Cosa vedere ad Arles

Cosa vedere ad Arles

Arles è una delle principali attrazioni turistiche della Francia. E' un luogo magico con il suo patrimonio di momenti risalenti al periodo romani, le strette strade acciottolate, il  fatto di essere stata la città di "Van Gogh" e la Fête des butteri, la colorata sfilata dei butteri della Camargue a maggio di ogni anno. Oltre che per tutte queste cose, ad Arles in tantissimi vengono per la buona tavola, per i suoi eccellenti ristoranti e materie prime della Provenza. Tra le cose da non perdere ad Arles ci sono:

Teatro Romano

Teatro Romano di ArlesBellissimo e prezioso teatro all’aperto di antiche origini romane, ottimamente conservato dalla storia. Il teatro antico risale al I secolo a.C. ed è in stile augusteo. Fa parte di un vasto progetto di urbanizzazione che coinvolge altri due edifici: l'Arco del Rodano e il Foro. Ha un diametro di oltre 102 metri, 33 file di gradinate, la maggior parte delle quali sono scomparse, e il suo recinto esterno aveva 3 file di arcate riccamente decorate con statue monumentali. Statua di Augusto conservata al Museo dell'Antica Arles e Provenza, Venere di Arles al Museo del Louvre. Fortificato nel Medioevo, come testimonia la Torre di Roland, vide svilupparsi all'interno delle sue mura case, il Collegio dei Gesuiti e un convento delle Suore della Misericordia. Saccheggiato per i suoi materiali, fu riscoperta solo nel XVII secolo, ma gli scavi veri e propri non iniziarono fino al 1828. Completamente restaurato, il sito è di nuovo funzionale e offre nuove attrazioni: in estate, il martedì e giovedì mattina, dimostrazioni di giochi romani, molto interessanti per grandi e piccini. E sempre, l'hosting di molti festival come i Rencontres internationales de la photographie, il Festival de musique des Suds o il Festival del film péplum. I primi due si svolgono in luglio, l'ultimo in agosto.

Informazioni e orari
Chiuso il 1° gennaio, il 1° maggio, il 1° novembre, il 1° novembre, il 1° novembre, il 25 dicembre e in determinate date. Bassa stagione: aperto dal lunedì al sabato dalle 10.00 alle 17.00. Alta stagione: tutti i giorni dalle 9.00 alle 19.00. Ore intermedie in mezza stagione. Adulto: 9 €. Aliquota ridotta: 7 €. Biglietto valido anche per l'accesso all'Anfiteatro. Gratuito per i bambini fino a 18 anni.

Indirizzo

Rue de la Calade
13200 Arles
 

Anfiteatro-arena romana

Teatro Romano di ArlesAltro importante e prezioso edificio cittadino, catalogato insieme al Teatro Romano, dall’UNESCO come patrimonio dell’Umanità. Conosciuto con il nome di ‘Les Arènes’, fu edificato intorno all’anno 80 d.c. e ha una costruzione simile a quella del Colosseo di Roma, leggermente più antico, che una volta poteva ospitare circa 20 mila persone i quali assistevano alle prodezze dei gladiatori o alle ricostruzioni di scene di caccia. Oggi l’arena viene spesso usata per eventi tipo da corrida dove però non si ha l’uccisione del toro. Da non perdere il tour lungo le parti più alte dell’edificio per ammirare la città dall’alto.

Quando l'Impero cadde, l'arena fu trasformate in fortezze con la costruzione di quattro torri, quasi duecento case e persino due cappelle. Fu infine su iniziativa dello scrittore Prosper Mérimée (ricordiamo che da uno dei suoi racconti fu tratta l'opera Carmen del compositore Bizet) che questo luogo unico fu classificato monumento storico nel 1840. La sua vocazione primaria, quella di ospitare grandi spettacoli, è ancora oggi attuale: i giochi romani del I secolo lasciano il posto alle corride organizzate durante le due feste annuali. L'arena, recentemente al centro di un vasto piano di restauro e valorizzazione (i lavori sono durati 10 anni e costano 25 milioni di euro), dal luglio 2013 hanno ritrovato il loro antico splendore. Dal punto di vista architettonico, l'anfiteatro è alto 21 metri con due livelli di 60 archi semicircolari, separati da massicci piedistalli di sezione rettangolare. Con un asse lungo 136 metri di lunghezza e un piccolo asse di 107 metri, l'anfiteatro di Arles è leggermente più grande di quello di Nîmes e si colloca al ventesimo posto tra quelli del mondo romano.

Informazioni e Orari

Chiuso il 1° gennaio, il 1° maggio, il 1° novembre, il 1° novembre, il 1° novembre, il 25 dicembre e in determinate date. Bassa stagione: aperto dal lunedì al sabato dalle 10.00 alle 17.00. Alta stagione: tutti i giorni dalle 9.00 alle 19.00. Ore intermedie in mezza stagione. Adulto: 9 €. Aliquota ridotta: 7 €. Biglietto valido anche per l'accesso al teatro antico. Gratuito per i bambini fino a 18 anni.

Indirizzo

Rond-point des Arènes
13200 Arles

Palazzo e Terme di Costantino

Costruito nel IV secolo d.c. periodo nel quale la città divenne sede della corte imperiale di Costantino. Il sito comprende il Palazzo Imperiale di Costantino (Palazzo Trouille) e i resti di un edificio termale scoperto nel XIX secolo.

Musée de l'Arles

Situato a circa 15 minuti dal centro cittadino, offre una ricca collezione di antichità romane inclusa una statua di marmo dell’imperatore Augusto. Da notare che il museo è considerato il maggiore nel suo genere al di fuori dell’Italia.

Cimitero romano "Les Alyscamps"

Cimitero romano "Les Alyscamps"Situato nella parte sud-est della periferia cittadina, il cimitero offre una suggestiva visita alle antiche tombe in pietra e alle rovine di antiche chiese. Conserva i sacri sepolcri dei cittadini di Arles da oltre 1500 anni. Inoltre il cimitero venne anche usato come soggetto principale di alcuni dipinti del Van Gogh e Gauguin nel 1888. Anche se risalente all'epoca romana, gli Alyscamps (traduzione provenzale degli "Campi Elisi" dell'antica Grecia) divennero un luogo alto del cristianesimo già nel IV secolo. Con il martirio e la sepoltura di Genesto, il santo Arlesiano decapitato nel 303, questa necropoli pagana si trasformò nei secoli in una parte essenziale del pellegrinaggio a Santiago de Compostela per i pellegrini provenzali. Spogliato di molti dei suoi sarcofagi rinascimentali, troncato dallo scavo del canale di Craponne e poi dalla costruzione della ferrovia Parigi-Lione-Marsiglia, oggi rimane un solo sentiero del sito originario, tracciato dai religiosi dell'Ordine dei Minimi nel XVIII secolo. Celebrato da Dante nell'Inferno, immortalato come detto da Van Gogh e Gauguin, gli Alyscamps - elencati nel 1862 - rimangono un luogo intriso di storia e di innegabile curiosità.

Informazioni e orari
Aperto tutto l'anno. Tranne che nei giorni festivi. Bassa stagione: dalle 10.00 alle 17.00. Alta stagione: dalle 9.00 alle 19.00. Gratuito per i bambini fino a 18 anni. Adulto: 4,50 €. Tariffa ridotta per gruppi (+ 10 persone), studenti, disabili e insegnanti. Visita guidata.

Indirizzo

Avenue des Alyscamps
13200 Arles

Eglise de Saint Trophime

Place de la République (nota per il suo obelisco e omonima fontana). Splendida chiesa considerata uno dei monumenti più belli di tutta la Provenza. Di particolare bellezza è la sua facciata raffigurante scene dell’ultimo Giudizio. Al suo interno sono da ammirare i bellissimi arazzi e un piccolo chiostro.

Museo Arlatan

Fondato nel 1904 dal premio nobel Frédéric Mistral, custodisce la storia del folklore provenzale della regione. Al suo interno si possono ammirare strumenti, costumi e arnesi di vita quotidiana nella storia del folklore della regione.

Musée Réattu

Bel museo di Arles nel quale si ammira la collezione di artisti moderni quali Jacques Réattu, Théodore Rousseau, André Marchand e circa 50 bozze del Picasso. 

Place du Forum

Nata come centro cittadino dell’antica cittadina romana di Arlene, oggi continua ad essere il cuore di Arles.

Nella piazza oltre ad ai vari caffe’, antichi palazzi oggi convertiti in hotels e ristoranti cittadini ci si può sostare ad ammirare la statua di Frédéric Mistral premio nobel della letteratura grazie alla serie di poemi da lui scritti nel 1854 nella forma medievale della lingua provenzale. Inoltre è da notare il caffe’ nell’angolo a sud-est della piazza soggetto principale del famoso dipinto di Van Gogh ‘Caffe’ Notturno’.

La Camargue

Bouche-du- Rhône, raggiungibile dalla stazione ferroviaria di Avenue Paulin Talabot in Arles.

Bellissimo e suggestivo territorio della regione della Camargue, ricco di fauna e flora con silenziosi e calmi ecosistemi di ben 346 mila acri dove si possono ammirare i famosi tori e i fenicoteri rosa o ancora i cavallini bianchi, oppure le famose montagne di sale o le tipiche casette bianche dei guardiani del territorio.

Da visitare anche il Museo della Camarguais sito in Mas du Pont de Rousty, in Arles Tel 04 90 97 10 82.

 

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

 

Se questa pagina ti è piaciuta e ti è stata utile a trovare qualche informazioni interessante e a farti risparmiare un po' di tempo, offrici un caffè (ma non ci offendiamo se ci offri una pizza :) ), così ci aiuterai ad andare avanti per quanto possiamo e a scrivere e offrire la prossima guida gratuitamente.:  Paypal

 

Torna su

Ostelli Arles   Ostelli Francia  Hotel ad Arles  Hotel in Francia

Carte Arles  Karte von Arles    Mapa Arles    Map of Arles

Carte de France  Karte von Frankreich      Mapa Francia     Map of France

Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal