Abitanti della Sardegna

Abitanti della Sardegna  

 

L' origine dei sardi è incerta. È probabile che i primi abitanti dell’isola provenissero da Italia e Grecia, anche se i sardi conservano caratteristiche genetiche specifiche che li rendono diversi dalle altre popolazioni europee. Recenti studi basati sull’analisi del corredo genetico hanno dimostrato che le “eccezioni? nel patrimonio genetico sardo, a causa dell’isolamento e della ridotta presenza di "incontri e mescolanze genetiche", hanno inciso maggiormente sulle caratteristiche della popolazione. In pratica le eccezioni hanno prevalso a causa dell'isolamento e hanno caratterizzato fortemente la popolazione sarda.

101 cose da fare e vedere in Sardegna - parte 1

101 cose da fare e vedere in Sardegna 2 - parte 2

101 cose da fare e vedere in Sardegna 3 - parte 3

101 cose da fare e vedere in Sardegna 4 - parte 4

 

I primi insediamenti umani sono stati accertati nel nord della Sardegna, in Anglona, con il ritrovamento di manufatti in selce. Lungo il corso del Rio Altana, in provincia di Sassari, in località Perfugas e a Laerru, sempre in provincia di Sassari, è documentata la presenza di reperti databili intorno a 500.000 anni fa. Gli scavi nella grotta di Corbeddu di Oliena a Nuoro, hanno portato alla luce di versi strati di reperti. Quelli a livello più superficiale, erano rappresentati anche da resti umani, in particolare un frammento di falange datata intorno a 22.000 anni, che è ad oggi il più antico fossile umano dell’isola e fossili di crani umani, risalenti a circa 8.750 anni fa. La mascella di questi umani appare anomala rispetto a quella dell’Homo sapiens in generale e potrebbe essere il risultato dell’isolamento in Sardegna di un gruppo umano.


Intorno al 1600 a.C. iniziò il lungo cammino della civiltà nuragica, nata dall’incontro di genti mediterranee di culture diverse. Successivamente una serie di eventi provocò una profonda trasformazione nelle comunità sarde, che con l’arrivo di nuovi popoli, attratti probabilmente dalle ricchezze minerarie, videro importati anche nuovi modelli di vita e competenze tecniche. Vennero costruiti i primi edifici fortificati e nel 1500 a.C. i primi veri nuraghi, torri coniche, troncate nella parte alta, costruite in posizione dominante, sovrapponendo grandi massi fra loro, equilibrandoli senza usare nessun materiale per farli stare insieme. La Sardegna è letteralmente piena di nuraghe, ovunque si scorgono, come sentinelle sul mare.

 

Giovanni Lilliu è l’archeologo che ha gettato le basi per le moderne conoscenze sul passato della Sardegna, combinando uno studio fondato su scavi e dati concreti a intuizioni geniali, come ad esempio la scoperta della reggia nuragica di Barumini. Dalla sua ricostruzione socio-economica degli antichi sardi è emersa l’idea di un momento d’oro del passato isolano, quando nella Sardegna preistorica gli abitanti vivevano di agricoltura e caccia ed erano un popolo pacifico di laboriosi artigiani. Grande era il fermento culturale, molto importanti erano le corporazioni degli artigiani a cui si deve la bellezza delle opere di architettura sacra, dei gioielli e degli ornamenti ritrovati nelle sepolture, le belle ceramiche decorate nel periodo in cui i sardi producevano in abbondanza e si dedicavano ai commerci, spingendosi in ogni angolo dell'isola e anche oltre il mare, tanto che tracce della loro cultura si sono ritrovate in Francia e in Spagna.
 

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

 

Dove si trova?

 

 

Torna su

Ostelli Cagliari  Ostelli Italia

Carte Cagliari         Karte von Cagliari   Mapa Cagliari      Map of Cagliari

Carte Sardaigne       Karte von Sardinien  Mapa Cerde? Map of Sardinia

Carte d'Italie   Karte von Italien        Mapa Italia        Map of Italy

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal