50 anni usciva The Sound of Silence di Simon & Garfunkel

Sei qui: Articoli informagiovani > The Sound of Silence

50 anni usciva The Sound of Silence di Simon & Garfunkel

 

Simon & Garfunkel oggi sono un nome che fa parte della storia della musica, conosciuti in tutto il mondo, ma nel 1964, quando uscì il loro primo disco le cose non andarono proprio per il verso giusto anzi, il loro debutto fu un vero e proprio fallimento che rischiò di troncare la loro carriera sul nascere. L'album acustico vendette in tutto solo 2000 copie. Non era un brutto disco, anzi, c'erano diverse canzoni di buon livello, ma sopratutto una perla, una composizione di Simon, registrata per la prima volta  il 10 marzo 1964, a cui seguì una seconda/prima vera uscita come singolo di "The Sounds of Silence" nel gennaio del 1966, che fece breccia nel cuore di milioni di persone.

 

Il "Suono del Silenzio", un titolo emblematico che ora conosco tutti ma allora...Paul Simon scrisse la canzone l'anno prima mentre viveva con i suoi genitori. "La cosa principale di suonare la chitarra era che ero in grado di sedermi da solo e sognare", disse una volta Simon Playboy. "Ed ero sempre felice di farlo. Suonavo anche in bagno, perché il bagno aveva piastrelle, quindi aveva una leggera cassa di risonanza. Mi piaceva girare il rubinetto fare scorrere l'acqua. Mi piaceva quel suono molto rilassante per me e intanto suonavo. Nel buio. 'Ciao oscurità, mia vecchio amica / Sono venuto a parlare con te.' "

 


 

50 anni usciva The Sound of Silence di Simon & GarfunkelSimon insieme ad Art Garfunkel affinarono la canzone nei caffè del Greenwich Village a New York, e registrarono per la prima volta "The Sounds of Silence" con il produttore Tom Wilson, tutto solo due chitarre acustiche e un contrabbasso. Purtroppo la canzone e il disco in cui era contenuta  Wednesday Morning, 3 A.M., "annegò" per così dire nell'ondata di Beatlemania che travolse l'America nel 1964. Scoraggiati, Paul e Art, gli amici di lunga data si separano. Simon si trasferì in Inghilterra e Garfunkel tornò al college a New York. Ma forse non era ora che la canzone avesse successo. Come si sa, si chiude una una porta e si apre un portone. Infatti, in Inghilterra Simon, che suonava in locali folk e caffetterie incontrò Kathy Chitty che divenne la sua ragazza e di ispirazione si canzoni indimenticabili come "Song for Kathy", "America" e altre. A Soho Simon si esibì in un locale folk chiamato esibì al Les Cousins ​​di Londra locale di Greek Street a Soho, che esiste ancora. Nel 1965, incise un disco da solista in inghilterra chiamato The Paul Simon Songbook.

 

Poi accadde qualcosa di incredibile, come a volte accade nelle favole o nei sogni. Qualcuna delle persione che aveva comprato una delle 2000 copie del primo disco di Simon & Garfunkel  Wednesday Morning, 3 A.M. nella costa orientale degli Stati Uniti, cominciò a chiedere a qualche radio di mandare "on air" una canzone dell'album. La canzone in questione era proprio The Sound of Silence. A quel punto il produttore Tom Wilson, senza dirlo ne a Simon ne a Garfunkel, decise di abbandonare la prima versione acustica del brano e registrarla nuovamente aggiungendo una traccia con con chitarra elettrica, basso e la batteria. Nel gennaio del 1966, 50 anni fa, uscì il singolo della canzone e in breve, tra radio e passaparola, il brano si piazzo al primo posto nelle classifiche pop americane.

 

 

Il successo insperato riportò Simon nel Stati Uniti e fece riunire la coppia con Garfunkel.  Insieme registrato quattro album tra i più significativi della storia della musica leggera, non solo americana: Sounds of SilenceParsley, Sage, Rosemary and Thyme, Bookends, e quello che fu il loro più grande successo in carriera: Bridge over Troubled Water. Simon&Garfunkel nel 1967 contribuirono ampiamente alla colonna sonora del Il laureato con il regista di Berlino Mike Nichols con un giovanissimo Dustin Hoffman e Anne Bancroft. La canzone "Mrs. Robinson" divenne un'altra classico senza tempo.

 

Ma niente sarebbe potuto accadere senza "Il Suono del Silenzio". In una intervista successiva Simon spiegò che il fascino della canzone, era la semplicità della melodia e le parole, che parlano di una tipica alienazione giovanile. Erano i pensieri di un ventunenne, non cose sofisticate, ma frasi e parole raccolte da qualche materiale di lettura al college. "Non era una cosa che stavo vivendo in qualche profondo, a livello profondo, del tipo che nessuno mi ascolta; era un angoscia post-adolescenziale che aveva un certo livello di verità. Per questo ha toccato milioni di persone. Ma il grande merito è che aveva una melodia semplice e cantabile ".


Come molti giovani cantautori dell'epoca, Simon ammirava Bob Dylan ma lottò per non farsi influenzare troppo, tuttavia in un'altra intervista alla rivista Mojo il cantautore ha ammesso " Quando ho scritto 'The Sound of Silence', avevo 21 anni. Non l'avrei mai scritta se non fosse stato per Bob Dylan."
 

Pubblicato nel novembre 1965, il singolo scalò le classifiche e in pochi mesi raggiunse il numero 1. Simon apprese la notizia mentre sfogliava la rivista Billboard quando ancora si trovava nel Regno Unito. All'inizio, nonostante il successo della canzone negli Stati Uniti, Simon era riluttante a lasciare il l'Inghilterra dove aveva trovato l'amore di Kathy. Aveva paura di confrontarsi con il successo. Ma poi la cosa avvenne e il due Simon&Garfulkel riuniti avrebbero cambiato la storia della musica leggera.


Proprio in riconoscimento della sua importanza nella storia della musica, la Library of Congress degli Stati Uniti nel 2013 scelse "The Sounds of Silence" per la conservazione a lungo termine nei suoi archivi.

 

Torna su