Acqua alta a Venezia

Ann.

Acqua alta a Venezia

 

Acqua alta a Venezia! Chissà quante volte l'avrete sentito dire al telegiornale o alla radio da quando siete nati. Di solito una notizia del genere coincide sempre con nuvoloni grigi e piogge intense su tutta l'Italia. Ma non è necessariamente la pioggia che mette Venezia sotto l'acqua... Il più delle volte l'acqua alta arriva con il vento che spazza l'acqua del mare Adriatico nella Laguna di Venezia.

Ann.

Acqua alta a VeneziaNel corso degli anni sono stati compiuti numerosi lavori per cercare di  proteggere la laguna da questi eventi stagionali. Ne è un esempio emblematico il "Progetto MOSE" un'idea ambiziosa e di proporzioni enormi per mantenere l'acqua fuori la città, ma che è ancora in fase di ultimazione. Il termine MOSE sta per "Modulo Sperimentale Elettromeccanico" ed costituito da schiere di paratoie mobili a scomparsa poste tra la laguna di Venezia e il Mare Adriatico, di modo che durante gli eventi di alta marea le acque del mare non possano entrare in laguna.

Il progetto MOSE è in fase di avanzamento, ma non è ancora concluso, quindi l'Acqua Alta a Venezia fa ancora notizia. Questo significa anche, che se avete in programma un viaggio da queste parti, per un fine settimana o più, farete bene ha controllare le previsioni del tempo e, se sembra anche solo un po' grigio, siate pronti a mettere in valigia un paio di stivali di gomma, un ombrello e un impermeabile, perché è possibile che vedrete dal vivo l'"Acqua Alta" di Venezia.

Acqua alta a VeneziaDurante una nostra breve visita in città, un paio di anni fa, eravamo completamente impreparati e appena abbiamo lasciato l'albergo ci siamo ritrovati con l'acqua alle ginocchia e una bambina da portare in braccio. La città era prontissima, noi no. All'albergo non avevano stivali di gomma o non ce li hanno voluti fornire, così ci siamo dovuti arrangiare (male), pantaloni arrotolati al ginocchio e piedi congelati. Per fortuna il negozio di scarpe più vicino era a pochi metri, ma c'erano già un sacco di persone in fila per ottenere un paio di agognati stivali di gomma a meno di 20€ al paio. Prezzo accettabile per risolvere velocemente il problema. In questi casi le persone sarebbero disposte a pagare chissà quanto per stare all'asciutto. In centro poi abbiamo visto che i prezzi degli stivali erano anche raddoppiati.

Una delle domande che ci siamo posti è come facesse, con tutta quell'acqua, a non saltare l'energia elettrica di case, bar e negozi. Ovviamente Venezia è preparata a questo avvenimento, ma ci faceva sorridere il fatto che questa domanda se la saranno posta negli anni tutti i visitatori che hanno avuto modo di vedere questo particolare fenomeno. Per strada c'erano anche dei coraggiosi, che camminavano nell'acqua a piedi nudi (e faceva discretamente freddo), altri avevano semplicemente un sacco della spazzatura avvolto per ciascun piede. Quest'ultimo sistema non deve essere molto funzionale ed efficace visti i centinaia di sacchetti vuoti e strappati che poi abbiamo ritrovato girando un po' la città.

Dopo un po' di ore la marea era cambiata e l'Acqua Alta era sparita, ma eravamo contenti di avere assistito a questo caratteristico fenomeno. Forse tra qualche anno, quando ritorneremo a Venezia non sarà più possibile vedere ne l'acqua alle ginocchia in Piazza San Marco ne i venditori di stivali di gomma.

 

 

Torna su

 

Ostelli Venezia  Ostelli Italia

Carte de Venise     Karte von Venedig     Mapa Venecia Map of Venice

 Carte de Venetie Karte von Venetien Mapa Veneto     Map of Veneto

Carte d'Italie   Karte von Italien        Mapa Italia        Map of Italy

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal