Cattedrale di Granada

Advertisement

Sei qui: Cosa vedere a Granada >

Cattedrale di Granada

La Cattedrale di Granada è la seconda più grande cattedrale in Spagna, conosciuta per il suo brillante interno rinascimentale. Il 25 marzo 1523, il giorno dell'Incarnazione, ovvero il giorno del concepimento di Gesù, festa dell'Annunciazione, si pose la prima pietra di uno dei monumenti più interessanti di Spagna, sempre in secondo piano e quasi ignorata dai turisti a causa della grande fama che ha l'Alhambra. Successivamente alla riconquista cristiana della città nel 1492, i Re cattolici vollero la costruzione di una cattedrale, sul sito della grande moschea nasride di Granada.

Advertisement

La cattedrale era stata destinata a diventare il mausoleo reale dall'imperatore Carlo V (Carlo I di Spagna di Spagna), ma suo figlio Filippo II  spostò il sito per il padre e i successivi re spagnoli al palazzo di El Escorial a 46 km da Madrid.

Cattedrale - GranadaDoveva essere una imitazione della Cattedrale di Toledo. Nei primi anni del XVI secolo, gli architetti Juan Gil de Hontañón e Enrique Egas, già impegnati nella costruzione della Cappella Reale (il mausoleo dei re), idearono il progetto per la cattedrale, inizialmente prevista in stile gotico. Questo primo progetto venne abbandonato nel 1523, poco dopo l'inizio dei lavori, nel 1518, in favore del progetto, in stile rinascimentale, dell'architetto Diego De Siloe. Dopo il 1563, anno della sua morte, il progetto di De Siloe fu portato avanti dagli architetti che si susseguirono alla guida della fabbrica dela cattedrale. L'architetto Alonso Cano nel 1665 modificò il progetto, con l'introduzione di elementi in stile Barocco. I lavori vennero completati nel XVIII secolo, esattamente nel 1704, quasi 200 anni dopo, ma fu costruita solo una delle due torri del progetto di Siloe e in modo parziale. Secondo il disegno originale la torre doveva essere alta 81 metri, invece dei 57 attuali. Entrando ci trova subito dietro l'altare maggiore, sotto l'imponente Capilla Major con il suo magnifico soffitto a Cupola. La Capilla Major è circondata da cappelle più piccole con magnifiche opere d'arte e la sagrestia che ospita una collezione di dipinti, specchi e arredi. All'esterno la facciata del duomo è spettacolare, un capolavoro dell'arte barocca ad opera di Alonso Cano.

Cattedrale - GranadaPer la Spagna, la Cattedrale di Granada aveva uno stile nuovo, che ebbe ripercussioni a Malaga, Jaèn e Guadix. Cinque navate e percorrono l'edificio dall'entrata alla testata; cinque navate sostenute da grossi capitelli che terminano con superbi archi e volte. La larghezza massima è di 115,40 per 67,25 metri e la cupola più alta arriva a 45 metri. Le due grandi innovazioni di Siloe sono cosiddette "soluzioni silosche" che crearono una vera e propria scuola sono: la sovrapposizione di piani o stili per ottenere una maggiore altezza e luminosità senza rompere le proporzioni, e la contrapposizione del grande arco trionfale, con il quale termina la navata principale, con la cupola della cappella maggiore perfettamente circolare, appoggiata a sua volta su volte a croce. 

Retablo Cattedrale di GranadaLa cappella reale riassume tutta la grandezza di Cattedrale, con la cupola con vetrate artistiche di grande bellezza e sculture e dipinti di Alonso Cano. Le porte sono così belle che sono opere d'arte a se stanti, quella dell'Ecce Homo, di San Girolamo e del Perdono. Quest'ultima possiede eccellenti raffigurazioni della fede e della giustizia. Le cappelle adiacenti conservano anch'esse pale d'altare e dipinti eccezionali. L'ex sala capitolare è usata attualmente per esporre il tesoro della cattedrale, in mostra anche nella sagrestia e nel Museo della Cattedrale. Tra i pezzi presenti c'è la scultura dell'Immacolata Concezione sempre di Alonso Cano. La cappella principale contiene due effigi ginocchio del Re Cattolici, Isabella e Ferdinando di Pedro de Mena y Medrano. I busti di Adamo ed Eva furono eseguiti da Alonso Cano. La Cappella della Trinità ha un meraviglioso retablo con dipinti di El Greco, Jusepe de Ribera e Alonso Cano .

Numerosi altari di gran valore, decorati sia con insiemi che con dipinti e sculture, sono disseminati ai lati del monumento, perfino intorno alla navata dell'abside, che fu disegnata fin dalla fondazione ponendo il coro intorno all'altare maggiore, disposizione che da un'ampia visibilità dall'entrata fino, alla fine dell'edificio, non essendo ostacolata dal coro come normale nella maggior parte delle cattedrali. Due immensi organi barocchi del 1748 innalzano i loro toni  dorati e le loro canne , ai lati della navata centrale, verso altare maggiore, La cui parte alta è investita da giochi di luce e di splendide vetrate realizzate nei Paesi Bassi durante il regno dell'imperatore Carlo V.

Proprio sotto le vetrate ed intorno all'altare maggiore possiamo notare un eccellente collezione di dipinti di Alonso Cano, il granadino nato nel 1601, pittore, scultore ed architetto. Rappresentano passaggi della vita della vergine. Il centro di questo complesso di vetrate, dipinti, sculture dell'altare maggiore, è un grande tabernacolo d' argento sostenuto da una base di pietra serpentina. La doratura con cui si voleva liberare molti altri luoghi della chiesa, Dovette risultare così costosa che fu limitata solamente all'altare maggiore, che illuminato, spicca e brilla, contrastando con il bianco di tutti i suoi muri, e la sua vista è una delle più originali e sorprendenti.

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

Dove si trova?

 

 

 

Torna su

 


Ostelli Granada  Ostelli Spagna   Hotel Granada   Hotel Spagna

 Carte de Granada    Karte von Granada    Mapa Granada   Map of Granada

Carte d'Espagne  Karte von Spanien     Mapa de España    Map of Spain

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal