Campanile di San Marco

Campanile di San Marco a Venezia

Il Campanile di San Marco è uno dei più riconosciuti simboli di Venezia. Venne originariamente edificato nel IX secolo, il campanile fu poi ricostruito nel corso dei secoli successivi, quando la loggia di marmo alla sua base venne aggiunta da Jacopo Sansovino. Crollò inaspettatamente nel 1902, miracolosamente senza ferire nessuno, e venne ricostruito esattamente come prima. I veneziani gli sono molto affezionati e lo chiamano affettuosamente El parón de casa (Il padrone di casa). Con l'ascensore si sale fino alla cima che si trova a quasi 99 metri metri più su, per una vista mozzafiato delle cupole della Basilica San Marco, la laguna, le sue isole vicine, i tetti rossi e non un singolo canale.

 

Lo slanciato campanile di San Marco, in origine, era probabilmente una torre di avvistamento eretta a difesa della città. La storia ci informa che esso venne ricostruito già nel secolo XII; colpito in seguito da numerosi fulmini, dovette essere più volte restaurato. Un nuovo radicale intervento venne pro-gettato da Giorgio Spavento sul finire del XV secolo, ma, come riporta fedelmente il primo stato della xilografia di Jacopo de' Barbari, realizzata nel 1500, nulla venne eseguito. La copertura con tegole del tetto a quattro spioventi, che è documentata dalle immagini tardo-quattrocentesche, venne modificata durante la ristrutturazione compiuta dal Bon, dopo il terremoto del 1511 , che lo aveva gravemente danneggiato. Vennero infatti realizzati la cella campanaria e l'alto tamburo su cui poggia la cuspide piramidale, coronata al vertice dalla figura girevole dell'arcangelo Gabriele in rame dorato. Alla base, nel 1549, venne inoltre compiuta da Jacopo Sansovino la Loggetta (Loggia dei Nobili), il cui prospetto, con tre grandi arcate inframmezzate da nicchie, era decorato dalle simboliche statue di Minerva, Apollo, Mercurio e la Pace.

 

Campanile di San Marco a Venezia dettalgioI fulmini che si abbatterono successivamente sulla costruzione richiesero nei secoli nuove opere di ripristino; improvvisamente, il 14 luglio 1902, il campanile, già fortemente lesionato, crollò rovinosamente. Subito se ne decretò la ricostruzione nello stesso punto; i lavori, iniziati l'anno successivo, terminarono nel 1912. L'insigne monumento, che nel crollo aveva distrutto la Loggetta Sansoviniana, parte della Libreria e la pietra del bando posta sull'angolo della Basilica, venne ricostruito fedelmente cercando di riutilizzare i frammenti originari, ma non trascurando nel contempo di attenersi alle più moderne leggi statiche.

 

Il campanile di San Marco ha una forma abbastanza semplice che si compone di una canna di mattoni, scanalata, avente un lato di 12 metri e alta circa 50 metri, sopra la quale si trova la cella campanaria, ad archi. La cella campanaria è a sua volta sormontata da un dado, sulle cui facce sono raffigurati alternativamente due leoni simboli della città e le figure femminili di Venezia (la Giustizia). Il tutto è completato dalla cuspide, di forma piramidale, sulla cui sommità, montata su una piattaforma rotante che ha la funzione di segnavento è posta la statua dorata dell'arcangelo Gabriele.

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa pagina ti è piaciuta e ti è stata utile a trovare qualche informazione interessante e a farti risparmiare un po' di tempo, offrici un caffè (ma non ci offendiamo se ci offri una pizza :) ), così ci aiuterai ad andare avanti per quanto possiamo e a scrivere e offrire la prossima guida gratuitamente.:  Paypal

 

 

Dove si trova?

 

Torna su

Ostelli Venezia  Ostelli Italia Hotel a Venezia

Carte de Venise     Karte von Venedig     Mapa Venecia Map of Venice

 Carte de Venetie Karte von Venetien Mapa Veneto     Map of Veneto

Carte d'Italie  Karte von Italien  Mapa Italia   Map of Italy

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal