Pedrera - Casa Milà

Sei qui: Cosa vedere a Barcellona >

 

Pedrera - Casa Milà

 

Barcellona ha legato il proprio nome alla stravaganza di Antoni Gaudì, alle sue forme architettoniche colorate e audaci, genuine e naturali. La Casa Batlló, un edificio ristrutturato XIX secolo, è uno dei suoi capolavori più apprezzati, situata nel Passeig de Gràcia, nel quartiere di Eixample. I locali affettuosamente la chiamano Casa dels ossos (casa delle ossa), e in effetti la visione di questa strana figura edile possiede una viscerale qualità, affine ad uno scheletro organico. Visitarne gli interni è come entrare dentro l'anima stessa dell'artista, un esperienza che ha dell'incredibile anche per chi è lontano dal mondo dell'architettura.

 

Pedrera - Casa MilàTra il 1898 e il 1906 tre case adiacenti, sul viale più alla moda di Barcellona vennero ristrutturate da alcuni dei più importanti architetti modernisti di allora: Casa Amatller (progettata da Puig i Cadafalch), Casa Lleo Morera (progettato da Domènech i Montaner) e Casa Batlló di Gaudí. Quest'ultima, originariamente venne progettata per una famiglia della zona benestante di Barcellona, i Batllo.Tutte e tre le case furono progettate in una diversa interpretazione dello stile modernista catalano, in quella che sembrava una gara tra architetti.

Una competizione che ha portato a chiamare i lavori 'Mançana de la Discordia', e cioè mela della discordia, facendo riferimento alla mitologia greca. La parola mançanasignifica anche 'palazzo, struttura edile', quindi l'espressione 'Mançana de la Discordia' può anche essere tradotta come 'palazzo della discordia'. Delle tre, la Casa Batlló rimane comunque la più espressiva.

Pedrera Camini- Casa MilàGaudì andò a ristrutturare un edificio costruito 1875 e il 1877, acquistato nel 1900 dal ricco industriale Josep Battló i Casanovas, che commissionò all'artista la completa ricostruzione, costui tuttavia convinse il suo patron a rimodellare l'edificio esistente. Tra il 1904 e il 1906 venne ridisegnata la facciata e il tetto, aggiunto altri piani e completamente ristrutturato l'interno. La facciata al primo impatto visivo è di incredibile senso estetico, il materiale usato è l'arenaria, ricoperta dagli immancabili trencadiscolorati (un tipo di mosaico catalano). Tipico di Gaudí, sono state evitate le linee rette, quando possibile. Gotico e Art Nouveau (Stile Liberty) sembrano qui trovare reciproca influenza di stile. I balconi ai piani inferiori sono simili a dei pilastri fatti di ossa, mentre quelli dei piani superiori sembrano pezzi di teschi. Non stupisce il sopranome locale dell'edificio, mentre le finestre allargate in una sorta di decorazione al primo piano, hanno portato ad un altro soprannome, 'Casa di sbadigli'.

Pedrera tetto - Casa MilàIl tetto è decorato con ceramiche policrome di colori brillanti, coronato da una torre con il tipico aspetto di Gaudí. Secondo gli esperti, che hanno dato una chiave di lettura al simbolismo gaudiano, la scala colorata ricorda una pelle di rettile, andando a rappresentare la figura grottesca del drago, mentre la piccola torretta a croce simboleggia la spada di San Giorgio. Le ossa e teschi della facciata rappresentano tutte le vittime del drago.

All'interno dell'edificio, gli spazi sono stati completamente riorganizzati in modo da ottenere una luce più naturale (il cortile è coperto di ceramica blu, illuminata progressivamente per garantire la stessa luce o simile sulla parte superiore e sulla terra), anche la ventilazione è stata studiata nei minimi particolari. Vengono mostrati vari elementi decorativicome mobili, vetri, elementi in ferro forgiato, caminetti, ecc, tutti dettagliatamente rifiniti secondo il gusto modernista del maestro, che amava soffermarsi con la passione che solo un'artista può comprendere nella cura dei dettagli più minuti: porte, maniglie, campanelli...

Pedrera Interni - Casa MilàAlla creazione dell'edificio parteciparono anche altri nomi prestigiosi che hanno lavorato sotto le istruzioni di Gaudí, in particolare: gli architetti Josep Maria Jujol e Joan Rubió i Bellver sulla facciata, i fratelli Badia per le lavorazioni del ferro, il falegname Casas i Bardes, Sebastià Ribo per la ceramica e Tallers Pelegrí per i vetri decorati.

Nel 2005 la Casa Batllo venne insignita dall'UNESCO come patrimonio dell'Umanità e nel 2007 come una delle sette meraviglie di Barcellona, ma sono tanti i premi ricevuti nel tempo sin dal 1906. La ristrutturazione effettuata da >Gaudí ha prodotto una delle composizioni più poetiche e artistiche dell'artista. La visita all'edificio include un itinerario completo all'edificio e comprende in particolare il piano Noble (dove viveva la famiglia Batllo) che da accesso al cortile in stile modernista di 230 m², l'attico, il tetto, l'intera sala, le scale... preparatevi ad immergervi in un mondo di colore, mistero e arte decorativa espressa alla massima potenza.

 

Casa Milà (La Pedrera)

Passeig de Gràcia 92-C/Provença 261-265

Quartiere: Eixample

Metro Diagonal

Accesso: a pagamento

 

 

Torna su

 

Ostelli Barcellona   Ostelli Spagna     Hotel Barcellona  Hotel Spagna

Carte d'Espagne  Karte von Spanien     Mapa de España    Map of Spain

Carte de Barcelone   Karte von  Barcelona   Mapa Barcelona   Map of Barcelona