METODO NATURALE CONTRO I PIDOCCHI

Informagiovani Italia

I giovani e la Salute

Pronto soccorso bambini

Balbuzie

  Lavorare in Europa

  Come mettersi in proprio

  Mestieri e Professioni

   Idee imprenditoriali

Informa Bambini

   Mettere su casa

   Giovani arte e cultura

   Stili di vita

Energia pulita   Energia Pulita

🌎 Viaggiare in Europa

🛵 Viaggiare in Italia

ðŸ?   Ostelli in Italia

ðŸ?  Hotel in Italia   (1,2,3,4,5 stelle)

 

Sei qui: Giovani e Salute > Pronto soccorso bambini >

Metodi naturali contro i pidocchi - trattamento naturale pediculosi  

Il nostro non è un sito di medici e non vuole in alcun modo fungere da "fai da te" o sostituire il vostro dottore o pediatra.

In Italia il numero di casi di pediculosi (infestazione da pidocchi) è andato aumentando negli ultimi anni, soprattutto a causa della resistenza sviluppata dai pidocchi ai trattamenti classici farmacologici. In pratica è la stessa storia della resistenza agli antibiotici sviluppata dai batteri: nel caso degli antibiotici le infezioni non guariscono perché il batterio è diventato resistente allo stesso; nel caso dei pidocchi le sostanze che li uccidono finiscono per fare una selezione naturale, e i pidocchi naturalmente resistenti che sopravvivono, poi si diffondono ad altri esseri umani.

 

Che fare allora? Prodotti naturali, prodotti che soffocano i pidocchi, repellenti ma soprattutto pettine di ferro a denti fitti, asportazione manuale delle lendini (le uova) e un lavoro di squadra nella classe "infestata" e possibilmente nella scuola. C'è chi sceglie prodotti naturali antipediculosi che contengono sostanze che uccidono i pidocchi e rendono i capelli non "appetibili" per questi parassiti (neem, melaleuca, bergamotto, timo, lavanda, geranio sono tra le sostanze naturali più usate come insetticidi/deterrenti), chi prodotti che rivestono il capello di una sorta di plastica-gel naturale che "soffoca" i pidocchi e poi si lava dopo la posa.

 

Ma se la scuola e la classe sono infestati, credete serve soprattutto pazienza e un pettine a denti fitti in ferro per il controllo frequente. Se i compagni di classe hanno i pidocchi, è sufficiente avvicinare la testa appena trattata/controllata ad una testolina con pidocchi e... si rinizia da capo :(   

Pettine di ferro e aguzzare la vista per togliere manualmente le lendini

Comprate un pettine di ferro robusto, non costano poco ma meglio acquistare una volta sola e bene. I pettini che sono inseriti nelle confezioni di prodotti antipediculosi sono spesso in plastica e non sono molto efficaci perché hanno i denti corti e non penetrano bene nei capelli. Potete usare il pettine dopo il lavaggio (il balsamo è necessario) o anche prima dello shampo, facendo un controllo "asciutto" prima della doccia o del bagno. Per facilitare l'uso del pettine in ferro dovete, in questo secondo caso, inumidire bene i capelli asciutti e mettere il balsamo. I denti del pettine scivoleranno e potrete controllare la testa prima di lavarla e poi procedere al lavaggio normalmente. Altra questione sono poi le lendini, le uova del pidocchio. Il pettine riesce a toglierne molte, ma alcune inevitabilmente sfuggono e sono insidiose. Una volta asciugata la testa andate al sole o sotto una luce bella forte e controllate visivamente i capelli, soprattutto dietro le orecchie e sulla nuca. Le lendini stanno vicino al cuoio capelluto e si notano per il colore bianco perlato. Se trovate queste minuscole uova bianche, dovete letteralmente "sfilarle" dal capello perché sono "appiccicate" a questo.

Tutti per uno uno per tutti!

Sarebbe opportuno che i trattamenti/controlli fossero concordati tra i genitori e fatti contemporaneamente per spezzare il meccanismo di diffusione. Se non si fanno controlli e trattamenti contemporaneamente è matematico che l'infestazione si ripresenti dopo poco. Una brutta notizia... dovete controllare anche voi stessi e tutta la famiglia. Il fine settimana, un ponte, le vacanze sono periodi in cui si dovrebbe riuscire a fare questo lavoro coordinati.

Recenti scoperte contro i pidocchi

Ebbene si è scoperto che l'aria calda rappresenta una soluzione naturale contro i pidocchi, vediamo come. Decenni fa un certo Buxton dimostrò che il pidocchio muore, quando esposto all'aria, riscaldata a 51° C per 5 minuti. Altri ricercatori nel 1995 constatarono che i pidocchi del capo muoiono in vitro con aria calda, originata da un asciugacapelli a 50° C per 5 minuti; le uova fertilizzate non si schiudono più quando esposte all'aria calda a 55° C per 90 secondi. L'aria calda uccide sia il pidocchio che le uova, essiccandoli. Vari esperimenti sono stati fatti in tempi recenti, utilizzando phon normali o progettando phon speciali adatti a questa operazione. I normali asciugacapelli si sono dimostrati non adatti e pericolosi poiché era necessario il calore ma anche il movimento dell' aria calda, il soffio. Il calore senza il movimento dell' aria renderebbe inoltre il calore insopportabile e pericoloso per la cute. Per questo motivo il Dottor Dale H. Clayton ha inventato il LouseBusterâ„¢ lavorando con gli studenti dell' Università dello Utah. Lo scienziato americano ha al suo attivo oltre 100 pubblicazioni ed è stato premiato con la Ward Medal, il riconoscimento più importante della Società Americana di Parassitologia. 

L'apparecchio LouseBuster è una speciale macchina efficace nell'uccidere pidocchi e uova usata a una temperatura di 58,9° C. Non sono stati dimostrati effetti avversi in seguito al trattamento, come non avvengono con l'uso di un phon standard. Il LouseBuster ha un tubo speciale e un becco finale speciale che permette una migliore direzione dell'aria calda. Sono sufficienti calore e aria calda in movimento a contatto con tutte le parti del cuoio capelluto con una applicazione di 30 secondi per ogni parte. Tutti i soggetti testati (169 ragazzi) sono stati liberati dai pidocchi, quando sono stati esaminati dopo 7 giorni dal trattamento. I bambini trattati erano in età fra 9 e 11 anni. Lo studio conferma che un'applicazione di 30 minuti di aria calda ha la potenzialità di eradicare i pidocchi dalla testa. L' articolo del Dr. Dale Clayton è stato pubblicato nel 2006 sul Journal Pediatrics.  Due studi clinici sono stati fatti successivamente, l' ultimo dei quali è inoltrato presso la FDA (Food and Drug Administration per l' approvazione dei farmaci/disposistivi medici) ed ha ottenuto l' approvazione nel 2009.

Ovviamente per una famiglia è impensabile comprare un LouseBuster, ma potrebbero mettersi d' accordo le scuole, potrebbero crearsi delle forme di noleggio in farmacia…

Se questo breve articolo vi è stato utile, potete mettere un "Mi piace" qui sotto e iscrivervi alle nostre pagine Facebook o Instagram per aggiornamenti sui nostri articoli.

Se non avete già un kit di pronto soccorso a casa potreste considerare l'acquisto di un kit di pronto soccorso per bambini su Amazon, con 68 pezzi fatti apposta per i bimbi (cliccate nella foto).

Kit pronto soccorso bambino

 

Altre problematiche correlate al bambino Bullismo = terrorismo verso il prossimo!

 

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa pagina ti è piaciuta e ti è stata utile a trovare qualche informazione interessante e a farti risparmiare un po' di tempo, offrici un caffè (ma non ci offendiamo se ci offri una pizza :) ), così ci aiuterai ad andare avanti per quanto possiamo e a scrivere e offrire la prossima guida gratuitamente.:  Paypal

 

Glossario di Termini medici

 

Torna su

Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal

Offerte del giorno Amazon