FACTORING 
Ann.

Sei qui: Termini Finanziari > Factoring

FACTORING

Il Factoring è un importante strumento finanziario, che permette ad un’azienda (fornitore) di cedere il credito maturato verso il proprio cliente (debitore ceduto) ad un terzo (Società di Factoring) in cambio di liquidità. La società di factoring paga all'imprenditore i crediti di meno di quanto valgono e provvede a riscuoterli, in  cambio anticipa all'imprenditore una parte dell'importo.

In pratica l'imprenditore vende a un prezzo più basso un certo numero dei suoi crediti, rinunciando a una parte degli stessi, per avere subito liquidità.

Nel factoring sono coinvolti tre tipi di soggetti:
- il creditore, ovvero l'impresa che cede i propri crediti;
- il factor che acquista i crediti;
- i clienti dell'impresa che dovranno pagare direttamente il factor e non l'imprenditore. 

Si riconoscono due forme di factoring: pro solvendo e pro soluto. Nel primo  caso, il factor può rifarsi sull'imprenditore se i clienti non pagano, ovvero chiedere a lui di pagare il credito non riscosso. Nel secondo caso il factor compra i crediti in modo definitivo (e a un prezzo più basso) e non può rifarsi in caso di mancato pagamento da parte dei clienti.  
Il factor, una banca o una società di factoring, oltre alla presa in carico del credito, svolgere anche un servizio gestionale (contabilizza i crediti, invia solleciti, recupera coattivamente i crediti, ecc.), un servizio finanziario (smobilizza in anticipo i crediti) e un servizio di garanzia, quando il factoring è pro-soluto e anticipa i soldi all'imprenditore a prescindere dall'esito della riscossione del credito nei confronti del cliente.  

  

 

 
>
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal