Storia di Palermo

Storia di Palermo

Di origini pre-istoriche (di notevole interesse storico sono le Grotte di Addaura dove nel 1953 furono scoperti dei disegni di origine antichissima) la zona di Palermo fu abitata dai Matabei provenienti dalla Giordania Originariamente Fenicia con stabilimenti di tipo mercantile intorno al 734 a.c. divenne poi colonia Cartaginese durante le guerre puniche, da allora Palermo era considerata sicuramente un premio da vincere e fu contesa da varie dominazioni nel corso della sua storia...Fu poi sotto il dominio dell'Impero Romano sotto il quale la città conobbe un notevole sviluppo commerciale.

Nell'anno 831 la città fu sotto il dominio Bizantino quando gli Arabi fecero di Palermo la capitale della Sicilia (prima faceva parte della città di Siracusa) divenendo una delle più importanti città del mondo islamico. Essa conserva e sviluppa ulteriormente la sua egemonia in campo artistico, culturale e educativo. La fine del dominio Arabo avvenne nel 1072 ad opera dei Normanni i quali reintrodussero il Cristianesimo come religione ufficiale accanto a quella musulmana e Ebraica. Palermo continuava così ad offrire un certo tipo di cosmopolitismo religioso unico in Europa e forse nella storia, originato nel periodo di dominazione musulmana.

Chiamata Panormus, dal greco (letteralmente tutti i porti), sotto il dominio Saraceno e Normanno dal IX al XII secolo, divenne una delle città più importanti d'Europa e del mediterraneo, non solo per l'alta qualità della di vita  dei suoi abitanti ma anche per essere uno dei più importanti centri di cultura e conoscenza.

Il matrimonio tra Enrico IV e la Normanna Costanza d'Altavilla segnò la fine del regno Normanno e l'inizio di quello Tedesco della casata Sveva che divenne poi parte del Sacro Romano Impero.

Alla morte di Federico II fa seguito un lungo periodo di instabilità culminata con la rivolta anti-francese del Vespro (1282). Palermo si separa da Napoli venendo inglobata insieme a tutta la Sicilia dal regno di Federico III d'Aragona.

La Sicilia venne poi a far parte del regno spagnolo fino al 1713 quando, per via degli accordi di Utrecht, passa ai Savoia, poi nuovamente alla Spagna nel 1718, quindi all'Austria nel 1720 sino al 1734 quando infine, con lo spagnolo Carlo III, divenne parte del Regno di Napoli  sotto i Borboni, poi proclamato Regno delle Due Sicilie.

Palermo fu capitale del movimento risorgimentale che porto tramite Giuseppe Garibaldi l'annessione della Sicilia al Regno d'Italia nel 1879.

Da allora la storia della città segue quella italiana con tuttavia uno sviluppo autonomo di una parte funeste della storia della società italiana, quello della Mafia che da fenomeno rurale si sviluppa in una vera e propria organizzazione di tipo criminale a livello internazionale anche grazie ai legami con il sistema politico.

Da non dimenticare coloro che hanno giocato un ruolo decisivo nella lotta contro la Mafia, il Generale Carlo Dalla Chiesa e sua moglie, il Presidente della Regione Sicilia, Piersanti Mattarella, padre del Presidente della Repubblica Mattarella, il sacerdote Don Giuliani, i magistrati Giovanni Falcone e Paolo Borsellino con i rispettivi uomini della scorta, e tutti coloro che sono deceduti nella lotta contro la Mafia.

 

 

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa pagina ti è piaciuta e ti è stata utile a trovare qualche informazione interessante e a farti risparmiare un po' di tempo, offrici un caffè (ma non ci offendiamo se ci offri una pizza :) ), così ci aiuterai ad andare avanti per quanto possiamo e a scrivere e offrire la prossima guida gratuitamente.:  Paypal

 

 

Torna su

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal