La Baviera

La Baviera

 

La Baviera, il Land più meridionale e grande della Germania è una terra magica, un luogo in cui si alternano vibranti città, imponenti montagne, paesaggi fluviali, castelli fiabeschi e borghi e cittadine medioevali. I numeri delle sue attrazioni sono impressionanti: sul suo territorio sono disseminati oltre centomila monumenti architettonici e oltre 1200 musei, oltre a numerosi siti che fanno parte del Patrimonio Culturale dell'Unesco. Entrata a far parte dell'Impero Romano nel I secolo a. C., la Baviera in precedenza era stata popolata dai Celti.

Importanti città come Augusta (Augsburg), Ratisbona (Regensburg) e Passavia (Passau) sono state fondate proprio in epoca romana. Successivamente all'epoca romana la Baviera venne invasa dai Baiuvari, una tribù germanica alla quale la regione deve il nome. Nel XX secolo la Baviera è stata teatro di importanti eventi storici che hanno lasciato un'impronta tragica e importante sulla storia: fu a Monaco che nel 1920 venne fondato il partito nazista, fu a Monaco che operò il gruppo della Rosa Bianca (Die Weiße Rose) un gruppo di studenti capeggiati dai fratelli Sophie e Hans Scholl che si opposero in modo non violento al regime nazista attraverso la diffusione di opuscoli che esortavano il popolo tedesco alla resistenza passiva e che per il loro coraggio di opporsi al regime vennero decapitati al termine di un processo farsa. Al gruppo della Rosa Bianca è dedicato un monumento ubicato nell'edificio principale dell'Università Ludwig Maximilian di Monaco, luogo di cattura dei fratelli Scholl e dell'amico Christoph Probst. Fu invece a Norimberga, quasi in una sorta di chiusura del cerchio che si tenne il processo più famoso della storia, quello appunto di Norimberga, che vide imputati i gerarchi nazisti.

Iniziamo il nostro viaggio alla scoperta della Baviera procedendo da sud verso nord, seguendo parzialmente, e con alcune deviazioni, il percorso della Strada Romantica, un itinerario di 370 chilometri che attraverso la Baviera da Füssen, nell'estremo sud bavarese, fino a Würzburg, nella parte settentrionale del Land.

FüssenFüssen, cittadina bavarese situata solamente a pochi chilometri di distanza dal confine con l'Austria, è una delle mete più conosciute ed apprezzate della Strada Romantica grazie alla sua vicinanza con i castelli fatti costruire da Re Ludwig II, re bavarese amante dell'arte ed in particolare affascinato dalla musica e dal teatro. Personaggio schivo e sensibile, poco incline a governare un regno, era un grande ammiratore del Re Sole, Luigi XIV che aveva fatto costruire la Reggia di Versailles, reggia che volle imitare con la residenza di Herrenchiemsee, fatta costruire nel 1878 e situata a circa 70 chilometri a est di Monaco di Baviera. Vicino a Füssen si trovano il castello di Linderhof, che insieme al suo parco rappresenta un autentico capolavoro di stile rococò e Barocco e il castello di Neuschwanstein.

Il castello di LinderhofIl castello di Linderhof venne costruito tra il 1870 e il 1879 su progetto di Georg Dollman. Il castello, il cui nome deriva da un grande tiglio (Linde in lingua tedesca) presente nel parco fin dal Quattrocento, rappresentava per Re Ludwig II il luogo preferito in cui ritirarsi che veniva soprannominato dal Re Meicost Ettal, nome ottenuto anagrammando la celebre frase di Luigi XIV "l'Etat c'est moi" (lo Stato sono io). L'edificio, relativamente piccolo se paragonato ad altre residenze di questo tipo, è sfarzosamente decorato con elementi barocchi e rococò. Nel parco del castello si trovano diverse costruzioni, tra cui un padiglione moresco, luogo in cui il Re era solito gustare il tè, rigorosamente servito da domestici vestiti all'orientale, la Hundinghaus, ovvero la capanna che ricostruisce la scena iniziale della "Valchiria" di Richard Wagner, di cui il Re era un fervente ammiratore, la casa Moresca e la spettacolare Grotta di Venere, una grotta artificiale con stalattiti e stalagmiti. Al suo interno la grotta era addirittura illuminata, fatto questo assolutamente straordinario per l'epoca e attraverso l'utilizzo di vetri colorati intercambiabili la grotta poteva assumere diversi tratti cromatici.

Castello di NeuschwansteinIl castello di Neuschwanstein è il più famoso dei castelli di Ludwig II. La costruzione del castello è iniziata nel 1869 ma non fu mai portata a termine. Il castello sembra uscito da un libro di favole con le sue torrette che si ergono maestose sullo sfondo montano. Le stanze sono decorate con motivi esotici e bizzarri, ma probabilmente la sala più famosa è quella dei Bardi (Sängersaal), la stanza centrale del castello, nella quale sono rappresentate delle scene del Tannhäuser di Richard Wagner.

Garmisch PartenkirchenA sud est di Füssen, raggiungibile attraverso una ripida strada montana, si raggiunge Garmisch Partenkirchen, nota località alpina situata sotto l'imponente catena montuosa della catena Wetterstein, nella quale svetta lo Zugspitze, che con i suoi 2966 metri è la vetta più elevata della Germania. Garmisch e Partenkirchen erano un tempo due località diverse che vennero unite in occasione delle Olimpiadi del 1936. Nonostante un'altitudine non particolarmente elevata (poco più di 700 metri), Garmisch Partenkirchen vanta numerose piste tra cui la famosa Kandahar sulla quale si sono svolte molte delle gare dei mondiali di sci alpino del 2011. Durante la stagione estiva Garmisch offre oltre 300 chilometri di sentieri per le escursioni, con numerose cime al di sopra dei 2000 metri di altitudine.

MonacoProseguendo verso nord si raggiunge Monaco, la capitale del Land. Monaco di Baviera è una città moderna, vivace, ricca di monumenti storici, musei e locali in cui divertirsi. Seconda meta turistica della Germania dopo Berlino, ha nella Marienplatz il suo cuore nevralgico. La migliore vista sulla Marienplatz si gode dalla torre della Chiesa di San Pietro. Vale la pena salire gli oltre trecento gradini che conducono ai 91 metri di altezza della torre per ammirare uno splendido panorama che nelle giornate di tempo sereno si estende fino alle Alpi. Nella Marienplatz si trovano il Vecchio e il Nuovo Municipio. Quest'ultimo, in stile neogotico, è famoso per il suo carillon con le figure meccaniche che riproducono una giostra in onore delle nozze tra il Duca Guglielmo V e Renata di Lotaringia del 1568 e la danza dei bottai, danza che venne eseguita per la prima volta nel 1517 durante la pestilenza per scacciare la paura che teneva gli abitanti relegati in casa.

La Chiesa più famosa di Monaco di Baviera è la Frauenkirche, la cattedrale della città, costruita in stile gotico nella seconda metà del XV secolo e caratterizzata dagli alti campanili sovrastati dalle guglie a cipolla, divenute uno dei simboli della città.

L'offerta museale della città è di prim'ordine e i suoi musei sono famosi in tutto il mondo. Il più rinomato è senza dubbio il Deutsches Museum, fondato nel 1925 e dedicato alla storia dello sviluppo della tecnica e della scienza dalle origini fino ai nostri tempi.

OktoberfestOltre che per i suoi musei e monumenti architettonici Monaco di Baviera è famosa anche per l'Oktoberfest, la festa dedicata alla birra che inizia ogni anno nella quarta settimana di settembre e si protrae per due settimane. La prima edizione dell'Oktoberfest ebbe luogo nel 1810 ed era molto differente da quella attuale: durava infatti una sola giornata ed era una corsa di cavalli e rientrava tra le celebrazioni per le nozze di Re Ludovico I e la moglie Teresa. Con il passare del tempo la festa si è evoluta in una lunga manifestazione nel corso della quale viene celebrata la birra. Quella che si beve durante l'Oktoberfest è una birra che viene fermentata a Monaco e che è più forte della comune Lager.

Augusta in BavieraLasciata Monaco di Baviera, il nostro itinerario alla scoperta della Baviera ritorna sulla Strada Romantica e si dirige ad Augusta. La terza città della Baviera vanta una storia di oltre 2000 anni. Accampamento romano già nel 15 a. C., la città divenne un importante centro commerciale grazie alla sua posizione strategica tra l'Italia e l'impero franco-carolingio. Nel 1500 la città aveva un importante ruolo finanziario in Europa. La famiglia dei banchieri Fugger era così potente e ricca che aveva stretti contatti con il Papa e Imperatori come Massimiliano I e Carlo V si rivolgevano a loro per ottenere dei prestiti. Ancora oggi in città si trova la "Fuggerei", un quartiere chiuso da quattro porte che era stato fatto costruire dai Fugger nel 1516 per i bisognosi della città e che è complesso di case popolari più antico del mondo.

Uno dei simboli di Augsburg è la Basilica di Sant'Ulrico, intitolata al Vescovo Ulrico che nel 995 guidò l'esercito tedesco contro gli ungheresi e la cui tomba è conservata all'interno della cattedrale. La parte vecchia della città si concentra intorno alla Cattedrale, una chiesa romanico-gotica con numerosi tesori artistici e caratterizzata da alcune particolarità, come ad esempio la mancanza di una vera facciata e la presenza di due cori.

Tra i principali monumenti della città merita una menzione il Municipio, edificio rinascimentale costruito tra il 1615 e il 1624. La sala più famosa è la sala d'oro, uno delle espressioni più significative del Rinascimento tedesco. La sala, che misura 552 metri quadrati ed è alta 14 metri, è sfarzosamente decorata.

Rothenburg ob der TauberRiprendendo la Strada Romantica verso nord si raggiunge la caratteristica cittadina di Rothenburg ob der Tauber, con le sue case a traliccio, le torre e le strette viuzze, che conferiscono alla piccola città di questa regione della Baviera nota come Franconia, un aspetto assolutamente unico che attrae ogni anno tra i due e i tre milioni di visitatori. La città, circondata da una lunga cinta muraria, ha nella piazza del Mercato il centro sul quale convergono tutte le strade di Rothernburg e che ospita il Municipio, un edificio gotico rinascimentale con una torre alta 55 metri dalla quale si gode di una meravigliosa vista sulle mura e sul centro storico.

Al di là del piacere di passeggiare in un contesto architettonico assolutamente unico che sembra riportarci indietro nel tempo, Rothenburg accoglie l'interessantissimo Museo del Crimine, l'unico museo sulla legge in Europa nel quale è mostrato lo sviluppo della giurisprudenza nel XIX secolo, la storia delle leggi penali e le modalità con le quali venivano comminate. Il museo contiene inoltre un'esposizione di strumenti di tortura.

WürzburgLasciamo Rothenburg con il suo romantico aspetto medioevale per proseguire verso nord e raggiungere Würzburg, località nella quale si conclude la Strada Romantica. La città di Würzburg, oggi importante sede universitaria, è stata una sede vescovile fin dall'VIII secolo. L'imponente Fortezza di Marienberg di inizio XIII secolo che domina la città, è stata, a partire dal 1253 la residenza dei vescovi-principi, che la utilizzarono anche come prigione. Dopo il 1600 la fortezza è stata modificata in stile rinascimentale.

Il monumento più sensazionale di Würzburg è la Residenza, considerata uno degli edifici barocchi più belli d'Europa. La Residenza venne costruita tra il 1724 e il 1744 in stile Barocco, opera del celebre architetto Balthasar Neumann. Assolutamente straordinari gli affreschi di Giovanni Battista Tiepolo che decorano il salone imperiale e la spettacolare scala che si sviluppa su due piani e che è sovrastata da una volta lunga 30 metri e larga 18 metri.

Ai Vescovi-Principi della famiglia Schönburn, che fecero costruire la Residenza, si deve la creazione anche di altri gioielli architettonici della città, come le chiese barocche ospitate nel centro storico. Molto caratteristico anche il Vecchio Ponte sul Meno, costruito tra il 1473 e il 1543, sul quale in epoca barocca vennero aggiunte dodici statue di santi.

NorimbergaUna visita della Baviera non può dirsi completa senza la visita dell'antica città imperiale di ". La città venne fondata nell'XI secolo da Heinrich III, grazie alla sua posizione strategica come base per le campagne militari verso la Boemia. Il periodo d'oro della città fu tra il XV e il XVI secolo, quando la città, nel pieno del suo sviluppo economico e culturale attirò artisti come Albrecht Dürer, Adam Krafft e Veit Stoss. Le tracce dell'epoca medioevale sono oggi visibili nella cerchia difensiva del XIII secolo che la circonda. Vi si contano ben 46 torrioni edificati e cinque porte d'accesso: Spittlertor, Königstor, Frauentor, Laufertor e Neutor.

Il centro della città è l'Hauptmark, fin dal Medioevo luogo d'incontro privilegiato di Norimberga. Qui oggi anno si svolge il più famoso mercatino natalizio della Germania. Il mercatino si apre ogni anno il venerdì prima dell'Avvento. Alle 17.30 squillano le trombe e un coro delle scuole di musica locali inizia ad intonare i canti natalizi. Al termine le luci vengono accese, dopo di ché, il bambino o la bambina che impersonano il Bambin Gesù recita il prologo che apre ufficialmente il mercatino di Natale.

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

 

Torna su

 

 

Ostelli Monaco  Ostelli Germania


Carte d'Allemagne      Karte von Deutschland     Mapa  Alemania   Map of Germany

Carte de Munich Karte von München  Mapa Munich   Map of Munich