caldo, fare a turno per andar in un bagno pubblico e controllare i "preziosi" zaini, concedersi una cena al ristorante per provare le specialità del posto e ordinare due piatti diversi da dividere per provare due cose diverse. Poter Giocare a carte! Poter comparire nelle foto! Compare dolci e dividerli: sentirsi per metà in colpa e doppiamente contente. Raccontarsi. Prendersi in giro. Aiutarsi, sentirsi autentici e molto altro ancora… questi sono i pregi dell'interrail in due.
Poi essere due "donne" in giro da sole: sentirsi un po' più tranquille e molto più tenaci. In ogni caso per chi cerca compagni d'avventura, può trovarli anche nel Forum Informagiovani, previa iscrizione.

 

Biglietti, mappe, orari

Per quanto riguarda i percorsi e i biglietti collegati c'è da sbizzarrirsi! Si va in ordine di durata totale e giorni viaggiati in treno, numero Paesi visitati, zone ecc. Per quanto riguarda il mio interrail, noi abbiamo optato per un Global Pass che permette di attraversare più Paesi con un limite di giorni di viaggio, in base alla fascia di prezzo scelta, che possono essere consecutivi o rientrare nella formula flexi (con possibilità di scelta dei giorni di viaggio. L'altro biglietto possibile è l'One Country Pass, valido in un solo Paese (escluso quello di residenza). La scelta è di 3, 4, 6 o 8 giorni di viaggio nell'arco in un mese.

E' possibile consultare l'articolo descrittivo dell'     Inter rail.

 

La nostra esperienza

Noi abbiamo viaggiato per 3 settimane e devo dire che ci è bastato! Abbiamo impiegato molto più per pianificarlo che per farlo. E per fortuna che l'interrail è meglio evitare di pianificarlo come un viaggio normale! Anche se nel periodo estivo magari è meglio prenotare qualche ostello o treno particolare. Dopo di che, via libera alla fantasia! Si possono seguire varie linee per creare un percorso. Noi abbiamo scelto posti nuovi per entrambe, ovvero     Monaco  di Baviera, Bruxelles, Bruges, Gand (o Gent), Amsterdam, Copenhagen, Praga, Vienna, Budapest.

Quello di cui ho parlato e di cui ho usufruito è l'interrail Youth, quello classico. In realtà ne esistono altri, più costosi, ma ugualmente considerabili come l'Adult e l'ultima novità: l'Interrail Senior (over 60). Esiste anche il Pass per i bambini (4-11) che ovviamente è il più economico, ma che in realtà è complementare, una spesa ulteriore da aggiungere a quello dell'adulto accompagnatore. Leggi anche     Viaggiare con i bambini
I biglietti possono esser di prima e seconda classe. Bisogna tener conto che per le cuccette e per i treni ad alta velocità ci son dei costi aggiuntivi oltre il prezzo del Pass. Ovviamente il Pass non è valido nel proprio Paese, anche se può dar diritto ad alcuni sconti.

Ulteriori informazioni si possono trovare sul sito ufficiale http://italiano.interrailnet.com/enit/dove è anche possibile acquistare i Pass Online.

Torna su