Carinzia in Austria

VISITARE LA CARINZIA - INFORMAZIONI E GUIDA. La provincia più meridionale dell'Austria forma un collegamento tra le Alpi e il Mediterraneo. Con il suo clima mite, l'aria pulita nei suoi parchi nazionali e 1.300 laghi, è conosciuta come la Riviera austriaca e attira decine di migliaia di turisti ogni anno per tutti i tipi di sport invernali - è un paradiso dello sci - e sport estivi, tra cui la vela, il windsurf e il deltaplano. 

Klagenfurt, la ‘Rosa del Lago Wörthersee’, come viene spesso anche chiamata, porta con se circa otto secoli di storia; secoli che nel tempo l’hanno portata a svilupparsi fino a diventare capitale dello Stato austriaco della Carinzia, situato nella parte più meridionale della nazione. La sua posizione nel lago Wörthersee e il clima favorevole ne hanno da sempre assicurato un’alta qualità di vita, facilitandone lo sviluppo commerciale e sociale.

Anche se meno conosciute delle montagne del Tirolo o delle città ricche di cultura come Vienna e Salisburgo, la province meridionale della Carinzia, situata direttamente sopra l'Italia e la Slovenia e a 2 ore e mezza di treno da Vienna - attraggono i visitatori con spettacolari catene montuose, abbondanti foreste e laghi trasparenti. La Carinzia è il paese alpino austriaco per eccellenza; la presenza del Grossglockner (3.797 m), la cima più alta del paese, e il Pasterze, il suo ghiacciaio più lungo, coronano l'interesse turistico di questa regione che offre una bella diversità.

La Carinzia (Kärnten in tedesco), è anche conosciuta per il suo conservatorismo e tradizionalismo (è stato il paese di Jörg Haider morto nel 2008, l'ultimo campione dell'estrema destra austriaca - il suo partito, il BZÖ, ha ottenuto il 45% dei voti nel 2009), si distingue soprattutto per la bellezza dei suoi paesaggi: le montagne che la delimitano le danno l'aspetto di un gigantesco anfiteatro naturale. Nel cuore di queste magnifiche montagne, i laghi di acqua calda fanno della regione una destinazione privilegiata. Ci sono quattro laghi principali in particolare, che possono essere visitati in barca da maggio a ottobre: il Wörthersee (conosciuto come la "Riviera carinziana"), l'Ossiachersee, il Millstättersee e il Weissensee. La provincia, attraverso la quale scorre il fiume Drava, è divisa in Alta Carinzia a ovest, la regione alpina, e Bassa Carinzia a est, il bacino di Klagenfurt, le prealpi. La Carinzia ha fatto grandi sforzi per attirare gli sciatori sulle sue montagne e, da dicembre a marzo, le sue stazioni offrono prezzi migliori dei loro vicini del Tirolo o di Salisburgo.


Storia
 

L'occupazione umana della regione risale alla preistoria. Era popolata dai Celti quando, nel I secolo d.C., i Romani se ne impadronirono e fondarono la provincia di Noricum. Essi tracciarono il percorso che corrisponde all'attuale strada del Grossglockner, un asse sud-nord che collega Salisburgo all'Italia, e fondarono Claudia (Klagenfurt). Dopo la disintegrazione dell'Impero Romano d'Occidente, la provincia fu sottoposta a continue incursioni da parte dei popoli germanici (bavaresi), avari (dell'Asia centrale) e slavi (sloveni). Questa instabilità finì, come per tutta l'Austria, con la sconfitta degli Avari da parte di Carlo Magno (796). La Carinzia passò allora sotto la protezione della Baviera e divenne parte del Sacro Romano Impero. Nel XIII secolo, la Carinzia passò sotto il controllo del re Ottocaro II di Boemia per un certo periodo, e poi la sua storia si fuse con quella della dinastia degli Asburgo dal 1273 al 1918, quando Ferdinando I sposò la principessa boema. Questa stabilità finì dopo la prima guerra mondiale, quando la regione, rivendicata dalla Jugoslavia, con il pretesto di soddisfare i desideri delle minoranze slovena e italiana. Tuttavia, nel 1920, dopo un referendum (in nome del diritto dei popoli all'autodeterminazione), la Carinzia divenne una provincia unificata dell'Austria. Secoli di tradizioni slave e germaniche, il cristianesimo antico e la vicinanza dell'Italia hanno plasmato il carattere del paese e della sua gente. Ogni carinziano ha una nonna slovena e un nonno italiano del Friuli!

I punti di interesse della Carinzia

Grossglockner

VillachAll'estremo nord-ovest della Carinzia, a nord-est del Tirolo orientale e a sud del Salisburghese, questa vetta, la più alta dell'Austria, raggiunge i 3.798 m. È un simbolo per il paese, così come il Monte Bianco lo è per la l?Italia. Il Grossglockner si trova nel Parco Nazionale degli Alti Tauri. È attraversata da una strada di montagna che è uno dei percorsi più belli del paese, che unisce Heiligenblut in Carinzia a Bruck nel Salisburghese (aperta da giugno a settembre e soggetta a una tassa di 36,50 euro per auto). Se si è fortunati, si può vedere la flora e la fauna della regione, e le nevi eterne dei ghiacciai che sono sempre uno spettacolo abbagliante. La strada permette anche di arrivare ai piedi del gigante, di fronte alla sua vista più bella, il Pasterze, il più grande ghiacciaio dell'Austria, che può essere visto dalla strada. In inverno, si può salire alla stazione sciistica sopra Heiligenblut e continuare a piedi fino al panorama del passo e del Grossglockner.

Villach

VillachVillach si trova a circa 50 km a ovest di Klagenfurt, nel cuore del distretto dei laghi, e offre un facile accesso all'Italia e alla Slovenia. La seconda città della Carinzia in termini di dimensioni, cultura ed economia, era un tempo un insediamento romano. Per molto tempo appartenne ai duchi di Bamberga, ma più tardi fu acquisita dall'imperatrice Maria Teresa e divenne parte dell'impero asburgico...Se volete approfondire andate alla nostra guida di Villach.


Maria Saal

Maria SaalIl comune di Maria Saal è conosciuto per la sua chiesa, il principale luogo di pellegrinaggio della regione. Risale al XV secolo, quando aveva anche un ruolo difensivo, prima contro i magiari, poi contro i turchi - mura difensive e due torri gemelle (in pietra vulcanica) sono ancora visibili. Da vedere: la porta sud con la sua Lanterna della Morte, le pietre tombali gotiche (in marmo), l'ossario romanico con i suoi due piani di gallerie. All'interno, noterete un ricco arredamento, bellissimi organi e, soprattutto, la famosa statua della Vergine, del 1425, all'origine del pellegrinaggio.

Klagenfurt

Centro storico di KlagenfurtKlagenfurt è una città dinamica e piacevole, molto più meridionale dei suoi cugini tirolesi o dell'Alta Austria. La città si trova sulle rive del lago alpino più caldo d'Europa, il Wörthersee. Il centro storico è importante e vivace, ricco di bei palazzi. La città è la capitale e il centro culturale della Carinzia. La sua università, che risale al 1161, è precedente all'atto di fondazione della città (1252). Klagenfurt fu completamente distrutta da un incendio nel 1514 e fu immediatamente ricostruita per diventare la capitale del ducato nel 1518. Il suo ruolo era preponderante nella regione. Nei secoli XVI e XVII, la città fu progettata da architetti italiani. I numerosi cortili porticati nel centro della città, le strade acciottolate e le belle piazze ne sono la prova. Le fortificazioni che la circondavano furono demolite durante le invasioni napoleoniche (1809), e la loro posizione è oggi segnata solo dagli "anelli", grandi viali che la circondano e che un tempo correvano a fianco delle fortificazioni...Se volete approfondire andate alla nostra guida di Klagenfurt.
 

Gurk

Gurk con il suo duomoFamosa per la sua cattedrale, luogo di pellegrinaggio, Gurk è considerata il centro religioso della Carinzia. La cattedrale, un edificio a tre ali costruito nella seconda metà del XII secolo, è uno dei più bei monumenti romanici dell'Austria. La sua cripta, con le sue cento colonne, è particolarmente impressionante. La cattedrale ha molti elementi intagliati: la Porta di Sansone del 1180, pannelli del XVI secolo che illustrano la vita di Santa Emma, l'altare del XVII secolo e un leggio barocco del 1740. La cappella del vescovo è decorata con belle pitture murali del periodo romanico.

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa pagina ti è piaciuta e ti è stata utile a trovare qualche informazione interessante e a farti risparmiare un po' di tempo, offrici un caffè (ma non ci offendiamo se ci offri una pizza :) ), così ci aiuterai ad andare avanti per quanto possiamo e a scrivere e offrire la prossima guida gratuitamente.:  Paypal

 

Torna su

Ostelli Klagenfurt   Ostelli Austria   Hotel  Klagenfurt

Carte de la Autriche Karte von Österreich   Mapa Austria  Map of Austria

Carte Klagenfurt Karte von Klagenfurt   Mapa Klagenfurt   Map of Klagenfurt

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal

Offerte del giorno Amazon