Cosa vedere a Granada - Cosa visitare a Granada

Adv.

Cosa vedere a Granada - Cosa visitare a Granada

Puerta de Elvira è la porta attraverso la quale Ferdinando ed Isabella, i cattolicissimi re spagnoli, fecero il loro ingresso trionfale in Granada nel 1492 concludendo la Reconquista cristiana contro i musulmani. L'antica porta alla città sicuramente sarà uno dei punti di partenza per la visita di questa città unica al mondo. Un tempo questo era un luogo macabro, con le teste in decomposizione di criminali giustiziati appesi sui portali. Il quartiere che circonda il cancello era la sezione araba (morería) fino a quando tutti gli arabi furono cacciati dalla città.

Una delle più affascinanti strade di Granada è Calle de Elvira, ad ovest si trova l'Albaicín (vecchio quartiere arabo), che sorge su una collina. Nel XVII e XVII, molti artigiani occuparono i negozi lungo questa strada e quelli che irradia da esso. In Calle de Elvira si trova anche la Iglesia de San Andrés, iniziata nel 1528, con una torre mudéjar a campana. Gran parte della chiesa fu distrutta nel XIX secolo, ma alcuni interessanti dipinti e sculture rimangono. Un'altra vecchia chiesa in questo settore è la Iglesia de Santiago, costruita nel 1501 e dedicata a San Giacomo (Santiago), patrono della Spagna. Costruita sul sito di una moschea araba, fu danneggiata da un terremoto nel 1884. La chiesa contiene la tomba dell'architetto Diego de Siloé (1495-1563), che ha fatto molto per cambiare il volto della città. Siloé fu rappresentante fi spicco dello stile plateresco, di cui la cattedrale di Granada da lui progettata è appunto uno degli esempi più importanti.

Nonostante il nome, la piazza più antica è la Plaza Nueva, che, sotto i musulmani, è stata il sito del ponte dei boscaioli. Il fiume Darro era coperto qui, ma le sue acque corrono ancora sotto la piazza (che ai tempi della dittatura franchista  era stata rinominata Plaza del General Franco). Sul lato est della Plaza Nueva si trova la Iglesia de Santa Ana, costruito da Siloé. Dentro il suo interno a cinque navate è possibile vedere una pala d'altare Churriguesque e lo splendido soffitto a cassettoni.

La corrida non è davvero molto popolare qui, ma se si desidera vederne una  in ogni caso, sono di solito limitate alla settimana della Fiesta de Corpus Christi dal 29 maggio al 6 giugno o il Día de la Cruz (Giorno della Croce) che si osserva il 3 maggio. La Plaza de Toros, l'arena, è in Avenida de Dottor Olóriz, vicino allo stadio di calcio. Per ulteriori informazioni, chiamare il tel. 95-827-24-51.

Torna su

Mirador San Nicolás

Mirador San Nicolas - GranadaLa via Callejon de San Cecilio porta al Mirador San Nicolás, un belvedere con vista impareggiabile dell'Alhambra e della Sierra Nevada. Venite qui verso il tramonto. In tutte le guide c'è scritto che qui bazzicano un sacco di borseggiatori, quindi attnei. Non lasciatevi scoraggiare tuttavia da queste cose, è ancora un ambiente fantastico con artisti di strada e studenti, ristoranti e posti dove bersi qualcosa.

Torna su


Plaza Bib-Rambla

Plaza Bib-Rambla - GranadaIl Plaza Bib-Rambla è una piazza rettangolare, grande e famosa, che si trova poco distante a sud-est della cattedrale con negozi, bancarelle di fiori e ristoranti che si allineano ai lati e una fontana centrale, in stile Barocco con statue di giganti, figure grottesche zampillanti d'acqua, recanti sulle loro spalle curve una statua di Nettuno. Questa piazza fu teatro di battaglie, corride e roghi dell'inquisizione e si trova a un isolato a ovest del Duomo. Una bella piazza con vista della torre della cattedrale, in origine il centro di moresco di Granada, un punto di incontro cittadino vivace per mercati vari, settimanali e annuali e festival. Sotto il dominio cristiano la piazza fu ampliata e usata come punto focale di processioni cattoliche. Oggi la piazza è un luogo tranquillo per rilassarsi, sorseggiare un caffè o un pasto.

 

Torna su

Calle Nueva Calderería

Calle Nueva Calderería - GranadaCalle Nueva Calderería è conosciuta a Granada come "la casa delle sale da te". Situata nel Albaicin, questa strada si trova nella città vecchia, in una delle zone più autentiche di una città che è in sé ancora autentica. chiamata la strada delle nuove caldaie per via qui venivano prodotte e riparato vecchie caldaie nel modo tradizionale in cui gli artigiani Granada le facevano. Qui il sapore e la magia dei secoli sono stati conservati in questo luogo così impassibile al passare del tempo. La sale da tè presenti sono sale arabe, eredi dell'antica un'antica tradizione islamica di Granada. La strada è trafficata ma al contempo tranquilla. Tè, dolci arabi souk, ..., le case da tè catturano l'immaginazione, il passato trasportata dai secoli al centro di Granada attraverso i suoi profumi, i suoni, i sapori e i colori, negozi pieni di pantofole, narghilè, gioielli e ceramiche del Nord Africa.

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

 

Torna su

 


  Ostelli Granada  Ostelli Spagna   Hotel Granada   Hotel Spagna

 Carte de Granada    Karte von Granada    Mapa Granada   Map of Granada

Carte d'Espagne  Karte von Spanien     Mapa de España    Map of Spain

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal