Arche Scaligere

Sei qui: Verona: cosa vedere >

Arche Scaligere

 

Le Arche Scaligere sono un sepolcro monumentale, che da oltre settecento anni accoglie le spoglie degli antichi Signori di Verona. In questi elaborati e bellissimi mausolei riposano i Principi della famiglia Della Scala, con le loro sculture equestri che si levano verso il cielo, approdo finale a cui aspiravano, forse di diritto, i signori. Nel piccolo sagrato, tra il fianco della Chiesa di Santa Maria Antica e quello del Palazzo, si trova il recinto delle Arche scaligere, orgogliosa testimonianza di gloria mondana che perdura dopo la morte, posto nel cuore della città.

Il lato occidentale della piazzetta è interamente occupato dalla Reggia degli Scaligeri (ora Palazzo della Prefettura), abitazione dei Signori di Verona fino alla costruzione del Castello di San Martino detto Castelvecchio.

 

Arche ScaligereIl palazzo subì gravi alterazioni nel corso dei secoli per cui possiamo ritenere completamente rifatta la facciata verso piazza dei Signori, più vicina all’originale e quasi del tutto integra la parte prospiciente le Arche. Chiude il lato orientale il breve fianco di Santa Maria Antica, la chiesa degli Scaligeri. Le sue origini risalgono al VII secolo, ma la forma attuale è quella della ricostruzione romanica del XII secolo. L’interno è diviso in tre navate da colonne con capitelli rustici, squadrati geometricamente, che sorreggono archi a sesto rialzato. Il paramento delle pareti è a fasce di tufo e di cotto un tempo ricoperto di affreschi, quasi del tutto perduti.

 

Arche ScaligereL'arca di Cangrande I della Scala è posta sopra il portale della chiesa. L’idea dell’arca sepolcrale veronese, isolata e visibile da ogni lato, nasce con il sepolcro di Guglielmo di Castelbarco nel sagrato di Santa Anastasia, e viene ripreso contemporaneamente dall’arca di Cangrande. Per il monumento Castelbarco si fa il nome di Rigino di Enrico, mentre per le altre tombe scaligere esso è unito a quelli di Giovanni di Rigino, di Andriolo de' Santi e del lombardo Bonino da Campione il Vecchio.

 

Sulla cuspide del baldacchino campeggia la statua equestre di Cangrande — l’originale è a Castelvecchio — parata per un torneo. Il vento agita la gualdrappa dell'inquieto cavallo, mentre il Signore sorride argutamente, quasi incurante delle spire del drago rovesciato alle sue spalle. Le arche del sagrato sono rinchiuse entro un recinto marmoreo ornato di pilastri e statue. La cancellata, su cui compare lo stemma degli Scaligeri, è coronata da una fiammeggiante cortina di foglie lanceolate, in parte restaurata.

 

Entro il recinto le grandi e monumentali arche di Mastino II e di Cansignorio si alternano agli umili sarcofaghi solo decorati con lo stemma della famiglia. Nella statua di Cansignorio, più che il ritratto del Principe è chiaro l’intento dello scultore di mostrarci un simbolo astratto del potere. Nei rilievi del sarcofago affiorano un rude realismo e un sobrio senso dei volumi, caratteristici della scultura gotica veronese.

 

 

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa pagina ti è piaciuta e ti è stata utile a trovare qualche informazione interessante e a farti risparmiare un po' di tempo, offrici un caffè (ma non ci offendiamo se ci offri una pizza :) ), così ci aiuterai ad andare avanti per quanto possiamo e a scrivere e offrire la prossima guida gratuitamente.:  Paypal

Dove si trova?

 

Torna su

Ostelli Verona   Ostelli  Italia  Hotel a Verona

Carte de Verone     Karte von Verona     Mapa Verona Map of Verona

 Carte de Venetie Karte von Venetien Mapa Veneto     Map of Veneto

Carte d'Italie  Karte von Italien  Mapa Italia   Map of Italy

Carte d'Italie  Karte von Italien  Mapa Italia   Map of Italy

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal