Cosa vedere a Potsdam

Advertisement

Cosa vedere a Potsdam

 

Potsdam è la capitale del Brandeburgo, splendidamente costruita su un meandro del fiume Havel. Con i suoi 152.000 abitanti, è l'unica grande città vicino a Berlino. E' inseparabile da quest'ultima, integrata nel funzionamento della metropoli tedesca. In passato, Berlino si estendeva naturalmente a sud fino alle "Isole di Potsdam".

Advertisement

La separazione tedesca ha tracciato un confine tra Berlino Ovest e Potsdam. Ma oggi, la ferita è stata richiusa e Potsdam sta tornando ad essere il centro dell'area urbana di Berlino, o addirittura la sua "cintura ricca". Verde e piena di siti interessanti, è anche un vivace centro universitario.

Fondata a metà del XIII secolo, la città di Potsdam acquistò importanza solo nel 1660, quando l'elettore di Brandeburgo Federico Guglielmo, padre del primo re di Prussia, elesse il luogo come sua seconda residenza. Da quel momento in poi, Potsdam diventerà la residenza dei re di Prussia, una vetrina dell'assolutismo illuminato, accanto a Berlino. Castello, giardini, parchi e chiese sarebbero diventati il simbolo del potere prussiano e dell'Illuminismo che i despoti sponsorizzavano. Il regno più decisivo della casata regnante degli Hohenzollern  fu quello di Federico II o Federico il Grande nel XVIII secolo.

L'abolizione della monarchia fece perdere la sua importanza alla città, che tuttavia rimase nel XX secolo un luogo simbolico, come dimostra lo svolgimento della Conferenza di Potsdam dal 17 luglio al 2 agosto 1945 tra i vincitori della seconda guerra mondiale. Anche se Potsdam è venne in gran parte distrutta durante la guerra, il cuore della città vecchia è stato ben restaurato e il rococò "federiciano" è ancora oggi onnipresente. Potsdam è il più grande complesso tedesco iscritto nella lista del patrimonio dell'UNESCO.

 

Reggia di Sansoussi

 

A 40 km da Berlino troviamo una cittadina passata alla storia per la splendida residenza reale di Federico II, che fu re di Prussia, della casata Hohenzollern. Siamo nella Reggia di Sanssouci, conosciuta come la  Versailles prussiana, complesso architettonico riconosciuto come Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO nel 1990...Continua a leggere sulla Reggia di Sanssouci.
 

Torna su

Alter Markt, la Piazza del Mercato Vecchio


La Piazza del Mercato Vecchio di Potsdam è notevole, nonostante la cicatrice lasciate dalla scomparsa dell'antico castello (Stadtschloss), di cui resta solo un frammento di colonnato e il portale (Fortunaportal) ricostruito nel 2002. Il Portale della Fortuna è il primo passo nella ricostruzione del Municipio (Stadtschloss), che nel 2012 ospita il Parlamento del Land di Brandeburgo. Il castello della città fu distrutto quando la RAF bombardò Potsdam il 14 aprile 1945. Il regime della Germania Est si è opposto alla sua ricostruzione e ne ha rimosso le rovine nel 1960. Oggi la piazza è delimitata dalla chiesa di San Nicola (Nikolaikirche) e dal Municipio Vecchio (Altes Rathaus), mentre al centro della piazza si trova un obelisco.

Torna su

 

Altes Rathaus, il Municipio della Città Vecchia


La costruzione del Municipio della Città Vecchia, completata nel 1755, fu decisa da Federico II, che affidò i lavori agli architetti Johann Boumann e Christian Ludwig Hildebrandt. I due architetti si sono ispirati all'architettura italiana. Hanno rilevato e modificato un progetto non realizzato da Andrea Palladio per Palazzo Angarano a Vicenza. Anche il municipio di Amsterdam, su cui sorge un atlante, o il Pantheon di Roma sono stati un modello. Coronato da una cupola su tamburi, l'ex municipio di Potsdam ha una facciata con otto colonne corinzie.

Torna su


Nikolaikirche, Chiesa di San Nicola

La costruzione della chiesa di San Nicola si è svolta in due fasi. Un primo edificio neoclassico di Karl Friedrich Schinkel fu completato nel 1837. Questo sostituì la chiesa precedente, che era stata distrutta da un incendio. Schinkel prese una prima bozza dal suo maestro, Gilly, e la arricchì con prestiti da edifici francesi e inglesi, che scoprì durante un viaggio di studio in questi due paesi. Il rapporto della Chiesa di San Nicola a Potsdam con quelle del Pantheon di Parigi di Jacques-Germain Soufflot e della Cattedrale di San Paul di Sir Christopher Wren a Londra è evidente. L'orgogliosa cupola che domina i tetti di Potsdam fu eretta solo tra il 1843 e il 1850. Due anni dopo la morte di Karl Friedrich Schinkel, Ludwig Persius assunse la direzione dell'edificio, che dal 1845 fu affidato a Friedrich August Stüler.

Torna su


Fortunaportal des potsdamer Stadtschlosses,

Il portale della fortuna del castello cittadino di Potsdam (Fortunaportal des potsdamer Stadtschlosses), venne alla luce quando, l'elettore Federico III, elevato alla dignità di re in Prussia nel 1701, chiese all'architetto olandese Jean de Bodt di dotare il Castello della città (Stadtschloss) di un nuovo portale d'onore. La costruzione del Portale della Fortuna segnò l'inizio dell'era classica dell'architettura a Potsdam. Il Castello di Potsdam, in stile barocco, si estendeva tra il Mercato Vecchio e l'attuale Hotel Mercure.

La residenza degli Hohenzollern è stata costruita sul sito di una parte delle antiche fortificazioni della città. Il castello della città assunse il suo aspetto definitivo tra il 1744 e il 1751, sotto il regno di Federico II, con l'aiuto del suo architetto Georg Wenzeslaus von Knobelsdorff, e il suo ricco arredamento interno ne fece uno degli esempi più belli del rococò fredericano. Andato distrutto da un incendio nel 1945, il castello della città rimase in rovina fino al 1960. Il regime della Germania Est ordinò la rimozione permanente dei sui resti nel 1959.

Dopo la riunificazione, molte associazioni, personalità e cittadini di Potsdam e di tutta la Germania si dono battuti per la ricostruzione dello Stadtschloss. I finanziamenti privati hanno inizialmente reso possibile la ricostruzione del Portale della Fortuna, inaugurato nel 2002. Il Parlamento del Brandeburgo, ospistato in un edificio fatiscente a Brausberg, ha esitato a lungo tra la ristrutturazione del suo attuale edificio e la costruzione di un nuovo emiciclo. Infine, la città di Potsdam e il Land del Brandeburgo hanno deciso di trasferire i parlamentari nel nuovo edificio dello Stadtschloss, ricostruito a partire dal 2013.
 

Torna su

Marstall, ex stalle del castello della città di Potsdam

Antica stalla reale, questo lungo edificio barocco costruito nel 1675 da Nering era in origine l'ex aranciera del castello della città (Stadtschloss). Federico Guglielmo I, il  Re Sergente, lo trasformò in una stalla, prima di essere ridisegnato da Knobelsdorff nel 1776. I trofei della soffitta sono opera dello scultore Glume. Il Marstall ora ospita un museo del cinema. La ricca tradizione cinematografica della città risale al periodo tra le due guerre. I leggendari studi cinematografici UFA-Filmstudio Babelsberg sono ancora oggi tra i maggiori centri di produzione televisiva e cinematografica in Europa.

Torna su


Bassinplatz, Französische Kirche, Chiesa francese

La piazza prende il nome dal bacino, un tempo scavato nel suo centro, nelle cui acque si rifletteva l'allineamento delle case in stile olandese. Wolfgang Amadeus Mozart visse lì al numero 10 nel 1789.

Torna su


Französische Kirche, Chiesa francese

Dietro la chiesa cattolica neoromanica, si può ammirare la chiesa francese del XVIII secolo a cupola piatta, costruita da Boumann, ispirata ai progetti di Knobelsdorff, che costituiva un luogo di culto per la comunità ugonotta.

Torna su

Colonia russa Alexandrovka

La Colonia russa Alexandrovka, nella parte nord di Potsdam, è un'altra curiosità della città. Tra il Puschkinallee e Am Schragen si trova quello che un tempo era un villaggio russo costruito nel 1826 sotto la guida di Federico Guglielmo III, e che ospitava artisti e musicisti russi, i cui nomi si possono ancora leggere sulle case. In uno spazio verde, si può percorrere a piedi una strada di Izbas, queste tradizionali case russe in legno, tutte riccamente decorate. Si può salire sulla collina fino alla chiesa ortodossa Alexander Nevskij, che risale al 1826-1829 e ti fa pensare per un momento che ti trovi negli Urali.

Aperto tutti i giorni tranne il mercoledì dalle 10.00 alle 18.00. Ingresso: 3,50 €, ridotto: 3 €.

Torna su

Holländisches Viertel, Il quartiere olandese

Nel 1752, Federico Guglielmo I commissionò al suo architetto olandese Philippe Boumann la costruzione di 134 case in stile fiammingo per ospitare gli artigiani delle Province Unite, che egli chiamò per rilanciare l'economia locale. Questo progetto ha avuto un successo misto: pochi emigranti hanno risposto positivamente al suo invito.

Torna su


Nauener Tor

A pochi passi, la Nauener Tor (Porta Nauen), costruita nel 1755 da Büring, fu uno dei primi edifici neogotici dell'Europa occidentale. Johann Gottfried Büring utilizzò gli schizzi di Federico il Grande per rielaborare la prima Porta di Nauen, costruita nel 1720, e si ispirò anche ad un'incisione del castello di Inveraray in Scozia, che Robert Morris fece costruire nel 1746 su progetto di John Vanbrugh, l'architetto di Palace Blenheim, per conto del Duca di Argyll.

Torna su


Il sobborgo di Jägervorstadt

Un quartiere di ville con eleganti facciate. Le strade più interessanti sono Georg Mendel Strasse (21-22 Villa Siemens) e Weinbergstrasse (Villa Thieck).

Torna su


Jägertor, la Porta dei Cacciatori

Ai margini di questo complesso residenziale, da notare la presenza della Porta dei Cacciatori (Jägertor), uno degli edifici più antichi di Potsdam che si trova ancora oggi. Deve il suo nome ai trofei di caccia che lo decorano.

Torna su


Brandenburger Tor, la Porta di Brandeburgo di Potsdam

La Brandenburger Strasse, l'arteria commerciale e pedonale di Potsdam, è delimitata ad ovest dalla Brandenburger Tor, costruita da Karl von Gontard e Georg Christian Unger nel 1770 nello stile degli archi di trionfo romani in memoria della guerra dei sette anni. Le sue case sono state accuratamente restaurate per celebrare il millennio della città. La Gutenbergstrasse, parallela alla Brandenburger Strasse, merita una visita anche per la bellezza delle sue facciate.
 

Torna su

Charlottenstrasse

Charlottenstrasse è considerata una delle strade più belle di Potsdam per il suo puro stile barocco. All'angolo tra Linden e Charlottenstrasse si trova la vecchia casa di guardia neoclassica, costruita nel 1797 da Krüger.

Torna su



Dampfmaschinenhaus

Per azionare le fontane di Sanssouci, Frederico Guglielmo IV ha progettato un padiglione di ispirazione orientale per ospitare una pompa idraulica. La Moschea (1841-1843) è una riuscita sintesi di Arte e Industria, con in particolare il geniale contributo della fonderia di Borsig. Per terminare la visita della città, si può passeggiare lungo il lago Neustädter See ammirando le vecchie case di Kietzstrasse e Dortustrasse.

Torna su

Museo Barberini

Distrutto durante la seconda guerra mondiale, Palazzo Barberini, che si trova accanto al fiume Havel, è stato riportato al suo antico splendore e oggi ospita un superbo museo d'arte inaugurato nel 2016. Su una superficie di 2.200 m², presenta mostre temporanee, che riflettono principalmente l'arte impressionista - sono esposte importanti opere di Monet, Renoir e Sisley - ma anche l'arte moderna, rappresentata anche attraverso mostre sul modernismo americano o dipinti del periodo successivo al 1989. Durante la visita, non perdetevi anche la sezione dedicata all'arte nella Germania Est.

Il Palazzo venne costruito tra il 1771 e 1772 per volere di Federico il Grande prendendo a esempio l'omonimo palazzo romano. Insieme agli altri prestigiosi edifici del periodo federiciano, venne rapidamente a formare il centro di Potsdam. Federico Guglielmo fece ampliare l'edificio con due ali laterali.

Aperto da mercoledì a lunedì dalle 10.00 alle 19.00 (ultimo ingresso alle 18.00), e il primo martedì del mese dalle 10.00 alle 21.00 (ultimo ingresso alle 20.00). Chiuso il martedì. Ingresso 14 €, ridotto 10 €.

Torna su

Filmuseum - Museo del Cinema

Il Filmuseum è uno musei più interessanti di Potsdam, inseparabile dal Babelsberg Film Park. È probabilmente il miglior museo del cinema in Germania. Contiene un'incomparabile documentazione sul cinema tedesco dal 1895 ad oggi e si trova nel centro di Potsdam, nelle magnifiche ex stalle dei re prussiani. L'attrezzatura fornita proviene direttamente dagli studi dell'UFA a Babelsberg, e si possono scoprire costumi, set cinematografici, schermi di proiezione, nonché un bar e una sala che organizza eventi e riunioni senza equivalenti a Berlino.

Breite Strasse 1A
Potsdam
Aperto da martedì a domenica dalle 10.00 alle 18.00. Ingresso: 5 € (ridotto: 4 €).

Torna su

Neuer Garten

Appena ad ovest di Alexandrovka, sulle rive dell'Heiliger See (il Lago Santo), si trova uno dei complessi paesaggistici tipici di Potsdam: il Neuer Garten, "giardino nuovo". Dopo la morte di Federico il Grande, il suo successore Federico Guglielmo II fece costruire una residenza estiva che doveva rompere con il rococò delle conquiste del padre. Il romanticismo si annuncia in questo stile classico, "storicizzante" e alla ricerca dell'esotico. I monumenti principali del giardino sono l'affascinante Marmorpalais (Palazzo di marmo) che si affaccia sul lago Heiliger See, costruito nel 1789-1791, e lo Schloss Cecilienhof, l'ultima aggiunta imperiale al complesso di Potsdam nel 1913-1917 in stile cottage inglese. Fu a Cecilienhof che ebbe luogo la Conferenza di Potsdam il 17 luglio 1945, dove Stalin, Truman e Attlee firmarono la divisione della Germania. La sala conferenze è rimasta intatta e può essere visitata con una guida. Un'ala dell'edificio è stata trasformata in un hotel di lusso, ristorante e sala da tè.

Aperto tutti i giorni dalle 6.00 alle 21.00. Ingresso libero.

Torna su

Marmorpalais - Palazzo di Marmo

Romantico su una terrazza sul lago, il Palazzo di Marmo era la residenza estiva di Federico II. Costruito tra il 1787 e il 1792, è il primo edificio neoclassico in Germania. All'interno ci sono molti camini in marmo e vecchie sculture. Lo stile italiano è ovunque.

Indirizzo

Neuer Garten
Potsdam

 

Aperto da gennaio a marzo dalle 10.00 alle 16.00 e fino alle 17.00 in aprile, solo nei fine settimana, da maggio a ottobre da martedì a domenica fino alle 17.30. Ingresso: 6 €, ridotto 5 €.

Torna su

 

 

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa pagina ti è piaciuta e ti è stata utile a trovare qualche informazioni interessante e a farti risparmiare un po' di tempo, offrici un caffè (ma non ci offendiamo se ce ne offri due), così ci aiuterai a scrivere la prossima guida:  Paypal

 

 

 

Torna su

 

 

Ostelli Potsdam    Ostelli Germania  Hotel Potsdam
Carte d'Allemagne
     Karte von Deutschland     Mapa  Alemania   Map of Germany

Carte Potsdam     Karte von Potsdam  Mapa Potsdam   Map of Potsdam

Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal