ZUMAIA

Informagiovani Italia

🌎 Viaggiare in Europa

🛵 Viaggiare in Italia

💁 Visite guidate in Italiano

Articoli  Informagiovani

🏠 Hotel a Zumaia

🏠  Ostelli a Zumaia

🏠  Ostelli in Spagna

🏠 Hotel in Spagna  

Mappa di Bilbao

Mappa della Spagna

Mappa delle regioni della  Spagna

Informazioni sulla Spagna

Hostels Bilbao

Hostales en Bilbao

Auberges de Jeunesse Bilbao

Jugendherberge Bilbao

Hostales en España

Auberge de Jeunesse Espagne

Jugendherberge Spanien

Hostels Spain

 

VISITARE ZUMAIA - INFORMAZIONI  E GUIDA. Questa piccola cittadina di mare si trova incastonata in uno dei tratti più belli della costa di Gipuzkoa, in una bella baia dove si incontrano i fiumi Urola e Narrondo. Possiede molte attrattive a cominciare dalle antichissime formazioni rocciose chiamate flysch, dichiarate Patrimonio Unesco, per finire con una suberba gastronomia. Le sue scogliere e le sue spiagge sono state utilizzate anche come scenario di Dragonstone nella settima stagione de "Il Trono di Spade".  

 

Zumaia è circondata da montagne verdi che scendono verso il mare sotto forma di ripide scogliere, è possiede molti motivi per visitarla: due belle spiagge, un interessante centro storico, una moderna marina e una vasta gamma di hotel e ristoranti. Ora vi daremo qualche altro buon motivo per per "fuggire" nei Paesi Baschi.

Zumaia PanoramaIniziamo la nostra visita nel quartiere storico, che conserva ancora la sua disposizione medievale. È dominata dalla parrocchiale Chiesa  di San Pedro, una chiesa gotica del XIII secolo, che si erge sul resto degli edifici come una grande massa di pietra. Colpisce per la sua costruzione solida, simile a quella di una fortezza, con quasi nessun elemento decorativo all'esterno. Composto da una sola navata, il suo interno è uno degli spazi gotici più belli dei Paesi Baschi, dove spicca una pala d'altare di Juan de Antxieta, dichiarata monumento nazionale. Passeggiando per le strade strette e ripide del vecchio quartiere troverete altri edifici interessanti, come i palazzi Zumaia e Ubillos e le case Olazábal e Goikotorre. Ma riparleremo più avanti della parte antica del piccolo porto di pescatori.

Solo mettendo piede su questa terra noterete che il vostro corpo perde la sua fretta, che lasciate da parte i vostri orologi e vi aprite a uno stile di vita diverso, più a misura d'uomo.

ZumaiaCi dirigiamo verso la costa di Guipúzcoa per vedere di persona, questa costa ha tre città principali: Mutriku, Deba e Zumaia. Ci fermeremo appunto in quest'ultima, una città di contrasti, che non importa dove la si guardi ma sorprenderà sempre. Sarete attratti dalle sue scogliere, che custodiscono un segreto geologico chiamato flysch. Questo fenomeno, che si sviluppa lungo 8 km di costa, è come un grande libro aperto in cui possiamo conoscere 60 miliardi di anni di storia della terra, compresa la grande estinzione dei dinosauri.

Zumaia CostaPer questo motivo è stato dichiarato patrimonio mondiale dell'UNESCO nel 2015. Quello che i vostri occhi vedranno sono erosioni nelle montagne che si estendono fino al mare. Questi strati di flysch si sono formati dalla sedimentazione di sedimenti e piccoli gusci di organismi marini sul fondo del mare. Come si è formato? Diciamo che la penisola iberica, più di 100 milioni di anni fa, si separò dall'Europa; da questa separazione nacque il Golfo di Biscaglia e, sui suoi fondali, si formò un flysch nero, che oggi possiamo vedere a Deba e Mutriku. Più tardi, si formò il flysch dove oggi si trova Zumaia.

Zumaia CostaQuando la penisola iberica si scontrò con l'Europa, i sedimenti del fondo marino furono deformati, salendo e creando i Pirenei e gli strati verticali del flysch. Infine, sono emerse le scogliere da cui oggi possiamo vedere questo magico paesaggio. Ci sono diversi punti di vista da cui contemplarlo. Per prima cosa possiamo farlo dall'alto del belvedere dove possiamo vedere la spiaggia di Algorri, piccola e rocciosa, ma magica perché quando la marea esce rivela gli effetti del flysch in tutto il suo splendore.

Dall'altra parte, a pochi metri, si trova la spiaggia di Itzurun, aperta sul mare e con le migliori viste sugli strati naturali. Si dice che la sua sabbia (molto più scura) e le sue acque abbiano proprietà benefiche per la salute grazie alla loro alta concentrazione di iodio. Qualsiasi momento è buono per visitarla, è sempre bella, ma è consigliabile fare attenzione al mare perché quando la marea si ritira dalla base della scogliera appare un'ampia piattaforma di abrasione. Un bello spettacolo. Se vi piace la fotografia, questo posto non vi deluderà di certo.

Non abbiate fretta, sedetevi e godetevi il paesaggio, ci sono diversi punti di vista e panchine su cui sedersi. Ai vostri piedi un sentiero vi condurrà all'Eremo di San Telmo, patrono dei marinai. Questo eremo si trova sulla scogliera che protegge la spiaggia di Itzurun. La prima menzione risale al 1540. Normalmente è chiusa, ma al suo interno ospita una pala d'altare rococò del XVIII secolo. Godetevi una breve ma benefica passeggiata che inizia lì.

Il quartiere storico, il cuore di Zumaia

Zumaia - Centro storicoDalla cappella di Sant Telmo ci dirigiamo verso il centro storico di Zumaia, dove troviamo la Chiesa di San Pedro, che fu probabilmente costruita nello stesso periodo del villaggio di pescatori, nel 1347. Accanto ad essa troviamo una piccola piazza e diverse terrazze dove si può fare un piccolo spuntino. A pochi metri si trova il Palazzo di Zumaia, nel cuore della città, che apparteneva alla famiglia Ganboa, una delle più potenti della città. E anche la Casa-Palacio de Olazabal, la cui facciata costruita in muratura di arenaria merita una visita. È in questa zona che bisogna passeggiare per le sue stradine e vedere la vita che c'è nell'aria. Nel fine settimana è pieno di giovani che non si fanno mancare il  tempo per gustare i pintxos e qualche birra.

Il porto di Zumaia

Fin dall'antichità, Zumaia ha vissuto della pesca e del commercio con l'Europa, ed è per questo che sarete sorpresi dalla grandezza della sua attività portuale. Dirigetevi verso il faro di Zumaia, lungo l'Avenida de Julio Beobide per avere un'idea di quanto sia bella questa cittina. Da un lato le montagne verdi, dall'altro il mare e la foce del fiume Urola.

La fine di questa passeggiata termina con due spiagge: la piccola spiaggia rocciosa di Inpernupe, a sinistra, e la spiaggia di Santiago, a destra. Quest'ultimo ha una grande spiaggia di sabbia ed è protetta perché ha un ecosistema speciale con più di 50 specie diverse di piante.

Se volete saperne di più sulla geologia di Zumaia, dovreste visitare il Centro d'Interpretazione Algorri. Si trova in un edificio modernista costruito nel 1912, dove attualmente si organizzano attività, visite guidate, gite in barca e trekking lungo le scogliere.

Continuiamo la nostra passeggiata in modo rilassato lungo l'Avenida Julio Beobide, che onora lo scultore nato a Zumaia e specializzato in realismo di genere e scultura religiosa. Qui incontriamo la casa di Kresala, dove Beobide aveva installato il suo laboratorio. Purtroppo non si può visitare.

Se proseguiamo, lasciandoci il mare alle spalle, troveremo diversi edifici emblematici: la Casa de Cultura o Alondegia Kultur Etxea che si trova nell'antico Palacio de la Foronda, la residenza estiva del marchese di Foronda costruita nel XX secolo. Attualmente è utilizzato come biblioteca e sala multiuso. Vicino al palazzo si trova la Corporazione dei Marinai di San Telmo. Dall'altra parte del fiume e vicino alle paludi (bisogna attraversare due ponti per arrivarci) troviamo Z Espacio Cultural o Z Kultur Gunea. Si tratta di un ex ostello di pellegrini (il Cammino di Santiago de Compostela passa anche da qui) che era di proprietà del pittore della Generazione del '98, Ignacio Zuloaga. Nello spazio si può imparare molto di più sul suo lavoro e su altri come quelli di Picasso, Miró e Tàpies, tra gli altri.

Feste e tradizioni

Città di grande tradizione marinara, le sue feste principali sono quelle di San Telmo (patrono dei marinai), dove si usa uscire vestiti con i tipici abiti blu dei pescatori.

Ci sono vari eventi come la processione del giorno di San Telmo, le tamborradas, le partite di pelota, le regate di trainerillas... Tuttavia, le feste patronali sono quelle di San Pedro, che comprendono anche un programma vario con fuochi d'artificio, concerti, ecc.
 

Dove si trova?

 

 

 

 

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

 

Se questa pagina ti è piaciuta e ti è stata utile a trovare qualche informazione interessante e a farti risparmiare un po' di tempo, offrici un caffè (ma non ci offendiamo se ci offri una pizza :) ), così ci aiuterai ad andare avanti per quanto possiamo e a scrivere e offrire la prossima guida gratuitamente.:  Paypal

 

Torna su

Ostelli Bilbao   Ostelli Spagna

Carte d'Espagne  Karte von Spanien   Mapa de España Map of Spain

Carte de Bilbao Karte von Bilbao   Mapa Bilbao Map of Bilbao

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal

Offerte del giorno Amazon