FÜSSEN

VISITARE FÜSSEN: INFORMAZIONI E PICCOLA GUIDA

Che cos’è Füssen? Semplicemente il cuore della Baviera. Una città incantata, sospesa nella sua atmosfera idilliaca, lontana dal mondo, dallo stress. Una piccola cittadina, di 15.000 abitanti, che continua a vivere in una favola, dove il tempo si è fermato e dove tra le colline si può scorgere un castello, una torre, un laghetto e panorami mozzafiato. Vi abbiamo incuriositi? Speriamo di si, perché ne vale veramente la pena.

Füssen è una tappa obbligatoria della Strada Romantica, la Romantische Straße,un percorso, ideato nel 1950, che intende riunire tutte le particolarità paesaggistiche di alcune città tedesche, una sorta di linea che collega Füssen a Würzburg.

Füssen si trova a 808 metri di altitudine e la sua fama, spesso, va di pari passo con il Castello di Neuschwanstein l’imponente fortezza che si trova proprio dentro la cittadina, ma questa imponente costruzione, non rappresenta altro che una delle innumerevoli attrattive che questo posto incantato offre. Il fiume Lech, che passa all’interno della città, offre uno spettacolo unico, soprattutto se ammirato dal lungo-fiume che si snoda nel cuore di questa cittadina. Le piccole strade, colme di fiori e di giardini, i caffé, i negozietti artigianali, sono l’anima del centro abitato, che riescono ad accogliere e a proiettare il turista nell’ambiente ospitale della Baviera.

Questa città riesce ad accontentare proprio tutti i gusti, sia che siate turisti amanti del relax, sia che siate amanti del turismo all’aria aperta, sia che vogliate venire in inverno, sia in estate, c’è sempre un posto ed una stagione giusta per voi. Oltre al relax, che potrete godere nei numerosi centri benessere, qui è possibile svolgere molte attività sportive, in primis lunghe passeggiate ed escursioni tra il verde dei giardini e dei prati, ma non mancano occasioni in cui è possibile praticare sport come il ciclismo, il tennis, il nuoto, o percorsi di kneipp. Chi, invece, si recherà qui nel periodo invernale, potrà godere anche della magica atmosfera creata dai Mercatini di Natale, che colorano le strade e accendono gli animi e lo spirito natalizio, presente in ognuno di noi.

Come i mercatini, tutte le tradizioni tipiche bavaresi, in questa zona sono ancora molto vive, e sono vissute in maniera del tutto originale e spettacolare. Facendo una passeggiata per la città, infatti, non è difficile sentire le note dei suonatori di corni alpini, che si esibiscono in veri e propri concerti, spesso sulle rive del lago Hopfensee, oppure incontrare gli Böllerschützen, che sono dei veri e propri personaggi folkloristici, che indossano, ancora oggi, i costumi tipici della città.

Per gli amanti dei musical, qui c’è un appuntamento fisso, ovvero la recitazione di Ludwig 2, che ogni anno si ripete nel teatro, che si trova proprio sul lago Forkensee. Füssen ha anche un forte legame con l’Italia, è gemellata, dal lontano 1972 con Palestrina, e gli scambi tra i due centri abitati, persistono ancora oggi, con diverse visite nel corso dell’anno.
Questa città e Schwangau, centro abitato vicino, formano il cosìdetto Angolo Reale, “Königswinkel”, una sorta di microcosmo, dove si concentrano alcune tra le bellezze più autentiche della Germania. I punti di forza della zona sono i due castelli, delle due città, quello di Neuschwanstein(Füssen) e quello di Hohenschwangau (Schwangau).



La storia
Sappiamo che questa città esisteva già al tempo dei Romani, e già da allora, così come oggi, occupava una posizione di prestigio, perchè era posta sulla via Claudia Augusta, una strada che collegava il nostro Paese ad Augsburg.
A quel tempo, il nome della città era Foetibus, e la stessa rappresentava una tappa obbligatoria per tutti i viaggiatori che si dovevano recare verso la Germania o viceversa.
Durante il tardo Medioevo la città doveva essere molto estesa, infatti sulla Reichenstrasse, ancora oggi è possibile vedere resti delle mura e delle fortificazioni tipiche dell’epoca, come la Sebastiantor e alcune sezioni di mura, con cinque torrette.
Uno dei protagonisti della futura espansione di questo centro abitato è stato St Magnus o St Mang, come viene chiamato da queste parti, l’apostolo di Allgau. Questo santo, arrivò in questa zona durante l’ottavo secolo, proveniente dalla Svizzera. A Füssen questo santo costruì un monastero o abazia, nella quale, molto probabilmente, rimase fino alla sua morte e dove sono state custodite le sue spoglia. Oggi, dell’antica abazia è rimasta solo la cripta, risalente al X secolo, dove si possono ancora ammirare i resti delle pitture, impresse nei muri.
La posizione strategica della città e il suo assetto stradale, tipicamente Romano, hanno consentito alla dinastia Asburgo, di fare di questo posto il proprio punto di forza, riuscendo, da qui, a controllare l’intera zona della Baviera. Nel 1291 sono stati avviati i lavori per la costruzione del palazzo degli Asburgo, lavori che sono continuati fino al 1503. Tutti gli edifici adiacenti al palazzo vennero costruiti seguendo le costruzioni di porte e finestre trompe l’oeil.
Anche nei secoli successivi, il forte sviluppo del centro è stato dovuto al fattore commerciale, perchè ieri come oggi, questo è un centro di passaggio tra le Alpi e il fiume Lech.
Uno dei prodotti che Füssen è sempre riuscita ad esportare, in tutto il mondo sono i liuti e i violini, questi antichi strumenti, che ieri come oggi continuano ad essere costruiti dai maestri liutai. Gli stessi, capirono fin da subito la loro importanza e si unirono in una corporazione, con tanto di regolamento, per la costruzione dei liuti e dei violini. La storia di questa tradizione è ancora oggi rappresentata nel museo dedicato alla musica.
La musica è un altro degli aspetti fondamentali di Füssen, ed a questa città è legato il nome di Richard Wagner. Il compositore, infatti si recava spesso qui, in particolare per venire a trovare il suo amico e re Ludwig II.





Cosa vedere
Inevitabilmente, i castelli della zona, sono una tappa obbligatoria, infatti il re Ludwig II ne fece costruire ben quattro.
Neuschwanstein
Questo castello rappresenta il cuore stesso della città, ed è un castello da fiaba, basti pensare ai cartoni della Disney, molti dei castelli rappresentati, si ispirano proprio a questo. Dalle torri del castello si possono ammirare delle enormi montagne, e la foschia che le racchiude, poi si possono chiudere gli occhi, e pensare di essere in un bel sogno. La sua costruzione risale al 1869, ma in realtà non è mai stato finito, ed il suo progetto è frutto della fantasia di Ludwig, infatti è stato proprio lui a progettarlo, ma in tutta la sua vita, rimase in questo imponente castello solo 170 giorni. Ludwig voleva ricreare, dentro questo luogo, la mitologia tedesca, grazie all’aiuto delle note del suo amico Wagner, come dimostra la sala principale, la Sängersaal (Sala dei menestrelli), dove ancora oggi, in genere a settembre, vi sono esibizioni e concerti. La camera da letto di Ludwig è uno spettacolo dello stile gotico, con un enorme letto con delle guglie scolpite. La sala del trono, invece, è in tipico stile bizantino, con un enorme mosaico, ed una corona in testa, infatti, il lampadario ha proprio la forma di corona.
Hohenschwangau
Questo castello risale al 12° secolo, poi ristrutturato agli inizi del 1800, era stato realizzato dal padre di Ludwig, Maximilian II. Durante il restauro è stato possibile recuperare le autentiche decorazioni murarie e l’arredamento originale. In questo luogo, Ludwig II trascorse parte della sua infanzia e della sua adolescenza ed è proprio qui che incontrò, per la prima volta Wagner e sempre in questo castello, nella Hohensaufersaal, il compositore suonava per lui, nel pianoforte della stanza.
Questi due castelli sono collegati da una stradina, percorribile in 30-40 minuti a piedi.
Linderhof
Questo castello è un po’ più distante dal centro di Füssen, ed è il più piccolo dei castelli che Ludwig fece costruire, la sua realizzazione andò tra il 1869 e il 1886. E’ la massima espressione dello stile barocco, al suo interno è presente anche un lago.
Herrenchiemsee
Questo castello è posto su un’isoletta del lago Chiemsee, la struttura, circondata da un enorme parco è stata costruita dopo il 1850.
Il castello Hohes Schloss
Questo castello si trova proprio al centro della cittadina, ed è una costruzione tardo-gotica, qui i vescovi di Augsburg vi trascorrevano le vacanze. Nel cortile interno si può comprendere cos’è l’illusionismo architettonico. Al suo interno vi è una sezione della pinacoteca Bayerische Staatsgemäldesammlungen, nella quale si possono ammirare opere tardogotiche e rinascimentali.
Le due pinacoteche
All’interno del castello sono presenti due pinacoteche, che risaltano tutte le opere gotiche della città.

Il monastero di St Mang
Il monastero benedettino, costruito nel IX secolo, dal vescovo St Mang ospita il museo civico della cittadina e il Municipio, nella “Sala dell’imperatore”, durante l’estate, ci sono numerose kermesse musicali di jazz e musica da camera. La chiesa, annessa al monastero, è la chiesa barocca più bella della zona, e all’interno della sua cripta, vi è l’affresco più antico dell’intera Baviera.
Museum der Stadt Füssen
Al suo interno potrete ammirare una delle collezioni di strumenti musicali più grandi del mondo.
Tegelbergbahn
Prendendo la funivia, si arriva proprio sulla cima di questo monte, e da qui è possibile ammirare un panorama, che lascia davvero senza parole, ci troviamo a 1707 m di altitudine, e le Alpi sono proprio di fronte a noi. Da qui, con una lunga passeggiata, si può arrivare fino ai castelli.
La fontana Stadtbrunnen
Questa fontana si trova nella parte più alta della Reichenstrasse, ed è la rappresentazione del patrono della città, ovvero St. Magnus, ma non solo, intorno alla fontana vi è una striscia di metallo che rappresenta la via romana Claudia Augusta.
Reichenstraße
Questa strada, è il percorso dell’antica strada romana Claudia Augusta, e per tutto il percorso sono presenti palazzi signorili e negozi, che consentono agli amanti dello shopping di sbizzarirsi.
















Cosa e dove mangiare a Füssen
La cucina tipica della zona, è quella della Bavaria, con pietanze molto gustose, a base di carne e salse che la rendono molto saporita.
Accanto alla carne, non possono mancare le pietanze con le patate, e la ricetta che vede Knodel e Haxen, è uno dei piatti forti della zona. Gli Knodel sono una specie di gnocchi di patate, e vengono serviti, secondo le ricette tipiche del posto, con un cosciotto di manzo, o di maiale, accompagnando il tutto da una salsa. Salsa che si usa anche per gustare gli Spatzle, che sono piccole lasagnette all’uovo, servite, come tradizione, con la Sossa, tipica salsa tedesca.
Se siete per la strada e volete assaporare un piatto tipico, non potete non assaggiare il Weißwurst, una salsiccia bianca, che viene avvolta nel pane e servita con la senape.
Molti sono i dolci tipici della zona, alcuni realizzati con le patate, ed altri con un interno di frutta. Le torte sono quasi tutte realizzate a base di frutta, con il pan di spagna al quale viene aggiunto quasi sempre del cacao o cioccolato.
Di seguito alcuni locali, dove è possibile assaggiare prodotti tipici della zona :
- Fruhlingsgarten - Alatseestr. 8 – In questo locale potete davvero assaporare i piatti autentici della Baviera, serviti e cucinati in antichi tegami, proprio come vuole la tradizione. Il prezzo, poi, riesce ad accontentare tutti, perchè è abbastanza contenuto, ma la qualità è al top.
- Franziskaner Stüberl – In questo locale potrete assaporare la carne cucinata secondo le antiche ricette, in particolare lo stinco di maiale e gli Schnitzel.
- Ritterstub'n - Ritterstrasse 4- La varietà è un punto di forza di questo locale, perchè riesce ad offrire un menù vario, anche per le persone che non possono mangiare il glutine. Questo posto è il luogo ideale sia per gli manati della carne, sia per i vegetariani ed il prezzo è molto contenuto.
- Kulturcafé – Un posto di classe, dove gustare un pranzo o gustosi stuzzichini, accompagnati dalle melodie della musica dal vivo, il tutto con una vista stupenda sul fiume Lech.
- Madame Plusch - Drehergasse 48 – Se volete, anche solo per una cena o un pranzo, tornare indietro nel tempo, questo è il posto giusto. Entrando in questa taverna, vi sentirete accolti dal clima tipicamente medievale e bavarese, dove il gusto e i sapori di una volta vengono riproposti e riassaporati davvero da tutti.
- Waldwirtschaft am Mittersee - Badseeweg 5 – Mangiare in un luogo isolato, direttamente sul lago, assaporando piatti e dolci tipici di una terra, che riesce sempre a stupire.
Hotel Restaurant Alatsee - Am Alatsee 1 – Anche questo locale si trova a ridosso di un piccolo lago, immerse totalmente tra i boschi. E’ facilmente raggiungibile, sia in auto, che attraverso una piccola stradina panoramica, che vi permetterà di arrivarvi ammirando la rigogliosa natura che lo circonda. Qui, come da tradizione, potrete assaporare la cucina e la carne tipica della zona, ma anche degli ottimi dolci, preparati secondo le ricette tradizionali.




Per gli amanti della cucina Italiana, consigliamo questi due locali :
- Pizzeria San Marco – Dove potrete gustare un’ottima pizza, preparata ad arte, ma anche numerosi piatti di pasta, con diverse varianti. Anche il gusto è l’arredamento è quello tipico del nostro Paese.
- Ristorante Pizzeria il Pescatore - Franziskanergasse 13, un posto che ti fa veramente pensare di essere in Italia, una pizza ottima, ma soprattutto tante pietanze a base di pesce, cucinate in modo davvero raffinato. Un prezzo contenuto e personale molto gentile, assolutamente da provare.

















Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

Dove si trova?

 

 

Torna su

Ostelli Füssen   Ostelli Germania  Hotel Füssen

Carte d'Allemagne      Karte von Deutschland     Mapa  Alemania   Map of Germany

Carte Füssen    Karte von Füssen    Mapa Füssen    Map of Füssen