AIX-LES-BAINS

VISITARE AIX-LES-BAINS - INFORMAZIONI E GUIDA. Questa città a 17 km a nord di Chambéry, un tempo era uno di ritrovi preferiti per il benessere dei benestanti francesi nel XIX secolo. Oggi è bello passeggiare lungo i suoi viali alberati, ammirando le rovine romane e la sua eccezionale galleria d'arte prima di fare una crociera sul Lac du Bourget, il lago più profondo della Francia. Il centro della città è a circa 2 km a est del lungolago.

 

Aix-les-Bains sembra un ricordo elegante e un po' polveroso della Belle Époque che domina le colline di questa città termale. Aix deriva dal latino Acquae, acqua, e qui tutto ricorsa lo scorrere del liquido della vita. Quasi tutti gli hotel sono stati convertiti in condomini più o meno belli. Durante il suo periodo d'oro in questa cittadina si ritrovava la cosiddetta "alta" società, soprattutto formata da ricchi e aristocratici europei e non solo.

Aix-les-BainsQui passarono tra gli altri la regina Vittoria d'Inghilterra, la principessa Sissi, Leopoldo III del Belgio, la regina d'Olanda, l'Aga Khan, Giuseppina Bonaparte, moglie di Napoleone, Napoleone III, Madame de Stael, Victor Hugo, Ivo Livi da Monsummano Terme alias Yves Montand, Edith Piaf e tanti, tantissimi altri).

Doveva essere uno scenario molto bello, che includeva il casinò (inaugurato nel 1850 dal re d'Italia Vittorio Emanuele II, perché per chi non lo sapesse, la Savoia fino al 1860 era italiana) nei giardini delle terme, sale da ballo e sale da te color pastello, dove immaginarsi il mondo prima delle tragedie delle due guerre mondiali. Forse per riconquistare un po' dello spirito dell'"età dell'oro" qui si tennero nel 1955 i negoziati per l'indipendenza del Marocco.

Passeggiata sul lago - Aix-les-BainsAix-les-Bains è città d'acqua in tutti i sensi. Non solo ha i piedi nell'acqua, quella del lago di Bourget, ma ha costruito la sua reputazione sui suoi beni legati alle terme fin dall'antichità. Divenne ufficialmente la prima stazione termale della Francia dopo la guerra. La sua storia non può essere dissociata da quella del più grande lago naturale di origine glaciale della Paese transalpino. È anche sede del più grande porto turistico d'acqua dolce di Francia, con 1.500 ormeggi tra il "Petit" e il "Grand Port". Le sue acque sulfuree curano i reumatismi e i problemi respiratori, attirando molti visitatori. Con il lago e le montagne, i suoi beni turistici e sportivi sono numerosi. Ricca di storia, la città si racconta attraverso i suoi monumenti e gli eventi culturali. Tra le tante cose da vedere un Acquario, il Museo Faure, il casinò, le terme, l'ippodromo, il Castello di La Roche du Roi. La località balneare e termale è stata classificata al 5° posto tra le destinazioni più romantiche d'Europa nel 2016, aspetto che rende omaggio ad Alphonse de Lamartine, poeta e scrittore che ha lasciato il segno importante nella città.

La località di Elzas, poco sopra il centro è il luogo dove si trova il moderno centro termale. Aix-les-Bains era un centro termale molto prima che si chiamasse così, dai tempi dell'impero romano, prima ancora che fosse chiamata Aquae Gratianae per commemorare l'imperatore Graziano, che fu assassinato non molto lontano da qui, a Lione nel 383. In questa cittadina dicono (e sperano) che il futuro sia sinonimo di benessere. Questo include una nuovissima pista ciclabile a 2 km dalle sponde del bellissimo lago, il Lac du Bourget.

Aix-les-Bains
La città si trova a un'altitudine di circa 250 metri sul livello del mare e si trova appunto sulla parte occidentale del lago di Bourget, che culmina con la Tour de l'Angle Est, la torre che domina la cittadina di circa 27 mila abitanti. L'Angle Est si trova a circa 1560 metri di altitudine. Il lago finisce nella sua parte nord (a circa 5 km) dentro il fiume Rodano. La città è gemellata con la nostra Salsomaggiore Terme. La controversa linea ad alta velocità Torino-Lione, quando e se sarà ultimata, fermerà qui. Il vicino Aeroporto di Chambéry-Savoie, non è molto distante e fa arrivare qui frotte di turisti nord europei attraverso le compagnie low-cost, moltissimi inglesi, ma anche danesi e svedesi.

Porticciolo - Aix-les-BainsAbbastanza interessante da vedere in città durante una possibile visita è il Museo Faure, un museo d'arte fondato nel 1949 con la seconda collezione più importante di opere di impressionisti minori in tutta la Francia, oltre alla seconda più importante collezione in Francia di sculture di Rodin (più di 30 opere).

Se volete fare una escursione, non lontano da qui si trova la Abbaye de Hautecombe, in italiano la Abazia di Altacomba. Un ex monastero cistercense, successivamente monastero benedettino. Per centinaia di anni è stato il  luogo di sepoltura e mausoleo storico dei membri della Casa Savoia. 45 membri della casata, così intimamente legata all'Italia sono sepolti qui. L'Abbazia, si trova sulla Côte Sauvage, la sponda orientale che è un luogo molto romantico e popolare del lago di Bourget e rappresenta una popolare escursioni in barca...

Dintorni di Aix les Bains

Grenoble (74 km), Annecy (35 km), Lione (115 km), Ginevra (71 km), Chamonix (132 km),

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa pagina ti è piaciuta e ti è stata utile a trovare qualche informazione interessante e a farti risparmiare un po' di tempo, offrici un caffè (ma non ci offendiamo se ci offri una pizza :) ), così ci aiuterai ad andare avanti per quanto possiamo e a scrivere e offrire la prossima guida gratuitamente.:  Paypal

 

Dove si trova?

Torna su

Ostelli Aix-les-Bains Ostelli Francia   Hotel Aix-les-Bains

Carte Aix-les-Bains   Karte von Aix-les-Bains Mapa Aix-les-Bains Map of Aix-les-Bains

Carte de France  Karte von Frankreich   Mapa Francia   Map of France

Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal

Offerte del giorno Amazon