Residenza di Würzburg - Residenz

Ann.

Residenza di Würzburg - Residenz

Un itinerario a Würzburg deve iniziare necessariamente con una visita alla Residenz, lo storico palazzo che fu dei Principi Vescovi della città. Si tratta di uno dei più importanti palazzi barocchi d'Europa, la risposta del Sacro Romano Impero alla costruzione di Versailles nel XVIII secolo. Questo imponente edificio divenne il secondo monumento della Germania ad essere dichiarato Patrimonio dell'Umanità dall'Unesco.

Ann.

Residenza di Würzburg - ResidenzFu opera di Balthasar Neumann e possiede straordinari affreschi di  Gian Battista Tiepolo. Anche i suoi giardini sono meravigliosi. La Residenz è il più famoso palazzo  barocco della Germania. Questo vasto complesso all'estremità orientale della città è stato commissionato da due vescovi principe, i Fratelli Johann Phillip Franz e Friedrich Karl von Schönborn. I lavori furono eseguiti tra il 1720 e il 1744 sotto la supervisione di diversi architetti, tra cui Johann Lukas von Hildebrant e Maximillian von Welsch.

Sala degli Specchi - Würzburg - ResidenzTuttavia, il Residenz è più strettamente legato alla figura di Balthasar Neuman, l'architetto della famosa scala barocca, uno stile imperiale con una prima rampa che si biforca in due. Il complesso, ha tre corpi nella piazza, che chiudono il cortile d'onore; i due corpi laterali sono articolati rispettivamente intorno a due cortili interni.

Di fronte all'ingresso principale si trova la Franconia-Brunnen, una fontana progettata da Gabriel von Seidl, eretta sulla piazza principale nel 1896 e pagata dagli abitanti di Würzburg. Molto bella è anche la lunga facciata che presenta verso il giardino, coronata da stucchi.

Nella sala centrale si trova la scalinata d'onore, la cui volta raffigura il celebre affresco Tributo delle quattro parti del mondo al vescovo principe, capolavoro di Giovanni Battista Tiepolo (1752-1753). Il tema è la rappresentanza del proprietario della casa, il vescovo, attraverso i quattro continenti allora conosciuti. Lo schizzo di questo quadro a olio è conservato nel Metropolitan Museum di New York. Le statue della balaustra sono di Peter Wagner (1775) e gli stucchi di Ludovico Bossi nel 1764. Nelle vicinanze si trova la cosiddetta "Sala Grande", la cui volta è stata decorata nel 1749 da Johann Zick, raffigurato 'La festa degli Dei' e' Diana'., stuccato da Antonio Bossi risalente al 1749.

Tra le sale al primo piano, decorate con dipinti italiani e arazzi fiamminghi del XVII e XVIII secolo, spiccano la Weisser Saal (Sala Bianca) decorata con stucchi di Antonio Bossi (1744) e la Kaisersaal (la Sala dell'Imperatore), anch'essa stuccata da Bossi nel 1751; sul soffitto si può ammirare un altro capolavoro del Tiepolo: Storia di Würzbug, del 1752. Un'altra delle sale più conosciute è il Salone Veneziano, che prende il nome da un arazzo che mostra il Carnevale di Venezia; tra le decorazioni di questa sala vi sono i pannelli con dipinti di Johann Thalhofer, discepolo di Rudolph Byss. Come in molti altri palazzi europei, anche qui Napoleone trascorse la notte e c'è una stanza con il suo nome. All'interno della Residenz si trova il museo universitario Martin von Wagner Museum, dedicata ai pittori veneziani del XVII e XVIII secolo, che si trova nell'ala sud. Il museo ha una interessante collezione di antichità con reperti dalla mesopotamia, dall'antico egitto, dalla Grecia e antichità romane (tra cui uno splendido altare romano chiamato Le quattro stagioni di Würzburg). Il museo possiede anche una buona collezione di dipinti tedeschi, olandesi e italiani dal XV al XX secolo, di artisti quali Hans Leonhard Schäufelein, Bartholomäus Spranger, Pieter Claesz, Luca Giordano, Giovan Battista Tiepolo, Friedrich Overbeck, Carl Rottmann, Franz von Lenbach, Max Liebermann, August von Brandis e Hans Purrmann. Questa sezione contiene anche la collezione di sculture. Infine la collezione grafica contiene circa undicimila schizzi e quattordicimila stampe. Tra questi ricordiamo, tra gli altri, incisioni in rame e xilografie di Albrecht Dürer, bozzetti di Federico Barocci e disegni di Giovanni Battista Tiepolo e di suo figlio Giovanni Domenico Tiepolo.

Nell'ala sud si trova l'elegante chiesa del palazzo, la Hofkirche, opera di Balthasar Neumann, realizzata tra il 1733 e il 1735, con stucchi ancora di Antonio Bossi e affreschi di Johann Rudolph Byss (1660-1734). Negli altari laterali progettati da Johann Lukas von Hildebrandt figurano le tabelle di Tiepolo (1752):"Assunzione" e "Caduta degli angeli".

Nel grande giardino, progettato alla fine del XVIII secolo dall' artista del giardino Johann Prokop Mayer, si possono ammirare la griglia disegnata da B. Neumann nel 1774 e le statue di Johann Peter Wagner dal 1771 al 1781. Si possono vedere diverse porte progettate da Johann Georg Oegg Oegg, la maggior parte delle quali in forme rococò. L' aspetto attuale del giardino è dovuto al principe vescovo Adam Friedrich von Seinsheim (1755-1779)

Con una curiosità appare nell'ultima versione cinematografica dei Tre Moschettieri è il set proprio di Versailles.

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa pagina ti è piaciuta e ti è stata utile a trovare qualche informazioni interessante e a farti risparmiare un po' di tempo, offrici un caffè (ma non ci offendiamo se ce ne offri due), così ci aiuterai a scrivere la prossima guida:  Paypal


Dove si trova?

 

Torna su

 

Ostelli Würzburg   Ostelli Germania  Hotel Germania   Hotel Würzburg

Carte d'Allemagne Karte von Deutschland  Mapa  Alemania   Map of Germany

Carte de Würzburg Karte von Würzburg Mapa Würzburg    Map of Würzburg  Mapa Hanower

Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal