Barcellona Gratis

Barcellona Gratis

Non disperate, se siete tra coloro che amano viaggiare al risparmio (per necessita o per scelta) sappiate che anche Barcellona potrà offrirvi una miriade di occasione. Si sa, la metropoli catalana può essere insopportabilmente cara. I prezzi di alcune attrazioni maggiori sono spropositati e se si viaggia con la famiglia si hanno pochi sconti anche per i bambini e i ragazzi. Questo aumento di prezzi ha allontanato tante persone dal venire a Barcellona ed è un peccato, perché questa città è veramente stracolma di cose da vedere.

 

Detto questo, ci sono cose che si possono fare gratis e i soldi sono una scusa in meno per rimanere a casa sul divano senza far nulla. A Barcellona (almeno per ora) ci sono una manciata di molto interessanti proposte culturali che non costano un euro. Musei, parchi, chiese e le zone più amate della città aspettano anche voi! Di seguito una lista (non esaustiva) e informazioni utili al caso. Pronti?

Le Ramblas

La Rambla è uno dei luoghi di massima attrazione turistica di Barcellona, ed è totalmente gratuito! Un viale alberato lungo quasi un chilometro, che si estende dal centro della città (Placa Catalunya) al Port Vell, dove troneggia il monumento a Cristoforo Colombo, nel porto di Barcellona. Lo scenario è vivace: ballerini, musicisti e cartomanti, bancarelle gastronomiche e un vasto colorato mercato, quello di La  Boqueria. Plaça Reial si trova giusto fuori dalla strada principale, così come gli splendidi mosaici di Joan Miró, edicole e caffetterie lungo il viale. Per approfondire leggete il nostro articolo su Le Ramblas

 

Il meglio di Gaudi

Il grande architetto catalano ha lasciato un segno indelebile nella città di Barcellona, creando alcune delle sue più famose attrazioni in uno stile estremamente personale e conosciuto in tutto il mondo per la grande unicità. Alcune delle sue migliori opere sono visibili gratuitamente (dall'esterno, almeno), così una passeggiata intorno al quartiere Eixample, potrà includere gli edifici di La Pedrera, Casa Batllo e la chiesa Sagrada Familia. Quest'ultima è una struttura veramente mozzafiato e grottesca. A prima vista, sembra essere di fronte ad un enorme castello di sabbia in stile gotico, ma uno sguardo più attento rivela come le protuberanze creino un arazzo di pietra della vita di Cristo. Il Parc Guell, nel frattempo, è ugualmente accessibile gratuitamente ed è raggiungibile a pochi minuti di autobus dal centro della città: un bizzarro complesso di giardini, mosaici e case da favola, una destinazione ideale per i pomeriggi di sole e - soprattutto - libero da esplorare. Aggiornamento. Purtroppo anche il Parc Guell non è più gratuito, anzi, il biglietto d'entrata è di 20 €.

Cattedrale di Barcellona

La cattedrale medievale della città, non lontano dalla Rambla, è stata costruita nel corso dei secoli dei secoli XIII, XIV e XV e vanta una meravigliosa facciata gotica, uno splendido interno a volta, diverse cappelle e un grazioso giardino con chiostro. La chiesa è stata dedicata alla patrono Sant'Eulalia e il suo nome ufficiale è Catedral de la Santa Creu i Santa Eulalia. Il nome comunemente usato è La Seu ed è in riferimento allo stato della chiesa come sede della diocesi. Adiacente alla cattedrale è situato un chiostro del XIV secolo. Ci sono sempre 13 oche nel suo cortile centrale, ed ognuna di esse rappresenta un anno nella vita della martire Santa Eulalia, una ragazza giovane torturata a morte nel IV secolo dai romani per la sua fede cristiana. Il chiostro contiene anche un piccolo museo con reperti liturgici. Ricordate che si può visitare la cattedrale gratuitamente dalle 08.45 alle 12.45 e dalle 17,15 alle 19,30, altrimenti il biglietto costa 6 euro. Durante il periodo a ingresso libero si paga comunque per il Coro: € 2,80 e il tetto: € 2,80 (ma ne vale la pena). Continua a leggere l'articolo sulla Cattedrale di Barcellona.

 

Musei gratuiti


Molti dei migliori musei di Barcellona prevedono un entrata gratuita, per un giorno al mese: il Museu Picasso (ingresso gratuito il 12 febbraio, il 18 maggio e il 24 settembre e ogni prima domenica del mese); Museu d'Historia de Catalunya è gratuito ogni prima domenica di ogni mese ed è sempre gratuito per i minuri di 16 anni e gli over 65; il Museu de la Xocolata (museo cioccolato) è gratuito il primo lunedì di ogni mese; il Museu Maritim è gratuito il primo sabato di ogni mese. Arrivate presto per evitare le code, soprattutto a Museu Picasso.

 

Parchi e giardini


Al di là di Parc Guell, Barcellona è piena di tanti altri spazi aperti in cui poter organizzare un pic-nic di tapas e un bicchiere di sangria (perché no?). Parc de la Ciutedella, a cinque minuti a piedi dal Museu Picasso, è uno dei migliori e di una bellezza sorprendente: ospita una fontana in stile epico, progettata dall'onnipresente Gaudi, un lago navigabile e il Parlamento della Catalogna.

 

Montjuic

La Montjuic la collina boscosa che domina la città e il Parc del Castell de l'Oreneta, a nord-ovest del centro di Barcellona, sono altre buone opzioni. Montjuïic è perfetta per una passeggiata con vista, forse difficile da raggiungere a piedi quindi meno popolata da turisti. Vi troviamo anche gli edifici dei Giochi Olimpici del 1992, tra cui l'edificio di Santiago Calatrava, mentre di fronte al mare troviamo il faro e il vasto cimitero. I visitatori più dinamici possono salire fino alla cima della collina, che si trova a poca distanza dallo stadio Olimpico e dal Jardi Botanico. La Plaça Espanya fornisce l'accesso più popolari al parco. Qui sono anche situati il Pavelló Mies van der Rohe e il centro culturale CaixaForum.

Spiagge di Barcellona

Semplicemente dirigetevi verso le spiagge di Barcellona per assaporare momenti in tutta libertà. Una serie di belle spiagge si estendono a nord-est dal porto turistico di Port Olimpic. Le spiagge sono in parte di origine artificiale, ma questo sembra poco importante per i circa 7 milioni di bagnanti che le invadono in ogni anno! Ogni autunno, le piogge e i venti portano via gran parte della sabbia verso il mare ma l'istituzione pubblica si appresta a sostituire pazientemente nuova sabbia per la stagione successiva. La spiaggia più meridionale, la Platja de la Nova Icaria, è di sicuro quella che va per la maggiore. Di fronte alla spiaggia di Platja de Bogatell, troviamo il Cementeri de l'Est, creato nel 1773. Il suo monumento centrale ricorda le vittime di un'epidemia di febbre gialla che travolse la città nel 1821. Non lasciatevi inquietare dalla scultura El Peto de la Mort (il bacio della morte), in cui uno scheletro alato bacia un corpo giovane, in ginocchio, ma senza vita. Nella spiaggia troviamo anche una zona interamente dedicata agli appassionati dello skateboard. Altre spiagge sono: Platja de la Mar Bella (con la sua piccola area nudisti) e Platja de la Nova Mar Bella, verso la nuova zona residenziale e commerciali, il Front Maritim, parte del progetto Diagonal Mar.

Ospedale de Sant Pau


Progettato dall'architetto catalano Lluís Domènech i Montaner, un contemporaneo di Antoni Gaudí, questo ospedale pienamente funzionante è una delizia architettonica e si trova a breve distanza dalla Sagrada Familia. Senza farvi un giro tra i reparti, potete ammirarne la bellissima struttura.



 

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

 

 

Torna su

 

Ostelli Barcellona   Ostelli Spagna     Hotel Barcellona  Hotel Spagna

Carte d'Espagne  Karte von Spanien     Mapa de España    Map of Spain

Carte de Barcelone   Karte von  Barcelona   Mapa Barcelona   Map of Barcelona