WURZBURG

Advertisement

VISITARE WURZBURG INFORMAZIONI E PICCOLA GUIDA

 

Würzburg è una delle città più interessanti e belle della Germania, immersa in una splendida cornice collinare, affacciata sul fiume Meno e rinomata per arte, architettura e vigneti. Si posiziona lungo la 'Strada romantica', è capoluogo della Bassa Franconia, un distretto amministrativo della Baviera, ed è situata tra le città di Francoforte, Fulda e Bamberga. La si visita in particolare per la Residenza, il più bel palazzo barocco della Germania, come viene definito, tanto importante da essere anche inserito nel patrimonio UNESCO.

Advertisement

Würzburg centro storicoLa vivace comunità studentesca garantisce inoltre una scena serale molto ricca ed interessante, sicuramente da provare, insieme alla curiosità artistica e storica che la città desta. I residenti del posto sono molto amichevoli con il turista e lo straniero in generale, e poi il vino, soprattutto, continua ad essere il fiore all'occhiello di una città da sempre dedita alla viticoltura.

Würzburg StoriaIniziamo dalla storia di Würzburg, di sicuro interesse e utile per capire l'identità odierna della città (non del tutto dissimile da quella di altre città tedesche). Il territorio inizialmente occupato dai Celti, fu invaso dapprima dagli Alemanni e più tardi dai Franchi (VII secolo). Venne cristianizzata nel 686 da alcuni missionari irlandesi (Kilian, Kolonat e Totnan). La prima originaria Cattedrale di Würzburg, completata nel 788, venne consacrata da Carlo Magno, nello stesso anno, mentre era già accertata la presenza di una diocesi, fondata probabilmente qualche decennio prima da San Bonifacio. La diocesi ottenne i diritti ducali da parte dalla casata degli Hohenstaufen nel 1168 diventando Stato ecclesiastico, struttura che si perpetuò fino all'arrivo di Napoleone, nel 1803. Nel 1805 il territorio divenne parte del Granducato di Würzburg, concesso dai francesi a Ferdinando III di Toscana.

Il Medioevo fu un importante periodo di sviluppo economico per la piccola cittadina, ma anche l'inizio di una serie di avvenimenti che un millennio dopo avrebbero scritto le pagine più tristi della storia dell'umanità: quella degli ebrei di Würzburg è una storia che ha inizio nel l'XI secolo, a seguito del massacro della Renania, conseguenza della Prima crociata (1095-1099), che portò alla distruzione delle comunità ebraiche delle città di Speyer, Worms e Metz, a qualche centinaio di chilometri di distanza. Nel XII secolo la città poteva contare su una prospera comunità ebraica, purtroppo soggetta a nuove persecuzioni durante la Seconda crociata (nel 1147). Durante la Terza crociata (alla fine del XII secolo) vi fu una nuova ondata di persecuzioni, ma questa volta gli ebrei riuscirono a ripararsi nella cittadella, ristabilendo qualche tempo dopo la vita finanziaria della città (acquistando case e terreni, poi coltivati a vigneti).

Il quartiere ebraico di Würzburg era situato vicino al mercato civico e aveva una sinagoga, menzionata in alcuni documenti storici già nel 1170. Passò un altro secolo e si manifestò una nuova ondata di persecuzioni (nel 1298 vennero uccisi circa 900 ebrei). Nonostante la comunità ebbe comunque modo di ricostituirsi, vi fu un'altra ondata di persecuzioni durante la pestilenza del XIV secolo, quando gli ebrei vennero accusati di esserne la causa. All'inizio del XV secolo gli ebrei di Würzburg furono nuovamente autorizzati a lavorare nel commercio e nella finanza. Successivamente, con le autorità locali determinate ad eliminare i propri debiti, vennero ordinate l'incarcerazione degli ebrei 'creditori' e il divieto totale di quelli rimasti ad entrare in città, pena una pesante tassa da versare. Il divieto venne a cadere alcuni decenni dopo e alla metà del XV secolo una nuova ordinanza garantiva agli ebrei diritti finanziari e legali, tanto che Würzburg divenne nuovamente un importante centro ebraico. Nel corso della storia della città, vi fu un andirivieni di accoglienze, espulsioni e, putroppo, stermini: dalla metà del XVI secolo, quando l'imperatore Ferdinando I ordinò una nuova espulsione degli ebrei (erano ammessi solo durante le ore diurne, per scopi commerciali e dietro il pagamento di una tassa) e fino all'inizio del XIX secolo, dopo che Würzburg fu annessa alla Baviera, periodo nel quale la comunità ebbe un breve periodo di felice rinnovo demografico.

Würzburg - Seconda Guerra MondialeNel 1933 resiedevano 2.145 ebrei a Würzburg (il 2% della popolazione della città), di cui circa due terzi lavorava nel commercio. Nel 1933 Würzburg divenne una delle prime città ad abbracciare completamente l'ideologia nazista. Nel luglio dello stesso anno la polizia ordinò la chiusura di tutte le organizzazioni e fondazioni ebraiche in città. Tra il 9 e il 10 novembre 1938 vi furono gravi danni durante la cosiddetta Kristallnacht (Notte dei cristalli) di Würzburg. Tra il novembre 1941 e il giugno 1943, furono deportati 2.063 ebrei e la comunità ebraica di Würzburg cessò ufficialmente di esistere il 22 settembre 1943. Sopravvisero solo 24 persone.

Nel marzo 1945, ibombardieri britannici distrussero quasi completamente la città, respingendo l'esercito tedesco. Dopo la guerra, l'esercito americano

Würzburg - PiazzaNella Würzburg odierna è riflessa la sua passata storia, anche se oggi, nessun segno dei tempi più bui rimane. Non fosse che nel 1987, quando fu demolita una casa nella zona di Wuerzburg-Pleich, furono scoperte 1.508 lapidi ebraiche e frammenti di lapidi, databili dal 1138 al 1347. Dal dopoguerra in poi gran parte della città venne dettagliatamente ricostruita, seppur non altrettanto fedelmente alla sua architettura originale (rispetto ad altre città storiche tedesche), così che gli edifici restaurati del centro si noteranno essere collocati accanto a diverse case più moderne.

Würzburg - MercatoTra le attrazioni architettoniche di  Würzburg si ammirano in particolare la Cattedrale di St. Kilian (Sankt Kiliansdom), la più grande chiesa romanica in Germania, dedicata a San Chiliano; l'Alte Mainbrücke (l'antico ponte sul fiume Meno, che per via delle statue dei santi che lo caratterizzano, assomiglia al ponte Carlo di Praga), da dove poter ammirare una splendida vista sulla città; la  Cappella di Santa Maria (Marienkapelle), che con il suo bel rosso gotico domina la piazza centrale del mercato; non ultima, la più famosa di tutte, la Residenz, Residenza dei vescovi-principi, costruita tra il 1720 e il 1744 e considerata il più bel palazzo barocco dl'Europa. Fu edificata sotto il governo dei principi-vescovi von Schönborn, che a quel tempo ingaggiarono il giovane e sconosciuto architetto Balthasar Neumann.

Würzburg - ResidenzIl costo totale della costruzione, completata in 60 anni, fu enorme per l'epoca storica considerata, ma quel che rimane a noi oggi (nonostante i danni subiti durante i bombardamenti nella Seconda guerra mondilae) è grandioso: 300 camere distribuite su tre ali dell'edificio e un interno riccamente decorato. Si ammirano in particolare la scalinata (Treppenhaus) e l'affresco di Giovanni Battista Tiepolo nel soffitto, considerato il più grande affresco al mondo (18 x 30 metri). La visita alla residenza include 40 camere del palazzo, ricche di arredi, arazzi e dipinti del XVIII secolo, una cappella di corte (Hofkirche), la galleria di Stato (Kaisersaal) ricca di arte veneziana del XVII e XVIII secolo, il bel giardino di corte.

Würzburg - Residenz - Affreschi di TiepoloLa residenza si trova all'estremità est del centro, di fronte alla Fortezza Marienberg, che è invece sita all'estremità ovest, dall'altra parte del fiume. La fortezza si trova in cima alla collina di fronte al centro storico, e ha al suo interno il castello e la chiesa di Marienberg - risalente agli inizi del XIII secolo. Come l'intera città sottostante, anche questo complesso fu quasi completamente distrutto durante la Seconda guerra mondiale, poi venne ben restaurato. All'interno è oggi presente il Museo della Franconia.

Würzburg - Residenz - Fortezza MarienbergPrima di lasciare la fortezza della collina, assicuratevi di camminare verso le sue mura, per ammirare il panorama urbano giù da basso. Si noterà il ponte vecchio e l'entrata all'antico centro storico. Una volta che vi ritrovate a camminare lungo il ponte, poco prima di entrare in città, fermatevi nell'enoteca sul lato sinistro, per assaporare un buon bicchiere di vino locale e ammirare la fortezza sovrastante.

Oggi Würzburg è tappa importante della Romantische Straße, iniziale o finale, a seconda della partenza, e che la collega al sud della Baviera, passando per città come Rothenburg  e arrivando agli scenari da favola dei Castelli di Ludwig. Una città così non poteva non essere frequentata e amata dai viaggiatori da tutto il mondo..

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.


Dove si trova?

 

Torna su

 

Ostelli Würzburg   Ostelli Germania  Hotel Germania   Hotel Würzburg

Carte d'Allemagne Karte von Deutschland  Mapa  Alemania   Map of Germany

Carte de Würzburg Karte von Würzburg Mapa Würzburg    Map of Würzburg  Mapa Hanower

 
//
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Anche un piccolo aiuto è importantePaypal