Usucapione
Advertisement

Sei qui: Termini Finanziari > Usucapione

 

Usucapione

Usufrutto

L'Usucapione in base all'articolo 1159 del codice civile è un modo di acquisto della proprietà, o di altro diritto reale, per effetto del possesso continuato di un bene protratto per il tempo previsto dalla legge. L'usucapione dei beni immobili si compie dopo venti anni, ridotti a dieci nel caso di bene acquistato in buona fede da chi non è proprietario, in forza di un titolo che sia idoneo a trasferire la proprietà e che sia stato debitamente trascritto. L'usucapione dei beni mobili e dei beni mobili registrati si compie in dieci anni, venti se il possessore è in mala fede.Il periodo è ridotto a 10 anni per l'usucapione abbreviato (art. 1159 c.c.).

Requisiti Essenziali per l'usucapione

a) il possesso della cosa b) il trascorrere di un determinato periodo di tempo.

Il possesso deve avere determinate caratteristiche:

 

a) deve essere continuato e non interrotto: è interrotto quando il possessore è stato privato del possesso per oltre un anno;


b) deve essere pacifico e pubblico: non acquistato cioè in modo violento o clandestino;

 

c) deve essere inequivoco: deve cioè consistere in modo né dubbio né incerto nell'attività corrispondente all'esercizio della proprietà o di altro diritto reale.

Usucapire "sembra facile", ma in realtà, secondo la giurisprudenza, è molto difficile usucapire un immobile. E' necessario infatti non solo un possesso esclusivo esteso a tutto l'immobile e inconciliabile con la possibilità di possesso da parte degli altri comproprietari, ma anche degli atti o comportamenti inequivoci con i quali si esteriorizzi (si "faccia vedere", si comunichi, agli altri comproprietari) la volontà di essere l'unico possessore e di escluderli dalla proprietà e dall'uso dell'immobile.

 

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal