VERSILIA

VISITARE LA VERSILIA, INFORMAZIONI

 

La Versilia comprende i territori della costa della provincia lucchese. La zona è famosa per le grandi spiagge e la bella vita mondana, anche se rispetto al passato diverse cittadine, in particolare Pietrasanta, hanno scelto di valorizzare sempre più un turismo di tipo culturale. La storia della balneazione è nata proprio qui, nella seconda metà dell’Ottocento, con la costruzione dei primi stabilimenti balneari. Le pinete dietro alle spiagge, molto estese e curate, sono un luogo storico di riparo dalla calura estiva. La più famosa di queste è il Parco della Versiliana, a Marina di Pietrasanta, 80 ettari di vegetazione lussureggiante, che ospita eventi culturali di alto livello come il festival omonimo.

 

In Versilia sono molte le località da visitare e di seguito ne elenchiamo alcune:

Pietrasanta e Marina di Pietrasanta

PietrasantaPietrasanta ha circa 25.000 abitanti ed è considerato il capoluogo storico della Versilia. Sorge sulle  pendici del verdeggiante colle di Sala ed ha una storia antica, uno splendido duomo e una vivace vita culturale. Ci sono decine di gallerie d'arte moderna, ristoranti alla moda e tanti eventi interessanti, specialmente nella bella stagione. Città con un bel centro storico molto curato, Pietrasanta ha suggestive stradine antiche, come la caratteristica Via del Riccetto, con pavimentazione in sassi di fiume, o Via della Fontanella. Famosa nel mondo per la lavorazione del marmo delle vicine Apuane e del bronzo, accoglie da sempre scultori e artisti internazionali che qui lavorano e riposano. Anche grazie a questi graditi ospiti, che spesso qui hanno poi comprato casa, Pietrasanta è diventata una vera città d’arte.

Da visitare Pietrasanta, il Museo dei Bozzetti con i modelli delle più importanti sculture in bronzo uscite dai laboratori locali da metà Ottocento fino ai giorni nostri. Diverse sculture di artisti importanti, abbelliscono la città, opere di Franco Adami, Fernando Botero, Pietro Cascella, Girolamo Ciulla, Jean-Michel Folon, Igor Mitoraj, Kan Yasuda... Numerose sono le gallerie d’arte, gli eventi e le mostre temporanee, anche all’aria aperta, in particolare in Piazza del Duomo e nella Chiesa di Sant’Agostino. Accanto a quest’ultima, nel chiostro, si affaccia il locale centro culturale.

Da vedere ancora oltre al Duomo, la Torre Civica, la Rocchetta Arrighina, accanto alla quale si trova l’arco di Porta a Pisa. La città possiede inoltre una rete di cunicoli sotterranei e opere difensive strategiche, quali le mura di cinta ben visibili dalla piazza, raggiungibili grazie a un sentiero che termina alla Rocca di Sala. Approfondisci leggendo la Guida di Pietrasanta.

Marina di PietrasantaUna volta visitate le bellezze di Pietrasanta non resta che godersi il suo mare. La piacevole località balneare di Marina di Pietrasanta, che dista pochi chilometri dal borgo, si allunga per circa cinque chilometri di stupenda costa tirrenica. Famosa e ricercata fin dai primi del Novecento, Marina di Pietrasanta è costituita da quattro centri: Fiumetto, Tonfano, Motrone e Focette. Continua a leggere su Marina di Pietrasanta.

Forte di Marmi

Famosa località di villeggiatura, con ampie spiagge di sabbia fine, eccellenti stabilimenti balneari, un fantastico lungomare, ristoranti alla moda, locali, boutique e discoteche, frequentati storicamente da personaggi famosi. Qui si trova la celebre discoteca Capannina di Franceschi.

Il nome della cittadina deriva dal Fortino, forte Leopoldo I, o Forte Lorenese, fatto erigere dal Granduca Pietro Leopoldo nel 1700, e che si trova proprio al centro della paese, in Piazza G. Garibaldi. Fu costruito a difesa dell’approdo e dei pregiati marmi che dalle Alpi Apuane venivano portati qui per prendere la via del mare. All’interno del Fortino si trova il Museo della Satira e della Caricatura, uno dei più importanti musei del genere. Raccoglie l'eredità del Premio "Satira Politica" creato nel 1973, ed è diventato il centro della conservazione, raccolta e studio di tutti i materiali concernenti la storia della satira e della caricatura mondiale. In mostra disegni originali, contemporanei e del passato a disposizione una biblioteca tematica con oltre 1000 volumi, una videoteca e un archivio multimediale.

Proseguendo verso il mare è possibile ammirare il pontile caricatore che veniva usato per imbarcare i grossi blocchi di marmo in partenza per tutto il mondo. Oggi è una turistica, dove è possibile passeggiare ed ammirare la costa da trecento metri di distanza. Il quartiere Roma Imperiale è famoso per la presenza di tante ville progettate da architetti famosi come Giovanni Michelucci e Giò Ponti. Qui si trova anche Villa Agnelli, un tempo residenza estiva della famiglia e oggi albergo, con il sottopasso che porta direttamente in riva al mare, inaugurato nel 1929 e ancora aperto.

Camaiore e il suo Lido

Camaiore si trova a 8 km dalla costa e ha oltre 30 mila abitanti. Conserva all’interno delle sue antiche mura molti gioielli artistici quali la famosa Collegiata e la Badia Benedettina. Lido di Camaiore è una località balneare ben attrezzata e moderna con una grande spiaggia lunga 4 km e un elegante lungomare (Viale Europa) che è un susseguirsi di stabilimenti balneari, bar e caffetterie, negozi e ristoranti. Molto bello il moderno Pontile Bellavista Vittoria, dove passeggiare e fare un ottimo aperitivo con lo sguardo sul mare e le Apuane alle spalle.

Viareggio

ViareggioLa capitale della Versilia è una città di circa 60 mila abitanti. Risale alla prima metà del 1500, quando era l’unico affaccio sul mare della Repubblica di Lucca. Il più antico edificio cittadino, la Torre Matilde, è una fortificazione difensiva eretta dai viareggini nel 1541 per contrastare le incursioni dei corsari. Diverse le architetture interessanti in stile liberty. Bella la Piazza Percy Bysshe Shelley, dedicata al famoso scrittore e filosofo inglese che trovò la morte davanti alle acque antistanti le spiagge della città nel 1822. La cittadina è famosa, oltre che per il turismo balneare, per il Premio letterario internazionale città di Viareggio e per l’antico Carnevale. Quest’ultimo, nato nel 1873, come di sicuro saprete, è caratterizzato dagli enormi carri allegorici di cartapesta che sfilano lungo la “Passeggiata a mare?.  Un personaggio legato a Viareggio è Puccini che qui era di casa: prendeva posto al ristorante Margherita, vicino alla finestra che da sulla spiaggia, incontrava amici come D’Annunzio, Marconi e Toscanini. Continua a leggere la guida di Viareggio

Torre del Lago Puccini

A 6 km da Viareggio si trova Torre del Lago, con la celebre marina e la bella spiaggia della Lecciona, insieme a tanti ristoranti e locali. Giacomo Puccini visse qui dal 1891 fino alla morte (che avvenne a Bruxelles dove era andato a cercare di curarsi). In questo luogo di pace e armonia compose molte delle sue opere liriche più famose. Dopo essere stato in affitto, il compositore, acquistò la casa a Torre del Lago nel 1898, sul belvedere del lago di Massaciuccoli. Villa Puccini, riccamente decorata al suo interno, ha una forma rettangolare ed è oggi un museo che ospita anche, nella cappella privata, le spoglie del musicista, insieme alla moglie, al figlio e alla nuora. D’estate si tiene il Festival Pucciniano, ospitato nel teatro in riva al lago, proprio davanti alla casa del compositore. E’ il teatro all'aperto più importante della Toscana. Nel precedente teatro locale, si teneva, dal 1930, il Festival di Torre del Lago che, grazie ai famosi allestimenti e alla partecipazione dei nomi più illustri della lirica mondiale, divenne una manifestazione di enorme successo. In zona da vedere anche la Villa Borbone, edificata da Lorenzo Nottolini per Maria Luisa di Borbone lungo il Viale dei Tigli (qui sono sepolti la maggior parte dei principi Borbone di Parma) che da Viareggio conduce a Torre del Lago e la Chiesa di San Giuseppe, del XVIII secolo.

Massaciuccoli

Il lago di Massaciuccoli è un luogo ideale per passeggiare nella natura e per fare birdwatching. L'osservazione degli uccelli è possibile all’interno di una zona protetta molto ampia che comprende anche il Parco di Migliarino e la Tenuta di San Rossore. Dal pontile principale anche i meno esperti possono ammirare tanti uccelli bellissimi nel loro habitat. Basta non fare rumore... Sono possibili anche escursioni in canoa.

Seravezza

Comune diviso in diverse frazioni, la cui principale è appunto Seravezza, abitato gradevole, con un un’ampia piazza e tanti negozi. Da vedere la Villa Medicea, residenza estiva della famiglia de' Medici, oggi luogo di cultura con il Museo del Lavoro e delle Tradizioni Popolari Locali, la biblioteca, l’archivio storico e gli spazi espositivi. Da visitare anche la Chiesa dei Santi Lorenzo e Barbara e l’Oratorio della Santissima Annunziata.

Stazzema

Anche Stazzema è formata da piccoli centri abitati distanti gli uni dagli altri sulle alture circostanti, un po’ come nella Garfagnana. Interessanti nell'abitato principale la Torre dell’Orologio del 1700, la Fontana Carraia del 1500 e poco fuori dal centro, la Pieve di Santa Maria Assunta. A poca distanza sorge il Santuario della Madonna del Bell’Amore o di Piastraio, immerso nel bosco di Stazzema, con una chiesa oggi chiusa ai fedeli, ma un tempo meta di molti pellegrinaggi. Potete raggiungerlo utilizzando un breve sentiero nelle vicinanze della Chiesa di Santa Maria delle Nevi a Stazzema o utilizzando la mulattiera che parte dalle Mulina. Dal punto di vista naturalistico, da Stazzema partono tanti sentieri per gli amanti del trekking, che da qui salgono sulle Apuane. Il paese è tristemente conosciuto per l'Eccidio che qui si consumò verso la fine della Seconda Guerra Mondiale. La piccola frazione di Sant’Anna di Stazzema, fu teatro il 12 agosto del 1944, di un terribile crimine contro l’umanità. Una divisione tedesca di SS, uccise 560 persone bruciandone i corpi; 130 di questi erano bambini. Il massacro è emerso in tutta la sua crudeltà agli occhi dell’opinione pubblica internazionale, nel 1994, quando il giudice Antonino Intelisano, durante le sue indagini sui crimini di guerra, trovò in un palazzo di Roma, documenti molto rilevanti sull'accaduto, che per decenni erano stati taciuti. Dal 2000 è stato aperto il Parco Nazionale della Pace, memoriale e museo dedicati al terribile avvenimento.

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

Dove si trova?

 

Torna su

 

Ostelli Pietrasanta  Ostelli Italia   Auberges de Jeunesse Italie  Hotel Pietrasanta

Carte de Pietrasanta  Karte von  PietrasantaMapa Pietrasanta  Map of Pietrasanta

 Carte de la Toscane Karte von Toskana Mapa Toscana  Map of Tuscany

Carte d'Italie Karte von Italien Mapa Italia Map of Italy