ALMERIA

VISITARE ALMERIA : INFORMAZIONI E PICCOLA GUIDA

Almeria è una suggestiva città della Spagna meridionale di circa 150 mila abitanti, circondata da montagne e sormontata da una spettacolare fortezza moresca. Considerata la città più soleggiata del Paese mescola centri commerciali e bar di tapas in un centro storico medievale fatto di case bianche, stradine e piazzette tranquille. Lungo la costa si trovano villaggi di pescatori trasformati in popolari località turistiche, le spiagge appartate con un mare che rivaleggio con la Sardegna e il paesaggio selvaggio del Parco Naturale del Cabo de Gata-Nijar.

 

Localizzazione geografica di AlmeriaIl ricco patrimonio della città si riflette in molteplici monumenti storici. Il castello dell'Alcazaba, costruito nel periodo moresco per ordine di Emir Abd al-Rahman nel XIII secolo, è il monumento più conosciuto della città. Più tardi il castello venne ricostruito e ampliato più volte, trasmormandolo nell'enorme complesso architettonico che possiamo ammirare oggi.  La torre più alta del castello, la Torre del Amenahe, che offre un panorama senza eguali sulla città in basso e sul mare. Nelle vicinanze della fortezza si trova il villaggio La Chunka, noto per una particolarità, le piccole nelle loro case. Oggi queste case sono dotate di impianti e dispositivi moderni, ma il lavoro principale della gente del posto è ancora la pesca, proprio come molti secoli fa.

Un altro importante edificio della città è la Cattedrale costruita a metà del XVI secolo. Durante il periodo medievale Almeria fu spesso attaccata dai pirati e la Cattedrale rappresentò un rifugio sicuro in molte occasioni. In effetti l'edifico sembra più un castello o una fortezza che un luogo religioso. Durante la sua storia la cattedrale è stata distrutta più volte, per cui è formata da stili architettonici diversi gotico, rinascimentale e classico.

Non dimenticate inoltre di visitare la Chiesa di San Giovanni (Iglesia de San Juan Evangelista), la cui costruzione risale al XVII secolo. Di fronte alla chiesa si trova l'ufficio del sindaco. E' così bello e insolito che assomiglia ad un meraviglioso castello. Interessante anche l'Ospedale di Santa Maria Maddalena, che si trova nelle immediate vicinanze della Cattedrale. Fu costruito nel XVI secolo, dopo centinaia di anni la sua facciata principale rimane completamente invariata. Il vecchio ospedale è un insieme di bellissimi edifici storici, al suo interno c'è una cappella e un vecchio ospizio.

Non dimenticate di visitare il museo principale della città - il Museo de Almería. Una parte significativa della sua esposizione sono i reperti archeologici rinvenuti intorno alla città e ai suoi dintorni. Il museo venne aperto nel 1933, e poiché la sua collezione era in costante espansione, la sua sede si trasferì ripetutamente in nuovi edifici. Oggi, il museo ospita una serie di reperti unici risalenti al Paleolitico e mostre tematiche dedicate alle popolazioni primitive che abitavo questo territorio.
Tra le attrazioni religiose di Almeria spicca sicuramente la Chiesa di San Giacomo, (Iglesia de Santiago) costruita alla fine del XV secolo e terminata solo nel 1559. Durante gli anni della sua esistenza fu ripetutamente ricostruita e integrata con nuovi elementi. L'ultima ricostruzione ha avuto luogo nella prima metà del XX secolo; la facciata è stata decorata con nuovi bassorilievi.

AlmeriaAlmeria si è aperta in questi ultimi vent'anni al turismo, che ne ha apprezzato le sue bellissime spiagge e che ormai ne fa un punto di riferimento quasi al pari di altre famose città andaluse come Siviglia, Cordoba, Granada e Malaga. Ha un attivo porto sul Mediterraneo, importante per il commercio di ferro, piombo, rame. Questa vivace città risale all'epoca preistorica. Nei secoli quest'area è stata abitata da diverse popolazioni, dai fenici, ai cartaginesi, ai romani. Il suo maggiore sviluppo si ebbe però con la dominazione mussulmana. La città si sviluppò quindi fino a diventare un'importante base navale e porto del Califfato di Cordoba sotto il regno di Abderramán III, che costruì imponenti fortezze a ridosso della città e della baia.

Almeria Porto - AndalusiaCon la caduta del califfato, la città si dedicò alla produzione di tessuti tra cui la seta, il velluto, il damasco e il broccato, diventando presto una delle maggiori potenze economiche del Mediterraneo. Al tempo, Almeria, ospitava più di 10.000 laboratori tessili e godette di grande prosperità. Tuttavia la conquista e la successiva distruzione della città da parte di Alfonso VII, che voleva abbatterne il potere economico, pose fine a questo periodo d'oro. La città rifiorì ancora sotto i Musulmani e tornò ad essere dominata dai Cristiani solo nel 1489. Successivamente Almeria continuò ad espandersi e a crescere economicamente, nonostante le frequenti incursioni da parte dei pirati berberi nel XVI secolo. Nel XIX secolo la città divenne la capitale della omonima provincia di Almeria, dopo che la Spagna fu suddivisa in province. La città oggi si presente prospera insieme grazie ad un'economia basata sul turismo e sulle coltivazioni in serra.

Alcazaba di AlmeriaDal castello si gode di una fantastica vista sulla città e sulle sue principali attrazioni. L'enorme fortezza di Alcazaba (nella foto in alto e in quella a desta) è costituita da tre mura perimetrali che un tempo contenevano tutto ciò di cui gli abitanti avrebbero avuto bisogno in caso di assedio. Uno dei recinti racchiude i resti di una cappella che fu originariamente costruita per essere una Moschea, ma che fu in seguito convertita in una cappella cristiana dai re Cattolici.

Cattedrale di AlmeriaGrazie alla sua struttura fortificata, la sua costruzione di stampo gotico e la sua facciata rinascimentale, la Cattedrale è un vero e proprio simbolo della città. Costruita nel XVI secolo, questo edificio ebbe due funzioni. Oltre a quella ovviamente religiosa, fu anche usato come struttura difensiva, con torrioni dotati di cannoni allo scopo di difendere l'edificio e la città dalle incursioni di Barbarossa e di altri pirati.

Almeria PortoPer molti, venire ad Almeria senza visitare le sue riserve nazionali è semplicemente inammissibile. La Costa de Almeria è ancora oggi immune al turismo di massa. A ovest il litorale è costituito prevalentemente di alte scogliere che più in là si trasformano in spiagge piane, luogo ideale dove trascorrere una giornata di sole. A est della città, troviamo ancora splendide spiagge che si estendono per 20 km, costeggiando il Parco Nazionale Cabo de Gata-Nijar che ha una riserva protetta di 9000 ettari. I visitatori del parco avranno l'opportunità di passeggiare lungo la costa, oltre a rilassarsi sulle spiagge pittoresche con sabbia bianca e acque cristalline. Sul territorio del parco ci sono diversi pittoreschi villaggi di pescatori, quindi non dimenticate la macchina fotografica. Sul suo territorio sono presenti aree archeologiche molto interessanti.

Per coloro che vogliono solo camminare con i bambini e rilassarsi all'aria aperta, vale la pena di andare nella Rambla de Belen, un grazioso ampio viale con palme da entrambi i lati dove è possibile fare una passeggiata gradevole, godendo di giardini e fontane lungo il cammino. A ovest della Rambla si trova il Paseo de Almeria, la tradizionale via di comunicazione cittadina e centro commerciale della città, luogo ideale per fare un po' di acquisti.

Un mare di serre di plastica si estende verso ovest, mentre nell'entroterra si trovano luoghi desertici incredibili che sono stati teatro di innumerevoli film del 'spaghetti western', compresi alcuni del grande maestro Sergio Leone. Infine, se l'idea di frequentare gli scavi archeologici suona attraente per voi, si dovrebbe visitare Gador, una zona piena di aranceti. In questa città sono stati trovati diversi insediamenti preistorici e gli archeologi vi continuano a lavorare.

Nelle vicinanze di Almeria, si possono visitare molte curiose aree archeologiche e storiche. Un esempio eccellente è "Aljibes arabes", letteralmente "cisterne arabe", costruite nell'XI secolo e perfettamente conservate. Questi pozzi facevano parte della rete di approvvigionamento idrico che riforniva sia gli abitanti di Almeria che le truppe che la difendevano.

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

Dove si trova?

 

 

Torna su

Ostelli a d Almeria   Ostelli Spagna   Hotel Spagna   Hotel Almeria

Carte de Almeria Karte von Almeria     Mapa Almeria   Map of Almeria

Carte d'Espagne  Karte von Spanien     Mapa de España    Map of Spain