Max Liebermann

Max Liebermann

 

Il pittore Max Liebermann (1847-1935) fondò la scuola impressionista tedesca, molto influenzato in particolare da Van Gogh, e coordinò il suo sviluppo con il movimento moderno di Parigi.

 

Max Liebermann nacque il 20 Luglio 1847, a Berlino, in una famiglia ebrea. La sua ammirazione per il pittore olandese Jozef Israëls e i tanti temi ebraici presenti nelle sue opere, in particolare quelli eseguiti nei Paesi Bassi, testimoniano una sua profonda coscienza religiosa. Il futuro artista iniziò a studiare arte presso l'Università di Berlino, ma non entrò un'accademia, quella di Weimar fino al 1868 rimanendovi fino al 1873. Tra il 1871 e il 1875 visito tre volte i Paesi Bassi, un paese che lo avrebbe sempre attratto molto e nel quale sarebbe ritornato più volte nel corso della sua vita.

 

Birreria Bavarese -  1884 Max LiebermannLiebermann iniziò a dipingere alla maniera realista, e la pennellata libera di Frans Hals lo avrebbe influenzato in modo decisivo. Dopo l'accademia a Weimar si stabilì a Parigi nel 1873, e il suo precoce contatto con la scuola di Barbizon (1874) lo fece aderire alla corrente  di pittura plein-air (all'aperto). Dopo Parigi Liebermann si trasferì a Monaco di Baviera nel 1878 vivendo nella città bavarese fino al 1884 anno in cui ristabilì a Berlino, dove visse il resto della sua vita. Mantenne sempre durante tutto l'arco della sua carriere il tocco dei "Vecchi Maestri" insieme ad una combinazione di colori sommesso fino al 1890. Le sue scene-immagini di persone di strada e lavoratori, di mercati popolari,  ebbero sempre un forte connotato realistico.

In barca sull'alster ad Amburgo - 1910 Max LiebermannLa tavolozza di Liebermann divenne più leggera solo dopo aver scoperto Édouard Manet, ma non si avvicinò mai alla brillantezza di Claude Monet o di  Pierre Auguste Renoir. I suoi colori rimasero sempre più in sintonia con la pittura realista tedesca e francese. L'influenza di Edgar Degas liberò invece il suo stile come disegnatore e grafico, e, infine, uno stile maturo e personale di Liebermann emerse nelle immagini di eventi sportivi e cavalieri al galoppo sulla spiaggia, le vedute del suo giardino a Wannsee, i ritratti dell'alta società, e gli auto-ritratti.

Autoritratto -  1910 Max LiebermannNel 1892 fondò la Liebermann Malervereinigung XI, un movimento artistico predecessore della Secessione di Berlino. La sua prima mostra retrospettiva si tenne presso l'Accademia di Berlino nel 1897, alla quale venne eletto membro nel 1899. Nello stesso anno Liebermann fondò la Secessione, di cui rimase presidente fino al 1911. Nel 1920 divenne presidente dell'Accademia delle Arti e delle Lettere di Berlino; i nazisti arrivati al potere lo rimossero da questa posizione nel 1932 a causa delle leggi razziali.

Liebermann, che era anche un autorevole e originale sulla teoria dell'arte, aveva una personalità di grande fascino e arguzia. Per la sua notorietà e perché ebreo fu uno dei primi artisti ad essere perseguitati dai nazisti. Nel 1933 gli fu proibito di dipingere e ad esporre, e le sue immagini furono rimosse dalle collezioni pubbliche tedesche. Si ammalò gravemente alla fine del 1934 morendo isolamento nel suo appartamento di Berlino sulla Parizer Platzl adiacente alla Porta di Brandeburgo l'8 febbraio 1935 a Berlino. La sua casa venne occupata da un gerarca nazista.

 

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

 

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

 

Torna su

 

 

 

Ostelli Berlino   Ostelli Germania

Carte d'Allemagne Karte von Deutschland  Mapa  Alemania   Map of Germany

Carte de Berlin   Karte von Berlin      Mapa  Berlín     Map of Berlin